MORA contro MARTTIINI

Visto che in un'altra discussione è uscito il discorso su un coltello Mora, Vi chiedo, qualcuno ne ha? che qualità hanno? Sicuramente sono economici, ma non è che poi sono "usa e getta"?
Ci sono anche i Martiinii sempre finlandesi ma lapponi (io ne ho uno) i Mora sono meglio o peggio? o_O :mumble: :)
 
Beh, secondo me sono due cose differenti, i Marttini sono molto più ben fatti e ovviamente più costosi (anche molto più costosi). I Mora sono coltelli che hanno un'ottimo rapporto costo/prestazioni, ma sono grezzi, con foderi e impugnature in plastica (o gomma). Sono da usare senza remore, e se si piegano o si rompono, amen. Come acciai, più o meno siamo li.
 
Visto che in un'altra discussione è uscito il discorso su un coltello Mora, Vi chiedo, qualcuno ne ha? che qualità hanno? Sicuramente sono economici, ma non è che poi sono "usa e getta"?
Ci sono anche i Martiinii sempre finlandesi ma lapponi (io ne ho uno) i Mora sono meglio o peggio? o_O :mumble: :)
Lascia stare i Marttini, sono finlandesi solo di nome in realtà le lame vengono fatte da tutt'altra parte.
I Mora poi hanno un acciaio migliore e costano pure meno.
Se badi alla sostanza e poco all'estetica prendi i Mora che sono migliori e costano meno.
 
Io ho un Mora Clipper inox da un sacco di tempo. Me lo regalò mio padre quando avevo circa 10 anni, e mi divertivo a lanciarlo sugli alberi, o per terra. E' rimasto un sacco di anni a casa in montagna in un cassetto, è stato riaffilato da mio padre con la smerigliatrice ("tanto per provare"), con risultati catastrofici. Ora ha la lama tutta graffiata, ma con qualche passata di pietra sono riuscito a riportarlo a rasoio.
Direi che puoi andare tranquillissimo, anche se continuo a non capire il concetto di lama fissa su un coltello del genere. Generalmente preferisco l'opinel del 10; il Mora lo porto solo se magari devo sbucciare un frutto, tagliare del cibo o roba che in ogni caso comporti il contatto della lama con sostanze che potrebbero fare ossidare l'acciaio al carbonio dell'Opinel.
 
Lascia stare i Marttini, sono finlandesi solo di nome in realtà le lame vengono fatte da tutt'altra parte.
I Mora poi hanno un acciaio migliore e costano pure meno.
Se badi alla sostanza e poco all'estetica prendi i Mora che sono migliori e costano meno.
quoto in oltre martttini e' stata acquisita dalla rapala , ne ho un paio non sono male ma i mora si riaffilano piu' facilmente.
 
Io 5/6 anni fa ho comprato per me e per alcuni amici un Marttiini Condor skinner a 13/14 euro non ricordo bene, cmq un affare.
Devo dire che l'ho trovato eccellente (rispetto al prezzo) come rifiniture,
solo che alla prima uscita, eravamo con la campa, e abbiamo trovato un faggio (20/22cm) piegato sulla strada, mi sono messo a tagliarlo con il marttiini a mò d'accetta e alla fine sulla lama si era creato un dente!!! poi l'ho fatto riaffilare e tutto a posto solo che è stata la prima volta che mi è successo con un coltello, io ne diverse decine e li uso non certo con "rispetto" e nonostante anche altri sono economici questa è la prima volta che mi è successo!!!
I mora sono meglio o peggio come possibilità di maltrattarli?
 

Allegati

  • Marttiini_Mio.jpg
    Marttiini_Mio.jpg
    13,3 KB · Visite: 543
Ultima modifica:
Qualcuno ha provato a trasformare un Mora? Nel senso togliergli il manico (che trovo orrendo) e costruirgliene uno in legno o micarta ecc...?
 
I Marttini inox sono in 420 mi pare, non è certo il massimo, ma non credo che l'inox dei Mora sia tanto meglio. Perlomeno a me non è sembrato.
 
Qualcuno ha provato a trasformare un Mora? Nel senso togliergli il manico (che trovo orrendo) e costruirgliene uno in legno o micarta ecc...?
Se non sbaglio da qualche parte avevo visto vendere le lame Frost's su cui applicare il manico.

Comunque i Frost's o Jonnson sono buoni coltelli da farci tutto senza remore. Per un coltello "che abbia un anima" hai provato a vedere gli Helle? A me fanno impazzire
Helle Knives from Norway > Home
 
Alto Basso