"Mountain Heroes" su DMAX

S

Speleoalp

Guest
No, il mio "vivi e lascia vivere" riguarda proprio un paio di regolette basse.

- educazione
- non rubare
- non far del male gratuito

Questo significa proprio che anche essendo in gruppo, ognuno deve sentirsi libero di fare le cose che lo riguardano senza avere nessuno che rompa le palle.

Di conseguenza il mio "vivi e lascia vivere" é proprio così, come lo intendi anche te. Ma potrei anche essere peggio, rompermi le palle per determinate questioni, prepotenza, arroganza, vanità, dittatura, ecc
non é consigliabile ;) AHAH

Capisco molto bene la tua situazione ;)

Non mi faccio proprio giustizia da solo, ma io non rompo a nessuno e nessuno deve rompere a me. Soprattutto con certi atteggiamenti....

Cosa pensi....perché partecipo solo ai raduni che organizzo io ? AHAHAHAH Di luoghi stupendi ne ho visti tanti sul forum,.... di sicuro non é per quello, ahah

Ma torniamo in discussione và,.... basta OT ;)
 
Ultima modifica di un moderatore:
Ho appena finito di vedere la puntata 4, quella dell'aspirante suicida, forse la più bella della stagione (al momento) anche se la meno "elicotteristica".
 
S

Speleoalp

Guest
Vero, ma anche perché é l'unica che ho visto completa, AHAH
Ma non mi piace molto, ma ormai per tutti i programmi TV, la tendenza ad esaltare il tutto ;)

Ma mi piace l'argomento e le questioni principali ;)
 
Mi aggancio ora a questa discussione perché appena entrato nel gruppo.
Durante gli interventi, che sono tutti rigorosamente dal vero (fingere tutto oltre che costosissimo, porterebbe via un velivolo alle stazioni di soccorso), c'è solo un operatore di ripresa a bordo dell'elicottero. Di più non sarebbe possibile e, come mi ha confidato un operatore di Mountain Heroes, ma era successo anche a me durante la serie "Ultimo minuto" per la RAI, se i feriti sono due ti capita che lascino te su un cucuzzolo con 50m di corda e ti devi arrangiare a rientrare.
Vengono montate anche una serie di action cam (le GoPro sono le più affidabili e richieste dalle produzioni) che inquadrano vari scorci dell'elicottero sia in esterno che all'interno. Poi sta al montatore (che in questo caso é la bravissima Alice) sincronizzare il tutto e tarare i colori delle diverse camere in modo da dare una uniformitá alle riprese. Molte parti vengon naturalmente tagliate per cui le richieste di autorizzazioni (anche se non ne ricordo così tante) vengono eliminate perché rallentano il "ritmo" della narrazione filmica.
Spero di aver contribuito un pochettino a sapere di più su queste bellissime produzioni. Ciao
 
S

Speleoalp

Guest
Certo, personalmente penso che hai contribuito ;)

Anche se devo dire che sono "animalacci" quelli che ti lasciano sul cucuzzolo e ti fanno rientrare da te.... ;)
Solitamente si recuperano le persone lasciate a terra per questione di spazio, tempo, peso.... a meno che questa persona, competente, non richieda diversamente ;)

Sicuramente poi c'é una parte di "recitazione" inconsapevole dei soccorritori, nel modo di agire, parlare e porsi... rispetto alla quotidianità di un soccorso ;)
Anche per fare bella figura ;)
 
:puah:
Certo, personalmente penso che hai contribuito ;)

Anche se devo dire che sono "animalacci" quelli che ti lasciano sul cucuzzolo e ti fanno rientrare da te.... ;)
Solitamente si recuperano le persone lasciate a terra per questione di spazio, tempo, peso.... a meno che questa persona, competente, non richieda diversamente ;)

Sicuramente poi c'é una parte di "recitazione" inconsapevole dei soccorritori, nel modo di agire, parlare e porsi... rispetto alla quotidianità di un soccorso ;)
Anche per fare bella figura ;)
Non sono animalacci, hanno certe, giustificate, prioritá. Ed il cameraman NON é tra quelle....:help:
L'intervento avvenne a mezz'ora dal divieto di volo notturno (effemeridi serali) ed in più, una volta arrivato in ospedale e scaricati i due feriti, l'elicottero venne chiamato per un ulteriore breve intervento che lo ha portato a "sforare" il permesso di volo per cui la promessa "torniamo a prenderti" sfumó. Comunque me la cavai lo stesso con un paio di calate in corda doppia (con telecamera in spalla) e un passaggio in autostop....

"Recitazione". Devo darti ragione. Non credo si riesca a rimanere "naturali" di fronte ad un operatore che ti punta un ottica e che filma ogni benedetto movimento che fai...per cui cambi sicuramente, anche involontariamente, il tuo atteggiamento ed il tuo modo di fare.... ;)
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso