neck knife pericolosi?

Salve ,dopo aver visto l'ennesima puntata di "Dual survival" è sorto un dubbio: portare il coltello al collo può risultare pericoloso in caso di caduta?cioè se lundyn cade in avanti ed il coltello si rivolge con la punta verso di lui,non rischia magari di accoltellarsi ??? (se ho sbagliato sezione ditemelo,non sapevo dove postarlo
 
Certo, il rischio esiste, anche per un camminatore su di un comune sentiero.
Se poi si parla di scalare un pendio in cordata ...
girare col coltello al collo non è un segnale molto incoraggiante
per gli altri componenti del gruppo:
da qui il detto " se si mette male , taglio la corda " :rofl:

g
 

alfredo

Banned
Portare un coltello al collo non è più pericoloso che portarlo al fianco o in tasca, se cadi c'è sempre la possibilità di un incidente.

Detto questo, tutto dipende dal fodero (stiamo parlando di coltelli a lama fissa): se è ben fatto, le possibilità di conficcarsi il coltello nel corpo da soli per una caduta sono, virtualmente, nulle. Tra l'altro, non ho mai sentito nè letto di una persona morta per essersi ferita con un neck-knife a seguito di una caduta.

Il coltello che Ludin usa è un Mora classic, il fodero di serie fa - detto sinceramente - piuttosto schifo, infatti non tiene bene il coltello. Nel caso specifico, io butterei il fodero fornito di serie con il coltello e lo sostituirei con un altro in kydex.
 
incuriosito dalla tipologia, ho fato un long long test portando un CRKT al collo, a pelle per mesi, dormendoci pure la notte.
opplanet-crkt-2380-knife.jpg

trovata la giusta lunghezza del cordino (poco sotto lo sterno) non mi ha MAI dato fastidio.
inoltre non si è MAI sganciato autonomamente cagionandomi lesioni.
il cordino era fissato alla custodia e non alla lama per un rapido utilizzo della stessa.
l'ho poi tolto perchè arrivando l'estate e frequentando io un lido, ogni volta che mi levavo la maglietta, la gente mi lanciava strane occhiate :)
quindi, in pratica, non è detto che sia pericolosa la lama in se. piuttosto può essere pericoloso il fodero che ruzzolando potrebbe diventare un oggetto contundente, ma lo potrebbe diventare anche un qualsiasi pezzo di legno che potremmo incontrare sotto di noi ruzzolando.
credo che a questo punto è solo un fattore di sfiga leggermente aiutato da un oggetto rigido appeso al collo...
 
Continuo a pensare che per non saper ne leggere ne scrivere, per l'uso outdoor vanno usati solo coltelli richiudibili.

E ora... Shame on me
 
perchè arrivando l'estate e frequentando io un lido, ogni volta che mi levavo la maglietta, la gente mi lanciava strane occhiate.

Modestino, lo si vede da lontano che avresti potuto fare da modello al Davide.
Scherzi a parte, sono d'accordo con te e alfredo. ne ho un paio, entrambi Fallkniven, un WM ed un G1, il WM è spesso con me e di fastidio non me ne dà. Anche perchè in neck-Knife sono normalmente di dimensioni abbastanza ridotte

reini, ma perchè "tafazziare"/castrarsi con le proprie mani? E quando tu avessi bisogno del lama fissa? Forse l'hai già spiegato altrove, su un altro thread, ma in estrema sintesi puoi farmi avere il tuo punto di vista?
 
Questa domanda me la sono posta anch'io molte volte, non so dare una risposta certa, quello che ho notato è che l'eventualità peggiore è cadere in avanti col culo del coltello che tocca terra, il coltello resta verticale e tu ci finisci sopra col pomo d'adamo affidando alla bontà del fodero il fatto che non ti sgozzi e riportando comunque una contusione non indifferente anche a tenuta di fodero.

Per evitare tutto questo penso sia opportuno che il coltello al collo stia sotto la maglietta e che questa non sia un "vela", così facendo le probabilità che il coltello tocchi terra "in piedi" sono ridottissime e se ci si cade sopra i danni sono ristretti alla zona sterno, come per un grosso medaglione.
 
reini, ma perchè "tafazziare"/castrarsi con le proprie mani? E quando tu avessi bisogno del lama fissa? Forse l'hai già spiegato altrove, su un altro thread, ma in estrema sintesi puoi farmi avere il tuo punto di vista?
Secondo la mia modestissima e personalissima e sicuramente insana opinione, su questo forum nel parlare di coltelli e affini si toccano picchi di feticismo che ai miei occhi sono ridicoli oltre ogni modo. Mille coltelli, in tasca, alla cinta, al collo, nello zaino. Secondo me le funzioni che può avere un lama fissa esulano dalla maggior parte delle attività presenti su questo forum, tipo la caccia. Oh, almeno che questo non sia un forum di caccia. In tal caso scusate, errore mio.
 
Credo che il pericolo è lo stesso di portarlo al fianco: se cadi e il coltello ti lacera una vena o arteria della coscia?

Con il dovuto rispetto, penso siano discorsi che lasciano il tempo che trovano. Anche per il rischio di strozzarsi. Quanti portano una macchina fotografica al collo? Quando si parla di coltelli, tutti hanno un po' paura a maneggiarlo e portarlo. :)

Opinel carbone n°8 in tasca e via ogni dubbio! (Opinel = il primo amore non si scorda mai!)
 
Mah, io quando pesco in torrente porto sempre con me un piccolo neck, ovviamente al collo perché è l'unico posto dove resta asciutto e dove è di facile reperibilità (se lo mettessi nel gilet penso sparirebbe e, con gli waders, alla vita non ci sta), questo perché pescando a mosca capita di lasciare l'esca su di un ramo o di dover passare in posti non battuti, con il rischio di avere sempre qualche rametto o simili che ti fanno attorcigliare la lenza e, per non perdere tempo, è bene riuscire a "tagliare" subito i problemi.
Detto questo credo che un coltello contenuto ( come i neck-knives ) e con un buon fodero non sia un serio pericolo, fai conto che per infilzarti devi proprio cadere per terra con il busto, senza attutire la caduta con le mani. Credo che al massimo ti ritroveresti un livido per il coltello, ma io sarei più preoccupato dei traumi alla testa o alle ossa.
 
grazie

Grazie per le risposte e i numerosi punti di vista, alla fine come ha detto qualcuno,per accoktellarti con un coltello al collo bisogna praticamente cadere in avanti senza attutire la caduta con le mani,e difficilmente accade (per fortuna) peró ,boh ! Il coltello al collo ancora non mi convince , vabbe colpa mia:) lo portero nello zaino.... O alla cintura come fanno in tanti grazie per le risp
 
Il pericolo, come potenziale fonte di danno è reale.
Ma i rischio come probabilità di raggiungimento del livello potenziale di danno nelle condizioni di impiego è del tutto limitato da probabilità ridotte.
Ho avuto più incidenti dovuti a taglio, cadute, imperizia, altri amici, disattenzione o sottostima del rischio che dovuti al coltello al collo.
Che poi al collo non lo porti più da quando ho trovato un modo di utilizzare i foderi più consono al mio utilizzo (condivido il pensiero che il rischio maggiore si ha nell'estrazione e reinserimento della lama) è anche un altro dato di fatto.
Poi ognuno è libero di trovare la via, per lui, migliore, non necessariamente la più condivisa.
 
Secondo me le funzioni che può avere un lama fissa esulano dalla maggior parte delle attività presenti su questo forum, tipo la caccia. Oh, almeno che questo non sia un forum di caccia. In tal caso scusate, errore mio.
A) No, non è un forum di caccia, è solo un forum a cui partecipano anche dei cacciatori. E non ce ne vergognamo.

B) Concordo con te circa il discorso feticismo, qui detto coltellite o passione (quasi) malata per i coltelli,

C) Nella stragrande maggioranza dei casi, potrei essere d'accordo con te, tuttavia, due cose mi sono chiare , una è specifica al topic, ossia i neck knife sono generalmente piccoli, l'altra è che, IMVHO, i fissi siano più robusti dei folders.

Come dice Puz94, è il fodero che garantisce la sicurezza di chi porta l'NK.

Quelli in Kydex che ho io danno molta fiducia considerando spessore e reistenza. Se posso segnare un punto a sfavore, direi che questo tipo di fodero non è il massimo quando si frequentano terreni sabbiosi, dato che essendo il fodero una lama di kydex ripegata e rivettata, polvere e sabbia trattenuti nel fodero tendono anche a rigare la lama. Esperienza di vita vissuta
 
A) No, non è un forum di caccia, è solo un forum a cui partecipano anche dei cacciatori. E non ce ne vergognamo.

B) Concordo con te circa il discorso feticismo, qui detto coltellite o passione (quasi) malata per i coltelli,

C) Nella stragrande maggioranza dei casi, potrei essere d'accordo con te, tuttavia, due cose mi sono chiare , una è specifica al topic, ossia i neck knife sono generalmente piccoli, l'altra è che, IMVHO, i fissi siano più robusti dei folders.
Non vedo perché dovreste vergognarvene. :S
A me basta solo che, essendo il forum un luogo in cui scambiare informazioni che si presuppone abbiano un senso, si rimanga coi piedi per terra e si utilizzi il giusto metro in tutto. Ho capito che ci sono dei cacciatori, ma non è che se io scrivo su un forum dove si parla di funghi e sono un saldatore poi consiglio di andare a raccogliere i porcini con la fiamma ossidrica, suvvia.

Certo che i lama fissa sono più robusti, c'è solo da chiedersi se questa robustezza sia necessaria per gli usi previsti (e imprevisti, ma no, salvare il mondo da una minaccia zombie non è un uso imprevisto).
 
Più che infilzarmi con il coltello a me preoccupa il laccio intorno al collo.
Spesso quando mi sono messo al collo qualcosa da un semplice fischietto, alle chiavi, alla custodia degli occhiali ecc., è arrivato il momento in cui mi sono impigliato da qualche parte o ciò che vi era attaccato stava dappertutto tranne che davanti a portata di mano.
Per cui curerei molto questo aspetto, laccetto che si possa facilmente sfilare o togliere e oggetto appeso che non ballonzoli ma sia fermato da una maglietta o altro.
 
In verità In verità ti dico.... Oddio, sono per un attimo stato colto da delirio di ... no da delirio e basta, allora dicevo avvventurosamente is a dreamland, dove si va dal sogno di andare in escursione in ambiti isolati e poco frequentati piuttosco che al voler imitare (bleah) Bear Grill e simili (non sto a citarli per chè sono una marea), piuttosto che "chi più ne ha più ne metta", alla realizzazione di detti sogni. Per cui il disquisire, analizzare pregi, difettti (veri o presunti), pensare a possibili migliorie ed utilzzi è la normalità, si va dalla riflessione all'onanismo cerebrale più esasperato, e si che ci sono una marea di altre cose da dire, fare, baciare .................. che diventare ciechi.

Detto ciò, People, vi annuncio che i neck knife sono normalmente PICCOLI, quindi niente Batoning, niente chopping e niente di tutte quelle cose che ci piacciono tanto. Ossia chi deve limare sul peso sappia che sì pesano poco, ma servono, relativamente a poco.

Sono d'accordo con Al c'è e Spyrozzo che nel porto (da portare, non la rimessa di imbarcazioni, dalla più piccola alla più grande) hanno individuato il problema, ossia possibili fastidi da impigliamento/bballonzolamento e malsana curiosità quando viene in evidenza al momento di togliere l'indumento che lo copre.

E adesso vediamo dove riusciamo ad arrivare.
 
Anch'io sono affetto in una certa misura dalla coltellite,però la più grossa paura che ho circa i neck knife (ne ho un paio in collezione) consiste nell'essere preso (se mai lo dovessi portare al collo) per un seguace italiano di Rambo e fare la relativa figura da esaltato:-x Un'altra paura sarebbe poi quella di dover eventualmente giustificare a un carabiniere la necessità di un tale tipo di porto.
Quindi di solito vado di Vic e/o Opinel nel marsupio e qualche rara volta un fisso nello zaino.
Forse nel Texas mi permetterei qualcosina in più....
 
Chopping certamente no, batoning si può anche fare su spessori fino a 5 o 6 centimetri ( dimensioni legate alla lunghezza della lama ).
Gli unici fastidi reali sono il rischio che si impigli o di foracchiarsi nel rinfoderare il coltello: si impiglia in rami e rovi come qualsiasi altro oggetto che si porta al collo ( occhiali, macchina fotografica, fischietto o qualsiasi altro strumento), non si rischia di rimanerci impiccati perché le catenelle, normalmente di serie, si aprono con una forte trazione.
Problemi che si risolvono o mettendo il tutto sotto una maglietta o portando il coltello al collo solo quando strettamente necessario.
Sulla versatilità ognuno ha la sua opinione, in base a necessità ed esperienze, io ad esempio li uso molto ( il 70 % delle volte tenendolo in tasca o nel marsupio).
Il reale pericolo che vedo io nel portare un coltello al collo è la reazione che ha sulla gente, chi si spaventa, chi ti crede un delinquente oppure qualcuno, a cui non stiamo molto simpatici, che ci etichetta come un soggetto pericoloso ( può sembrare un'esagerazione ma credetemi, succede ), ma di questo se n'è parlato già tantissime volte.
 
salve...cmq volevo dire che anche io sono cacciatore e ne vado fiero...cmq resto della mia opinione che il coltello al collo non lo porterei mai...
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
Phantom Utensili da taglio 51
Stefano1984 Utensili da taglio 6
elba620 Utensili da taglio 9
NPknives Utensili da taglio 16
spyrozzo Utensili da taglio 9

Discussioni simili



Alto Basso