Proposta Necropoli di Norchia,da non dimenticare.

#1




Dati

Data:
Regione e provincia:Lazio Viterbo
Località di partenza:Strada Aurelia bis tra Vetralla e Monte romano
Località di arrivo:Norchia
Tempo di percorrenza: cinque ore a seconda delle soste
Chilometri: Attualmente consentiti una decina di km.
Grado di difficoltà:Vegetazione e sterpaglia estesissims
Descrizione delle difficoltà:
Periodo consigliato: Sempre
Segnaletica:Assente o errata
Dislivello in salita:
Dislivello in discesa:
Quota massima:
Accesso stradale:
Traccia GPS: [puoi caricare la tua traccia GPS nella Mappa Escursioni ed inserire il link permanente al posto di questo testo]


Descrizione
E' questo un posto che ho proprio nel cuore.Infatti circa cinquanta anni fa,fu la seconda delle nostre esplorazioni nei luoghi etruschi utilizzando le nostre 500 targate Cartagine,come si diceva allora per dire quanto erano vecchie.Mi sono giunte però da parte di chi aveva tentato la visita notizie poco confortanti,così sabato ho deciso di andare a vedere dopo quasi 20 anni di assenza.Venendo da Vetralla dopo circa 6km si incontra sulla destra un piccolo cartello giallo scrostato che indica gli scavi.Si procede poi lungamente su una strada di campagna che a metà gira ad angolo retto verso sinistra fino ad un spiazzo dove si parcheggia.Qui bisogna percorrere uno sterrato di circa 500 m. mentre una volta si arrivava al ciglio delle pareti.Ora non è che io escursionista mi lamenti di questa cosa,figuriamoci,ma se si vuole che questo posto straordinario venga frequentato amato e quindi protetto deve essere fruibile con più facilità,come del resto dimostra l'afflusso alla stupenda "piramide" etrusca di Bomarzo. Da qui allora si scende aiutati dalle ringhiere lungo la grande parete di tufo tutta scolpita e traforata di tombe.Dal fondo si può ammirare la grandiosità di questa opera...solo che adesso riguardo alla necropoli rupestre c'è visibile solo questo! Tutti i valloncelli attorno ,ricordo benissimo,sono scolpiti nella stessa straordinaria maniera ma sono completamente soffocati dalla vegetazione. Seguendo a destra la sterrata di fondo si incontrano sulla sinistra due ponticelli malmessi tanto che alcuni cartelli sconsigliano quasi di percorrerli. Perchè non vengono riparati? A chi toccherebbe? Comunque dopo averli attraversati con grandissima cautela si sale alle due grandi ed imponenti rovine del castello e della chiesa di S.Pietro. Il luogo ed il panorama verso il poligono di Monte romano è straordinario.E' veramente affascinante curiosare nei vari loculi colombari e grottini,facendo attenzione a buche aperte che rivelano una intensa attività tombarola e qualche tratto esposto.Ci sono alcuni cartelli messi a casaccio come quello che indica la Cava Buia che non sta assolutamente lì!! Poi si torna alla sterrata di fondovalle.E qui devo proprio esternare una mia cocentissima delusione se non un "rodimento" grave. Volevo fotografare quello che è un pò il clou della visita,cioè la grande tagliata etrusca detta Cava Buia ( quella giusta) che scende dall'altopiano del poligono fino alle rive del Biedano e faceva parte della via Clodia percorsa dai pellegrini,infatti fino alle mie ultime visite si scorgevano ancora sulle alte pareti le croci votive incise proprio da questi viandanti.Si tratta di un opera grandiosa forse una delle più alte tagliate etrusche persino più profonda e stretta dei "calatori"di Barbarano anche quelli affascinantissimi.Era abbastanza facile trovarla,bastava andare in fondo alla sterrata attraversare il ponticello,che c'è ancora ma se possibile ancora più malridotto degli altri, fare poche decine di metri e guadare a sinistra il torrente e andare verso la parete.Quasi a contatto di essa quando sembrava che non ci dovesse essere nulla la roccia sembrava aprirsi come una grotta o una crepa e si entrava nella magica luce della via cava.Invece a causa della fittissima boscaglia non sono riuscito nemmeno a trovare il guado!:wall:
Comunque il luogo merita e deve essere visitato affinchè non scompaia...o forse Tuchulcha e i suoi vogliono proprio questo? Comunque se volete vedere immagini molto migliori delle mie vi rimando ai vari video di Youtube e al sito di @Montinvisibili .
 

NOTA AMMINISTRATORE: gli eventi proposti sono regolati dall'articolo 7 del regolamento, prendine visione. Richiedi la compilazione del modulo informativo per fare chiarezza sulle difficoltà dell'evento, l'equipaggiamento, le capacità e l'esperienza necessaria.
Organizza e partecipa agli eventi in sicurezza, con criterio, umiltà e competenza, qualità fondamentali per praticare le attività outdoor.

Allegati

#2
Grazie per la fiducia @lanfranco51. Io fra queste tombe ci sono cresciuto, che mio padre appassionato archeologo non mancava mai di portarci.
Peccato per la Cava Buia, secondo me la più straordinaria del Lazio. Era sempre un po' avventurosamente raggiungibile, ma l'ultima volta che ho portato i bambini ho dovuto capitolare anche io.
021 Tagliata etrusca.JPG
 
#3
Grazie Monti,da una parte mi consola il fatto che non ci sei riuscito nemmeno tu! Nel mio caso ero io il padre che portava il figlio!!:biggrin: Comunque in autunno ci torno con il machete quello grosso da macheteros da canna da zucchero e vediamo !!
 
#5
Anche questa passeggiata...e in programma?
Non riesco a capire come funziona il sito....vorrei fare delle passeggiate prossimamente
Vedendo che stai parlando di due itinerari che ho proposto recentemente mi sento quasi incaricato da dare spiegazioni che certo forniranno meglio gli amministratori.Comunque questo sito non organizza vere e proprie passeggiate sociali tipo il CAI,sono gli utenti che a piacere si mettono d'accordo ed eventualmente si incontrano per andare assieme a seconda della esperienza dei luoghi.Ciao.:si:
 
#8
A Norchia ci sono stato proprio a maggio ed è un vero peccato che stia soffocando nella vegetazione, poi i cartelli caduti o assenti che non fanno capire dove ci si sta dirigendo.
Spero che qualcuno se ne occupi, forse andrebbe segnalata ma non so chi si occupa di queste cose, la sovraintendenza forse?
 
#9
Ma guardando in rete ho visto che ci sono associazioni che organizzano viste,forse loro sanno qualcosa.Come ripeto ho bazzicato spesso il posto ma un disastro simile non me lo aspettavo.L'ultima volta che c'ero stato,certo una ventina di anni fa, era tutto visitabile,addirittura c'erano della aree picnic con panche e tutto quanto ora non c'è più niente.Cercavo oltre la Cava Buia anche il misterioso fontanile scolpito nel tufo che c'è o c'era sulla destra della sterrata di fondovalle che era misterioso appunto perchè mai aveva contenuto acqua o era in prossimità di sorgenti.Passato il terzo ponticello sul fosso dell'AcquaAlta si entrava in altra valletta con tutte le pareti scolpite ora non si vede più niente.Ho messo illink di OSM perchè volevo dare le indicazioni per trovare la Cava Buia a qualcuno che ci dovesse ricapitare.Passato il terzo ponticello pericolante e sommerso dai cespugli sul Fosso dell'Acqua Alta prendere a sinistra e cercare un guado sul Biedano e poi come già detto dirigersi dritti verso le pareti di tufo.Buona fortuna.
https://www.openstreetmap.org/#map=17/42.34154/11.94707
 
Ultima modifica:
#11
Ormai è una fissazione ritrovare la Cava Buia! Ho visto questo bel video di wizar board che ringrazio per il video però del 2012 e vedo che loro sono passati direttamente dal sopra cioè dal poligono.Forse sono partiti da Respampani e attraversato il bellissimo ponte di Fra Cirillo sono passati per il grande pianoro del poligono.Ma essendo appunto zona militare è possibile,almeno in alcuni giorni?
 
#12
Grazie Monti,da una parte mi consola il fatto che non ci sei riuscito nemmeno tu! Nel mio caso ero io il padre che portava il figlio!!:biggrin: Comunque in autunno ci torno con il machete quello grosso da macheteros da canna da zucchero e vediamo !!

Ben lieto di aiutare nell'opera! Ti prego farmi sapere quando vai, se ti fa piacere e ti è utile un segaccio in più.
 
#15
Guarda @ilCriptarca se ci dovessi capitare in questo periodo,magari quando l'erba comincia a seccarsi indossa galosce alte sia per i guadi e sia per gli "striscianti".Machete si, segaccio no.Come detto nel post vecchio scendi lungo la parete delle tombe con le ringhiere e una volta sul fondo vai a destra,Ignora i due ponticelli che incontri a sinistra e soprattutto il cartello assurdo che indica la Cava buia,ma chi ce lo ha messo!! Da li alla Cava non ci arriverai mai!! Continua sul fondo della valletta e quando la sterrata piega a destra vai invece dritto in mezzo al cespugli.Pochi metri dentro incontri un ponticello diruto,attenzione, quello della foto, e una volta di là segui la larga sterrata che costeggia il Biedano.Qui e questo è il difficile, devi trovare un passaggio a sinistra verso la riva sinistra orografica del Biedano.Trova poi modo di guadare il torrente e avvicinarti alla pareti di tufo di fronte e in queste trovare una specie di grotta che in realtà è l'inizio della favolosa tagliata.
 

Discussioni simili

Contenuti correlati

Alto