Niente piu tassa cb e pmr 446

o almeno quelli che non si presentano bene. Ho visto cose sul capacimetro che voi umani....

tipo motore elettrico che non spunta,condensatore indicato 40 micro. fai due o tre tentativi di avviamento,lo scarichi misuri 13!
 
Condensatore elettrolitico secco messo sotto tensione.

Se hai dimestichezza con il saldatore, e se è quello, è abbastanza facilmente individuabile ma non è detto che sia l'unico, per cui, normalmente si cambiano tutti, quanto meno è quello che farei io.

Ciao :si:, Gianluca
Quale sarebbe? Quello centrale grosso mi sembra bruttino da un lato, ma neanche tanto. Comunque lo indicherei a un tecnico, qua non ho nessun saldatore, e nemmeno dimestichezza :)
212000


212001
 
Ultima modifica:
Così a naso non vedo condensatori particolarmente danneggiati ma potrebbero aver sfogato da sotto.
Dopo l'esperimento con il trasformatore hai provato a recuperare le pille AA che servivano e accenderlo ?

Ciao :si:, Gianluca
 
i condensatori così sembrerebbero anche buoni. Considerando che l'hai attaccato all'alternata probabile che sia saltato il diodo che solitamente protegge da inversioni di polarità. Prova a vedere se in zona spinotto ce ne è uno e vedi col tester se va o no.
 
Se la radio è una Midland Alan 38 dopo la presa di alimentazione (non quella per la ricarica) dovrebbe esserci un diodo al silicio fra positivo e negativo in posizione invertita per evitare appunto l'inversione di polarità.
Non è presente prima nessun fusibile per cui, potrebbe essere che intervenendo abbia mandato in corto l'alimentatore piuttosto che la radio, dopo ci sono due induttanze sulla radio.

Io proverei comunque a recuperare le AA necessarie e vedrei se è morto o meno, se non funziona nulla proverei a guardare il diodo a destra dei spinotti di alimentazione.

Comunque, se è il 38 questo è lo schema
Alan 38 Esp. (Midland)_Pagina_11 Ricarica.png

Però se zero saldatore zero manualità ......... :(

Ciao :si:, Gianluca
 
Quell'alimentatore incriminato funziona ancora, in compenso ho trovato quello vecchio a CC che usavo prima.

Per le batterie mi sono girato il quartiere ma nessuno vende le ricaricabili, per usare le alcaline devo trovare le false batterie incluse nella confezione chissà dove.
Domani vado nel negozio grande e prendo 10 nimh
 
Bhè prova allora con il suo alimentatore tenendola aperta e vedi se c'è qualcosa di anomolo, sbuffi fumetti etc etc...... ovviamente appena li vedi stacchi tutto immediatamente.

Non è per tirare la pietra e ritirare la mano ma, quanto sopra, potrebbe compromettere ulteriormente la radio o l'alimentatore...... valuta tu.

Ciao :si:, Gianluca
 
E non si acceso nulla ? Immagino di no :(

Saldatore nisba, ok, un tester ?

Se hai almeno un tester prova a misurare se tra polo centrale (puntale rosso del tester) e massa (puntale nero del tester), dello spinotto di alimentazione, c'è una resistenza superiore allo zero, se la resistenza è prossima alla zero POTREBBE essere il diodo a silicio di protezione bruciato (fuso internamente in conduzione), se c'è una certa resistenza allora il problema è dopo e và cercato (non è così banale).

Però se non hai un saldatore, non hai dimestichezza di saldatura, alla fine non è che puoi fare molto.

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
Al negozio ci sono andato, ma 10 batterie varta da 2400 mah le passano 40 euro!
E ho fissato un limite di 15 euro per la prova batterie.
Online ci sono ottime batterie da 2800 mah a 13 euro, ma ne servono 10 per arrivare a 12 volt e due confezioni sono già fuori budget.
Sto telefonando a vari riparatori ma nessuno la vuole nemmeno vedere, ho sentito robe come "riparo solo radio normali".
Orca! Non sapevo di avere in mano tecnologia aliena. :)

Prima o poi un tester lo compro!
 
C'è differenza fra riparare una radio ricevente ed una trasmittente soprattutto se il guasto è fetente da trovare.

Per le batterie, compra delle AA normalissime, anche economiche se vuoi solo provarla, e per le false batterie prendi una batteria AA, gli metti ai poli un pò di nastro isolante da elettricisti, quello nero, prendi uno spezzone di filo elettrico un pò più lungo spelando le estremità, poi infili la batteria nel suo alloggiamento e pizzichi il filo, ad ogni estremità, fra la linguetta del porta pile e il polo stesso della pila. Non usare un cavo del 380 ma uno a sezione piccola e vedi che funziona.

Ciao :si:, Gianluca
 
scusate, domanda da ignorante.
esiste un motivo per voler recuperare quell'apparecchiatura grossa e pesante e con batterie introvabili e carissime piuttosto che comprarne uno nuovo?
 
Io non butto niente, e se posso riparo tutto (ammesso di avere le conoscenze).
Sempre piaciuto arrangiarmi con quello che ho, smontare e recuperare pezzi.
Ora lo chiameresti mentalità scrapper-survivalista o robe del genere :)

Poi quel cb è stato una parte importante per me, prima usato al reparto scout, poi radioamatore per conto mio, anni di divertimento...
 
scusate, domanda da ignorante.
esiste un motivo per voler recuperare quell'apparecchiatura grossa e pesante e con batterie introvabili e carissime piuttosto che comprarne uno nuovo?

Più o meno lo stesso senso che ha un'auto d'epoca.
Inoltre sono facilmente riparabili col fai da te e quindi anche molto didattici da questo punto di vista. Li apri e vedifisicamente come funziona una radio.
 
Io avrò una quindicina di radio valvolari, forse anche di più, dei scatoloni metallici dal peso tutt'altro che "light" :) con potenze che, alla fine della fiera, sono quello che sono :) ...... eppure guai a chi me le tocca :help:

Indubbiamente una radio a microprocessore, con un display multi funzionale, da una frazione di peso di una AN/GRC-3, è tutta un altra radio in tutti i sensi :)...... alla fine basta averle ambedue le tipologie :lol:

212379

(AN/GRC-3 da internet, 120 kg)

212380

(da internet, IC 7400, 2-3 kg, frequenze operative molto più ampie, potenze più elevate, più sistemi di modulazione, memorie, filtri etc etc)

Per non parlare della BC312
212381

Solo RX AM/CW, 8 (o 9 non ricordo) valvole, 1.5-18 MHz

Tecsum PL 660
212382

RX 0-30 MHz, 76-108 MHz, banda aeronautica, AM FM SSB

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
altra cosa che mi viene in mente: emp, interferenze elettromagnetiche e sbalzi di tensione. e non sto parlando di catastrofi nucleari, ma l'inquinamento elettromagnetico e, in zone sismiche, il fatto che il quarzo nelle rocce sia piezoelettrico, e che quindi i terremoti causino rilasci di corrente con relativi fenomeni magnetici

https://ingvterremoti.com/2015/08/25/variazioni-magnetiche-elettriche-elettromagnetiche-e-terremoti/

http://www.ingv.it/it/stampa-e-urp/...sfera-come-possibile-sentinella-dei-terremoti

https://it.wikipedia.org/wiki/Precursore_sismico_elettromagnetico

le radio a valvole sono molto meno sensibili. ok che in fin dei conti l'emp di un terremoto non e' potentissima, anzi e' veramente debole, ma comunque possono esserci localmente disturbi di fondo un po' fastidiosi, almeno nei momenti della scossa ed immediatamente seguenti
 
C'è l'interferenza del motore di auto e camper, che pochi cb filtrano a dovere (uno era l'alan 48 old, fuori produzione).
E poi a casa c'è il pc che rompe parecchio, anche in standby. Per usare il cb va spento completamente.
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso