Recensione Nitecore HC65 - La frontale dalla triplice fonte luminosa

#1
Ciao a tutti. Ringraziandoli per la fiducia concessami, oggi recensiremo la Nitecore HC65 che mi è stata gentilmente fornita da Nitecore stessa.



CLICCA QUI per andare alla pagina ufficiale del prodotto sul sito Nitecore.

Ci tengo a precisare che le mie recensioni sono fatte a livello amatoriale, quindi senza l’ausilio di strumenti fantascientifici o di test in laboratori segreti ed all’avanguardia. Pertanto, tra le righe che seguiranno, ci saranno le mie umili osservazioni ed anche le mie umili opinioni.


Caratteristiche ufficiali:

- triple output full metal rechargeable headlamp
- specially designed for outdoor activities such as hiking, trekking and camping
- utilizes a CREE XM-L2 U2 LED to emit maximum output of 1000 lumens
- equipped with a high CRI auxiliary white light (CRI≥90) and a red light
- Integrated Precision Digital Optics Technology for extreme reflector performance
- a maximum beam intensity up to 3000cd and a maximum beam distance up to 110 meters
- high efficient constant circuit runs for maximum 800 hours
- 7 brightness levels and 4 special modes
- intelligent memory function (special modes can not be memorized)
- intelligent Li-ion battery charging circuit (via Micro-USB charging port)
- a flood lighting system provides 100° beam angle
- integrated Advanced Temperature Regulation (ATR) technology
- tilt mechanism allows for 180°adjustment
- power indicator displays battery voltage (accurate to 0.1V)
- reverse polarity protection
- constructed from rugged aero-grade aluminum alloy
- rugged HAIII military grade hard-anodized aluminum alloy
- IPX8 waterproof (2 meters submersible)
- impact resistant to 1 meter


Dove acquistarla

La Nitecore HC65 è disponibile ed acquistabile presso lo store ufficiale italiano Nitecore Italia o al negozio Coltelleria Collini.


La confezione e gli accessori

La Nitecore HC65 viene venduta all'interno di una scatola di cartone leggero dalla classica colorazione nera e gialla.
Sul davanti, sotto al logo della Nitecore, spicca la foto del prodotto (più piccola del 25-30% circa rispetto al modello vero e proprio) con una piccola foto che mostra in dettaglio la porta microUSB che consente di ricaricare la batteria. Sopra la foto della torcia troneggia in grande il nome del modello e sotto di esso si trova la frase "Multi-coloured LEDs rechargeable flashlight". A seguire viene indicato il tipo del LED principale e il tipo degli altri 2 LED ausiliari, uno bianco ad altri CRI e uno rosso.
Sotto a tutto questo viene indicata la potenza massima raggiunta dal LED principale (1000 lumens) e viene specificata la presenza di una batteria da 3400 mAh all'interno della confezione.
Un bollino rosso comunica che la torcia è coperta da 5 anni di garanzia. Sul manuale si possono trovare maggiori dettagli in merito.



Sul retro troviamo raccolte le caratteristiche essenziali del prodotto, i dati sull'azienda ed un QR-code che indirizza alla pagina del prodotto sul sito web della Nitecore.



Su uno dei 2 lati, sotto la scritta "Headlamp Series", ci sono i riquadri riepilogativi con i dati di spicco del prodotto ed in fondo si trovano le certificazioni CE e RoHS.



Dall'altro lato viene specificata la distanza massima raggiunta dal LED principale (110 metri ANSI) insieme ad una foto che mostra le potenzialità della torcia. Segue un'altra foto che mostra in azione il LED ausiliario rosso.



Sul fondo della confezione si trova un adesivo con il nome del modello, il tipo di LED e il tipo di parabola utilizzati, un codice a barre ed il codice identificativo del prodotto.



Una volta aperta la confezione, troveremo:

- la HC65
- la batteria da 3400 mAh
- la banda elastica per la testa
- il cavo USB->microUSB per la ricarica (lungo circa 1 metro)
- 2 O-ring neri + altre 2 guarnizioni, bianche e leggermente trasparenti, di ricambio
- il cartoncino per la garanzia
- il manuale multilingua



Ecco nel dettaglio il manuale nelle lingue inglese ed italiano. In alternativa, può essere visionato in forma integrale e/o scaricato dal sito della Nitecore cliccando QUI.




La torcia

La HC65 è la top di gamma delle frontali (NON angolari) di casa Nitecore.
Nel suo corpo compatto è possibile inserire 1x18650, 2xCR123A e/o 2x16340 per alimentare i suoi 3 LED e comandarli con l'unico interruttore posizionato sul lato della torcia. I Led sono poi inseriti a loro volta sotto 2 diverse lenti, una satinata dalla forma rettangolare e una trasparente di forma circolare.
Come si può ben vedere è una classica torcia frontale, con il corpo in lega di alluminio (dalle forme pulite) già inserito all'interno della struttura in plastica su cui potremo poi attaccare la fascia elastica.
A vista ci sono anche 4 viti torx che permettono all'utente di cambiare le guarnizioni (incluse nella confezione) qualora servisse.
Ai due lati sono presenti due tappi svitabili che hanno una zigrinatura romboidale per facilitarne l'apertura/chiusura. Vedremo in seguito nel dettaglio queste parti.



Sotto la lente satinata (ideale per spalmare bene la luce prodotta) sono inseriti i due LED ausiliari, quello bianco dalla tinta neutra (ovviamente tendente al giallino) con un CRI (Colour Rendering Index - indice di resa cromatica) ≥ 90 e quello rosso, ideale per salvaguardare la visione notturna o per segnalare la nostra presenza.
A destra dei due LED è inserito un piccolo indicatore blu.



Accanto alla lente satinata troviamo la classica lente in vetro dalla forma circolare che sovrasta la parabola SMO al centro della quale è inserito un LED CREE XM-L2 dalla tinta fredda e con tonalità bianche agli alti livelli ma che diventano leggermente marroncine ai bassi.



Osservando lateralmente la "testa" della torcia possiamo notare come la lente satinata sia a filo del corpo torcia mentre la lente trasparente è protetta da un piccolo bezel leggermente sporgente.



Nella parte superiore della torcia è scritto il nome del brand, del modello e il suo codice identificativo. Sulla sinistra inoltre è presente il simbolo dell'USB ad indicare dove si trova la porta per la ricarica.
Tra le scritte e i LED sono presenti dei lievi solchi che hanno il compito di dissipare il calore prodotto.



Nella parte inferiore della torcia si trovano i simboli delle certificazioni CE e RoHS affiancate dal triangolino che avvisa che la superficie può diventare calda.



Sul lato destro della torcia (pensando a quando verrà indossata) si trova l'unico interruttore che comanda l'intera UI. Si tratta di un interruttore dual stage che permetterà poi all'utente di effettuare delle pressioni complete o delle mezze pressioni (TAP) per cambiare livelli, accedere alle funzioni speciali ed ovviamente accendere o spegnere la torcia.
Piccola nota, la torcia può ruotare di circa 180° liberamente sia verso l'alto che verso il basso. Non avendo delle posizioni prestabilite, potremo direzionare i LED nella posizione più comoda ai nostri scopi.



L'interruttore, coperto da un gommino antiscivolo a filo con il corpo torcia, è di facile individuazione, ha una breve corsa ed emette un click abbastanza rumoroso.



Dalla parte opposta all'interruttore troviamo il logo ed il sito web dell'azienda. Il lettering di questa e delle altre scritte viste in precedenza è privo di imperfezioni.



Grazie alla zigrinatura, come abbiamo visto in precedenza, dalla torcia possono essere svitati i due tappi laterali.
Entrambe le filettature sono anodizzate, ben ingrassate ed hanno un O-ring che assicura una protezione da liquidi e polveri secondo lo standard IPX8. Come è facile intuire dalla forma diversa, i due "coperchi" non possono essere invertiti.



Svitando il tappo dal lato dell'interruttore, abbiamo accesso alla porta microUSB che ci permette di ricaricare la batteria inserita all'interno del corpo torcia.
N.B. Benché la torcia sia compatibile anche con le CR123A e con le 16340 la Nitecore dichiara che è possibile effettuare la ricarica SOLO sulle 18650.



Svitando dal lato opposto avremo accesso al vano batteria. Questo è un dettaglio sul polo negativo, costituito da una singola molla dorata.



All'interno del corpo c'è il polo positivo costituito da un contatto rialzato rispetto alla circuiteria a vista. Su di essa si trova stampato il logo della Nitecore e, accanto al polo positivo, è presente un dispositivo anti-inversione di polarità. Dispositivo che funziona molto bene visto che non mi è stato possibile accendere la torcia con la mia LG HG2 Flat Top.




La batteria ed il sistema di ricarica

La HC65 viene venduta con una batteria 18650, ovviamente Nitecore, da 3400 mAh nominali. Essa ha codice NL1834 ed è una batteria protetta con polo positivo sporgente (Button Top). Secondo le caratteristiche supporta una velocità di ricarica massima di 2A ma la Nitecore consiglia di ricaricarla ad un massimo di 1A.
A me è arrivata con una tensione di 3,62V e, da un test di scarica a 500 mA con l'Opus, risulta avere 3343 mAh.



Il suo polo positivo rialzato in dettaglio



Al polo negativo è addirittura impresso "Nitecore".



Ed ecco le varie scritte presenti sulla guaina.







Per usufruire del circuito di ricarica della torcia bisogna svitare il "tappo" dalla parte dell'interruttore di accensione e collegare il cavo dato in dotazione a qualsiasi dispositivo in grado di erogare 5V (powerbank, caricatori dei cellulari, ecc).
Il circuito assorbirà poco più di 0,5A ed a ricarica iniziata l'indicatore posto accanto ai LED ausiliari comincerà a lampeggiare.



A ricarica terminata l'indicatore blu rimarrà acceso fisso, un piccolissimo quantitativo di corrente resterà sempre in circolo.
Con la batteria da me utilizzata, l'intero processo di ricarica (a batteria completamente scarica) impiega circa 7 ore. Misurando la tensione della batteria ricaricata con il multimetro ho rilevato 4,21V.
N.B. Non si può accendere la torcia se la batteria è in ricarica.




La fascia da testa

Per utilizzare la HC65 bisogna attaccarla alla fascia elastica (inclusa nella confezione), sulla torcia è già attaccato il supporto che include i relativi intagli.



Come è possibile notare dalla foto il supporto presenta anche una curvatura che permette alla torcia di risultare più confortevole quando si indossa.



Vedendo il supporto dal retro possiamo meglio notare che abbiamo a disposizione 3 intagli, tutti con uno spacco obliquo che permette all'utente di inserire la fascia elastica.



La fascia elastica ha colorazione nera con particolari bianchi, la scritta Nitecore è ripetuta più volte.
Essa dispone anche del supporto superiore per la testa che garantisce migliore stabilità.



A piacimento questo supporto può essere staccato senza problemi.



Qui nel dettagli ecco l'altra estremità del supporto superiore della fascia che andrà collegato alla torcia.



Ed ecco la fascia elastica collegata alla torcia.




Come funziona

La HC65 ha undici livelli selezionabili. Cinque sono normali, tre sono quelli speciali (Strobo, SOS, Beacon) mentre gli altri tre sono quelli forniti dai LED ausiliari.

Secondo i dati ufficiali della Nitecore, i livelli normali hanno le seguenti caratteristiche:

- Turbo -> 1000 lumens per 1 ora*
- High -> 550 lumens per 2 ore e 45 minuti
- Mid -> 280 lumens per 4 ore e 45 minuti
- Low -> 80 lumens per 16 ore
- Ultralow - > 1 lumen per 800 ore

LED ausiliario NW -> 26 lumens per 25 ore
LED rosso ausiliario fisso -> 11 lumens per 20 ore
LED rosso ausiliario lampeggiante -> 11 lumens per 32 ore

Ogni livello speciale (Strobo, SOS, Beacon) utilizzerà tutti i 1000 lumens disponibili per funzionare.

N.B. Le durate dichiarate sono state registrate in laboratorio dalla Nitecore con la batteria da 3400 mAh (ovviamente) carica.
*questa durata è stata raggiunta sommando la durata del livello in questione prima dell'intervento dell'ATR.

Prima di leggere il funzionamento della torcia è bene ricordarsi oltre al LED principale solo presente anche 2 LED ausiliari e che l'interruttore presente sulla HC65 è un interruttore dual stage. Può essere pigiato sia a metà (TAP) che essere pigiato completamente (fino a fine corsa).

Accensione/Spegnimento

La torcia ha la funzione Memoria, quindi una singola pressione completa dell'interruttore farà accendere il LED principale all'ultimo livello utilizzato. Un'altra singola pressione completa per spegnerlo.
Una pressione completa prolungata dell'interruttore farà accendere il LED ausiliario rosso. Una singola pressione completa per spegnerlo.
Un TAP prolungato dell'interruttore farà accendere il LED ausiliario bianco. Un altro TAP o una singola pressione completa per spegnerlo.
N.B. I livelli speciali non vengono ricordati dalla memoria.

Cambio livelli

A torcia accesa basterà un singolo TAP dell'interruttore per ciclare in ordine crescente tutti e 5 i livelli normali a disposizione. Ovviamente 1 TAP = 1 cambio livello.
Anche con il LED ausiliario rosso possiamo passare da luce fissa o lampeggiante, basta un TAP per passare dall'una all'altra modalità.

Accesso rapido al Turbo

Vista la presenza della memoria su ogni livello normale, potrà accadere che in una determinata situazione dovremmo accendere rapidamente il livello più basso o più alto disponibile.
Eseguire un TAP prolungato dell'interruttore a torcia accesa (da qualsiasi livello normale) farà accendere il livello Turbo in un istante.
Per accedere al Turbo con la torcia spenta basterà invece eseguire un rapido doppio click dell'interruttore.
Non è possibile accedere al Turbo se abbiamo i LED ausiliari accesi.

Livelli speciali

Come scritto all'inizio del paragrafo, la torcia include 3 livelli speciali: lo Strobo, l'SOS ed il Beacon.
Questi livelli si potranno selezionare soltanto a torcia accesa (e anche dai LED ausiliari), eseguendo una pressione completa e prolungata sull'interruttore.
Così facendo accederemo da subito al livello Strobo e, come avviene per i livelli normali, con 1 TAP dell'interruttore si cicleranno anche i livelli speciali (che seguiranno l'ordine scritto sopra).
N.B. Per uscire dai livelli speciali si dovrà spegnere la torcia eseguendo una singola pressione completa dell'interruttore.

Blocco/Sblocco

Questo particolare modello è sprovvisto di blocco elettronico ma, grazie all'anodizzazione presente sulle filettature, è possibile utilizzare il (sempre affidabile) lock-out fisico svitando almeno di un quarto di giro il tail-cap.

Indicatore di carica

Con la HC65 è possibile conoscere, in maniera precisa (con un margine di errore di ± 0,1 v), la carica residua della batteria.
Ogni volta che si avviterà il tappo che dà accesso al vano batteria (e quindi si chiuderà il circuito), l'indicatore blu posto vicino ai LED ausiliari comincerà ad eseguire dei lampeggi seguiti da una pausa e seguita a sua volta da altri lampeggi.
Ad esempio se avremo una tensione di 4,2V, avremo 4 lampeggi, pausa e poi altri 2 lampeggi; con 3,8V, avremo 3 lampeggi, pausa e poi altri 8 lampeggi.
Come si può vedere dagli esempi, il sistema è tanto semplice quanto ingegnoso. È come avere un multimetro all'interno della torcia.

Locator

Con la HC65 si ha la possibilità di utilizzare l'indicatore blu come localizzatore in modo tale da poter individuare nella completa oscurità la torcia.
A torcia spenta basta eseguire un singolo TAP sull'interruttore per abilitare o disabilitare il lampeggio dell'indicatore. Abilitandolo si avrà un lampeggio ogni 2 secondi. Secondo il manuale, il locator abilitato può avere un'autonomia di 6 mesi.

Sistema ATR

Si tratta del sistema di Nitecore per regolare l'output luminoso del livello più alto della torcia in funzione della temperatura esterna. Più le condizioni sono favorevoli alla torcia (basse temperature/vento fresco) e più i livelli più alti emetteranno luce.


Dimensioni: pesi ed ingombri

La Nitecore HC65 è lunga 8,33 cm, dalla parte del LED è spessa 3,28 cm ed ha un diametro minimo di 2,37 e massimo di 2,66 cm. Da vuota (e con il supporto attaccato) pesa 74 gr mentre con la batteria fornitami in dotazione pesa 121 gr. La sola batteria pesa 47 gr mentre la fascia pesa altri 36 gr.

A seguire, ecco il paragone dimensionale con un accendino BIC grande e la NL1834,





con la Fenix HL60R





e con la Armytek Wizard PRO.






Lumen, runtime, candele e beamshot

N.B. Le prove a seguire sono state fatte la batteria fornitami dalla Nitecore. Il tutto è stato eseguito in un ambiente casalingo a 25° con e senza ventilazione forzata.

I seguenti valori sono stati presi con la batteria carica e sono da considerarsi di picco.







I seguenti valori sono stati presi con la batteria carica e sono da considerarsi di picco.

N.B. Le curve di scarica sono ovviamente indicative, il risultato potrebbe variare in positivo o in negativo a seconda delle batterie utilizzate dall'utente finale o dalle condizioni di utilizzo che possono variare dalle mie durante i miei test.

Le eventuali leggere discrepanze inerenti le prove fatte su uno stesso livello sono da imputare ad un diverso posizionamento dell'attrezzatura di misurazione nei miei test.







I seguenti valori sono stati presi con la batteria carica e sono da considerarsi di picco.







Tutte le foto a seguire sono state scattate con il bilanciamento del bianco regolato sui 5200K, il LED CRI apparirà leggermente più giallino rispetto alla sua tinta originaria.

Questa foto è stata scattata ad una distanza di 40 cm dal muro.







Ampiezza del fascio







Beamshot ai livelli Turbo, High, Mid e Low. La linea degli alberi si trova a 25 metri. Lo spill, con lo spot del LED principale rivolto verso l'infinito sul piano orizzontale, parte da circa 90 cm dai miei piedi, i LED ausiliari partono da circa 20/30 cm.









La casetta si trova a 70 metri ed ho utilizzato i livelli Turbo ed High.





Gli alberi in fondo (che per ovvi motivi non si vedono) si trovano a circa 150 metri. Ho usato sempre gli stessi 2 livelli utilizzati prima.





E per terminare ecco la differenza cromatica tra il LED principale e quelli ausiliari su una piantina.







Ne approfitto anche per allegare un breve video che rende meglio l'idea della potenzialità della torcia.



Considerazioni personali

Questa Nitecore HC65 è una torcia frontale (NON angolare) che mi è piaciuta particolarmente tanto. La confezione stessa è molto ricca e permette di essere operativi sin da subito senza il bisogno di acquistare cose extra, a meno che non ce ne sia un reale bisogno (come ad esempio un batteria extra).
La fascia elastica si monta in un lampo ed è facilmente regolabile per meglio adattarsi alla testa o al casco. Indossandola inoltre risulta confortevole e mai pesante al punto da stancare l'utente.

Il tasto è facilmente individuabile e grazie ad esso si possono comandare i 3 LED presenti. Proprio i diversi LED sono la ciliegina sulla torta!
Il principale permette di vedere molto bene entro i 40/50 metri (in turbo) come una qualsiasi torcia mentre quelli ausiliari permettono, senza il bisogno di usare filtri o altro, di avere diversi tipi di luce.
Quella rossa è l'ideale per salvaguardare la visione notturna o segnalare la nostra presenza; quella neutral torna molto utile qualora volessimo leggere un libro senza stancare la vista e/o senza la presenza di uno spot invadente o per apprezzare i colori di un oggetto/fiore/ecc. grazie agli alti CRI.

Come abbiamo potuto vedere, dalla confezione esce anche una 18650 da ben 3400 mAh che le permettono di avere un'autonomia di tutto rispetto. In alternativa, la torcia è compatibile con 2xCR123A o con 2x16340 (o RCR123A) ma ricordatevi che con queste batterie non è possibile utilizzare il circuito di ricarica. Ricarica che è possibile invece effettuare sulle 18650 grazie alla porta microUSB integrata sotto il tappo dal lato dell'interruttore.
Qualora necessitiate di più autonomia, ovviamente va acquistata una 18650 secondaria perchè la torcia, in fase di ricarica, non si può accendere. Ovviamente sono consigliate le ottime batterie Nitecore ma, qualora vogliate acquistarne altre, ricordatevi che occorrono delle Button Top.

Di per se la torcia è un prodotto valido e l'unica aggiunta che mi sarebbe piaciuta vedere è un livello inferiore nei LED ausiliari. Non che questi non vadano bene ma forse sarebbero risultati più validi per muoversi/vedere dentro casa o in spazi chiusi.
L'unico neo che ho trovato è la velocità di ricarica: i 0,5A a disposizione rendono la ricarica un po' lenta (IMHO). Ovviamente si può fare affidamento ad un caricabatterie esterno più veloce, l'ideale se si hanno anche diverse batterie.


Voi cosa ne pensate di questa HC65? L'acquistereste? Discutiamone insieme
 

Ultima modifica:
#2
Grazie mille per le tue recensioni, che leggo sempre con piacere. Ti posso chiedere un favore? Potresti mettere all'inizio delle tue recensioni dopo il titolo due righe sul tipo di torcia che descriverai (da tiro o meno, con una o due batterie o le particolarità più importanti). Di solito metti la scheda dei punti in inglese, ma è faticoso dover estrapolare da qui le caratteristiche essenziali. In ogni modo, grazie ancora per il tuo prezioso lavoro.
Andrea
 
#3
Grazie mille per le tue recensioni, che leggo sempre con piacere. Ti posso chiedere un favore? Potresti mettere all'inizio delle tue recensioni dopo il titolo due righe sul tipo di torcia che descriverai (da tiro o meno, con una o due batterie o le particolarità più importanti). Di solito metti la scheda dei punti in inglese, ma è faticoso dover estrapolare da qui le caratteristiche essenziali. In ogni modo, grazie ancora per il tuo prezioso lavoro.
Andrea
Grazie per aver letto le mie recensioni.
La scheda in inglese è presa dai siti dei brand, è la loro scheda del prodotto ma nella recensione ripeto in italiano le info più importanti.
Nel paragrafo "la torcia" trovi tutte le informazioni principali come tipo di LED, lente e parabola (che influiscono sull'ampiezza del fascio o permettono alla torcia di avere più o meno tiro) e alimentazioni ammesse/consigliate e numero di batterie. Nelle foto ti puoi rendere conto di come si presenta il fascio.
Così su due piedi mi sembra controproducente "spoilerare" le informazioni all'inzio.
 
Ultima modifica:
#6
forse per spleo, rimanendo in casa Nitecore, sono più appropriate la HA40 o la HC70, se c'è pericolo di gas magari anche la EH1 o la EH1S ;)
la HA40 e la HC70 sono troppo scomode con quel riflettore per un per uso in grotta, per non parlare poi del pacco batterie remotato. E' stata una liberazione eliminare il tube dell'acetilene e questi adesso mettono il pacco batterie collegato col cavetto ... mah ... la EH1 sembra decisamente troppo plasticosa ( sembra eh ! ) e delicata per un uso in grotta, la vedo più indicata per uso in industrie. anche i lriflettore di quest'ultima, non m isembra il massimo, ma no ntrovo indicazioni sull'apertura: per capirci : sotto i 100° a me non piace, ti fa muovere la testa troppo su e giù per tutto il giorno.
 
Ultima modifica:
#7
la HA40 e la HC70 sono troppo scomode con quel riflettore per un per uso in grotta, per non parlare poi del pacco batterie remotato. E' stata una liberazione eliminare il tube dell'acetilene e questi adesso mettono il pacco batterie collegato col cavetto ... mah ... la EH1 sembra decisamente troppo plasticosa ( sembra eh ! ) e delicata per un uso in grotta, la vedo più indicata per uso in industrie. anche i lriflettore di quest'ultima, non m isembra il massimo, ma no ntrovo indicazioni sull'apertura: per capirci : sotto i 100° a me non piace, ti fa muovere la testa troppo su e giù per tutto il giorno.
ovviamente devi orientarti su un modello che sai che non ti creerà problemi e fastidi. La EH1 è in plastica ma questo non vuol dire che sia scadente, c'è plastica e plastica. Vedi pure le Peli, molte sono in plastica e sono studiate anche per l'emergenza.
Se ti sei orientato su una torcia corpo unico vedi quelle mono 18650 come questa HC65, altrimenti ci sono diversi modelli angolari. Prossimamente dovrei portarne uno dall'ottimo rapporto qualità prezzo ;)
 

Discussioni simili

Contenuti correlati

Alto