Recensione Nitecore UM2

#1
Ciao a tutti. Ringraziandoli per la fiducia concessami, oggi recensiremo la Nitecore UM2 che mi è stato gentilmente fornito dalla stessa Nitecore.



CLICCA QUI per andare alla pagina ufficiale del prodotto sul sito Nitecore.

Ci tengo a precisare che le mie recensioni sono fatte a livello amatoriale, quindi senza l’ausilio di strumenti fantascientifici o di test in laboratori segreti ed all’avanguardia. Pertanto, tra le righe che seguiranno, ci saranno le mie umili osservazioni ed anche le mie umili opinioni.


Caratteristiche ufficiali:

- intelligent USB dual-slot charger
- QC 2.0 input available
- capable of charging 2 batteries simultaneously and controlling each slot independently
- up to 1.500 mA charging speed in a single slot
- compatible with Li-Ion and Ni-Mh/Ni-Cd batteries with automatic detection
- automatic detection of battery power level anda automatic selection of the appropriate voltage and charging mode (LiFePO4 and 3,8 V Li-Ion batteries excluded)
- automatic selection between 3 charging modes (CC, Cv and -dV/dt)
- energy-efficient LCD display for real-time charging information
- capable of manually selecting the charging cut-off voltage and the charging current
- automatic detection of large/small capacity batteries and automatic selection of appropriate charging current
- automatic termination upon charging completion
- reverse polarity protection and short circuit protection
- over-discharfed battery activation
- Li-Ion battery restoration
- overtime charging protection
- made from durable and fire-retardant PC materials
- optimal heat dissipation design
- certified by RoHS, Ce, FCC and CEC
- insured worldwide by Ping An insurance )Group) Company of China, Ltd.


Dove acquistarlo

Il Nitecore UM2 sarà disponibile all'acquisto presso lo store ufficiale italiano Nitecore Italia e presso il negozio Coltelleria Collini. Chiedete informazioni al venditore circa la disponibilità del prodotto.


La confezione

Ho ricevuto l'UM2 in anteprima dalla Nitecore ma mi è stato spedito senza la confezione.

Le uniche cose che ho ricevuto sono:
- l'UM2
- un cavo USB->microUSB lungo poco più di 75 cm

Molto probabilmente nella confezione destinata alla vendita sarà aggiunto a questi solo il manuale multilingua e il cartoncino della garanzia.



Un dettaglio dei plug USB/microUSB del cavo.



Ecco infine il manuale nelle sole lingue inglese ed italiano. È possibile visionare (e scaricare) l'intero manuale a QUESTO indirizzo.
N.B. La parte in italiano presenta alcuni errori di traduzione.




Il caricabatterie

L'UM2 è un nuovo caricabatterie multichimica (in grado di accettare sia Ni-Mh che Li-Ion/IMR/LiFePO4) della Nitecore ed è in grado di ospitare anche le lunghe 21700 protette. Il corpo del caricabatterie è costruito con il solito materiale plastico in grado di ritardare le fiamme.
Il caricabatterie, come altri prodotti di fascia alta della Nitecore, ha un generoso schermo nella parte alta (retroilluminato ma che si spegnerà in automatico dopo 10 minuti di inutilizzo per risparmiare energia), due tasti con cui cambiare qualche impostazione e 2 slitte indipendenti capaci di ricaricare ben 2 diverse batterie ad una velocità massima di 1500 mA per canale quando si alimenterà il tutto con un alimentatore (non incluso nella confezione) a carica rapida perchè l'UM2 è compatibile con il QC 2.0.



Come ho detto prima, sotto lo schermo sono presenti 2 tasti contraddistinti da una C ed una V. Con essi potremo richiamare le varie informazioni di uno o dell'altro canale e, quando serve, cambiare le impostazioni come il voltaggio delle batterie Li-Ion (in automatico rileva quelle a 4,2 V) oppure regolare la velocità di ricarica.
Tra i due tasti troviamo il nome del caricatore.



Subito sotto sono presenti le due slitte. Sulla plastica è inciso il disegno di una batteria con tanto di + e -, giusto per ricordare all'utente la polarità da rispettare.



Aggiungo inoltre una foto dei 2 contatti positivi



e dei due negativi.



Entrambe le slitte scorrono senza problemi e non hanno impuntamenti. La loro estensione minima è di 2,94 cm e massima di 7,8/7,9 cm, quanto basta per ospitare molti tipi di batterie.
Da notare come sulla slitta sia inciso il logo Nitecore.



Per alimentare il tutto basta un semplice cavo USB->microUSB (presente nella confezione) che andrà attaccato alla relativa porta presente nella parte alta del caricabatterie. Da notare inoltre la presenza di profonde alette che aiutano a dissipare l'eventuale calore prodotto.



Dalla parte opposta, sul fondo quindi, si trova il logo Nitecore.



Osservando lateralmente il prodotto, di fianco allo schermino, si trovano altre alette dissipatrici. Non sono molto pronunciate come quelle dalla parte della porta USB, ma presentano delle piccolissime aperture che lasciano uscire il calore generato dalla componentistica elettronica posta al suo interno.



Nella parte posteriore si trovano le varie informazioni circa le batterie accettate e i dati sugli ingressi ed uscite. Immancabili le certificazioni CE, RoHS e FCC.



Ecco nel dettaglio i vari tipi di batterie accettati:
- IMR/Li-Ion/LiFePO4: 10440, 14500, 14650, 16500, 16340 (RCR123), 16650, 17350, 17500, 17650, 17670, 17700, 18350, 18490, 18500, 18650, 18700, 20700, 21700, 22500, 22650, 25500, 26500, 26650, 26700
- Ni-Mh/Ni-Cd: AA, AAA, AAAA, C, D

Potremo quindi ricaricare dalle piccole AAAA/16340 fino alle più lunghe 21700 o larghe 26700, tanto che siano Ni-Mh o Ni-Cd quanto che siano Li-Ion (comprese le potenti IMR) o LiFePO4 grazie al fatto che l'UM2 è un caricabatterie multichimica.



In fondo a tutto, sotto ad altri fori che migliorano l'areazione, è presente un adesivo giallo su cui è specificato che l'UM2 ha un input di 5V o di 9V (a 2 A), a seconda se useremo o meno un alimentatore con il QC 2.0, e un output (sempre nel caso usassimo un alimentatore QC 2.0) di 1,5A per canale, per un totale di 3A.




Come funziona

L'UM2 può essere alimentato da un qualsiasi alimentatore da muro o da auto ma per poter usufruire della sua potenza massima (e quindi raggiungere gli 1,5A per canale) occorre utilizzare un alimentatore dotato di carica rapida perchè questo caricabatterie è compatibile con il QC 2.0 (se utilizzerete il 3.0 non cambierà nulla). Va da se che questa è una cosa fisica da fare, se non disporrete materialmente di un alimentatore almeno QC 2.0 ma di un alimentatore comune che eroga 5V e 1A (quindi inferiore ai 2A richiesti) potrete utilizzare lo stesso il caricatore ma la velocità massima che potremo impostare sul singolo canale sarà inferiore e verrà divisa tra i 2 canali qualora inseriremo 2 batterie. Così facendo aumenteranno i tempi di ricarica.

L'UM2 ci comunicherà, grazie ad una scritta che compare in alto a destra sul display, se stiamo o meno usufruendo della carica rapida.

Nel dettaglio la scritta sopracitata quando alimenteremo l'UM2 con 5V e 2A



e con un alimentatore QC 2.0 in grado di erogare 9V e 2A (quelli richiesti per funzionare al massimo). Sullo schermo, nel secondo caso, compare la scritta Quick Charge.



Abbiamo visto nel capitolo precedente che il caricabatterie dispone di 2 tasti, con quello di sinistra (C) si può passare da un canale all'altro per vedere come procede la ricarica. Una freccia ci aiuterà inoltre a identificare velocemente il canale selezionato. Essendo un caricabatterie multichimica a canali indipendenti, potremo inoltre caricare simultaneamente 2 batterie di chimica diversa e a diverse velocità.

In questo caso sul 1° canale (Slot 1) sto caricando una Ni-Mh



mentre, nel secondo (Slot 2) sto caricando una Li-Ion.



Come ho detto prima, il caricabatterie rileverà in automatico se se verranno inserite sulle slitte una Ni-Mh o una Li-Ion (4,2V) ma potrebbe capitare, qualora inserissimo una batteria con un cut-off differente, di dover impostare manualmente i parametri di ricarica.
Niente di difficile. Una volta inserita/e la/e batteria/e, premiamo C per andare allo slot desiderato e teniamo nuovamente premuto C per entrare nelle impostazioni. Una volta fatto inizierà a lampeggiare la velocità di ricarica o l'area che riguarda i voltaggi di cut-off. Premere C ci farà passare dall'uno all'altro settaggio. Nel caso dei voltaggi di cut-off, V ci farà cambiare le impostazioni facendoci scegliere fra i 4,2V, i 3,7V (LiFePO4) oppure ai 4,3V.







Se ci troveremo nelle impostazioni della velocità di ricarica, con V potremo invece selezionare una velocità compresa tra i 100 mA ed i 1500 mA (con step di 100 mA) per ogni canale.
N.B. In automatico l'UM2 rileva anche se la batteria è più o meno piccola di capacità, impostando in automatico una velocità preimpostata. 500 mA per le piccole e 1000 mA per le grandi.





Una volta selezionato il voltaggio e la velocità desiderata non ci rimane che tener premuto C per salvare le impostazioni, inserire la batteria ed aspettare che il processo di ricarica volga al termine. Nel mentre potremo controllare come procede la ricarica osservando le informazioni a schermo. Potremo infatti vedere la velocità di ricarica, il voltaggio a cui si trova la batteria,



i mAh caricati e il tempo che sta impiegando la ricarica.



Ecco uno schemino con le varie tempistiche da me riscontrate ricaricando alcune celle a determinate velocità.
Batterie utilizzate: 21700 da 5000 mAh nominali, 26650 da 4500 mAh nominali, 18650 da 3500 mAh nominali,18350 da 750 mAh nominali e AA Ni-Mh da 1900 mAh nominali.



Nell'eventualità che inseriremo delle batteria al contrario o delle celle morte o con il PCB bloccato, può accadere che a schermo cominci a lampeggiare il messaggio "EE EE". In questo caso, se siamo sicuri che la batteria non è stata inserita al contrario e desideriamo ripristinare la batteria, possiamo tener premuto il tasto V per far partire il Restoration Mode che testerà la batteria, la risanerà e farà partire il processo di ricarica.


Le batterie nelle slitte

Ne approfitto e scatto anche qualche foto per far vedere come si presentano alcune batterie nelle slitte dell'UM2.

Ecco una AAA ed una AA Ni-Mh,



una 18350 ed una 14500,



una 26650 ed una 18650 (2x26650 entrerebbero senza problemi)



e 2x21700, una protetta (SX) e una non protetta (DX).




Dimensioni: pesi ed ingombri

Il Nitecore UM2 misura 15,1 x 7,34 x 4 cm e pesa 148 gr.

A seguire, ecco il paragone dimensionale con un accendino BIC grande ed una 18650,



con un powerbank da 20.000 mAh,





con il Nitecore SC4,





con l'Opus BT-C3100,





e con l'XTAR SV2.





Ecco un video per farvi vedere nel dettaglio il caricabatterie e come le informazioni vengono mostrate a display



Dimensioni: pesi ed ingombri

Con il nuovo UM2 è confermata la qualità dei prodotti Nitecore. Viene garantita addirittura la compatibilità con le nuove e grandi batterie 21700 protette.
I due canali indipendenti e la velocità di ricarica raggiungibile sono 2 ottimi pregi, ricordate solo che necessita di un alimentatore veloce per funzionare al massimo delle sue possibilità.
Lo spazio tra le due slitte permette di ospitare addirittura 2x26650 affiancate, 2x21700 protette e, con il recovery mode, si può persino pensare di ripristinare batterie morte o con il PCB bloccato.
Questo UM2, per quello che offre, è un ottimo caricabatterie per tutta quella fascia di utenza che cerca un ottimo prodotto ma con quel qualcosa in più che i carica batterie automatici non offrono. Chi cerca qualcosa di più professionale e con più funzioni deve rivolgervi verso altri prodotti.
Gli unici nei riscontrati sono che durante la ricarica, come avviene anche con il fratellone SC4, si percepisce un po' di coil whine (o noise) che però non pregiudica il funzionamento del prodotto e che bisogna fare attenzione all'inserimento delle batterie più piccole (14500/16340) perchè può capitare che, inserendole di fretta, non riescano a toccare bene i poli.
Nel complesso comunque mi sento di ribadire che è un buon prodotto e quindi per me è promosso.


Voi cosa ne pensate di questo carica batterie? L'acquistereste? Discutiamone insieme
 

Contenuti correlati

Alto