Nodo De Benedictis

re-nodo coniglio

Il nome è stato "trasformato", come detto, innanzi tutto per il rispetto verso i conigli, poi è diventato nodo soccorso perchè viene utilizzato al 90% in speleologia, ma comunque non lo ritengo un gran nodo per tutta una serie di motivi, il primo dei quali è la quantità di corda che si mangia, mentre per il resto il discorso è tecnico ed esula da questo contesto.
 
Ti ringrazio,
l'ho sempre chiamato così nelle "spiegazioni" suscitando notevole ilarità tra gli ascoltatori, i quali dopo aver sentito la mia spiegazione, avendo loro poca immaginazione, ridevano ancor più. D'ora in poi lo chiamerò del soccorso, in barba a loro.
 
Caro Milarepa mi inchino di fronte alla tua esprerienza ma i tuoi interventi mi lasciano sempre un pò basito............
Ma scrivi senza leggere tutto il topic ? Sembrerebbe di si sennò avresti scoperto che il nodo era già stato testato a Costacciaro.......
Se scrivi senza leggere prima i topic mi inquieti.........
Poi........
Il tuo nodo è una piccola variante del cosiddetto galleggiante, praticamente raddoppiato su se stesso. Il mio consiglio è quello di testare il nodo
Questa poi proprio non la capisco.........
Forse come nodo galleggiante intendi qualcosa di diverso da quello che intendo io............
Per ultimo nel gruppo dei nodi fondamentali per l'apinismo hai dimenticato il galleggiante che da tempo ha soppiantato l'inglese per l'allestiemto delle doppie...........
 
re-materiali e re-nodi

Ciao Niz, ho visto adesso che in un post citavi kevlar e dinema: non so quanti anni hai, io ne ho 61, e fin qua ci sono arrivato con sane attrezzature dinamiche. Ricevuto il messaggio? Non farmi domande specifiche perchè non posso essere onesto nelle risposte senza potermi permettere una causa con qualcuno.By.
 
Ciao Niz, ho visto adesso che in un post citavi kevlar e dinema: non so quanti anni hai, io ne ho 61, e fin qua ci sono arrivato con sane attrezzature dinamiche. Ricevuto il messaggio? Non farmi domande specifiche perchè non posso essere onesto nelle risposte senza potermi permettere una causa con qualcuno.By.

allora privatamente dopo spieghi!
ma il kevlar e il dyneema (non ho citato quest'ultima) nei cordini ormai sono diffusissimi e largamente accettati. Anche perchè un cordino non ha necessità di dinamismo
 
Potrò sembrare di parte ma.. per Milarepa.. il nodo è già stato testato a trazione lenta... :D e proprio in una sede riconosciuta che nomini tu... :D

Non te la prendere.. possono sfuggire i messaggi :D
 
mi sembra ultimamente ci sia qualcuno che in tarda età abbia deciso senza richiesta di alcuno di salire sulla cattedra, ma per salire in cattedra non basta scrivere su un forum io sono questo e quest'altro e sono andato sulla luna 10 volte andata e ritorno a piedi e con le ciaspole, come gia citato da altri qui la 'simpatia' e la possibilità di parola si conquista altrimenti non ci rompere le pal.....le
 
E già.................
In un mondo come quello dei nodi dove ideare del nuovo è veramente difficile sembra che Andrea abbia aggiunto qualcosa e questo a NOI pare tanto..........
E difatti Noi tutti del forum gli abbiamo più volte fatto i complimenti........
Ma Andrea ha fatto un passo in più ed ha testato il nodo al CRASC di Costacciaro riusciendo a stupire anche i tecnici del centro.........
Caro Milarepa ti invito a visonare il video nel caso non l'avessi ancora fatto..........
Da un'esperto come te, per di più "anziano" (nel senso buono del termine neh ;) ) mi aspetterei dei complimenti dettati da una saggazza maturata in anni e anni di attività, se non altro per la volontà e l'impegno nel creare qualcosa di nuovo, invece dell'ennesimo intervento a "gamba tesa" dove oltra a ribadire concetti che sono ben noti non fai altro che snocciolare le tue imprese, competenze, esperienze.......
Ciao.....
 
mi sembra ultimamente ci sia qualcuno che in tarda età abbia deciso senza richiesta di alcuno di salire sulla cattedra, ma per salire in cattedra non basta scrivere su un forum io sono questo e quest'altro e sono andato sulla luna 10 volte andata e ritorno a piedi e con le ciaspole, come gia citato da altri qui la 'simpatia' e la possibilità di parola si conquista altrimenti non ci rompere le pal.....le



Su non facciamo tanto i permalosi,
se devo esser sincero anche io non mi appenderei a quel nodo,
non essendo testato sul campo. Poi ognuno è libero...
Ha espresso un parere dichiarando da che esperienza potesse dirlo.
Nemmeno a me piace la gente che spara subito chi è per giustificare ciò che dice,ma non mi sembra nemmeno il caso che appena uno dica chi sia venga fucilato come presuntuoso...
 
E già.................
In un mondo come quello dei nodi dove ideare del nuovo è veramente difficile sembra che Andrea abbia aggiunto qualcosa e questo a NOI pare tanto..........
E difatti Noi tutti del forum gli abbiamo più volte fatto i complimenti........
Ma Andrea ha fatto un passo in più ed ha testato il nodo al CRASC di Costacciaro riusciendo a stupire anche i tecnici del centro.........
Caro Milarepa ti invito a visonare il video nel caso non l'avessi ancora fatto..........
Da un'esperto come te, per di più "anziano" (nel senso buono del termine neh ;) ) mi aspetterei dei complimenti dettati da una saggazza maturata in anni e anni di attività, se non altro per la volontà e l'impegno nel creare qualcosa di nuovo, invece dell'ennesimo intervento a "gamba tesa" dove oltra a ribadire concetti che sono ben noti non fai altro che snocciolare le tue imprese, competenze, esperienze.......
Ciao.....

Ma, seriamente, se anche tu sei collega, credo che un po' di *scientifica diffidenza* nel nuovo tu la debba provare...no? Le prove al doderò sono molteplici e di sfaccettature tutte diverse...qui è stata effettuata una sola prova lenta. Credo che per il bushcraft sia ideale, ma per alpinismo anche io sono l'idea di andar coi piedi per terra.
 
re-materiali e re-nodi-re- tutto

Cari signori, io l'ho anche scritto che non ho letto tutta la storia, e ho detto, semplicemente, che basta mettere in rete le schede di verifica, non quello che abbiamo visto o non visto di persona, tuttto qua. Se avete messo anche la scheda, chiuso il disguido,ripeto, non ho offeso nessuno.Per il dinema, ampiamente utilizzato, se armate una doppia ovviamente sopporta un carico statico, se armiamo una sosta il discorso cambia. Per l'amico che parla di tarda età non scendo sul suo piano: io finisco il 2010 con ottantamila metri di dislivello fatti, cinquantadue uscite e una spedizione. Quando l'amico vuole venire da me a fare, probabilmente, qualche solenne brutta figura, è sempre ospite gradito. Andiamo, avanti: per le doppie stesso discorso. Parlo soltanto col riferimento, tra alpinismo e speleologia, di aver consumato 8 discensori, e in ultimo, dopo trent'anni passati a recuperare bulli e bulletti come mi sembra ce ne siano molti, forse quello basito, alla considerazione del culo che ci facciamo in merito ai bulli da recuperare, forse, dicevo, quello basito dovrei essere io.
 
Boni dai :D Le discussioni sono ben accette ma senza offendere.
Comunque, tornando al discorso.
Per ora c'è una sola prova a dimostrare le caratteristiche del nodo. Sicuramente non può essere solo questa a far entrare di fatto il nodo nel quotidiano utilizzo, c'è da vederne anche la praticità di esecuzione e altri fattori di "comodità" personali. Poi c'è anche da dire che difficilmente chi è abituato in un modo sia così avvezzo ai cambiamenti.
Questo non vuol dire che in futuro non sarà utilizzato magari al posto di altri nodi.

Ps: Carina la storia del nodo soccorso :D Il nodo coniglio, che conosco io, è quello che utilizzavo spesso in speleologia per fissare la corda su due ancoraggi. Parliamo dello stesso? Praticamente un otto con un'asola bloccata.
 
Non amo divulgare cose non testate e se non lo sono lo specifico. E' una mentalità che ho sempre avuto e si è accresciuta con i miei studi in ingegneria e con l'esperienza lavorativa. Sono appassionato di misure, per un ingegnere "misurare" è il pane quotidiano e non può prescindere da questo.

Come ho già scritto in precedenza ho avuto modo di testare per conto mio il nodo in diverse situazioni per più di un anno, poi ho fatto la prova statica a trazione lenta e a breve farò quella dinamica a caduta.

Quando sono stati fatti i test a trazione lenta a Costacciaro l'apparechio doderò per le prove dinamiche a caduta era in manutenzione. Sono già d'accordo con Francesco (il coordinatore del centro) per eseguire il test a caduta quando sarà possibile. Nel frattempo ho deciso di pubblicare comunque il video della prova statica visti i risultati positivi ottenuti.

Come già ho scritto questo nodo non vuole sostituirsi a nessun altro già esistente. E' prima di tutto il risultato di una mia passione e del mio studio e a prescindere da tutto il resto sono già soddisfatto così, poi se dopo aver completato i test di dovere verrà ritenuto interessante meglio così, sarò contento di aver ideato qualcosa di utile.
 
Certe cose non dovrei dirle, ma non riesco a trattenermi.

Questa discussione rispecchia l'Italia di oggi. Siamo governati da gente vecchia, con idee vetuste, retorica, che non sa ascoltare, che ha paura delle idee nuove e anzi le sopprime sul nascere, che non investe nella ricerca, l'innovazione e la cultura e soprattutto non da spazio ai giovani.

Grazie Andrea per quello che hai creato e auguro al tuo nodo si superare tutti gli ostacoli.:D

Mez
 
Be' mi sono letto tutto, ho letto le polemiche e sono sicuro di aver trovato un ambito di utilizzo del nodo che non comporta rischi immediati per la salute.

Dunque il nodo consente a due cime di diverso spessore di unirsi e (addirittura) sciogliersi dopo essere state sottoposte a trazione se si tira in un certo punto.

Be' io uso spesso due cime, pure viscide, di diverso spessore e lancio certe madonne quando le cime si seprarano mio malgrado...
Oltretutto il nodo verrà sottoposto a violentissime trazioni.

Mi pare ottimo per unire i calamenti al filo del rocchetto madre, nella pesca a lancio (surfcast, insomma)
Somiglia un po' alla giunzione che uso di solito, ma è più solido all'apparenza.

Quello che non deve accadere quando si lavora con fili di diametri piuttosto ridotti, è che la trazione intensa trasformi il filo stesso in una lama.
Spero poi che una volta che il piombo da 150gr si sia mollemente adagiato sul fondale e la trazione vien meno il nodo non si sciolga :biggrin: sennò ripartono i santi.

Ciao e grazie
N.
 
al di sopra dellepiccolezze-

Ciao Andrea, spero che tu a bbia capito il senso del mio discorso. Quindi, per scendere dagli equivoci, basta che io mi faccia mandare dal Checco (Francesco Salvatori) le schede delle prove. Se tu senti il suddetto e dici che è saltato fuori il Gandolfo senti un pò cosa ti dice. Per quello dei vecchietti magari potrebbe sentire il Presidente Cnsas, allo stesso titolo, visto che abbiamo fatto vent'anni di squadra insieme, col Badino,il Gobbetti e avanti. Quindi Andrea, torno a specificare, che resto sempre entusiasta di fronte alle novità, però ci vuole anche molta serietà. Dato che è stata fatta solo la trazione lenta,a Costacciaro non possono fare altro di ufficiale, è giusto che tu sappia, ad esempio, che l'inglese doppio, nodo di giunzione eccezionale, alla lenta è il fuoriclasse, alla caduta salta prima di tanti altri. Pertanto il mio discorso è relativo al fatto che in rete non sappiamo mai come vengono interpretate le cose,per cui chiedevo semplicemente un pò di prudenza in merito. Cordialmente Filippo Gandolfo. Anzi, facciamo così, gandolfo.f@hotmail.it così se ti interessa, vedo con mio figlio che studia a Pd ed è nella Venta quando fanno le prossime prove al Dodero se riusciamo a infilrci anche le tue.
 
chiarimenti per Niz

E cosa credi che sia mandrake? Ovvio che andando in montagna i dislivelli sono dentro alle uscite fatte. Guarda che non è niente di speciale, se dividi per il numero di uscite viene fuori quello che riesco ancora a fare, ossia il viale del tramonto, o meglio il precipizio. Poi quest'anno ci sono dentro i quindicimila fatti in Nepal, quindi il totale è più alto degli anni scorsi. Sai qual'è la fregatura: che più si diventa vecchi, più devi fare uscite per mantenerti, mentre contemporaneamente scende il livello delle uscite stesse. In altra parole ce l'ho dove la schiena cambia nome. Comunque, sia ben chiaro, auguro di cuore a tutti ,a questa età, di fare ancora quello che faccio io. Se vai su fb ,ti fai amico e ti guardi un pò di album.
 
Lente di Fresnel
Alto Basso