Non piu giocattolini..

Ebbene si poco tempo fa ho acquistato il top di gamma LG del 2018, nello specifico lg g7 thinq.



Prima di tutto l ho preso perché 1 anno fa costava 850 euro ora con cover in tpu si e no 300 bombe.


Poi ma forse soprattutto perché è si metallo e vetro ma vetro Gorilla glass 5.. Ulteriormente rafforzabile con trattamento tipo nanomass.
Ma piu di ogni altra cosa è certificato IP68 e anche
MIL-STD-810G, insomma non puoi tirarlo contro un muro o buttarlo in un fiume come un caterpillar di fascia alta ma è ben corazzato anche se non sembra.Anzi ...diciamo che non teme acquazzoni, polvere cadute leggere (non da 3 metri su granito:lol:)
Qualita sonora in cuffia forse la migliore sul mercato grazie a un DAC (anche se chiamarlo hi fi forse è un pelo esagerato) pazzesco per un telefono. Peso irrisorio 160 grammi ben bilanciati' display ok non da paura come un oled ma praticamente dettagli. E luminosita massima credo la piu alta reperibile sul mercato.in piu barometro altimetro bussola ..non so quanto affidabili però.
Foto video si ok buoni ma non eccelsi per gli standard attuali. Interessante che tiri fuori scatti impossibili praticamente al buio senza flash...


Ok sgamato, sono un promoter LG in incognito :cool:

Scherzi a parte veniamo al punto debole batteria ovviamente non sostituibile miserimi 3000mAh tradotto dopo 4 o 5 ore circa di utilizzo continuo con display acceso e sensori a palla è morto.
Ma ci sono i battery pack.. Con 30 euro lo ricarichi 3 volte...
Autonomia estesa quindi a una ventina o poco meno di ore.


Ma veniamo veramente al dunque, perche io nella quotidianita uso un altro (buon) smartphone con piu autonomia anche quello tirato in schiena a meta prezzo, e sono uno a cui i gruppi whatsapp stanno quasi sempre sul c@xx0 ..beati i vecchi sms e chiamate vocali. Insomma non mi definisco tecno dipendente.


Fine dell ampia premessa.
Ora questo coso ha ANCHE A-GPS, GPS, Glonass, BeiDou e Galileo per fornire servizi di localizzazione. Il nostro dispositivo riesce a posizionarsi in circa quattro secondi all'interno e praticamente immediatamente all'esterno. La precisione del GPS all'aperto è di circa tre metri.

Qui il confronto con un Garmin 500

https://www.notebookcheck.it/Recensione-dello-Smartphone-LG-G7-ThinQ.309598.0.html

Su un percorso di quasi 9 km "sbaglia" di 10 metri. Quasi niente.

Ok domanda da mezzo milione di dollari, con un affare del genere supportato da un battery pack generoso, ha senso ancora spendere 300 euro per un GARMIN???
Calcolando che ci puoi fare mille altre cose..tipo foto video decenti..
 
Ultima modifica:
Beh col mio smartphone (Motorola Moto G forse seconda generazione) e il Garmin InReach Mini posso fare uscite di 2 o 3 giorni senza battery pack e ricaricarli...
 
il punto debole del telefono lo hai scritto, è la batteria, un gps invece ti segna la traccia per circa 40 ore di fila con due pile stilo (io ho l'etrex20).
come precisione tra i due strumenti non ci sono molte differenze oramai, forse lo smartphone soffre un pò di più la presenza di vegetazione alta.
rimane la questione che col telefono ci facciamo telefonate, messaggi, internet, fotografia, ascoltiamo musica, segniamo la traccia, guardiamo l'ora, ecc.., il tutto in un unico strumento; se per qualche motivo ti muore l'apparecchio smetti di fare tutte queste cose.
quindi dipende da te da quanta importanza dai al gps, una cosa buona è quella di affiancare il telefono alla classica cartina, devi imparare a leggerla e consultarla magari con l'ausilio di un semplice altimetro soprattutto se al momento pratichi sentieri semplici, il cartaceo rimane comunque la base per l'escursionista che deve imparare
 
Ah il Garmin InReach Mini è sì anche un GPS (cartografico se accoppiato allo smartphone con la sua app), ma la sua funzione principale rimane l'invio e la ricezione di messaggi e SOS su rete Iridium... che non esiste su nessun smartphone cellulare che io sappia. È quindi un vero e proprio dispositivo di sicurezza ed emergenza per chi si avventura dove il segnale cellulare è assente.

Lato prestazioni del GPS molto meglio quello del mio smartphone: fa il fix dei satelliti in pochi secondi.
 
Mai avuto Garmin et similia. Il punto debole la batteria è facilmente risolvibile con un paio di battery pack quindi devi aggiungerci una cinquantina di euro per stare sicuro coperto per una 40ina di ore ..cioe classica uscita di due giorni con bivacco ..calcolando che le 7/9 ore che stai fermoba dormire puoi spegnere tutto.

Rimangono pero due anzi tre punti non da poco, come qualsiasi strumento il telefono puo sempre morire ..metti anche che ti cade per una ventina di metri giu per un versante sbattendo qua e la sulle rocce dubito che sopravviva.

Quindi come sottolinea @kima, premesso che a livello precisione del GPS ormai siamo alla pari se non meglio:

un semplice altimetro a parte e una topografica non devono mancare comunque .(.direi anche una bussola di riserva) il corredo base per l orientamento di un escursionista. Chiaramente devi saperla leggerla e usarla se no serve a niente. Anzi è un requisito necessario per un escursionista.

@andreapaiola Interessante molto anche la possibilita di inviare messaggi di SOS in assenza di campo del cellulare...immagino che la Iridium sia satellitare..
 
Mai avuto Garmin et similia. Il punto debole la batteria è facilmente risolvibile con un paio di battery pack quindi devi aggiungerci una cinquantina di euro per stare sicuro coperto per una 40ina di ore ..cioe classica uscita di due giorni con bivacco ..calcolando che le 7/9 ore che stai fermoba dormire puoi spegnere tutto.

Rimangono pero due anzi tre punti non da poco, come qualsiasi strumento il telefono puo sempre morire ..metti anche che ti cade per una ventina di metri giu per un versante sbattendo qua e la sulle rocce dubito che sopravviva.

Quindi come sottolinea @kima, premesso che a livello precisione del GPS ormai siamo alla pari se non meglio:

un semplice altimetro a parte e una topografica non devono mancare comunque .(.direi anche una bussola di riserva) il corredo base per l orientamento di un escursionista. Chiaramente devi saperla leggerla e usarla se no serve a niente. Anzi è un requisito necessario per un escursionista.

@andreapaiola Interessante molto anche la possibilita di inviare messaggi di SOS in assenza di campo del cellulare...immagino che la Iridium sia satellitare..
Ma Kima non ha detto che come come precisione gps siamo alla pari se non meglio !
 
Scusate l'ignoranza, ma il gps sullo smartphone funziona solo se c'è il segnale ?
Assolutamente no aiuta il fix ma credo che sui modelli attuali di fascia medio alta sia superfluo ormai, e poi non c'è mica campo dappertutto allora a quel punto il gps del telefono che fa muore:p
Potresti andare anche col telefono senza sim, solo che se raggiungi una zona dove c'è campo fare una chiamata o inviare un sms puo essere moltooo utile
 
Scusate l'ignoranza, ma il gps sullo smartphone funziona solo se c'è il segnale ?
Se hai la mappa pre-scaricata hai solo bisogno del segnale satellitare GPS.
Puoi scaricarla persino su Google Maps, per quanto abbia pochi sentieri e altro, rispetto a OSM o altri fornitori.
La batteria del mio smartphone in escursione dura così tanto perché lo metto in modalità aereo e accendo solo il bluetooth, con cui si collega al Garmin.
 
Se hai la mappa pre-scaricata hai solo bisogno del segnale satellitare GPS.
Puoi scaricarla persino su Google Maps, per quanto abbia pochi sentieri e altro, rispetto a OSM o altri fornitori.
La batteria del mio smartphone in escursione dura così tanto perché lo metto in modalità aereo e accendo solo il bluetooth, con cui si collega al Garmin.
Grazie mille..
 
Assolutamente no aiuta il fix ma credo che sui modelli attuali di fascia medio alta sia superfluo ormai, e poi non c'è mica campo dappertutto allora a quel punto il gps del telefono che fa muore:p
Potresti andare anche col telefono senza sim, solo che se raggiungi una zona dove c'è campo fare una chiamata o inviare un sms puo essere moltooo utile
Capito, grazie .
 
Sono d'accordo con @kima
Meglio tenere le cose separate, questi sono per me i motivi per scegliere ancora un garmin:
- durata delle batterie stilo: durano tantissimo. Ho garmin etrex 30 con batterie ricaricabili Ikea Ladda 2450 e arrivo a 3 giorni, ma anche 3 giorni e mezzo di escursione pieni. Ho fatto un trekking di 12 giorni e non mi sono portato nemmeno il carica batteria: con tre coppie di pile ho coperto tutto. Meno impicci, meno cavi, meno peso, meno preoccupazioni.
- Più piccolo e maneggevole. Con un moschettone e la clip lo tieni sempre a portata di mano culle cinghie degli zaini.
- possibilità di utilizzarlo col bagnato e guanti senza problemi.
- più resistente agli urti e all'acqua. Una volta mi è cascato dalla bici da corsa sull'asfalto a più di 30 km/h: solo qualche graffio. Un'altra volta dentro un ruscello per mezzo minuto circa e funzionava ancora.
 
Ultima modifica:
Condivido le cose dette.

Per paragonare la precisione di uno smartphone e di un ricevitore dedicato, occorre sapere quale modulo GPS montino all'interno. Vedo che gli smartphone di fascia alta ormai su questo non fanno compromessi.
La funzione A-GPS (quella che hanno gli smartphone e che rende la ricerca della posizione rapidissima e possibile anche in interni) è legata alla presenza della rete.
La precisione in ogni caso è ormai di gran lunga superiore alle normali esigenze di un escursionista.

Per quanto certamente alcuni smartphone siano robusti, impermeabili e con batterie molto performanti, io continuo a preferire il mio Garmin per: 1) l’autonomia che prolungo all'infinito con le stilo; 2) lo schermo perfettamente leggibile in pieno sole; 3) l'assenza di touch screen che con i guanti o le mani bagnate non funziona.
 
Aggiungo che molti sottovalutano la possibilità, con una semplice app e il coordinatometro, di riportare la posizione sulla cartina in due minuti.
E quindi si può tranquillamente mettere insieme il meglio dei due mondi (gps e mappe di carta)...
 
IMHO:

1)mi stanno sulle balle android e iphone, che continuano a chiedere connessioni e a scambiare dati allegramente anche quando non serve (prism e' ancora attivissimo, diceva qualcuno...), e il fatto che di default tutto sia condiviso con il mondo. se vado a fare un giro a vaccaboja dei campo o a breccana delle montagne sono fatti miei!

2)a livello tecnico un gps dedicato serve poco, ma come batteria, ingombro, sicurezza (tenere il cellulare come backup ecc) ha senso

3)la precisione ti basta? personalmente per fare il punto uso i miei vecchi nokia, che non hanno quell'accuratezza e neppure cartine precise, ma per quel che ci devo fare basta e avanza, lo smartphone lo accendo solo se necesario

4)esistono programmi per avere le piantine offline sul telefono, ma sono quasi tutti a pagamento. ho trovato solo here wego (stradale) gratuito, ma per salvare una posizione chiede un account :-x:ignore::ph34r: (e torniamo al punto 1, perche' ogni cosa deve richiedere che io condivida i dati? perche' tutto deve essere social e non posso fare una cosa per me stesso?)
 
più resistente agli urti e all'acqua. Una volta mi è cascato dalla bici da corsa sull'asfalto a più di 30 km/h: solo qualche graffio. Un'altra volta dentro un ruscello per mezzo minuto circa e funzionava ancora.
Con una cover morbida e una protezione nanomass -che è oleo e idrofobica - supplementare sul vetro gorilla glass 5 credo sopravviverebbe anche il G7, compresa caduta nel ruscello la cada madre garantisce fino a 30 min in immersione a 1 metro di profondità.
Con un affare come questo
https://www.amazon.com/OtterBox-Defender-Cell-Phone-ThinQ/dp/B07FCVVGJ2
inoltre penso che raggiungi livelli di protezione paragonabili a un cell caterpillar, e puoi fissarlo alla cintura. Certo i battery pack sono ingombranti e aggiungendo le protezioni supplementari ti partono altri cento euro...

Insomma, sugli altri punti, compresi quelli elencati da @AleZan in praticità vince il Garmin.
Se poi fai un trekking di una settimana ti servirebbe uno zaino solo per i battery pack..
(Un dubbio ma i Garmin sono solo impermeabili tipo ipx7, o sono certificati anche contro polvere sabbia ecc tipo ip67??)
 
IMHO:

1)mi stanno sulle balle android e iphone, che continuano a chiedere connessioni e a scambiare dati allegramente anche quando non serve (prism e' ancora attivissimo, diceva qualcuno...), e il fatto che di default tutto sia condiviso con il mondo. se vado a fare un giro a vaccaboja dei campo o a breccana delle montagne sono fatti miei!

2)a livello tecnico un gps dedicato serve poco, ma come batteria, ingombro, sicurezza (tenere il cellulare come backup ecc) ha senso

3)la precisione ti basta? personalmente per fare il punto uso i miei vecchi nokia, che non hanno quell'accuratezza e neppure cartine precise, ma per quel che ci devo fare basta e avanza, lo smartphone lo accendo solo se necesario

4)esistono programmi per avere le piantine offline sul telefono, ma sono quasi tutti a pagamento. ho trovato solo here wego (stradale) gratuito, ma per salvare una posizione chiede un account :-x:ignore::ph34r: (e torniamo al punto 1, perche' ogni cosa deve richiedere che io condivida i dati? perche' tutto deve essere social e non posso fare una cosa per me stesso?)
bu ormai qualsiasi cosa fai con uno smartphone android, a partire dall avvio con password del tuo account google, i siti che visiti i tuoi spostamenti sono tutti registrati di default.
I documenti personali si memorizzano da soli sul cloud quella ****o di nuvola.. Poi aggiungi Whatsapp bleahhh
Se uno ti frega il cellulare ti conviene resettarlo da remoto a impostazioni di fabbrica cancellando tutti i tuoi dati e cambiare psw google subito.
Tanto anche se denunci il furto mandi una mappa con la zona dove si trova circa il cellulare (basta che sia collegato a unarete wi fi ) ecc le forze dell ordine non fanno assolutamente nulla.
Per muoversi devono collegare l imei del cell al proprietario della sim con cui lo sta usando..aspetta e spera:rofl:
Io anche per questo non faccio home banking men che meno con uno smartphone...
 
Sono punti di vista, io preferisco tenere le cose separate, e sicuramente non sono i 200 m in più che mi segna il garmin a cambiarmi la vita... Se preferisci avere solo il cellulare e il battery pack con te, è una scelta rispettabile e non penso che ci siano grossi problemi.
 
Sono punti di vista, io preferisco tenere le cose separate, e sicuramente non sono i 200 m in più che mi segna il garmin a cambiarmi la vita... Se preferisci avere solo il cellulare e il battery pack con te, è una scelta rispettabile e non penso che ci siano grossi problemi.
Penso che sia accettabile nella misura in cui fai uscite al massimo di un paio di giorni (come nel mio caso) altrimenti I battery pack cominciano a essere un problema sia di costo che di trasporto.
Non ho applicato il rivestimento nanomass ancora al G7 ma credo che oltre a rinforzare il vetro abbia un minimo di idrorepellenza che permetta di usare il touchscreen anche sotto la pioggia.
 
Alto Basso