Normativa Normative su dormire in tenda e accendere un fuoco

Buongiorno a tutti.
Non so voi, ma ogni volta che faccio un po' di campeggio mi faccio sempre le stesse domande alle quali però nessuno in realtà mi ha mai dato risposte "certificate" ossia con riferimenti a normative, leggi ecc.

Le mie domande sono le seguenti:
1) dove è vietato dormire in tenda (spiagge, zone protette/parchi naturali, boschi)?
2) dove è vietato accendere fuori "controllati" tipo con bushbox o firebeox? Penso che invece fuochi non controllati tipo il classico falò sia vietato un po' ovunque, ma correggetemi se sbaglio.
 
cerca sul forum, se ne è già parlato... la risposta è: dipende
perché la normativa in Italia non è chiara e quindi ogni posto può seguire norme diverse
 
Ciao Giangi4. Prima di scrivere il post ho provato a controllare se ci fossero già discussioni aperte, ma non ho trovato nulla in particolare. Se hai tempo e voglia può postarmeli?
 
S

Speleoalp

Guest
wambra, così giusto per non doverti districare in mille-mila commenti che spesso poi parlando di tutto ma lateralmente alle questioni principali.

Da quello che ho capito, visto che non sono esperto di leggi Italiane:

- informati presso gli uffici della forestale della regione che pensi o intendi visitare, magari luoghi che frequenti normalmente in quanto nella tua zona
- sia per quanto riguarda il campeggio/bivacco libero, che per il fuoco "a terra"

Questo in quanto ogni regione potrebbe avere delle sue regolamentazioni, fai anche attenzione alle zone che potrebbero rientrare in "parchi naturali protetti" e simili ;)

In ogni caso, secondo me, é sempre meglio scrivere una e-mail o fare una telefonata agli enti preposti, ufficiali e attuali. Così da avere delle risposte senza "dovrebbe, forse, mi sembra" ;)

Buona fortuna ;) e spero buone dormite in natura ;)
 
Luca grazie. Sei stato gentile e preciso ;)
P.S. non si può pretendere che nella ricerca di una o due parole chiave tipo "normativa tende" o "normativa fuoco" "leggi bivacco" "leggi fuoco" una persona si legga almeno 50 discussioni per ogni ricerca, con il rischio di non venirne nemmeno a capo, visto che i titoli spesso e volentieri lasciano il tempo che trovano.
 
S

Speleoalp

Guest
Luca grazie. Sei stato gentile e preciso ;)
P.S. non si può pretendere che nella ricerca di una o due parole chiave tipo "normativa tende" o "normativa fuoco" "leggi bivacco" "leggi fuoco" una persona si legga almeno 50 discussioni, con il rischio di non venirne nemmeno a capo, visto che i titoli spesso e volentieri lasciano il tempo che trovano.
Ti capisco, anche io ho avuto alcuni problemi... infatti adesso é raro che mi azzardo a fare qualcosa di differente dal solito, sul forum, ahah Come aprire discussioni su oggetti, ecc anche perché mi piace farlo impostando il tutto in base a quello che cerco, ecc....
Ho scoperto mille-mila discussioni con altrettanti mille-mila commenti di polemica, critica... ma non sull'argomento principale.
O ancora peggio, facendo la ricerca in base ai miei criteri, inserendo parecchie parole (ma termini e definizioni differenti) senza trovare quel che cercavo.
Oppure discussioni finite male, che riaperte non facevano altro che riattizzare "polemiche e discussioni", o ancora proposte affrontate in maniera differente da quella che cercavo.
In ogni caso.... un qualcosa che non stavo cercando o che per perdere mezza giornata ad inserire termini finché salta fuori proprio quello che cerco o leggere migliaia di messaggi, anche inutili ai fini pratici ma che potrebbero nascondere qualche risposta.... allora fai prima a seguire vie più dirette, ufficiali....

Per quello, per certe cose fai prima a contattare i diretti interessati (ufficiali) e poi in caso, potresti condividere le risposte certe.
Che siano leggi, materiali e via dicendo ;)
 
S

Speleoalp

Guest
Questo è un ottimo consiglio ;)
Ti dirò... IO sono talmente stupido, ignorante e incapace che parecchie volte ho fatto ricerche nell'apposita casella senza trovare la discussione "mirata" che cercavo, con dinamiche serie e precise.
Perché cerco cose mirate e non generiche. Poi per caso, un giorno, saltano fuori discussioni "perfette".... ma che non ero riuscito a far risaltare ;)
 
Infatti bisognerebbe creare sul forum tipo un "bignami" di tutti gli argomenti principali con relative conclusioni finali, ma mi rendo conto che sarebbe un lavoraccio :p
 
Luca grazie. Sei stato gentile e preciso ;)
P.S. non si può pretendere che nella ricerca di una o due parole chiave tipo "normativa tende" o "normativa fuoco" "leggi bivacco" "leggi fuoco" una persona si legga almeno 50 discussioni per ogni ricerca, con il rischio di non venirne nemmeno a capo, visto che i titoli spesso e volentieri lasciano il tempo che trovano.
mah, hai scritto di aver cercato e non aver trovato nulla che è cosa ben diversa dal dire "non ho voglia di leggermi 50 discussioni".
però io penso che prima di iniziare una nuova discussione sarebbe importante dare almeno un occhio a ciò che è stato scritto, per rispetto a chi ha già risposto prima e che chiaramente non può ogni volta ripetere le stesse cose.
più onesto leggere qualcosa ed eventualmente chiedere ulteriori delucidazioni.
 
S

Speleoalp

Guest
Infatti bisognerebbe creare sul forum tipo un "bignami" di tutti gli argomenti principali con relative conclusioni finali, ma mi rendo conto che sarebbe un lavoraccio :p
Ma non sarebbe poi così difficile, ogni utente disponibile potrebbe mandare una e-mail agli uffici incaricati nelle diverse regioni.
Con le risposte, tralasciando i giudizi e opinioni personali, andrebbero inserite in sezioni dedicate alle regione.

Adesso la sparo alla c..o, non conosco per niente le zone.
Ma alla fine un qualcosa con "leggi e regole" - "regione Chieti" - "fuochi" - "bivacchi" e le risposte ufficiali. Magari cong li indirizzi e nr per aggiornarsi se é passato del tempo.
Ma giusto alla c..o, non sò come sono divise le zone, regioni e uffici competenti.
Perché alla fine, mille mila discussioni, mille mila commenti.... ma se non c'é quello ufficiale riconosciuto legalmente...serve a niente.

Poi che ci siano cavilli legali e via dicendo, ognuno con le proprie conoscenze, passioni, ecc può metterci del suo...se sicuro.
 
Infatti bisognerebbe creare sul forum tipo un "bignami" di tutti gli argomenti principali con relative conclusioni finali, ma mi rendo conto che sarebbe un lavoraccio :p
non esistono conclusioni finali, esistono diverse opinioni per ogni argomento ed è per questo che è importante perdere un po' di tempo a leggere qualche topic, perché ognuno deve farsi la propria opinione personale.
 
Ma non sarebbe poi così difficile, ogni utente disponibile potrebbe mandare una e-mail agli uffici incaricati nelle diverse regioni.
Con le risposte, tralasciando i giudizi e opinioni personali, andrebbero inserite in sezioni dedicate alle regione.

Adesso la sparo alla c..o, non conosco per niente le zone.
Ma alla fine un qualcosa con "leggi e regole" - "regione Chieti" - "fuochi" - "bivacchi" e le risposte ufficiali. Magari cong li indirizzi e nr per aggiornarsi se é passato del tempo.
Ma giusto alla c..o, non sò come sono divise le zone, regioni e uffici competenti.
Perché alla fine, mille mila discussioni, mille mila commenti.... ma se non c'é quello ufficiale riconosciuto legalmente...serve a niente.

Poi che ci siano cavilli legali e via dicendo, ognuno con le proprie conoscenze, passioni, ecc può metterci del suo...se sicuro.
a parte che in questo momento la Forestale in Italia sta sparendo, molti uffici pubblici o non risponderebbero o risponderebbero negativamente per "pararsi il culo".
 
S

Speleoalp

Guest
Appunto per quello dicevo che stavo sparando esempi alla c..o, non conosco esattamente la questione in altri luoghi, quindi non posso dire nulla in maniera certa.
Ma sicuramente si sono delle leggi e qualcuno che le fà rispettare, ci saranno degli uffici dedicati a tutte le questioni e con personale che oltre a lavorare e presente per informare la cittadinanza interessata a X questioni. Via dicendo.... ora io non sò chi resta e chi stà sparendo, ma di sicuro qualcuno dovrà prendersene a carico.

Cioé. Per esempio io avevo scritto a qualcuno (ente ufficiale, polizia o altro, non ricordo) nella regione del Parco della Val Grande, qualche mese fà.... e nel giro di due giorni mi avevano dato delle risposte molto esaurienti, con articoli di legge e regolamenti interni. Molto chiari e ben definiti. Poi ovviamente il mio "dipende" riguarda "voglio rispettare quelle leggi o fare come preferisco?". Io parlo solo di questioni legalmente "ok", non per me.... ci mancherebbe altro, ahah Ma in generale per chi cerca informazioni su basi legali.
 
C

corey82

Guest
magari è solo un caso o è il solito "dipende chi ti capita", ma io è già due volte che nel posto in cui vado di solito a campeggiare (posto tranquillo sul torrente a fianco una piccola centrale enel), passa la forestale, mi vede col fuoco acceso e non dice nulla.
ovviamente so bene come gestire un fuoco ed è sempre vicino all'acqua e ben "cintato" di pietre!
secondo me, se uno fa le cose sapendo quello che effettivamente sta facendo e non reca disturbo o danno a qualcuno o alla natura, può farlo benissimo!
 
Ci sono svariati motivi per il quale non vi sono conclusioni "finali", in primo luogo perché non esiste una legge nazionale, a seguire è perché dipende da chi ha competenza in merito, in altre parole un comune X può avere delle disposizioni mentre il comune Y altre, il regolamento di un parco potrebbe farlo fare quasi a prescindere ed un altro neanche morto ect. ect.

La regola "quasi" generale è che il campeggio è consentito solo nelle apposite aree, che si traduce, spesso, in è vietato di fatto poichè le aree non sono state individuate. Addirittura nelle aree comunali questa regola viene spessa convertita in "è vietato" per evitare situazioni di campeggio da parte, senza voler essere razzisti, da parte di nomadi/rom ovvero figure che non rientrano fra gli escursionisti ma che lo praticano comunque.

Discorso diverso per il bivacco, molte volte viene definito "d'emergenza" per darne il senso di estemporaneità, in quel caso spesso è ammesso, da regolamento, o quanto meno tollerato però, normalmente, siamo in ambiente montano tale per il quale un rientro potrebbe comportare dei problemi.

Comunque le figure che potrebbero aver competenza sono in primo luogo il comune di pertinenza, eventuali enti per parchi o affini (generalmente si trovano i regolamenti in rete), la provincia infine la regione.

Il corpo forestale, oggi come oggi, esiste ancora come tale ma verrà assorbito, in gran parte, nel corpo dei Carabinieri, ovviamente, anche quando questo avverrà materialmente, continueranno a svolgere il proprio lavoro che normalmente è quello di far applicare i regolamenti per cui potrebbero rimandarvi ad altri enti, come potrebbero rispondere in prima persona.

Personalmente sono un pò contrario a raccogliere questo in pseudo Bignami o pseudo libretto, poiché troppo legato a situazioni che possono variare nel tempo.

Comunque se l'area interessata riguarda un parco, una riserva, o qualcosa di similare, molto spesso esiste un sito web in cui è possibile o recuperare il regolamento o avere gli estremi per avere un contatto.

Ciao :si:, Gianluca
 

Discussioni simili



Alto Basso