nuova creazione!

salve a tutti!

sta avendo luogo la costruzione del mio primo vero coltello (in quanto ne avevo già costruiti due , ma in ferro e fatti piuttosto alla "AC/DC---->alla ca**o/di cane).

ho stemprato una vecchia lima (come consigliato) in un fornetto interrato che ho costruito all'uopo;
oggi mi sono messo di buona lena e, con l'ausilio di mola lima e carta vetro gli sto conferendo una forma (almeno per me) niente male.

appena avrò l' occasione metterò alcune foto.

tuttavia ho dei dubbi: una prima sommaria affilatura la devo fare adesso o dopo la tempratura? i buchi per il manico li devo fare adesso o dopo la tempratura? come faccio a togliere dalla futura lama la vecchia trama della lima? :ka::ka:
 
tuttavia ho dei dubbi: una prima sommaria affilatura la devo fare adesso o dopo la tempratura?
Teoricamente, più "affili" la lama adesso, e meno dovrai faticare dopo la tempra, visto che acquisterà una notevole durezza (fra l'altro, se la tempra è effettuata a regola d'arte, la lima non "attacca"). Nonostante questo, solitamente io lascio un millimetro o poco meno di "filo", per evitare inconvenienti durante la tempra (svergolature o cricche).
i buchi per il manico li devo fare adesso o dopo la tempratura?
Assolutamente adesso: dopo la tempra non lo scalfirai nemmeno, o quasi.
come faccio a togliere dalla futura lama la vecchia trama della lima?
Lima e carta vetrata! :)
 
tuttavia ho dei dubbi: una prima sommaria affilatura la devo fare adesso o dopo la tempratura?
Teoricamente, più "affili" la lama adesso, e meno dovrai faticare dopo la tempra, visto che acquisterà una notevole durezza (fra l'altro, se la tempra è effettuata a regola d'arte, la lima non "attacca"). Nonostante questo, solitamente io lascio un millimetro o poco meno di "filo", per evitare inconvenienti durante la tempra (svergolature o cricche).
i buchi per il manico li devo fare adesso o dopo la tempratura?
Assolutamente adesso: dopo la tempra non lo scalfirai nemmeno, o quasi.
come faccio a togliere dalla futura lama la vecchia trama della lima?
Lima e carta vetrata! :)
Quoto! :si:


Ciao.
 
bene... allora ci darò giu di cartavetro! anche se dopo poche passate della piu grossa che avevo era diventat liscissima...farò fuori rotoli e rotoli!
 
bene... allora ci darò giu di cartavetro! anche se dopo poche passate della piu grossa che avevo era diventat liscissima...farò fuori rotoli e rotoli!
Ti conviene lavorarli prima con la lima e utilizzare la carta abrasiva dopo aver fatto il grosso del lavoro, a me comunque piace lasciare traccia della trama originale, quando ho realizzato "lame da lime" ( :D ) ho trovato gradevole l'effetto visivo che ne risultava.
 
si è vero l'avevo visto, sono tutti coltelli molto belli! io pensavo di eliminare la trama della lima dala lama ma di lasciare quella sul dorso, non so sa mai, può servire come acciarino per la pirite!
 
il momento del dunque si avvicina! ho passato gran parte della mattinata a limare e carteggiare il coltello, la trama della lima non è andata via completamente ma ha poca importanza.
in teoria mi mancherebbe solo da fare una prima affilatura, sistemare la parte che sarà l' impugnatura (non so come si chiami), mettere quell'affarino che non fa andare la mano su per la lama (mamma mia che espressioni da zappatore,ma non conosco i termini giusti...), temprare, rinvenire e immanicare.
a questo propostio volevo chiedere: durante la tempratura, è più opportuno immergere la lama nell'acqua o nell' olio? e inoltre: coem olio andrebbe bene anche un olio schifosissimo di sansa da spendere meno di un euro o oli industriali? oppure ancora meglio, può adnare bene l'olio di motore esausto?
 
la parte che sarà l' impugnatura (non so come si chiami)
Se intendi quella parte di coltello che viene "rivestita", per così dire, dall'impugnatura, allora è chiamato codolo.
quell'affarino che non fa andare la mano su per la lama
Guardia. ;)
durante la tempratura, è più opportuno immergere la lama nell'acqua o nell' olio? e inoltre: coem olio andrebbe bene anche un olio schifosissimo di sansa da spendere meno di un euro o oli industriali? oppure ancora meglio, può adnare bene l'olio di motore esausto?
Teoricamente andrebbe bene qualsiasi olio, ma ognuno offre delle caratteristiche che si adattano più o meno bene all'acciaio usato. Il C70, ad esempio, può essere spento sia in acqua che in olio, poichè necessita di una velocità di tempra maggiore rispetto agli acciai inox, che invece vanno spenti più "lentamente". Io direi che anche il classico olio di semi sia più che sufficiente (ovviamente se sei all'aperto! :lol:).
E fà attenzione alle possibili fiammate. ;)
 
mmm... può andar bene da motore ma esausto? almeno a sessanta gradi eh? mmmm interessante!
Va benissimo, se fai anche 80°C, va bene lo stesso (ti serve per evitare lo shock termico e perché l' olio caldo è più liquido ed entra meglio in contatto con il metallo) Ricorda di fare tutto all' aperto. ;)
 
e invece se usassi l'acqua?
Con l' acqua, è molto facile che si formino delle cricche che minerebbero la solidità della lama... Ci sono acciai che accettano l' acqua e altri che non la devono vedere, nel dubbio...
Questa, è una "cricca"



ma in superfice, può apparire anche solo come un puntino o, più comunemente (e appunto usando l' acqua) come come un sottile "canale" che va a dividere l' acciaio, minandone la solidità :)
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso