Nuovo ingresso verde della Via Francigena a Roma

#1
Fino a oggi i pellegrini che zaino in spalla percorrevano questo storico itinerario, erano costretti a un fastidioso e pericoloso cammino fra traffico e palazzi, prima del sudato traguardo di Piazza San Pietro.
Ma lo scorso sabato 16 gennaio è stato finalmente inaugurato il nuovo percorso storico-rurale delle Via Francigena all’interno della Riserva Naturale dell’Insugherata, nel quadrante settentrionale della Capitale: una vera e propria greenway attraverso la natura che permette di evitare gran parte delle strade più trafficate.
Realizzato da RomaNatura (l’Ente Regionale per la Gestione del Sistema delle Aree Naturali Protette nel Comune di Roma), per uno sviluppo complessivo di circa 13 chilometri fino alla basilica e completo di pannelli informativi, tavoli e panchine, l’itinerario prevede l’accesso all’Insugherata dal civico 1081 della Via Cassia, costeggiando quindi il Fosso dell’Acqua Traversa e il Bosco di Santo Spirito. Esce quindi sulla Via Trionfale da Via Augusto Conti, per entrare dopo meno di tre chilometri nel Parco di Monte Mario, con una affaccio straordinario sulla Basilica di San Pietro (www.romanatura.roma.it, www.insugherata.com).
 

Allegati

#2
Avevo letto nei giorni scorsi di questa importante modifica di percorso nell'ultima tappa della Via Francigena.
Quest'anno c'è molto fermento per questo importante cammino, che ci passa veramente sotto casa. E' positivo che anche le amministrazioni si stanno rendendo conto delle sue potenzialità e finalmente incominciano a finanziare per la loro valorizzazione.
Poi sta a tutti noi percorrere questi itinerari, rendendoli vivi, soprattutto per far capire la loro importanza.
Facendo una comparazione con il ben più frequentato Cammino di Santiago, le ultime tappe della Francigena dovrebbero essere le più importanti e più percorse, invece ahimè nella Francigena sono più frequentate e valorizzate gli itinerari della Toscana e più a Nord.
Proprio domani dovevo partire per fare una 4 giorni di Cammino sulla Via Francigena da Siena ad Acquapendente, ma ieri sera ho disdetto tutto per il meteo, che si annuncia pessimo per il weekend. Domani ripiegherò per fare il penultimo tratto della Francigena da Campagnano a La Storta, anche qui hanno fatto delle deviazioni e migliorie proprio pochi giorni fa, vado a vedere :)
Grazie per la condivisione
 
#3
Ciao Mezcal. Sì, ho letto che hanno aperto un nuovo ponte sul Cremera. Sabato ho fatto un giro bici+piedi a Veio e ho incrociato diverse indicazioni della Via Francigena. Guarda se la traccia gps può esserti utile. Per il ritorno ho percorso la variante nell'Insugherata, ma il fondo, sabbioso come lo ricordavo, è ben poco ciclabile senza soverchi sforzi. I residenti all'uscita zona Monte Mario, poi, sono ben poco amichevoli e contenti del passaggio. Buon cammino, Marco
 

Allegati

Contenuti correlati

Alto