Nuovo iscritto, suggerimento

Ciao a tutti,
sono un nuovo iscritto alla disperata ricerca di consigli. Proverò a spiegarmi.
Ho l'evidente passione della ricerca di funghi, ma più passa il tempo e più sono restìo ad inoltrarmi dove non conosco bene.
Per questo motivo è qualche tempo che rovisto su internet alla ricerca di un gps che possa fare per me: marco l'auto, cammino, marco dei waypoint intermedi e poi devo avere la possibilità di riportarmi all'auto, ovviamente.
Internet non è poi così generoso di consigli aggiornati per quanto riguarda le mie necessità, fino a che non ho scoperto questo forum (ieri sera, -.-'), e così ho deciso di iscrivermi.
Ciò che so è che sotto il bosco fitto, in presenza di canaloni, e mettiamoci anche le nuvole, i gps potrebbero perdere segnale.
E' giunta l'ora per me di attrezzarmi.
Mi sembra di aver capito che Garmin sia una garanzia. Cosa mi consigliate?
Magari già che ci sono potrei orientarmi verso un cartografico.
Leggo poi che sarebbe consigliabile caricare le mappe di openmtbmap. Consigli su come procedere sono graditi.

Grazie in anticipo.
 
Ciao a tutti,
sono un nuovo iscritto alla disperata ricerca di consigli. Proverò a spiegarmi.
Ho l'evidente passione della ricerca di funghi, ma più passa il tempo e più sono restìo ad inoltrarmi dove non conosco bene.
Per questo motivo è qualche tempo che rovisto su internet alla ricerca di un gps che possa fare per me: marco l'auto, cammino, marco dei waypoint intermedi e poi devo avere la possibilità di riportarmi all'auto, ovviamente.
Internet non è poi così generoso di consigli aggiornati per quanto riguarda le mie necessità, fino a che non ho scoperto questo forum (ieri sera, -.-'), e così ho deciso di iscrivermi.
Ciò che so è che sotto il bosco fitto, in presenza di canaloni, e mettiamoci anche le nuvole, i gps potrebbero perdere segnale.
E' giunta l'ora per me di attrezzarmi.
Mi sembra di aver capito che Garmin sia una garanzia. Cosa mi consigliate?
Magari già che ci sono potrei orientarmi verso un cartografico.
Leggo poi che sarebbe consigliabile caricare le mappe di openmtbmap. Consigli su come procedere sono graditi.

Grazie in anticipo.
Quanto puoi spendere?
L'opzione "gratuita" é usare lo Smartphone e un app per registrare la traccia e inserire i waypoint.
 
Quanto puoi spendere?
L'opzione "gratuita" é usare lo Smartphone e un app per registrare la traccia e inserire i waypoint.
Beh, io vorrei acquistare un gps, anche perchè gli smartphone potrebbero terminare la batteria o non prendere segnale. E sicuramente non hanno la precisione di un gps nato per far quello.
Per quanto riguarda la spesa vorrei capire se un etrex 30/32 o un touch 35 sono sufficienti o devo orientarmi verso un gpsmap 64/66.
Il concetto è che non deve perdermi il segnale e deve essere in grado di guidarmi alla macchina.
Poi potrebbe essere anche utilizzato in caso di escursioni, ma lo scopo primario è andare per boschi e farmi ritrovare la via di casa, anche con un percorso diretto dal waypoint al punto iniziale, senza dover per forza seguire una traccia inversa.
 
La sensibilità dei gps degli smartphone è leggermente inferiore ai Garmin 64 o 66 ma non poi di così tanto. Ovviamente come regola generale e riferendomi a smartphone abbastanza recenti.

Per l'eccessivo consumo delle batterie, nello smartphone, puoi sempre ovviare con un powerbank che, se preso della capacità adeguata, può garantire due o tre ricariche complete il che non è poco nell'arco di una giornata. Il costo di un powerbank è abbastanza modesto e, disponendo di uno smartphone abbastanza recente, personalmente, io prima proverei con il powerbank a maggior ragione se poi dispone anche della possibilità di ricevere il sistema europeo di posizionamento (Galileo).

Diversamente se vuoi andare più sul sicuro mi orienterei sul Garmin 66 per la possibilità di usufruire anche del sistema Galilelo.

Ciao :si:, Gianluca
 
La sensibilità dei gps degli smartphone è leggermente inferiore ai Garmin 64 o 66 ma non poi di così tanto. Ovviamente come regola generale e riferendomi a smartphone abbastanza recenti.

Per l'eccessivo consumo delle batterie, nello smartphone, puoi sempre ovviare con un powerbank che, se preso della capacità adeguata, può garantire due o tre ricariche complete il che non è poco nell'arco di una giornata. Il costo di un powerbank è abbastanza modesto e, disponendo di uno smartphone abbastanza recente, personalmente, io prima proverei con il powerbank a maggior ragione se poi dispone anche della possibilità di ricevere il sistema europeo di posizionamento (Galileo).

Diversamente se vuoi andare più sul sicuro mi orienterei sul Garmin 66 per la possibilità di usufruire anche del sistema Galilelo.

Ciao :si:, Gianluca
Domanda:
leggo di persone che consigliano di acquistare il GPS senza mappe precaricate per poi caricare quelle open. Servono software particolari? Vengono forniti in dotazione con il GPS?
Le mappe sono già georeferenziate?
Scusate per le domande ma vorrei fare un pò chiarezza.
 
Domanda:
leggo di persone che consigliano di acquistare il GPS senza mappe precaricate per poi caricare quelle open. Servono software particolari? Vengono forniti in dotazione con il GPS?
Le mappe sono già georeferenziate?
Scusate per le domande ma vorrei fare un pò chiarezza.
Dipende dalla marca/modello del GPS la necessità o meno di appositi convertitori.
Generalmente con i GPS vengono forniti i software delle case madri ma, normalmente, questi servono per digerire le mappe vendute dalle case madri anche se può capitare che permettano comunque l'acquisizione di terze parti.

Per la georeferenziazione dipende dalla fonte delle mappe, se è semplicemente "vettoriale" (scansione di una mappa cartacea) la geolocalizzazione è da farsi manualmente, se invece deriva da basi di mappe, come ad esempio OpenStreetMap, queste sono già georeferenziate.

Per il Garmin 66 ti potrebbe essere utile questo thread https://www.avventurosamente.it/xf/threads/discussione-ufficiale-garmin-gpsmap-66i.52827/

Ciao :si:, Gianluca
 
Dipende dalla marca/modello del GPS la necessità o meno di appositi convertitori.
Generalmente con i GPS vengono forniti i software delle case madri ma, normalmente, questi servono per digerire le mappe vendute dalle case madri anche se può capitare che permettano comunque l'acquisizione di terze parti.

Per la georeferenziazione dipende dalla fonte delle mappe, se è semplicemente "vettoriale" (scansione di una mappa cartacea) la geolocalizzazione è da farsi manualmente, se invece deriva da basi di mappe, come ad esempio OpenStreetMap, queste sono già georeferenziate.

Per il Garmin 66 ti potrebbe essere utile questo thread https://www.avventurosamente.it/xf/threads/discussione-ufficiale-garmin-gpsmap-66i.52827/

Ciao :si:, Gianluca
Bene.
Ma voi, per farla breve, ritenete inutile l’acquisto di un garmin Gpsmap con giá installata una mappa topo (e quindi la spesa di circa 100€ in più)?
Oppure per le mie necessità (auto-waypoint-auto) puó essere giustificato?
Diciamo che potrei essere orientato verso il 66, anche per una questione di futuribilità di aggiornamenti, peró vorrei un suggerimento se S o ST.
 
Per la differenza di prezzo fra S ed ST io prenderei il ST, quanto alle mappe Garmin, personalmente, non spenderei un euro in più per averle.

AMMP/IMHO

Ciao :si:, Gianluca
 
Ciao a tutti,
sono un nuovo iscritto alla disperata ricerca di consigli. Proverò a spiegarmi.
Ho l'evidente passione della ricerca di funghi, ma più passa il tempo e più sono restìo ad inoltrarmi dove non conosco bene.
Per questo motivo è qualche tempo che rovisto su internet alla ricerca di un gps che possa fare per me: marco l'auto, cammino, marco dei waypoint intermedi e poi devo avere la possibilità di riportarmi all'auto, ovviamente.
Internet non è poi così generoso di consigli aggiornati per quanto riguarda le mie necessità, fino a che non ho scoperto questo forum (ieri sera, -.-'), e così ho deciso di iscrivermi.
Ciò che so è che sotto il bosco fitto, in presenza di canaloni, e mettiamoci anche le nuvole, i gps potrebbero perdere segnale.
E' giunta l'ora per me di attrezzarmi.
Mi sembra di aver capito che Garmin sia una garanzia. Cosa mi consigliate?
Magari già che ci sono potrei orientarmi verso un cartografico.
Leggo poi che sarebbe consigliabile caricare le mappe di openmtbmap. Consigli su come procedere sono graditi.

Grazie in anticipo.
Ciao Lancillotto, leggendo il tuo post mi rammento il mio dilemma nel cercare un gps che mi indicasse i vari Waipoint , dove lasciavo la macchina, le varie svolte, le vette, un rifugio, una fonte e perché no anche un luogo carico di funghi così da poterci tornare, e all’occorrenza farmi ritornare indietro agevolmente.
Per quello che devi te non è necessario secondo me un cartografico ( sono di parte, non mi piacciono i cartografici, uso alla grande cartina e bussola è un GPS che non posso che consigliarti, che sono in propenso forse anche di vendere per passare a qualcosa di più evoluto sulla falsa riga di questo.
GPS, Bussola, Altimetro, Temperatura, Orologio e ben 5 Waipoint, registrazione del percorso effettuato, 3 batterie AAA, cavo usb per il computer per rivedere (registrandosi al sito) il sentiero effettuato con tempi, altimetria ecc, così da salvarlo o condividerlo.
Eccezionale, compatto, se non registri il percorso lo puoi accendere all’occorrenza come faccio io e le batterie durano tanto, a me mi ha levato d’impaccio molte volte.
Qualche volta gli ci vuole un po’ per aggganciare il segnale ma fa il suo sporco lavoro egregiamente.
Credo non sia più in produzione?
Ti allego qualche foto. Saluti
 

Allegati

Ciao Lancillotto, leggendo il tuo post mi rammento il mio dilemma nel cercare un gps che mi indicasse i vari Waipoint , dove lasciavo la macchina, le varie svolte, le vette, un rifugio, una fonte e perché no anche un luogo carico di funghi così da poterci tornare, e all’occorrenza farmi ritornare indietro agevolmente.
Per quello che devi te non è necessario secondo me un cartografico ( sono di parte, non mi piacciono i cartografici, uso alla grande cartina e bussola è un GPS che non posso che consigliarti, che sono in propenso forse anche di vendere per passare a qualcosa di più evoluto sulla falsa riga di questo.
GPS, Bussola, Altimetro, Temperatura, Orologio e ben 5 Waipoint, registrazione del percorso effettuato, 3 batterie AAA, cavo usb per il computer per rivedere (registrandosi al sito) il sentiero effettuato con tempi, altimetria ecc, così da salvarlo o condividerlo.
Eccezionale, compatto, se non registri il percorso lo puoi accendere all’occorrenza come faccio io e le batterie durano tanto, a me mi ha levato d’impaccio molte volte.
Qualche volta gli ci vuole un po’ per aggganciare il segnale ma fa il suo sporco lavoro egregiamente.
Credo non sia più in produzione?
Ti allego qualche foto. Saluti
Beh, il concetto è quello.
Ti ringrazio per la proposta.
Ma vorrei qualcosa di aggiornato, ecco.
 
Ti parlo da possessore del garmin gpsmap 66 ma il discorso vale anche per il modello 64 che ormai trovi a meno di 200 euro. Lo prendi SENZA le carte topo precaricate e poi dal sito openmtbmap ti scarichi il file .img dell'Italia che viene aggiornato con cadenza settimanale! Lo installi nella cartella GARMIN del GPS e ti ritrovi una cartografia SPAZIALE con tanti di quei dettagli che nemmeno immagini e ...GRATUITI.
Il gpsmap 64 contrariamente al mio fa uso di pile stilo da1,5v. te ne metti 2 di scorta nello zaino ed hai autonomia per 2 giorni ininterrotti. Sulla qualità di ricezione dell'antenna, ho sempre letto che la quad helix dei gpsmap sia la più sensibile e precisa. Sul mio 66, con flotta GPS+ GALILEO, anche in mezzo al bosco mi dà una approssimazione di 2 metri. sul 64 non ti so dire se ci sia GALILEO ma non credo. Di sicuro gps + glonass (Russo).
Sull'utilizzo degli smartphone: assolutamente una valida alternativa e la qualità d'immagine della cartografia che pui avere su un telefono un gps cartografico se la scorda. Ovviamente si tratta di strumenti più fragili e complessi quindi più soggetti a blocchi ecc .ecc. Diciamo che sulla questione economica lo smartphone vince alla grande anche per la presenza di ottime app pure gratuite.
 
Io per aggiornato sto pensando al Garmin Foretrex 601, oppure il vecchio 401, il concetto è lo stesso ma molto più aggiornato, e più costoso, un pensierino c’ lo sto facendo.
 
Ti parlo da possessore del garmin gpsmap 66 ma il discorso vale anche per il modello 64 che ormai trovi a meno di 200 euro. Lo prendi SENZA le carte topo precaricate e poi dal sito openmtbmap ti scarichi il file .img dell'Italia che viene aggiornato con cadenza settimanale! Lo installi nella cartella GARMIN del GPS e ti ritrovi una cartografia SPAZIALE con tanti di quei dettagli che nemmeno immagini e ...GRATUITI.
Il gpsmap 64 contrariamente al mio fa uso di pile stilo da1,5v. te ne metti 2 di scorta nello zaino ed hai autonomia per 2 giorni ininterrotti. Sulla qualità di ricezione dell'antenna, ho sempre letto che la quad helix dei gpsmap sia la più sensibile e precisa. Sul mio 66, con flotta GPS+ GALILEO, anche in mezzo al bosco mi dà una approssimazione di 2 metri. sul 64 non ti so dire se ci sia GALILEO ma non credo. Di sicuro gps + glonass (Russo).
Sull'utilizzo degli smartphone: assolutamente una valida alternativa e la qualità d'immagine della cartografia che pui avere su un telefono un gps cartografico se la scorda. Ovviamente si tratta di strumenti più fragili e complessi quindi più soggetti a blocchi ecc .ecc. Diciamo che sulla questione economica lo smartphone vince alla grande anche per la presenza di ottime app pure gratuite.
Quindi, stringendo, mi consiglieresti il gpsmap 64 invece del 66?
Riguardo i satelliti, credo parliamo di dettagli, ma: meglio la combo gps+glonass o gps+galileo?
Altra cosa: che software serve per importare le mappe nel gps?
 
Il Gallileo, almeno sulla carta poichè non l'ho ancora testato, dovrebbe risultare più performante che il Glonass.

Se potessi permettermi 400€ io non ci penserei due volte e andrei sul 66st, se poi è un discorso economico allora punterei prima sullo smartphone con un powerbank non mi stupirei se potesse essere già sufficiente per le tue necessità magari in combinazione con qualche custudia "rugged" sempre se non è uno smartphone vecchissimo e, sinceramente, io ci proverei, alla fine un powerbank può sempre servire e con 20/30€ ne compri uno più che decente.

Il 64 è un ottimo gps, nulla da dire, anzi, ma manca di Gallileo e visto che un gps non lo cambi spesso io cercherei di puntare al più performante.

Ciao :si:, Gianluca
 
va ricordato che Galileo non è ancora pienamente operativo. Ad onor del vero non ho fatto test sulla qualità di ricezione scegliendo un combo piuttosto che un altro ma leggendo in giro, al momento, sembra che le differenze siano pressoché impercettibili. Ovviamente per la nuova flotta Europea vi è ampio margine di miglioramento.
Per quanto riguarda il caricamento delle mappe, nulla di più semplice! Ti scarici basecamp, software gratuito di Garmin. Ti scarichi un file .IMG della Nazione che ti interessa andando sul sito openmtbmap (ricordiamo che tutti questi progetti derivano dal progetto openstreetmaps) e te le copi all'interno della cartella GARMIN quando attacchi il device al pc. La memoria del gps viene vista come una classica memoria di massa e quindi lavori di copia incolla semplicemente. Poi con basecamp puoi fare mille cose. Importare una traccia gpx e mandarla al gps oppure disegnarla direttamente da basecamp. Puoi inserire waypoint ecc ecc.... Addirittura ci sono della app installabili sul device (parlo della serie gpsmap 66 che è dotata di wifi) che, una volta lanciate, si collegano ad un portale sul quale ci sono delle tracce gpx scaricabili e le importano nella memoria del dispositivo e tutto questo senza l'ausilio di un pc.
La gestione alla fine risulta estremamente banale.
 
Lancillotto,
credo che lo strumento vada proporzionato alle necessità.
Io ho un Garmin eTrex 30 da diversi anni e mi sono trovato molte volte a camminare con persone che avevano il GpsMap. In termini di precisione le differenze erano insignificanti in quel contesto. Capisci che per un escursionista conoscere la propria posizione con un'approssimazione di 2 m. o di 4 m. non fa alcuna differenza...
Si potrebbe fare lo stesso discorso sui differenti sistemi satellitare che il ricevitore vede. Non ti perdi perché ne usi uno anziché un altro... ti perdi per altri motivi.

Vanno quindi fatte altre considerazioni. Rispetto agli eTrex, i GpsMap hanno un'ergonomia migliore (più tasti, meno uso dei menu) ma sono più ingombranti e più pesanti. Su Amazon in termini di prezzi i due modelli sono molto vicini.
Se scegli un GpsMap, deve essere un modello “con la S”, che significa che ha bussola e altimetro barometrico.
Come eTrex ti consiglierei il 30x e non il 35 che è touch screen e a mio avviso scomodo con i guanti o la pioggia.
Ora che è uscito il GpsMap 66, il modello 64 ha un ottimo prezzo.
 
Il problema degli etrex è lo schermo piccolo, secondo me poco leggibile...
E leggevo anche che non darebbe garanzie in presenza di condizioni avverse (bosco fisso, canaloni coperti, ecc..).
È vero?

Ps. A margine, stamattina ho usato per la prima volta l’app viewranger e mi ha positivamente sorpreso.
Unica cosa, si mangia un pochino la batteria e devi girare con un powerbank in tasca.
 

Discussioni simili



Alto Basso