Nuovo sistema tassazione beni importati nell'UE (IOSS)

Oggi ho fatto un acquisto su un portale cinese (skilhunt) ed ho scoperto che dal 1° luglio 2021 è entrato a regime questo nuovo sistema
che prevede l'applicazione dell'iva sugli oggetti comprati on line da siti extra UE...tipicamente cinesi.
La cosa è ancora nebulosa per chi la deve applicare o subire, basti dire che sul sito della Agenzia delle entrate ci sta una paginetta
in cui non si capisce nulla...sembra presa in inglese e poi tradotta malamente col traduttore.
Comunque, volevo sapere da Voi se vi siete già imbattuti su questo sistema, se avete già acquistato da siti cinesi dopo il primo luglio...se avete dovuto pagare anche la dogana......
Comunque, qui trovate la cosa spiegata meglio rispetto al sito ADE:
https://www.dday.it/redazione/39948...tutto-cosa-sapere-per-non-pagare-iva-e-dogana
da quello che ho capito, sarebbe utile poter controllare da qualche parte per sapere in anticipo quali portali si siano iscritti al sistema IOSS, in modo da non avere sorprese di iva e dogana.
 
Confermo, continuo ad acquistare da ebay e da Ali, nessuna tassazione.Sul forum ne avevano già parlato, questa primavera, e qualcuno più esperto aveva informato che la tassazione sarebbe stata applicata solo se l'acquisto superava una certa somma (bassa, se non ricordo male si parlava di 10/15 €), però seguo.
 
Prima del 1° luglio di quest'anno se si comprava da siti non CE tutto ciò che aveva un valore sotto i 22€ non era soggetto ne ad IVA, dazi o dogana; al salire del valore venivano applicate le varie tasse previste (es. da 23€ sino a 150€ si pagava IVA e dogana, sopra i 150€ si pagava tutto IVA, dogana e dazi); da quella data in poi è stato deciso che l'IVA è sempre applicabile, ma in questo senso Aliexpress si è adeguata e mostra il prezzo "IVA inclusa" e lo dichiara.

Ecco una tabella comparativa:

Dazi-dogana-nuove-leggi-1.jpg
 
Questa mi era scappata, però leggendo un po' sembra che Ali abbia aderito e applichi l'iva già all'origine .

Ultimamente ho acquistato diversi ricambi in un sito greco perché ci ho trovato convenienza e disponibilità, ora però mi viene il dubbio perché si trattava di particolari tipicamente da mercato cinese (membrane carburatori, guarnizioni ) non sarà che hanno fatto il doppio passaggio ?
 
Lasciando perdere il caos che ancora regna sulla questione, l'Iva dovuta, da chi dovrebbe quindi essere pagata e in che momento? Dal venditore, oppure dall'ignaro acquirente? E come sapere quali sono i siti che hanno applicato l'iva ai loro prodotti? Perchè io una volta che "clicco" per una cifra x (di cui non so se sia stata applicata o meno l'iva), poi mi scoccia non poco veder lievitare il prezzo in un momento successivo.
 
Ma non vale la tabella del post #4? Da quella risulta che l' unica differenza consiste nel pagamento dell' IVA sotto i 22 euro stiamo parlando di massimo 4-5 euro o sbaglio?

Anche a me è capitato (tre volte su tre...) in passato di non pagare IVA su importi maggiori, ma questo è dovuto solo alla casuale omissione del controllo sul mio pacchetto.
 
Acquistato in agosto su Aliexpress, 2 ordini, il primo no problem, sul secondo ho pagato 11 euro al postino su un ordine di 33 euro
 
L'iva, dal 1° luglio, và pagata per qualsiasi valore della merce, non c'è più il minimo di 22€.

Il "chi" paga l'IVA dipende, fiscalmente parlando, da chi è "noto" alla nostra agenzia delle entrate, in altre parole, se il venditore si è registrato presso l'agenzia delle entrate ITALIANE (immagino che dovrà fare analoga registrazione anche per ogni stato europeo in cui venda direttamente) sarà lui che formalmente verserà l'IVA allo stato Italiano, dopo averla ovviamente riscossa dal cliente, se il fornitore non si è registrato, per la nostra agenzia delle entrate è uno sconosciuto (fiscalmente parlando) e sarà l'acquirente a dover versare l'IVA oltre le eventuali spese per l'incasso della stessa (da 2€ a 15€ in base all'importo) , da non confondere con i dazi doganali che, se dovuti, sono sempre a carico dell'acquirente.

Qual'è il problema ? Il problema potrebbe essere che il venditore richieda, in fase di pagamento, l'IVA dello stato dell'acquirente (in europa non tutti applicano il 22%) ma che poi non abbia formalmente adempiuto alla registrazione presso la nostra agenzia delle entrate con il risultato di pagare due volte l'IVA, anzi la seconda IVA sarà gravata dall'aggiunta, fraudolenta, della prima IVA ...... ovviamente questo lo si scopre quando il postino suona alla porta.

Se il venditore è registrato dovrebbe avere, nel caso di venditori cinesi, il numero di IOSS o OSS e poi adempiere a tutta la burocrazia del caso, diversamente, immagino, che lo stato poi si rifaccia sull'acquirente finale.
Acquistato in agosto su Aliexpress, 2 ordini, il primo no problem, sul secondo ho pagato 11 euro al postino su un ordine di 33 euro
Gli 11 euro derivano dall'IVA + le spese di riscossione che, per 33€, sono 5€, però i conti tornerebbero se fossero 33 dollari e non 33 euro...... per cui boh o_O

Ciao :si:, Gianluca

PS.:..... questo è quello che io ho capito, attenzione dopo la brexit anche l'inghilterra è extra unione europea.
 
Ultima modifica:
mi devono arrivare dei pantaloni comprati su e bay dalla cina.

Per ora su transistor di potenza e componenti vari nulla di nuovo salvo un 20% buono di aumenti sulle spedizioni

Vediamo quando se e come arivano
 
Gli 11 euro derivano dall'IVA + le spese di riscossione che, per 33€, sono 5€, però i conti tornerebbero se fossero 33 dollari e non 33 euro...... per cui boh o_O

Ciao :si:, Gianluca

PS.:..... questo è quello che io ho capito, attenzione dopo la brexit anche l'inghilterra è extra unione europea.
[/QUOTE]

Per la precisione, mi pare fossero 10,80 euro su 33,96 di merce. I costi della dogana per me so o sempre stati un mistero, in ogni caso, calcolando un 30% in più, ci son sempre andato vicino. Il problema è che non me lo aspettavo, come dici tu, a volte gli store sbrigano loro la questione della dogana, ma comprando su aliexpress bisogna stare attenti. In UK da gennaio non conviene proprio comprare...
 
racconto la mia esperienza
ho comprato da privato in UK a fine maggio del collezionismo per 36 UKP =42€ a metà agosto ancora non arriva niente e chiedo il rimborso che ottengo ,dopo tre giorni arriva il pacchetto e mi chiedono 30€ di tasse doganali...io lo rifiuto e questo torna in inghilterra.
una settimana fà compro su aliexpess una batteria al litio per un totale di 650 €circa e al pagamento diventano 534€ con la dicitura che le tasse (116€ di iva ecc.) verranno applicate dal mio paese...
ho già calcolato che saranno molte di più ma la convenienza c'è sempre, dato che qui ci vuole una volta e mezzo la cifra quindi ho rischiato la batosta doganale..
ho notato che su aliexpress dice che certi oggetti ,almeno quelli tipo pannelli solari ecc. vengono spediti da germania o ,belgio e altri a volte ,questo vuol dire che hanno magazzini in europa in paesi dove ci sono accordi economici e poi spediscono in italia da questi, evitando dazi extraeuropei
 
Ultima modifica:
Questo è quello che risulta a me:
prima di luglio, gli acquisti dalla Cina pagavano l'IVA solo per importi dei singoli articoli superiori ai 22 euro e, comunque, non c'erano dazi e spese di sdoganamento.
Da luglio, invece, l'IVA è sempre dovuta ed a questo si aggiungono dazi vari che variano in funzione del prezzo del bene venduto/importato e soprattutto in base alla categoria merceologica del bene importato.
In particolare, gli articoli cinesi otto la soglia di € 150 pagano solo l'IVA e non altri dazi; gli articoli con prezzo superiore ai 150 euro, invece, sono tassati con dazi + iva.
In caso di articoli in transazione con prezzo superiore ai 150, sono così tassati: per la categoria merceologica campeggio (codice taric 6306 gruppo 4) dazio taric del 6 o 7% sul valore acquisto+spedizione; IVA 22% applicata sul totale precedente; 7,50 per diritti postali; eventuali ulteriori piccole spese.
I siti solitamente non quantificano nel prezzo il totale che pagherete per lo sdoganamento.
Aliexpress vi riporta il valore IVA, ma come vedremo sbaglia nel calcolarla
In ogni caso Aliexpress tenta di indicare l'IVA perchè, quando arrivi a completare l'acquisto on line al momento della richiesta di pagamento della merce, avvisa che:
"1.Gli ordini spediti dall'esterno dell'UE con un valore superiore a EUR 150 saranno soggetti a IVA in fase di importazione. Il prezzo del tuo ordine è stato modificato perché includa l'IVA che verrà successivamente applicata alla dogana. Ti consigliamo di confermare la logistica e la modalità di pagamento delle tasse (IVA, dazi doganali, provvigione agenti, ecc.) con il venditore. 2.Poiché ti trovi in una giurisdizione non soggetta alle norme sull'IVA dell'UE, il prezzo viene adeguato per escludere l'impatto dell'IVA dell'UE. Le tasse locali possono essere applicate in base alle normative fiscali e doganali relative all'importazione delle merci."
Il calcolo dell'IVA fatto da Aliexpress è però SBAGLIATO! Infatti applica l'IVA solo sul prezzo di acquisto, mentre la dogana applicherà l'iva sul totale risultante da: costo prodotto + spese di spedizione + dazio. Infatti, l'avviso sopra riportato ti chiede di sincerarti con le autorità del tuo paese e con il venditore. Infatti, alla fine, il soggetto passivo - cioè il debitore - nei confronti della dogana sarà sempre l'italiano acquirente finale.

Nei confronti dell'UK e degli USA, invece, non sono informato della specifica imposizione, però l'IVA sarà dovuta, mentre i dazi taric potrebbero essere diversi.
 
Ultima modifica:
E' diventato complicato acquistare in rete, alla fine compri senza avere certezza di ciò che pagherai. Nel mio caso ecco quello che compare alla fine della procedura di acquisto, appena prima di pagare...in un angolo della schermata. Dovrei dotarmi io di IOSS number??
 

Allegati

  • skilhunt.png
    skilhunt.png
    63,9 KB · Visite: 131
PS.:..... questo è quello che io ho capito, attenzione dopo la brexit anche l'inghilterra è extra unione europea.

Esatto. Ad agosto su Ultralightoutdoorgear ho comperato un Soto Windmaster e a parte i lunghi tempi di consegna, circa 20gg, ho dovuto pagare altri 25 € al ritiro.

Colpa della mia disattenzione ed antieconomico a quel punto, considerando che pensavo di risparmiare... :(
 
...qualcuno più esperto aveva informato che la tassazione sarebbe stata applicata solo se l'acquisto superava una certa somma (bassa, se non ricordo male si parlava di 10/15 €), però seguo.

qui c'e' una cosa di base che **io** non ho proprio capito, e se avete gia' risposto non ho proprio riconosciuto, scusate:

questo limite oltre il quale si paga IVA, dogana eccetera... vale separatamente per ogni singolo articolo, o per il totale di ogni singola spedizione?

cioe', se il limite e' 20 Euro e ordino, per dire:
  1. un pezzo da 21 euro e 3 da 2 euro l'uno in un unico ordine/spedizione, quindi mi arriva un unico pacco, pago iva/dogana/ecc su 21 o 27 Euro?
  2. 2 pezzi da 12 euro l'uno, pago zero? O pago su 24 euro?
  3. 2 pezzi da 12 euro l'uno, ma che arrivano in due spedizioni diverse?
  4. 10 pezzi da 3 euro l'uno, se li ordino tutti insieme (=30 Euro) ci pago iva/dogana? E se faccio il furbo facendo due ordini separati da 5 pezzi l'uno no?
(si, sto ignorando volutamente i costi di spedizione, perche' lo so quanto inciderebbero quelli. Mentre gli altri non li ho capiti. Aggiungete pure altri esempi voi, se necessario)

Grazie!

PS: qui prima o poi tassano pure le spedizioni di fornelletti di @paiolo :)
 
Alto Basso