Olio di paraffina cancerogeno

Attenzione per quanto riguarda le esche per il fuoco !
Parlando con un amico farmacista mi ha detto di usare esclusivamente olio di vaselina farmaceutico che è puro al 99%, a differenza dell'olio di paraffina,che ai più potrebbe sembrare la stessa cosa,il quale è potenzialmente cancerogeno !
 
grazie per la dritta.
ma mi chiedo, così per curiosità, quanto può essere rischioso accendere un batuffolo impregnato di materiale cancerogeno a non meno di un metro dal viso in un ambiente decisamente aperto.
(fortunatamente la mia paraffina l'ho presa in farmacia e per questo mi è costata il triplo)
 
grazie per la dritta.
ma mi chiedo, così per curiosità, quanto può essere rischioso accendere un batuffolo impregnato di materiale cancerogeno a non meno di un metro dal viso in un ambiente decisamente aperto.
(fortunatamente la mia paraffina l'ho presa in farmacia e per questo mi è costata il triplo)
La fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo !
 
io l'accendo sfregando due barrette di amianto o usando un firestarter all'uranio impoverito.. :) cmq non lo sapevo fosse cancerogeno.. (secondo me te lo ha detto per farti comprare il suo...ahhah....scherzo!)
 
grazie per la dritta.
ma mi chiedo, così per curiosità, quanto può essere rischioso accendere un batuffolo impregnato di materiale cancerogeno a non meno di un metro dal viso in un ambiente decisamente aperto.
(fortunatamente la mia paraffina l'ho presa in farmacia e per questo mi è costata il triplo)
La fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo !
Non facciamo la caccia alle streghe.:)
Ammesso che abbia una sua pericolosità, che comunque non si evince da una scheda di sicurezza tipica,
http://www.ecsa.ch/ProdottiSicurezza/MP_021113_SIC_CHI.pdf
non si tratta di effetti acuti e immediati, come potrebbe essere soda caustica o acido solforico in un occhio.
Eventuali effetti sulla salute si potrebbero avere in caso di lunga esposizione, chi cioè ne viene contatto cutaneo o ne respira gli eventuali vapori per parecchie ore al giorno, per parecchi anni.
 
Ultima modifica:
esiste anche l'olio di vasellina ad uso enologico che presumo, essendo usato a contatto col vino in cui può restare qualche residuo, sia altrettanto salubre e per uso alimentare quanto quello venduto in farmacia e si trova in ogni supermercato o agraria...
 
esiste anche l'olio di vasellina ad uso enologico che presumo, essendo usato a contatto col vino in cui può restare qualche residuo, sia altrettanto salubre e per uso alimentare quanto quello venduto in farmacia e si trova in ogni supermercato o agraria...
In pratica sono la stessa cosa, però in quello di farmacia c'è sempre la sigla FU, cioè che è commestibile, in quello enologico dei consorzi agrari non sempre si ritrova questa dicitura e quindi non è commestibile perché ottenuto con procedimenti non autorizzati per l'uso umano.
 
Senti maaaaaaa... il tuo amico farmacista sa per quale scopo si utilizza l'olio di vaselina in outdoor? Non so voi, io lo uso insieme al cotone come accendifuoco, e se considerate che le normali candeline tealight sono solitamente in paraffina, vorrei capire dov'è questa enorme differenza di rischio, cioé se può essere cancerogeno per ingestione o per i fumi di combustione...
 
ecco appunto! :(
ma anche dentro casa se va via la luce non dev'essere piacevolissimo, anche se non lo respiri come la tenda.
Altra domanda... non è che quella specie di tocchetti che io sapevo (speriamo a torto) essere agglomerati di truciolato e paraffina.... contengono davvero paraffina? Chi ha la stufa con quelli o la stufa a pellets è un suicidio!!! o_O
 
In pratica sono la stessa cosa, però in quello di farmacia c'è sempre la sigla FU, cioè che è commestibile, in quello enologico dei consorzi agrari non sempre si ritrova questa dicitura e quindi non è commestibile perché ottenuto con procedimenti non autorizzati per l'uso umano.
Fortunatamente, quello che ho comprato in ferramenta riporta la sigla "Farmaceutico F.U.": sono salvo! :lol:
Humm... domanda: le candele steariche non contengono paraffina vero?
Che io sappia, sì (anche se non conosco le percentuali). In generale, più la candela è "trasparente", e maggiore è la quantità di paraffina utilizzata (è la percentuale di stearina a renderla più o meno opaca/bianca).
 
Ciao a tutti
Chiedo scusa ma non ho capito bene l'oggetto del contendere.
L'olio di vaselina è cancerogeno? Basta non mangiarlo!
Credo che l'uso prevalente che se ne fa, almeno all'interno di questo forum, sia quello di utilizzarla come esca per il fuoco.

Non credo che i fumi dell'olio di vaselina recante la dicitura FU o quelli dell'olio di vaselina non recante la dicitura FU siano molto diversi. Credo appunto che siano entrambi egualmente tossici.

Diverso è il discorso dell'utilizzo appunto in campo alimentare o enologico, ma nel nostro caso non credo che ci sia differenza, questo ovviamente secondo la mia modesta opinione.
Saluti

Manuel
 
Attenti. Con FU (farmacopea ufficiale) non si intende che un prodotto sia commestibile!! Serve ad indicare che ha un certo grado di purezza (specificato proprio dalla farmacopea ufficiale) e che può essere utilizzato per determinate preparazioni o analisi. Se mangi tutto quello quello che ha scritto sopra F.U. con alta probabilità MUORI!!! :poke:
 
Io ho dei dubbi che l'olio di vaselina comprato in farmacia sia cancerogeno almeno per l'uso "esterno" descritto nel forum. Tenete conto che fino a qualche anno fa i nostri vecchi quando non avevano medicinali moderni a portata di mano e avevano bisogno di un blando lassativo non irritante usavano proprio quello prodotto da varie case farmaceutiche fra le quali primeggiava la "Carlo Erba"!
Quindi penso che se lo uso sporadicamente per le esche per il fuoco (e non come mia nonna per far la c....a) non rischio nulla
 

Discussioni simili



Alto Basso