Recensione Ontario knife - Rat 7 - nuovo acquisto !

La recensione di questo coltello della Ontario Knife è un po' collegata ad un recente post da me avviato, inerente l'eventuale uso di un " coltellone " che sostituisca roncola / machete, coltello bushcraft e sega. In questa sede quindi non torno sull'argomento dell'opportunità o meno di avere un solo strumento tuttofare ( al limite accoppiato con un victorinox o un opinel ) : dalla discussione si è già determinato che le preferenze sono molto disparate, come è giusto che sia. Ognuno " gioca " con le modalità che preferisce, quindi ora descrivo un po' il mio nuovo giocattolo , concludendo la rece con un giudizio circa, appunto, la sua capacità di …fare per tre.

Come paragone ho utilizzato un altro mio coltello , il Coldsteel srk, un hidden tang che secondo me è insolitamente robusto rispetto alla media.

:)E' un coltello fulltang, in cm la lunghezza complessiva è _32__ , il manico è lungo __14 circa __ e la lunghezza del filo è _16-17 cm, considerando la curvatura del filo stesso_ . La lama è spessa mm_5 (compreso il rivestimento ), alta 4 cm al max _e ricoperta con un trattamento protettivo nero che, ai primi colpi dati su un tronco in modalità roncola, non ha riportato danni. Mi ricorda lo stesso trattamento del Coldsteel srk, effettivamente robusto e ad oggi praticamente integro dopo 2 anni di utilizzo.

Il motivo principale del rivestimento è che l'acciaio carbonioso tende all'ossidazione. A dire il vero, il filo della lama appena estratta dalla scatola ha già qualche macchiolina che non ha ancora intaccato il materiale in profondità : penso che sparisca con l'uso.

Il peso complessivo del rat 7 è circa 380 grammi.

Al momento del collaudo ha un buon livello di affilatura, meglio non giocarci coi polpastrelli :):) . I biselli del rat sono di tipo piano.

Ho provato a tagliare qualche alberello di infestanti (robinie) che ho lungo un argine nel terreno vicino a casa, di diametro attorno ai 6-8 cm.

Quindi il coltello è stato usato a mo' di roncola o machete perchè in effetti questo è il principale vantaggio che si ha da un coltello dalla lama così lunga : sfruttare la combinazione peso+velocità+lunghezza per affaticarsi poco in questo tipo di taglio che chiede vari colpi energici. Questo è il principale test che mi interessava , anche per confrontare il rat 7 con un altro coltello che ho, dalla lama più corta ( 15 cm ) , appunto l'srk Coldsteel .

Devo dire che il suo dovere lo fa ( sottolineo però che non ho tagliato legna secca, quindi non è stata un'impresa disperata ) e lo fa bene, complice anche la buona affilatura e, non ultima , la sagomatura dei biselli che è molto penetrante come geometria.

Per quanto riguarda il manico, in micarta giallo-verdina, penso che non sia male ma sui fianchi è piatto mentre forse era meglio lievemente bombato. Inoltre la micarta ( non mi intendo molto di questo materiale ) pare porosa, infatti una goccia d'acqua si è subito sparsa. Non so se sia normale, ha senz'altro il vantaggio di poter esser facilmente cambiato il colore con un impregnante colorato….

il codolo sporge sul retro del coltello di circa un centimetro e ospita il foro per il cordino. Tutto bene , approvo la possibilità di dare qualche colpo col manico.

Ancora a proposito del manico, penso che un materiale gommoso semiduro avrebbe migliorato la presa in ogni situazione ambientale, ma non è un gran problema. Mi rifaccio ancora al coldsteel srk il cui manico ha una presa eccezionale.

Ho provato a fare qualche ricciolo sottile di legno, ovviamente non è un problema data l'affilatura. Fra l'altro tra l'inizio del filo lama e il manico c'è una mezzaluna dove alloggiare l'indice e avere più precisione nelle manovre di fino.

Per una descrizione estetica del coltello rimando alle varie foto che girano sul web, mentre ora vorrei parlare di quel che ritengo un difetto, forse l'unico che mi rende perplesso :

l'impressione che ho maneggiando questo rat 7 è che ci sia una sproporzione fra dimensioni e peso : lo spessore massimo della lama è 5mm ed è lunga in tutto cm__18__ .

ora vi riporto alcuni dati di confronto fra il solito coldsteel e il rat 7 :

coldsteel
Lunghezza lama: 15,0 cm
Spessore lama: 6 mm
peso : 290 grammi

rat-7
Lunghezza lama: 18 cm
Spessore Lama: 5,0 mm
Peso: 380 gr

a parte la lama meno spessa pur essendo più lunga, aggiungo che la bisellatura del rat7 è, come dicevo, piana, mentre quella del srk è all'incirca sabre , ossia lo spessore massimo , in sezione trasversale, occupa una maggior area della sezione, dando evidente rigidità.

Probabilmente la mia preoccupazione è eccessiva, Ontario non è una ditta " sperimentale ". Tuttavia ritengo che un full tang con lama da 18 cm poteva avere uno spessore ottimale di 6mm per dare più tranquillità nella solità attività di batoning che oggi va molto di moda. Non mi ispira molto il battere sulla punta di questa lama, conficcata in un tronchetto...

A questo proposito faccio però presente che Mors Kochansky a volte fa batoning ( con delicatezza, certo ! ) con un coltellino ben più esile….se non sbaglio un vecchio Mora.

Infine , il fodero…

Beh… c'è poco da fare…alla cintura , un coltello in tutto da 32 cm ti va dal bacino fin quasi al ginocchio…certo che se il fodero fosse lungo appena appena oltre la punta del coltello ( invece che oltre 3 cm ) sarebbe stato per me meglio. Il fodero ha la chiusura con 2 automatici, uno presso la guardia e uno circa in sommità al manico. Tutto ok, però il secondo ha una fibbietta di plastica che spero regga negli anni e agli strattoni eventuali….
Vorrei precisare che il fodero non l'ho ancora esaminato bene : ha anche sul retro una striscia di nylon staccabile di cui non ho ancora capito bene lo scopo… quindi non mi sbilancio più di tanto, anzi chiedo lumi...

conclusione :

il rat 7 non mi ha soddisfatto completamente ( purtroppo ) . Mi dà l'impressione di essere robusto ma…di non essere un mulo. Boh? sarà stata qualche vibrazione o suono che non mi aspettavo , nel battere sul tronco…non so…ad esempio : bussare con una nocca sulla lama provoca un suono metallico. La stessa cosa fatta sul Coldsteel provoca l'impressione di aver bussato su un sasso…potrebbe però essere una differenza dovuta al materiale del manico che trasmette in modo diverso (in effetti stringendo con forza il manico il suono metallico viene molto smorzato ) .

Cambierò senz'altro idea se trovo qualche testimonianza che mi rassicuri sulla sua robustezza durante usi gravosi ( che a dire il vero…sono quasi sempre del tutto evitabili , e mi riferisco ancora una volta al batoning e compagnia bella ) oppure se leggerò a proposito dell'acciaio 1095 caratteristiche di robustezza superiore ad altri. C'è da dire che il rat7 ha un costo al di sotto della media rispetto a simili coltelloni. E che tutto il resto è ok.

conclusione della conclusione : si, il rat 7 può sostituire machete/roncola e sega ( per quest'ultima, entro certi limiti, naturalmente. Non vorrei tagliare con qualsiasi coltello un ramo da 30 cm di diametro…).

foto : se serve qualche particolare…fatevi avanti, altrimenti un'occhiata sul web …

ciao ciao
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso