Organizzazione cibo per 8 giorni di trekking

#1
Ciao a tutti!

Sono appena tornata da un bel trekking autosostenuto di 7 giorni in Corsica, con un bel caldo anche (anche 35 gradi)!
Visto che il periodo vacanziero e di “grandi trekking” per molti si avvicina, volevo condividere la lista del cibo che ci siamo portati.

P6151760.JPG

L'impaccaggio del cibo, la sera prima della partenza


I pasti sono stati pensati secondo i nostri gusti cercando di evitare troppa "noia", per due persone, per otto giorni (non eravamo sicuri di riuscire a completare il trekking in 7 giorni per cui ci siamo presi un giorno extra). Inoltre, abbiamo evitato come la peste alimenti da trekking specifici preconfezionati :help:.
Non faccio mai i conti sulla base delle kcal giornaliere, ma "vado molto a spanne", sulla base di quello che mangiamo abitualmente a casa e nei trekking di più giorni.

Rispetto ad un lungo trek norvegese che avevo fatto l’anno scorso, in questo c’erano più problemi per il caldo, che poteva mettere più a rischio cibi deteriorabili come il formaggio o il salame :gover:.

Ogni giorno avevamo una colazione, un pranzo e una cena. Più qualche snack extra/frutti. E anche un grappino :roll: e qualcosina da fumare occasionalmente (fumiamo solo ed esclusivamente per contemplare la natura, non siamo fumatori abituali :pio: ).
In totale abbiamo portato circa 3.8 kg di cibo a testa, che inclusi gli snack e gli extra, per 8 giorni non è malissimo.


Ecco l’elenco dei pranzi e cene (ogni riga rappresenta un giorno, in rosso le cose che richiedono impegno per la cucina, in blu gli alimenti che richiedono cottura ma son veloci da preparare, in nero quelli già pronti):

Schermata 2016-07-11 alle 20.59.48.png



Che si riassumono in questi ingredienti per i pasti:
- 2 pacchi di insalatissime (per il primo pranzo)
- 6 pacchi di noodles giapponesi
- 2 X 200 g di spaghetti tagliati a metà (pensati per l’agio e olio)
- 2 X 200 g fusilli (per una sorta di cacio e pepe)
- 2 X 200 g riso carnaroli (risotto)
- 1 X 100 g pasta da fare in brodo
- 2 cipolline bionde piccole (soffritto risotto)
- 2 bustine zafferano (per il risotto)
- 1 aglio piccolo (per la pasta)
- 7 porzioni singole da 35 g di parmigiano, tagliato in pezzi (non grattuggiato) e messo sottovuoto (per la pasta e il risotto)
- 4 dadi (risotto e pastina)
- 1 busta di pasta ai funghi pronta by Esselunga
- 2 buste di pasta e fagioli by Esselunga
- 1 zuppa ai cereali disidratata by Esselunga
- 2 confezioni di purè disidratato pronto con latte (by supermercato tedesco)
- Polvere di hummus disidratato (2 X 70 g)
- 1 confezione di pane Naan (per l’hummus)
- 5 cacciatorini e 3 confezioni di salamini
- kit spezie: spezie per carne alla griglia (nel caso di pesca, che non è accaduta…), vasettino con pepe, sale, paprika
- Olio extravergine di oliva: 200 ml (per le pastasciutte, il risotto come sostitutivo del burro, e l’hummus)

Questi sono stati i nostri snack/extra (alcune cose mangiate anche a colazione):
- Fichi secchi 300 g
- Albicocche secche 200 g
- Prugne secche 100 g
- Datteri e anacardi 200 g
- Orsetti gommosi 200 g
- Patatine schiacciate (6 pacchetti di fonzies piccoli)
- Caffe in polvere (100 ml di polvere), per circa 5-6 volte
- Grappa (125 ml)
- Genepì (125 ml)
- Qualche sigaro

E queste le colazioni:
- 3 pacchi di mini tortillas
- 5 pacchetti da 100 grammi di cioccolato
- circa 80 g di burro d’arachidi (contenuto in un vaso in plastica)
- 2 pacchetti contenente impasto pronto per pancakes + polverina di latte
- 60 ml di olio di semi per friggere i pancakes
- circa 200 g di zucchero
- 20 bustine tra tè di vari gusti e tisane (extra anche per il post trekking, ci siamo fermati qualche giorno in più per fare “cazzeggio”)


Cibo avanzato: un bel po!!!! Alla fine, per il caldo o “la fretta” durante i pranzi, per via che avevamo un bel po' di strada davanti a noi e volevamo evitare possibili temporali, abbiamo avanzato ben 4 pacchetti di noodles, una pasta e fagioli, una pasta ai funghi, e la zuppa ai cereali. La pasta è stato il nostro cibo preferito. Abbiamo anche riportato a casa un po’ di bustine di tè, alcool e zucchero. Col caldo non viene tanta voglia di bere il tè bollente e nemmeno la grappa! Probabilmente avremmo potuto scendere a 3 kg – 3 kg e mezzo di cibo a testa senza troppi problemi.

Cibo che ci sarebbe servito: qualche polverina di integratore salino :gover:, e magari più frutta secca, a scapito di qualche pasto.

Problemi: nessuno! Il formaggio confezionato sottovuoto è rimasto inalterato fino all’ultimo giorno del nostro trekking. Merito della macchina del sottovuoto :sleep:

Combustibile portato e usato effettivamente: mezzo litro di alcool a testa da usare col Trangia, più un fornello a legna. Cucinando qualche volta a legna, sul falò o sul fornelletto, abbiamo avanzato parecchio alcool (più di 300 ml ad occhio).


E infine, qualche foto dei nostri eventi culinari :woot:

P6191911.JPG

Se avessimo saputo di questa abbondanza di menta acquatica, un bel po' di bustine di tè sarebbero state a casa :si:

P6192002.JPG

preparazione del brodo per il risotto con il mio lanciafiamme portatile

P6192004.JPG

Tostaggio riso

P6192007.JPG

Risotto allo zafferano :si::si::si:

P6212104.JPG

pancakes :)

P6212152.JPG

Grattuggia zen fai da me.

P6212153.JPG

Aglio fritto!

P6212158.JPG
P6212160.JPG

Sorta aglio e olio cotta al fuoco

P6232272.JPG
P6232275.JPG

Sorta cacio e pepe :mumble:

P6232349.JPG

Tazza militare, trangia e bushbox :sleep:

P6232351.JPG
P6232352.JPG

Ancora preparazione risotti

P6232356.JPG

Attorno al focolare :cool:

P6242400.JPG
P6242403.JPG
P6242404.JPG

Una bella aglio e olio e peperoncino al fiume!!!!!!

P6212124.JPG


E una foto della bella Corsica :)
 

#3
grazie! Alla fine comunque, gira che ti rigira, quello che cuciniamo è sempre la stessa zuppa.
Un disidratatore di cibo come questo permetterebbe di ampliare molto le possibilità culinarie! Ad esempio per disidratare verdure o salse.

upload_2016-7-11_21-53-28.png


Ci sto facendo un pensierino per i mesi a venire :)
 
#4
- 2 X 200 g riso carnaroli (risotto)...
preparazione del brodo per il risotto con il mio lanciafiamme portatile...
Tostaggio riso...
Vedere qualcuno che capisce di risotto mi commuove :cry:, bravissima :si:
...
- Orsetti gommosi 200 g
...
- Genepì (125 ml)
Queste sono chicche :biggrin:

Tutto molto bello bravi...;)
devo farvi un solo appunto... o_O
il formaggio sulla pasta aglio e olio no :argh:
:lol::rofl::lol:
 
#7
la discussione cade a fagiolo;

oggi ho completato (a meno che non mi vengano in mente altre idee) la spesa per un'uscita di più giorni in kayak.
Siamo in 2 e staremo via dai 3 ai 9 giorni in base alla voglia ed al meteo.

Purtroppo è la prima esperienza così lunga (abbiamo per ora fatto solo un weekend) ed il più grosso problema è appuntola conservazione dei cibi con queste temperature; per i carboidrati non c'è problema...il problema sono le proteine (specie per la mia ragazza che non apprezza ne i fagioli nè la simmental)... credo che andrò in macelleria a recuperare una slinzega.

La spesa non è stata fatta con logica come ha fatto @Grizzly perchè non sappiamo bene quanto staremo in giro e comunque contiamo magari di riuscire a trovare in qualche paesino un posto dove acquistare frutta e verdura... se non una buona osteria dove consumare uno o due pranzi.

questo quello che ho preparato fin ora:

Pranzi/cene:

1 barattolo minestrone pronto

5 buste risotti vari

2 porzioni di pasta (sacchettini da freezer in cui ho messo 200g di pasta)

1 busta cous cous

1 scatoletta di manzo sotto sale

1 scatoletta jambonet montana

2 pacchi tonno in scatola

1 pacco simmental

4 barattoli piccoli di fagioli

2 barattoli macedonia sciroppata

1 barattolo ananas sciroppato

1 barattolo pesche sciroppate

1 pacco gallette di riso

1 pacco friselle

1 pacco noci



2 bottiglie minion di olio extravergine

1 barattolino di sale

1 barattolino con peperoncino secco

Colazioni:

2 pacchi biscotti

2 pacchi marmellatine monodose

1 pacco caffè

1 barattolino di zucchero



snack da mangiare "in navigazione":


3 sacchetti di frutta secca mista

1 sacchetto uvetta

1 scatola da 6 barrette ai cereali



Se avete consigli sono ben accetti.
Conto di portare anche qualche mela, dei pomodori tipo cuori di bue, cipolle e carote anche per vedere per quanti giorni si conservano sotto il sole nei gavoni di un kayak.
 
#8
...Perché??? E' una delle poche paste dove io METTO il formaggio! Magari un bel pecorino sardo stagionato a scaglie... ;)
Ovviamente ognuno mangia quello che vuole, ma aglio e olio (e peperoncino) non vuole il formaggio, nella ricetta originale non c'è, al massimo il prezzemolo...
Se cerchi su qualche sito di cucina si scannano per questo, quasi come i coltellari per i vari tipi di bisello :rofl::lol::rofl:
adesso parte il flame :biggrin:
scusate l'OT
 
#9
per i carboidrati non c'è problema...il problema sono le proteine (specie per la mia ragazza che non apprezza ne i fagioli nè la simmental)... credo che andrò in macelleria a recuperare una slinzega.
Tieni conto che la pasta, se di qualità, contiene tra il 10 e il 15% di proteine, il riso un po' meno tra il 5 e il 10%; il tonno è ricco di proteine (al naturale siamo quasi al 30%).

Non mi preoccuperei di assumere qualche proteina in meno per qualche giorno, se poi riesci a fare un salto in macelleria, meglio ancora.
 
#11
Tieni conto che la pasta, se di qualità, contiene tra il 10 e il 15% di proteine, il riso un po' meno tra il 5 e il 10%; il tonno è ricco di proteine (al naturale siamo quasi al 30%).

Non mi preoccuperei di assumere qualche proteina in meno per qualche giorno, se poi riesci a fare un salto in macelleria, meglio ancora.
Più che altro credo sia una questione psicologica. Sono tendenzialmente carnivoro e se non vedo almeno un pò di affettato non sono contento.
Se le avessi trovate avrei fatto incetta di quelle specie di salsiccette essicate che si trovano in Austria. Quelle anche al caldo non danno problemi... ho trovato solo la salsiccia piccante tipo calabrese che comunque un pò trasuda e non vorrei irrancidisca.
 
#12
Più che altro credo sia una questione psicologica. Sono tendenzialmente carnivoro e se non vedo almeno un pò di affettato non sono contento.
Se le avessi trovate avrei fatto incetta di quelle specie di salsiccette essicate che si trovano in Austria. Quelle anche al caldo non danno problemi... ho trovato solo la salsiccia piccante tipo calabrese che comunque un pò trasuda e non vorrei irrancidisca.
Ti capisco anch'io sono molto carnivoro, ma volevo solo evidenziare che le proteine sono presenti in discrete quantità anche in altri alimenti, e quindi non rischi di avere problemi di scarsa assunzione di proteine.
E poi anche se fosse, essendo limitato a pochi giorni alla fine non sarebbe non grosso problema, recupereste subito rapidamente.
 
#13
ottimo.
al posto della cipolla fresca io porterei quella in fiocchi da reidratare.
le proteine non basta che ci siano, devono anche essere biodisponibili, quelle della pasta sono a bassa disponibilità.
il formaggio giustamente non ci va nella olio aglio e peperoncino... ma poi ognuno mangi come gli pare e se vuole lo mette anche sul pesce.
 
#14
V

il formaggio sulla pasta aglio e olio no :argh:
:lol::rofl::lol:
Concordo, si avvicina molto alla perniciosa affermazione che per fare il risotto alla milanese, quello vero, ci vuole l'aglio.
Solo cipolla please, soffritta e poi rimossa. I golosi si accapigliano per essa.

Il formaggio uccide aroma e sapore della AOP. non lo faccio quasi mai, pigrizia, ma un po' di prezzemolo fresco tritato è prassi corretta.
 
#15
Per le proteine in viaggio, possiamo fare come i nostri vecchi...
Perché credete che i "cacciatori" si chiamino così? Perché sono un salame mono dose. Lo peli e lo mangi. Tutto!
Oltre ai vari salumi possibili (nessun salume andrebbe MAI messo in frigo...), ci sono la carne salada trentina, gli "sfilassi" veronesi. In pratica, carne (gli sfilassi sono di cavallo e battuti fino a ridurli in fibre secche) seccata all'aria. Oppure una confezione di bresaola sotto vuoto, già affettata. Il tutto, con un filo d'olio, è già un apporto proteico di grande qualità.
Senza ricadere nelle noiosissime scatolette. Che non diminuiscono di volume, una volta consumate.
Eh, si: meglio fare la raccolta dei rifiuti. E quindi pensarci prima...

Solo una domanda per l'OP. Vedo tenda, fornelli, immagino sacchi a pelo (e materassini?). Solo di cibi, diversi kg. Mi sai dire il peso totale che vi siete scorrazzati? Ok, voi siete giovani, ma per me, se non li porta la bici, il kg sono sempre troppi...:(
 
S

Speleoalp

Guest
#17
Perché sono un salame mono dose. Lo peli e lo mangi. Tutto!
Ah, é il mio cibo per eccellenza in escursione. Estate, inverno, bello, brutto ;):D
Spesso porto solo quello, eventualmente qualche fetta di pane.... Se c'é qualcuno con me, la morosa o altri, introduco anche qualche pastina, salsiccia, patate, ecc.....

Ma da solo... lo uso nella maniera tradizionale.... lo sminuzzo e lo butto nell'acqua bollente con qualche erba... lo sminuzzo e lo faccio saltare :woot::biggrin::D

A vedere questa discussione non vedo l'ora di settimana prossima... ferie per la morosa = trekking, escursioni.....
 
#18
Grazie a tutti son contenta che il messaggio sia utile e sia piaciuto!!!!!

il formaggio sulla pasta aglio e olio no :argh:
:lol::rofl::lol:
Eh ma che dire, so che ammazza un po' il sapore di allile, ma devo accontentare il mio uomo ogni tanto e il formaggio lo ficca anche nel gelato, se potesse :cry::cry::cry:


Io quando vedo un post "gastronomico" di grizzly non me lo perdo mai!

Siete mittici, come sempre! ;)
:woot::woot::woot:

Per le proteine in viaggio, possiamo fare come i nostri vecchi...
Perché credete che i "cacciatori" si chiamino così? Perché sono un salame mono dose. Lo peli e lo mangi. Tutto!
Oltre ai vari salumi possibili (nessun salume andrebbe MAI messo in frigo...), ci sono la carne salada trentina, gli "sfilassi" veronesi. In pratica, carne (gli sfilassi sono di cavallo e battuti fino a ridurli in fibre secche) seccata all'aria. Oppure una confezione di bresaola sotto vuoto, già affettata. Il tutto, con un filo d'olio, è già un apporto proteico di grande qualità.
Ma la bresaola sotto vuoto, è già tagliata? Dura?

Solo una domanda per l'OP. Vedo tenda, fornelli, immagino sacchi a pelo (e materassini?). Solo di cibi, diversi kg. Mi sai dire il peso totale che vi siete scorrazzati? Ok, voi siete giovani, ma per me, se non li porta la bici, il kg sono sempre troppi...:(
Quanta acqua nello zaino?
Peso complessivo dello zaino portato?

I nostri zaini pesavano ben 16 kg (quasi 17 il mio!!!!! Errore di calcolo :argh:)
Cibo circa 3.8 kg a testa.
Acqua sempre due litri a testa, riuscivamo a rifornirci una o due volte al giorno, per fortuna!!!

Ci siamo scarrozzati il fardello su e giù per i monti, abbiamo fatto il sentiero Ile Rousse/ Corte, non così impegnativo come il GR20 ma a tratti mi sembrava di morire. E' in queste circostanze che penso a quanto è bello l'ultralight backpacking, mi verrebbe voglia di lanciare tutto quanto giù per un dirupo e rifarmi di attrezzatura costruita in carta velina :(.
Come se non bastasse, tanto per rincarare la dose, ho fatto incetta di sassi di quarzo :gover: da usare con il mio acciarino, erano irresistibili :oops::sorry:
Secondo me avrei potuto alleggerire gli zaini di un paio di kg senza dover rifare da zero il mio equipaggiamento!


Ah, é il mio cibo per eccellenza in escursione. Estate, inverno, bello, brutto ;):D
Spesso porto solo quello, eventualmente qualche fetta di pane.... Se c'é qualcuno con me, la morosa o altri, introduco anche qualche pastina, salsiccia, patate, ecc.....

Ma da solo... lo uso nella maniera tradizionale.... lo sminuzzo e lo butto nell'acqua bollente con qualche erba... lo sminuzzo e lo faccio saltare :woot::biggrin::D

A vedere questa discussione non vedo l'ora di settimana prossima... ferie per la morosa = trekking, escursioni.....

Salamini!!!! Anche per noi sono tra i nostri "must". E' quello che mi tiene lontano dal vegetarianesimo, appena dopo le salamelle e le costine.
In che senso lo cuoci, lo fai in brodo? Senza dado? Ma dici i cacciatorini o i Wurstel?
Interessante!
io i cacciatorini avevo provato a friggerli nel soffritto del risotto, ma si induriscono.
 
#19
la discussione cade a fagiolo;

oggi ho completato (a meno che non mi vengano in mente altre idee) la spesa per un'uscita di più giorni in kayak.
Siamo in 2 e staremo via dai 3 ai 9 giorni in base alla voglia ed al meteo.

Purtroppo è la prima esperienza così lunga (abbiamo per ora fatto solo un weekend) ed il più grosso problema è appuntola conservazione dei cibi con queste temperature; per i carboidrati non c'è problema...il problema sono le proteine (specie per la mia ragazza che non apprezza ne i fagioli nè la simmental)... credo che andrò in macelleria a recuperare una slinzega.

La spesa non è stata fatta con logica come ha fatto @Grizzly perchè non sappiamo bene quanto staremo in giro e comunque contiamo magari di riuscire a trovare in qualche paesino un posto dove acquistare frutta e verdura... se non una buona osteria dove consumare uno o due pranzi.

questo quello che ho preparato fin ora:

Pranzi/cene:

1 barattolo minestrone pronto

5 buste risotti vari

2 porzioni di pasta (sacchettini da freezer in cui ho messo 200g di pasta)

1 busta cous cous

1 scatoletta di manzo sotto sale

1 scatoletta jambonet montana

2 pacchi tonno in scatola

1 pacco simmental

4 barattoli piccoli di fagioli

2 barattoli macedonia sciroppata

1 barattolo ananas sciroppato

1 barattolo pesche sciroppate

1 pacco gallette di riso

1 pacco friselle

1 pacco noci



2 bottiglie minion di olio extravergine

1 barattolino di sale

1 barattolino con peperoncino secco

Colazioni:

2 pacchi biscotti

2 pacchi marmellatine monodose

1 pacco caffè

1 barattolino di zucchero



snack da mangiare "in navigazione":


3 sacchetti di frutta secca mista

1 sacchetto uvetta

1 scatola da 6 barrette ai cereali



Se avete consigli sono ben accetti.
Conto di portare anche qualche mela, dei pomodori tipo cuori di bue, cipolle e carote anche per vedere per quanti giorni si conservano sotto il sole nei gavoni di un kayak.


Come ha suggerito anche @Cordy , secondo me c'è tanto scatolame. In kayak sicuramente è meno un problema rispetto che a piedi comunque!
Impaccale in modo tale che non girino libere per i gavoni stagni, magari mettendole all'interno di una sacca stagna e non i bidoncini, è più facile tenerle ferme!
Devi pensare bene al problema rifiuti, le scatolette vanno in qualche modo pulite, e poi raccolte per l'immondizia in modo tale che non ti taglino la sacca stagna.

Il cous cous è un'ottima risorsa!
Poi anche prepararti dei mix già pronti. Io avevo una ricetta con pomodorini secchi, curcuma, un poco di aglio in polvere, erba cipollina essicata, e un pochino di paprika e curry. Aggiungi acqua, sale e olio e può già essere considerato un pranzo.

Oppure i tortellini secchi da fare in brodo o con la panna a lunga conservazione.
 
S

Speleoalp

Guest
#20
Salamini!!!! Anche per noi sono tra i nostri "must". E' quello che mi tiene lontano dal vegetarianesimo, appena dopo le salamelle e le costine.
In che senso lo cuoci, lo fai in brodo? Senza dado? Ma dici i cacciatorini o i Wurstel?
Interessante!.
No, nelle mie stranezze c'é anche il voler portare il meno possibile, quindi proprio salamini fini a se stessi. Solitamente di selvatico, Cinghiale, Cervo.... ogni tanto Asino.
Li mangio semplicemente "spellandoli" oppure senza nulla, sempre loro, ah Magari in acqua come se fossero Wurstel, ma con qualche erbetta selvatica, stessa cosa se li salto...
 

Autore Discussioni simili Forum Replies Date
squob Cibo 20
G Cibo 0
xbtap Cibo 2
dragonwar Cibo 20
wolfshow Cibo 5

Discussioni simili

Alto