Recensione Osprey kestrel 38

### Guida all'uso di questa sezione del forum. Cancella questo testo prima di inviare la nuova discussione ###
Se vuoi chiedere dei consigli sull'attrezzatura per prima cosa utilizza la funzione di ricerca: probabilmente il prodotto del quale vuoi chiedere consigli è già stato citato nel forum e magari recensito, in questo caso utilizza la discussione esistente.
Per nuove richieste di consigli sull'attrezzatura segui questi suggerimenti:

  1. Indica l'utilizzo che vuoi farne: non tutti i prodotti vanno bene per tutto.
  2. Specifica le caratteristiche che ricerchi nel materiale: peso, impermeabilità, volume, resistenza
  3. Specifica l'attività che vuoi praticare: la durata, il terreno, la stagione, l'altitudine, la temperatura.
  4. Spiega che tipo di esperienza hai nell'ambito di utilizzo del materiale e riporta la tua corporatura.
  5. Indica il budget che hai per l'acquisto del materiale.
  6. Se hai individuato dei prodotti adatti al tuo utilizzo indica la marca, il modello e il link alla scheda tecnica del produttore.
Ricordati che stai chiedendo un consiglio: gli utenti potrebbero chiederti maggiori informazioni sulle tue attività o sul prodotto, magari consigliandoti prodotti differenti che si adattano meglio alle tue esigenze.
Puoi usare lo schema sottostante per richieste di consigli sui materiali.

### Fine della guida all'uso di questa sezione del forum. Cancella questo testo prima di inviare la nuova discussione ###

Utilizzo:
Caratteristiche ricercate:
Attività praticata:
Esperienza e corporatura:
Budget:
Prodotti già individuati:

Arrivato l Osprey kestrel 38 verde tipo militare, il colore che preferivo. Dopo lungo studio ho individuato uno zaino che potesse soddisfare le mie esigenze sia d inverno che estate.
Gli zaini leggeri estivi infatti sono molto comodi con schienale staccato ma presentano poche cinghie esterne ,gli alpinistici invece hanno schienali minimal ed anche cintura ventrale non supportiva e spesso sono privi di tasche pur avendo sistemi di aggancio.
In inverno porto con me spesso ciaspole, ramponcini, ramponi, piccozza e bastoncini.
Spesso nel togli, metti, togli metti non si sa dove agganciare la roba. Anche spesso ci si veste e sveste e qualche tasca fa comodo.

Ho fatto un test sulle mie montagne questa mattina. Una breve uscita di 3 ore sui 1700m. Caricato con 9 kg.
Il Tessuto è molto robusto diciamo alla deuter quasi.
Sicuramente da un senso di Maggiore solidità rispetto allo stratos.
Lo zaino è comodo, schienale non staccato ma traspirante. Spallacci ben imbottiti ( Ferrino finisterre più traspiranti qui siamo ai livelli del deuter futura) come pure la cintura che ha doppia tasca molto capienti per cellulare e molto altro.
Fibbie solide non tanto come deuter. Cinghie molto allungabili in ogni punto.
In alto tasca sul cappuccio molto capiente e dentro la solita tasca a rete.
Lateralmente a sx accesso al corpo centrale con cerniera lunga e 2 cinghie di compressione, quella in alto sganciabile quella in basso no, come nella precedente versione.Le cinghie di compressione superiori sono reverse sul davanti comode per attaccare le ciaspole.
Notare presenza di tasca a rete con fondo rinforzato con buco anche sul davanti per presa Diretta comoda di borraccia senza togliere lo zaino.
Comodi i lacci a sinistra per riporre i bastoncini in caso di inutilizzo.
Frontalmente abbiamo una tasca molto robusta che lateralmente si presenta in rete.sul fondo di questa tasca c'è un buchino per lo scolo di acqua in caso si vengano riposti oggetti bagnati. Queta tasca è alla pari con quella del Ferrino finisterre che è un po' più robusta ai lati ma meno traspirante. Altro buchino si trova sul fondo dello zaino per scolo di acqua dalla comparto inferiore dello zaino..
Frontalmente due linee di daisy-chain abbastanza robuste per attacco materiale. In
basso presenza di comparto inferiore molto capiente con laccioli di compressione molto allungabili per attaccare roba e rimovibili.

Punti deboli per fare i pignolissimo:
- avrei preferito frontalmente due elastici messi in alto per attaccare piccozza o bastoncini. E' presente infatti un asola inferiore da ambo i lati ma superiormente ci si deve avvalere delle cinghie di compressione per la piccozza.
I due comparti principali sono divisi da un telo robusto fissato con delle fettucce che possono essere accorciate cio però non determina la separazione completa dei due delle due camere e lateralmente restano 2 piccole fessure che fanno comunicare i 2 scomparti. Il telo separatore può essere anche completamente apertofacendo comunicare completamente le due camere.
Cinghie di compressione laterali inferiori le avrei preferite sganciabili.
Giudizio finale un bel 9.
Sono molto selettivo con gli zaini ma questo ha dei punti deboli veramente marginali. Oggi erano 2 gradi alla partenza e si può dire che non ho per niente sudato sulla schiena. Bisognerà vedere d'estate.
 

Allegati

Grande Francesco , finalmente lo hai preso !
e finalmente hanno tolto quell’ elastico folle ( ci ho messo una settimana a capire come si attaccasse ) per attaccarci la piccozza o i bastoncini .
fidati , molto meglio adesso che quello della mia versione
 
Io avrei tenuto anche l elastico oltre le cinghie di compressione superiori reverse.
Inoltre avrei lasciato come sul vecchio le cinghie di compressione inferiori sganciabili e reverse come sul deuter Speed lite.
Ma dalla vita non si può avere tutto.
Certo pesa sui 1.5 kg ma c'è un perché: la robustezza.
La tasca frontale fortunatamente ora è di nylon spesso e resistente, solo lateralmente presenta rete. Possono essere infilati i ramponi ma opportunamente chiusi nella loro custodia altrimenti addio!!!!
 
Io ho preso volutamente la versione precedente (48L), per via della colorazione che mi piaceva di più, colore dragon red, tendente all'arancione.
Gli unici "difetti" se così posso chiamarli, sono: le cinghiette inferiori, a parer mio poco spesse, e l'apertura della tasca principale molto fastidiosa, tramite quel piolo noioso :ignore:
 
Concordo con pinco pallino : la cinghie di compressione sul fondo sono un po' esili ma non è che ci ci attacchi tanto peso in quel posto in un 38 litri. Niente di grave.
Il deuter futura pro pesa un po' di più ed ha schienale staccato.
Questo non ha schienale staccato come volevo io per carichi maggiori.
Avendo già 2 deuter ( guide 35+ e aircontact pro 60+18+8) ho optato per gli americani stavolta...
Per uso estivo giornaliero per me 38 litri sono anche troppo, opterei per un 26.
Lo Speed lite è realmente molto leggero sia il 26 che il 32 ma non ha uno schienale per niente supportivo comunque il tessuto è molto buono anche se la cintura ventrale è floscia e non ha schienale staccato. Il futura 26 ha un bello schienale staccato ma pesa anche se consideriamo che uno ci metterebbe dentro max sui 6 kg e quindi chi se ne frega.
Comunque dopo una prova sono per il momento soddisfatto. In ogni caso sapevo già quasi tutto dello zaino e lo avevo provato 2 volte pieno in negozio.
Lo stratos è ottimo ma ad uso invernale non ha molti appigli.
 
Perchè dici elastico folle?
Lo zaino per me me deve avere 3 caratteristiche ( in ordine decrescente ) : comodo , leggero , pratico .
il pratico è decisamente il meno importante . E per me questo elastico doppio con chiusura astrusa è decisamente poco pratico . Certo , dopo un po’ ci prendi la mano , però quando 4 persone ( di cui 3 guide cai ) ci mettono 5 minuti ( fidatevi , è molto molto tempo ) a capire come fare funzionare un elastico, qualcosa è andato storto .

ps : detto da un possessore di 6 zaino osprey .
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso