OUTDRY........ottimo prodotto o meglio il GORE-TEX?????

ottimo post, ottimo tutorial e sopratutto ottimo modo di parlare con equilibrio, aspettiamo il proseguo della guida:D
 
Tecnici da alpinismo (non da avvicianamento o ferrata) sotto i 1000g al paio?
Quali sono? Fammi esempi così ti posso consigliare meglio.
Conosco eccellenti scarponi da escursionismo a quel peso.
Ma tu per tecnici cosa intendi?
ciao
Francesco
Mi accontenterei di qualcosa tipo SALEWA RAPACE 660GR al paio ;););)!!!!!!

Non ho molta voglia di polemizzare, ma quando si parla di argomenti che trattano la mia professione da più di trent'anni e da una decina nello specifico (tecnico) mi sento di correggere alcuni elementi che possono essere d'aiuto per una discussione più utile a noi utenti.
Francé ti dò un consiglio, senza polemica, ed al solo scopo di evitare che ci si faccia una opinione errata... se vuoi condividere la tua conoscenza, fallo da consumatore a meno che hai una specifica competenza in ogni settore.

Dire che "x" è meglio di "Y" da consumatore (come faccio io con le pentole) è una cosa, dirlo come dato "assoluto" (questo si legge da i tuoi innumerevoli posts) è un tantino fuori luogo e tu come tutti noi, non disponendo di dati certi o solo di quelli che ricavi dal web, ne conosci solo una parte come io ne conosco solo una parte di moltissimi materiali che giornalmente maneggiamo.


No non me ne sono accorto, le trovo tutte (event, goretex, simpatex) mediamente traspiranti, se si parla di scarpe, nessuna mi ha fatto dire che è meglio o peggio dell'altra. Quando proverò Outdry ti dirò anche come mi ci trovo. Lo stò usando per un progetto, ma non l'ho provato ancora.


Ho sicuramente letto che hai una vaga idea di cosa è Outdry..prima l'hai chiamata membrana e dopo che ti ho detto che non lo è hai detto che sai che non lo è...

Ma per rendere queste righe utili ed a favore degli utenti (visto che tu lo sai già ; ) cerco di spiegare cosa rende Outdry una buona cosa per alcuni prodotti:
in tutte le scarpe o scarponi con membrane, la membrana è costruita "flottante" o a "calza" cioè non è solidale con la tomaia (questo non lo sapevi è?). Questa calza è chiamata Bootie
In pratica si costruisce una specie di calza vera e propria in membrana laminata ad una leggera fodera (che ha la funzione di assorbire il sudore) e poi và nastrata per evitare che entri acqua dai buchi della cucitura.
Vedi l'allegato 9887
Una volta finito questo si avranno due "corpi" uno è la Tomaia (in pelle o in nylon o con quello che si vuole), e l'altro il bootie o "calza" che verranno cuciti assieme dalla parte delle loro rispettive sommità.
Vedi l'allegato 9888
Vedi l'allegato 9889
Ora questi due elementi non vengono incollati tra di loro (eccetto che per la parte che serve per incollare la suola) perché ridurrebbe la traspirabilità di tutto l'insieme. Questo però può pregiudicare (in parte) il ristagno questo interviene l'Outdry che usando il sottovuoto "lamina" cioè incolla la membrana alla tomaia evitando ogni minimo spazio vuoto, dove potrebbe ristagnare acqua..che poi piano piano e col movimento potrebbe infiltrasi.

MI SCUSO PER LA QUALITA' DELLE FOTO, più in là le rifarò a dovere e le metterò continuando il tutorial sulle scarpe.


Tu dici che è "meglio" perché le usi, è legittimo ma non parlerei di "tecnica"... io non le ho le comparazioni tra prodotto con membrana "X" e Outdry per cui tutta questa sicurezza non ce l'ho..se tu hai risultati di laboratorio sarei curioso di leggerli., non per polemizzare, giusto per conoscenza.


Ti ho già risposto a questo, se hai dati di laboratorio postali, ben lieto di imparare..
Io non dico è migliore o peggiore, quello che dice questo sei tu..e lo dici per esperienza personale .. mi fà piacere che ti ci trovi bene ma non dare informazioni imprecise spacciandole per tecniche. Questo te lo dico perché non è giusto (secondo me) far credere agli utenti come verità assoluta una propria convinzione...altrimenti potresti esserne già "vittima inconsapevole" tu stesso...questo spero che lo condividi.


Si ne ho tante, se vuoi, un giorno vieni nel mio ufficio e le vediamo assieme, ma prenditi un pò di tempo me ne ho qualcuna. ;)
Il fatto che si appesantiscono non dipende dalla membrana ma dal materiale con cui è fatta la tomaia che, come ho spiegato più volte, per permettere la traspirazione non possono essere troppo "impermeabilizzati" e dopo un certo tempo si saturano di acqua..ma questo è risaputo ed accettato. Il fatto che dopo un uso prolungato nel tempo le infiltrazioni possono oltrepassare le nastrature sono dovute al movimento ed abrasioni a cui sono sottoposte nel corso dei nostri innumerevoli passi..poi il difetto può sempre capitare però.
Ripeto un concetto che ti sfugge (non hai letto altre discussioni): impermeabilizzare un tessuto o una pelle non è cosa difficile, anzi i processi industriali per ottenerlo sono disponibili anche a bassa tecnologia, il problema è (per ora) il compromesso tra impermeabilità e traspirabilità e la durata nel tempo.

Aggiungo che il sistema Outdry, secondo me, avrà un limitato impatto migliorativo nell'abbigliamento perché i tessuti sono già laminati di loro e l'unico vantaggio che si ha con questa tecnologia è il limitare di una parte di nastrature es: nella parte sommitale di una giacca o nelle maniche, cosa ovviabile con "tagli" appropirati...ma ora vi ho annoiato



Spero di non dover ricominciare daccapo nello spiegare che non me ne importa molto ... basta che non affermi verità assolute su questi argomenti, visto che la competenza non la puoi dimostrare.. se no sono pronto ad imparare.
Le mie scarpe le continuerò a fare, è il mio lavoro... e finché avrò clienti che mi pagano (grazie al Padre Eterno) vuol dire che tanti danni non ne faccio.
:D:D
Quando queste nuove che stò realizzando saranno pronte sul mercato (qualcuno mi pare ha visto al raduno dello scorso anno il prototipo, o sbaglio? Squob...?) la tua curiosità verrà esaudita, dovrai aspettare ed aver fede :D

PS mi scuso per il discorso lungo, ma Francé mi costringe..se facesse post più corti sarei più "sintetico"...spero solo di essere stato utile.

Caro Ub la sai veramente lunga tu, un vero e proprio luminare in ambito calzaturiero!!!!!!!Visto che stai facendo uno scarpone con OUTDRY mi sapresti dire se oltre a GRONELL e TREZETA lo utilizzano altre marche??????Quello che stai facendo tu di che marca è?????Ovviamente se si può dire :p:p:p!!!!!!!Grazie mille, ciao ciao e buona giornata a tutti.


PS: Ho contattato outdry per sapere chi produce scarponi con il loro prodotto ma non mi hanno risposto :(:(:(!!!!

PPS: Contattata stamani LA SPORTIVA e sono in arrivo l'ennesimo paio di scarponi (speriamo che almeno questi siano impermeabili) :roll::roll::roll:
 
Dire che "x" è meglio di "Y" da consumatore (come faccio io con le pentole) è una cosa, dirlo come dato "assoluto" (questo si legge da i tuoi innumerevoli posts) è un tantino fuori luogo e tu come tutti noi, non disponendo di dati certi o solo di quelli che ricavi dal web, ne conosci solo una parte come io ne conosco solo una parte di moltissimi materiali che giornalmente maneggiamo.
NON DISPONIAMO DI DATI CERTI????
Ma nella tua azienda come lavorate?
Ogni pruduttore di materiali fornisce i parametri tecnici...scusate ma voi come li scegliete i materiali da usare? Sulla simpatia che vi fa il nome?

Ho sicuramente letto che hai una vaga idea di cosa è Outdry..prima l'hai chiamata membrana e dopo che ti ho detto che non lo è hai detto che sai che non lo è...
Devo di nuovo fare L'"ANALISI LOGICA" della frase?
Dove hai letto che io ho scritto che l'outdry è una membrana?
Me lo puoi dire?
Se dico che le membrane sono ormai obsolete, come fai a collegare questa frase all'OUTDRY?
Per "scoprire il grande segreto" che l'outdry non è una membrana basta andare sul sito dove ci sono anche i video????
Sono cosi stupido da non saper leggere???
Non è difficile

in tutte le scarpe o scarponi con membrane, la membrana è costruita "flottante" o a "calza" cioè non è solidale con la tomaia (questo non lo sapevi è?).
Lo sapevo si, e non è difficile, basterebbe leggere un catalogo della SCARPA del 1992 è c'e' spiegato!!!!
In realtà ho avuto la sfortuna di studiare nel lontano 1994 alla facoltà di economia e ho dato tecnologia industriale concordando il programma con il professore con tesina finale indovina su che cosa? IL CALZATURIFICIO!!!
(Se ti interessa in merciologia 2 ho fatto quella sul maglificio!)
Ti assicuro che non è un segreto e come ripeto sui cataloghi c'e' anche scritto!!! Non serve una laurea, basta saper leggere.


Ritornando al discorso dei materiali, non appena avrò un pò di tempo vado a trovare i libri di merciologia (come ti avevo già detto) e metto le tabelle delle varie caratteristiche degli stessii che TI ASSICURO NON SONO UN SEGRETO.

Qui metto questo schema che riporta qualche caratteristica dei filati di cui parlavamo come la resistenza alla trazione;
La pietra di paragone è il filato d'acciaio per le vele da competizione.
Come vedrai c'e' una differenza immensa tra il famoso Nylon e il Poliestere, e quando metterò le tabelle intere le differenze saranno molto più evidenti.
Ciao
Francesco
 

Allegati

Ciao, vedi che il peso e per 1/2 paio a 660 gr!!!
ciao

MmmMMMmmmMMmmmmmMmMMMM mi sa che devo contraddirti anche perchè le ho avute fra le mani e sono leggerissimissime :p:p:p!!!!!!Anche il negoziante mi ha detto che pesano 660gr (al paio) ed è la scarpa più leggera da alpinismo............anche su un famosissimo sito di ecommerce di abbigliamento tecnico da montagna parlano di 660GR al paio (EU42) :D:D:D!!!!!!Ciao ciao.


PS: Una curiosità............mi sapresti mica dire che suola Vibram monta il modello FUJI ONE della GRONELL?????Ci sono modelli che hanno la TETON?????Grazie mille come sempre per le info che mi darai ;););)
 
:ka: :ka: :ka:
Francé
Ho provato ad essere cortese, ma ora comincio a stancarmi.
Il tuo patetico tentativo di dimostrare che sai, è sterile ed inutile.
Mi spiace, ma la tua supponenza ed inutile arroganza, non genera alcun discorso sensato ed interessante (per me)
Fare riferimenti di come li scegliamo i materiali in azienda (allora sappi che ne sono attualmente 5 e se le conto tutte in 20 anni sono una 50ina) non ti serve a far capire agli altri di conoscere la materia.
Non screditare gli altri per vantarti, è un difetto dei deboli.
Quello che sai, lo apprendi dai siti, ma come ci si arriva ed il perché è quello che conta e fà la differenza tra la teoria e la pratica e tra me e te.
La lezione di come scelgo i materiali non mi serve da te, ho la fortuna di esser pagato per darne le lezioni. Ma questo lo potremmo scrivere tutti, ti tocca crederci e basta.
Non affannarti a cercare le tue fantomatiche tabelle, una volta che le avrai postate sarai offtopic e ridicolo.
Io nei calzaturifici che hai studiato, ci lavoro da quando avevo 6 anni. (un tempo non si faceva caso al lavoro minorile) e non solo in calzaturificio..ma anche in aziende di componenti.
Finché ti si permette di dire stronzate ti và bene,quando trovi uno che ti mette in riga, ti arrabbi e sciorini il tuo curricula che non spiega niente.

Se ci fai caso, io evito di dire quello che faccio e per chi lo faccio perché "vantarmi" non mi serve a niente..quello che ho costruito nei miei 56 anni (di qui una quarantina di lavoro) non ha bisogno dei tuoi riconoscimenti né tanto meno della tua approvazione.
Sono un umile lavoratore che però conosce bene il suo mestiere e fà fatica a prendere lezioni da presunti esperti teorici.

Se ti dai una calmata si continua, se no suonatela e cantatela da solo.
Mi riscuso con gli utenti annoiati.
 
Non screditare gli altri per vantarti, è un difetto dei deboli.
1) Io non scredito nessuno, ho fatto una domanda?
Se dici (e lo hai detto tu) che non possiamo disporre di dati certi sui materiali, ti sto chiedendo come scegliete i materiali che usate!!!
E' offensivo?

2) Come nell'altro post, sei stato TU a mettermi in bocca cose che non ho detto... dicendomi: (repetita iuvant)
Ho sicuramente letto che hai una vaga idea di cosa è Outdry..prima l'hai chiamata membrana e dopo che ti ho detto che non lo è hai detto che sai che non lo è...
quindi non imputare offese che non sono state fatte e che nessuno ha intenzione di fare!!!

3) Tu fai un lavoro che a me piace molto e pensa che la maggior parte delle cose che compro le compro da aziende come la tua:
dai vestiti alle scarpe a qualunque cosa riesca a trovare che rispecchi la MANIFATTURA ITALIANA. E se tutti facessero come me probabilmente molte aziende nona vebbero chiuso negli ultimi 2 anni.
Quindi il tuo commento sicuramente con me non centra! Pur facendo un'altro lavoro, conosco e rispetto quello altrui.
ciao
Francesco

ps RIBADISCO ANCORA CHE I DATI TECNICI SONO OGGETTIVI.
 
basta spinnmode.
possibile che in ogni discussione sui materiali ci sia una tua polemica?
su ogni singola cosa postata su tende, gavette, scarponi, giacche, ecc... tu intervieni a gamba tesa e spari le tue sentenze....BASTA!

ho sempre apprezzato gli interventi di ub per la sua pacatezza...l ultimo che ha scritto fa vedere che ormai ha raggiunto anche lui il limite di sopportazione.

basta spinnmode!
che lavoro fai? io ormai una vaga idea me la sono fatta: o fai il venditore o fai il rappresentante di articoli per outdoor.

possibile che devi sapere e mettere bocca su tutto? un po di umiltà dai!
appena uno contesta i tuoi dati subito rispondi che " i miei sono veri" ecc ecc... echeppalle!

"i dati tecnici sono oggettivi"....sai cosa mi ha risposto il capomastro l ultima volta che ho detto una cosa del genere in cantiere? (qualche anno fà,era la mia prima esperienza in cantiere, faccio l'ing)
" a dottò i suoi dati se li ficchi nel c..."
e aveva pienamente ragione...
 
allora non sono l'unico che si è stancato di questi modi cosi polemici cavolo si è qui per parlare e anche imparare, da tutti, non per fare di una proprio idea una convinzione che deve essere accettata da tutti
 
premetto che non ho letto tutta la discussione...mi sono rotto a pagina 2...:roll:
volevo solo portare una mia esperienza, o meglio, di mia madre...
lei usa degli scarponi della Trezeta con membrana in goretex da più di 15 anni (per farvi capire quanto sono vecchi...la targhetta con la scritta "goretex" è ancora in stoffa e non in metallo) l'estate scorsa durante una passeggiata tranquilla abbiamo attraversato una zona acquitrinosa...beh...l'unica con i piedi asciutti era lei...:cool:
ovvio che non li "strapazza" più di tanto...però li usa sempre sia in estate che in inverno...la suola vibram è quasi andata...però la membrana tiene ancora...
io invece uso degli scarponi della Tecnica sempre in goretex e mi ci trovo benissimo...quindi la mia esperienza con il goretex è più che positiva...:si:

EDIT: ah, con questo non sto dicendo che le altre membrane, ecc. facciano schifo...sto semplicemente dicendo che per il momento goretex mi soddisfa pienamente...
 
Ultima modifica:
Ho letto la discussione, francamente io di Goretex e La Sportiva non posso che parlarne bene, ne ho un paio che uso da 4 anni in estate ed in inverno e per or è tutto ok, anche sulla neve bagnata. Ad ogni modo, volevo prendermi un paio di scarponi di riserva, e credo che un pensierino ad un paio di Gronell o TRezeta che lo farò, anche perchè come prezzi sono abbastanza buoni.
 
Riporto anche io la mia esperienza, ho sempre portato scarpe pseudo-impermeabili in ambito escursionistico, soprattutto in cordura e pellame. Sino all'anno scorso ho utilizzato anche le scapre quechua con sistema novadry, ma mi sono sempre reso conto che il piede traspirava solo attraverso la cordura e l'impermeabilità non era molto efficace, soprattutto su neve e pioggia battente (utilizzo sempre le ghette, dunque l'acqua non passa dall'alto). Da quando ho comprato le ladakh della S.C.A.R.P.A.(con fodera in goretex) mi trovo benissimo, robustissime, traspiranti e veramente impermeabili, le ho testate su ghiaccio, neve alta ed acquazzoni e non è mai entrato nulla. Stessa cosa per un paio di scarponcini della the north face in goretex. Devo dunque riportare, da consumatore totalmente inesperto in materia, che le calzature in goretex, se paragonate alle altre che ho avuto, hanno una traspirabilità ed impermeabilità veramente superiori. Già che ci siamo spezzo una lancia anche in favore dell'event, ma per le giacche, che in quasi 5 anni di utilizzo continuo (sfoderabile) mantiene una ottima impermeabilità nonostante i numerosi lavaggi e non ha mai manifestato una eccessiva condensa. Spero possa aiutare in qualche modo :)
 
Arrivato il terzo paio di La Sportiva e (finalmente) dopo averle immerse per diverse ore in una bacinella stracolma d'acqua............pare che siano impermeabili :D:D:D!!!!!!!!!Più che per la qualità (per ora) sono rimasto veramente soddisfatto dal "Servizio Clienti" sempre molto disponibili e,una volta testata la scarpa e accertato il difetto, immediatamente pronti a sostituirle con un paio nuove di zecca!!!!!!Prima di esprimere giudizi negativi/positivi voglio testarle come si deve e vedere fino a quando saranno veramente impermeabili ;););)
 
riesumo questa discussione non certo per riaccendere lo scontro, ma per curiosità
ho scoperto sabato scorso l'esistenza di questo outdry(provando le scarpe marmolada pro od di s.c.a.r.p.a)
vorrei quindi sapere se qualcuno nel frattempo ha avuto modo di provare questo "materiale" e come si è trovato

se avete anche giudizi su altri materiali provati ben venga
a breve, oltre all'inaspettata spesa delle scarpe, vorrei comprarmi giacca e pantaloni veramente impermeabili(dopo l'ennesima acqua presa, mi sono deciso), quindi da ignorante in materia, stavo puntando sul materiale più conosciuto, il goretex(di cui sto guardando le diverse tipologie), ma poi ho visto(e letto qui) di altri materiali che hanno prezzi notevolmente inferiori(per esempio i prodotti patagonia H2No)

grazie
 
Non ho letto tutto....la mia opinione è la seguente:
Inutile posare Gore-tex nelle calzature, dura veramente poco, non affidabile nel tempo, ne ho snetiti tanti lamentarsi.
Io - con la Grisport che usa un tessuto Gri-Tex, ho avuto buone prestazioni fino a quando non ho lavato le scarpe. erano delle particolari calzature da trekking leggere o estive, con la membrana a vista, erano molto traspiranti. Credo che la via della impermeabilità - debba girare per foza sulla impermeabilizzazione del prodotto con altri metodi, ovvero addio traspirabilità.
Non vedo altre strade, i motociclisti - per fare un esempio - di cose ne potrebbero dire molte, quelli che conosco che fanno viaggi anche all'estero di cose ne hanno prpvate tante, con la forzatura delle solite pubblicità dei soliti produttori che promettono, ma alla fine, hanno riscontrato delle belle sorprese, e tante..eccome.
 
riesumo questa discussione non certo per riaccendere lo scontro, ma per curiosità
ho scoperto sabato scorso l'esistenza di questo outdry(provando le scarpe marmolada pro od di s.c.a.r.p.a)
vorrei quindi sapere se qualcuno nel frattempo ha avuto modo di provare questo "materiale" e come si è trovato

se avete anche giudizi su altri materiali provati ben venga
a breve, oltre all'inaspettata spesa delle scarpe, vorrei comprarmi giacca e pantaloni veramente impermeabili(dopo l'ennesima acqua presa, mi sono deciso), quindi da ignorante in materia, stavo puntando sul materiale più conosciuto, il goretex(di cui sto guardando le diverse tipologie), ma poi ho visto(e letto qui) di altri materiali che hanno prezzi notevolmente inferiori(per esempio i prodotti patagonia H2No)

grazie
Non ho prodotti il Goretex, ma possiedo il guscio della Patagonia, in H2N0 acquistato da poco. Testato con 3 temporali presi sulle dolomiti (e uno bello tosto) e si è comportato veramente bene. Avevo il cellulare nella tasca del guscio e non si è bagnato affatto...
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
ub Abbigliamento 15

Discussioni simili



Alto Basso