pagaia groenlandese

#1
Apro una discussione su un tema caldo ( i kayaker sono tutti amici tranne quando si parla di pagaie e ci si divide tra gli amanti della europea e gli amanti della greenland).

Qualcuno di voi usa la pagaia tradizionale groenlandese?

Io l'ho provata questa primavera ad un corso... ho chiesto di provarla per curiosità ma ero molto molto scettico (pensavo fosse una moda) in realtà me ne sono innamorato!
Sinceramente non saprei neanche il perchè...quando impugno una europea ho la sensazione di avere in mano uno strumento....la greenland la sento quasi come fosse un prolungamento del mio busto ed il tutto mi risulta più naturale. Ovviamente si capise che come spinta è meno efficace rispetto ad una buona pagaia a cucchiaio ma alla fine il mio scopo è passeggiare sull'acqua (e comunque si vede in giro gente con delle pagaie plasticone che in quanto ad efficacia probabilmente sono simili ad una paletta da ping-pong legata su un manico di scopa)

Dopo il corso sono tornato alla mia europea (una più che dignitosa Werner con manico in carbonio e pala in nylon), qualche settimana fa me ne hanno regalata una, ovviamene in legno, e nel weekend l'ho utilizzata al mare... e ne sono veramente soddisfatto. Ora la Werner è diventata la pagaia di scorta legata in coperta.

Ho notato che tendenzialmente chi viene da ambienti diversi dal "kayak escursionistico" (quindi dall'ambiente agonistico e da quello fluviale) non la apprezza perchè ovviamente è meno efficace ad una pagaia moderna... mentre tra quelli che sono prettamente kayaker "marini" e che non ha nessuna smania di tempi/velocita/distanze c'è qualcuno che la apprezza e la usa con piacere.
Devo anche dire che documentandomi un pò in giro (guardando le foto dei vari blog) pare che l'unico paese in cui c'è veramente una diffusione di questa pagaia è l'Italia (ai raduni si vedono quasi più greenland che moderne) mentre nel resto del mondo gli utilizzatori sono mosche bianche.

Voi pagaiatori avventurosi cosa ne pensate? La conoscete? l'avete provata? cosa ne pensate?

ps: molti fanatici addirittura utilizzano una greeland storm (da tempesta, praticamente una pagaia molto corta) come pagaia di riserva al posto della divisibile
 

Ultima modifica:
#2
Apro una discussione su un tema caldo ( i kayaker sono tutti amici tranne quando si parla di pagaie e ci si divide tra gli amanti della europea e gli amanti della greenland).

Qualcuno di voi usa la pagaia tradizionale groenlandese?

Io l'ho provata questa primavera ad un corso... ho chiesto di provarla per curiosità ma ero molto molto scettico (pensavo fosse una moda) in realtà me ne sono innamorato!
Sinceramente non saprei neanche il perchè...quando impugno una europea ho la sensazione di avere in mano uno strumento....la greenland la sento quasi come fosse un prolungamento del mio busto ed il tutto mi risulta più naturale. Ovviamente si capise che come spinta è meno efficace rispetto ad una buona pagaia a cucchiaio ma alla fine il mio scopo è passeggiare sull'acqua (e comunque si vede in giro gente con delle pagaie plasticone che in quanto ad efficacia probabilmente sono simili ad una paletta da ping-pong legata su un manico di scopa)

Dopo il corso sono tornato alla mia europea (una più che dignitosa Werner con manico in carbonio e pala in nylon), qualche settimana fa me ne hanno regalata una, ovviamene in legno, e nel weekend l'ho utilizzata al mare... e ne sono veramente soddisfatto. Ora la Werner è diventata la pagaia di scorta legata in coperta.

Ho notato che tendenzialmente chi viene da ambienti diversi dal "kayak escursionistico" (quindi dall'ambiente agonistico e da quello fluviale) non la apprezza perchè ovviamente è meno efficace ad una pagaia moderna... mentre tra quelli che sono prettamente kayaker "marini" e che non ha nessuna smania di tempi/velocita/distanze c'è qualcuno che la apprezza e la usa con piacere.
Devo anche dire che documentandomi un pò in giro (guardando le foto dei vari blog) pare che l'unico paese in cui c'è veramente una diffusione di questa pagaia è l'Italia (ai raduni si vedono quasi più greenland che moderne) mentre nel resto del mondo gli utilizzatori sono mosche bianche.

Voi pagaiatori avventurosi cosa ne pensate? La conoscete? l'avete provata? cosa ne pensate?

ps: molti fanatici addirittura utilizzano una greeland storm (da tempesta, praticamente una pagaia molto corta) come pagaia di riserva al posto della divisibile
mi rendo conto che il post è un po' vecchio e che la mia risposta arriva fuori tempo massimo.. .
in ogni caso io uso e faccio pagaie groelandesi e posso dire che non tornerei piu alla tradizionale legno o carbonio chessia per diversi motivi:
me le costruisco su misura
sono ottime come appoggio per risalire a bordo
sono ottime per l eskimo
ne ho fatte di leggetissime 700 grammi per 2metri e 20
sono bellissime esteticamente.
ho fatto oramai piu' di 300 miglia in mare aperto le ritengo affidabili con qualsiasi tempo.
se riesco vi mando 2 foto
buona serata Paolo
 

Allegati

#4
e no è, non pensare di cavartela con queste due fotine, vogliamo un bel servizio fotografico tipo calendario pirelli;
poi, ma questa per me è solo curiosità, ci diresti che legni hai usato?
graaaaazieeee:si:
 
#5
Apro una discussione su un tema caldo ( i kayaker sono tutti amici tranne quando si parla di pagaie e ci si divide tra gli amanti della europea e gli amanti della greenland).

Qualcuno di voi usa la pagaia tradizionale groenlandese?

Io l'ho provata questa primavera ad un corso... ho chiesto di provarla per curiosità ma ero molto molto scettico (pensavo fosse una moda) in realtà me ne sono innamorato!
Sinceramente non saprei neanche il perchè...quando impugno una europea ho la sensazione di avere in mano uno strumento....la greenland la sento quasi come fosse un prolungamento del mio busto ed il tutto mi risulta più naturale. Ovviamente si capise che come spinta è meno efficace rispetto ad una buona pagaia a cucchiaio ma alla fine il mio scopo è passeggiare sull'acqua (e comunque si vede in giro gente con delle pagaie plasticone che in quanto ad efficacia probabilmente sono simili ad una paletta da ping-pong legata su un manico di scopa)

Dopo il corso sono tornato alla mia europea (una più che dignitosa Werner con manico in carbonio e pala in nylon), qualche settimana fa me ne hanno regalata una, ovviamene in legno, e nel weekend l'ho utilizzata al mare... e ne sono veramente soddisfatto. Ora la Werner è diventata la pagaia di scorta legata in coperta.

Ho notato che tendenzialmente chi viene da ambienti diversi dal "kayak escursionistico" (quindi dall'ambiente agonistico e da quello fluviale) non la apprezza perchè ovviamente è meno efficace ad una pagaia moderna... mentre tra quelli che sono prettamente kayaker "marini" e che non ha nessuna smania di tempi/velocita/distanze c'è qualcuno che la apprezza e la usa con piacere.
Devo anche dire che documentandomi un pò in giro (guardando le foto dei vari blog) pare che l'unico paese in cui c'è veramente una diffusione di questa pagaia è l'Italia (ai raduni si vedono quasi più greenland che moderne) mentre nel resto del mondo gli utilizzatori sono mosche bianche.

Voi pagaiatori avventurosi cosa ne pensate? La conoscete? l'avete provata? cosa ne pensate?

ps: molti fanatici addirittura utilizzano una greeland storm (da tempesta, praticamente una pagaia molto corta) come pagaia di riserva al posto della divisibile
mi rendo conto che il post è un po' vecchio e che la mia risposta arriva fuori tempo massimo.. .
in ogni caso io uso e faccio pagaie groelandesi e posso dire che non tornerei piu alla tradizionale legno o carbonio chessia per diversi motivi:
me le costruisco su misura
sono ottime come appoggio per risalire a bordo
sono ottime per l eskimo
ne ho fatte di leggetissime 700 grammi per 2metri e 20
sono bellissime esteticamente.
ho fatto oramai piu' di 300 miglia in mare aperto le ritengo affidabili con qualsiasi tempo.
se riesco vi mando 2 foto
buona serata Paolo

e no è, non pensare di cavartela con queste due fotine, vogliamo un bel servizio fotografico tipo calendario pirelli;
poi, ma questa per me è solo curiosità, ci diresti che legni hai usato?
graaaaazieeee:si:
lo farò con molto piacere!
quella postata ha il listello centrale di rovere, poi andando verso l esterno della pala c è samba (obeche), mogano, e un pochi mm di pino. 4 mani di epossidica cristal , il tutto 1100 grammi.
mi sono inventato una sorte di salva goccia :) Citazione Rispondi Vedi l'allegato 182711

Segnala Segnalibro
e no è, non pensare di cavartela con queste due fotine, vogliamo un bel servizio fotografico tipo calendario pirelli;
poi, ma questa per me è solo curiosità, ci diresti che legni hai usato?
graaaaazieeee:si:
e no è, non pensare di cavartela con queste due fotine, vogliamo un bel servizio fotografico tipo calendario pirelli;
poi, ma questa per me è solo curiosità, ci diresti che legni hai usato?
graaaaazieeee:si:
Lo farò con molto piacere!
Sulla pagaia che ho postato ho usato nella parte centrale un listello di rovere andando verso l'esterno della Pala c'è della Samba Rovere per finire con qualche millimetro di Pino il tutto per un kg e 100. Mi sono inventato una specie di salvagoccia molto utile per evitare che l'acqua ti scorra nelle braccia.
IMG_20190115_183054.jpg


In cantiere c è n è un altra.....

IMG_20190115_182050.jpg


Buona serata!
 

Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
nolby Nautica 3
nolby Nautica 9
nolby Nautica 0
nolby Nautica 0
UomoBlu Nautica 10

Discussioni simili

Contenuti correlati

Alto