Proposta PaleoUscita

Acc, leggo solo ora e non posso più farti gli in bocca al lupo...beh, meglio
Grazie comunque ;)
--- Aggiornamento ---

Non ho manco potuto fare l'untore... facendo visita a tutti quelli che dicono che é una cazzata, che non é nulla di che, che in realtà non c'é,... quelli che vanno a destra e sinistra, eventi, ritrovi, ecc... come nulla fosse... perché loro dicono che é appunto tutta un'esagerazione. Uffi... manco quella soddisfazione d'essere definito untore... nei confronti di certe persone ;) Ce delusione stà vita, AHAHAH
 
Ultima modifica:
Nella vita allo stato naturale credo che, se davvero ci fosse stato il coronavirus, non avresti dovuto fare né quarantena, né tamponi né chiedere aiuti medicali d'avanguardia.... la coerenza è tutto, prima di tutto, sopra tutto
 
mh.... e cosa ha a che fare con quest'uscita a tema???
(come lo potrebbero essere quelle alpinistiche, escursionistiche, culturali, ecc...)
Che é differente da dire "vivere con un determinato stile, approccio, filosofia".

Questa discussione é organizzativa per fare una semplice uscita, nulla di più,
il discorso sul virus era per chiacchierare e avvisare dell'eventualità.

Per il resto é ovvio, se si decide di vivere in natura, di natura e con la natura... non ci sarebbe alcun problema. Tralasciando che anche il rischio di prendere questo virus sarebbe improbabile, lontano dalla società e dalla globalizzazione... ma a parte quello, di sicuro vivendo in natura ci si assume la responsabilità, nel bene e nel male. Ovvio,... Nonostante la società moderna non rispetta questo genere di libertà e non la permette... quindi vanificando anche la possibilità di "coerenza" e il senso. NB: parlo per esperienza diretta, non per aver visto "Into The Wild" ;) (Battuta, non offesa)

Ma non essendo una questione di "stile di vita", anche perché altrimento non avrei potuto scrivere quà,... non ci sono incoerenze. Mentre la "coerenza" nei confronti del tema dell'uscita é appunto "per il tema" dell'uscita ;) Non in generale nella vita di ogni singolo... che fà poi quel che vuole.

TI RINGRAZIO PER L'INTERVENTO, È SEMPRE BELLO MANTENERE VIVA UNA DISCUSSIONE ;)
 
Ultima modifica:
In ogni caso... senza prenderla male, ma spero con la comprensione giusta visto la vastità di "pensieri" presenti in società, mi sà che con gli interessati seri farò qualche bella chiacchierata privatamente, qualche settimana prima dei periodi in questione. Per vedere se ci sono le giuste premesse, comprendo altri punti di vita sulla questione, ma per quanto mi riguarda queste attività le vivo in maniera molto seria, anche per piacere e divertirmi... ma pur sempre ritenendo il tutto importante, utile e, appunto, serio.

Questo per evitare quello che capita fin troppo spesso, persone che si "annunciano" come interessate, con esperienza, appassionate, ecc... ma che poi si rivelano incompatibili con l'approccio proposto.

In generale per le uscite che propongo basta fare dei piccoli ragionamenti per capire se si é compatibili, prima di tutto ci tengo a premettere che non significa rinnegare la tecnologia, l'evoluzione, ecc.... ma semplimente avere degli interessi, passioni specifici e radicati... insomma, senza rinnegare nemmeno questo.
Un semplice ragionamento... "...mi interessa, mi piace, accetto di vivere in maniera primitiva in natura, pro e contro? Bello e brutto? Anche se dovesse essere realmente così al 99.9%?? Facendo rinunce, cose inusuali, ecc...??".

La risposta deve essere positiva, ma non solo... non dovrebbero esserci proprio preoccupazioni per qualsiasi contatto con la natura....

Tutto questo perché sono un pò stufo dei grandi predicatori da "bar/tastiera", che interpretano volontariamente come vogliono loro ciô che é stato chiaramente esposto.... scoprendosi poi dipendenti da XX, rifiutando a priori certe cose, ecc... in pratica a priori incompatibili con un discorso "uscita e approcci Primitivo", che seppure é una definizione non precisissima... gli stili di vita sono facilmente intuibili e quasi definiti!! Quindi l'unica giustificazione é voler fare i "furbi" i "ganasa" o semplicemente essere abituati a predicare determinati interessi, ma falsificandoli per renderli compatibili con le proprie incapacità, disinteressi, ecc....

Esempi stupidi?? In natura ci si arrangia... lavarsi le mani? I denti? il corpo?? Certo... con quello che c'é...
Che non é la bella saponetta, igienizzante, spazzolino, dentifricio,...

Quando si mangia qualcosa... potrebbe essere sporco di terra, erbe, ecc... non c'é il tagliare, il coltello, ecc... come siamo abituati in casa.

Si dorme sulla natura, che sia sul terreno, su rami, su foglie... quindi ci si può sporcare, ci sono insetti che passeggiano.
Ecc,...

Nb: questa é una forma di rispetto reciproco, per permettere alle persone di partecipare ad uscite che realmente possono piacergli... senza sorprese,....
 
Ultima modifica:
FANTASTICO ;)

Faccio uscite di questo tipo praticamente settimanalmente e spesso con altre persone... quasi nella totalità dei casi ci si ritrova con qualche disagio... ma dovuto ad un'interpretazione personale da parte degli interessati, della "vita naturale selvatica/primitiva" che onestamente non riesco a comprendere. Diciamo che sono consapevole e mi ritengo una persona piuttosto ignorante nei confronti di tutte quelle conoscenze e competenze che il sistema moderno reputa di fondamentale importanza, necessari, alla base.... (ne sono consapevole anche perché lo sono perché non mi interessano più di tanto...) ma poi mi vien da pensare che la storia "primitiva" era tra i primi argomenti trattati nelle lezioni di Storia, ahah Sarà perché a me interessava parecchio, assorbendo il tutto... mentre gli altri snobbavano già quei periodi storici, puntando alla modernità?? Boh.... stà di fatto che sporcarsi di terra é una problema, toccare un insetto fà schifo, non avere materiali crea insicurezze, fare fatica per crearsi un riparo, trovare risorse, il freddo, la scomodità... insomma,... spesso é tutto un problema, ma vissuto tipo "...oh, dio, non mi aspettavo fosse così...". Ma la natura come dovrebbe essere? Risciacquata con l'Amuchina e ricoperta di tessuti di pregio?? AHAHAH
 
Faccio uscite di questo tipo praticamente settimanalmente e spesso con altre persone... quasi nella totalità dei casi ci si ritrova con qualche disagio... ma dovuto ad un'interpretazione personale da parte degli interessati, della "vita naturale selvatica/primitiva" che onestamente non riesco a comprendere.
Ciao, mi intrufolo nella discussione per offrirti uno spunto di riflessione e un consiglio.
Dici che pratichi questa tipologia di uscite più "primitive" (passami il termine) quasi settimanalmente, spesso con altre persone, e che quasi sempre il gruppo è costretto a vivere dei disagi in seguito a situazioni non preventivate. Cosa che tu, come scrivi, giudichi difficile da comprendere.
Permettimi: se le cose stanno così forse c'è qualcosa di sbagliato nella tua comunicazione al prossimo, o sono sempre tutti sprovveduti, fanfaroni o incapaci di comprendere le indicazioni?

Il mio suggerimento è questo:
compila una lista comprendente tutte le attività comuni o le situazioni in cui puntualmente ti imbatti e scrivi chiaramente cosa può succedere e come si può affrontare la questione.
Ad esempio (prendo spunto dal tuo messaggio):
1) LAVARE I DENTI --> non portate dentifricio e spazzolino. L'acqua non è garantita. E' possibile lavarli strofinandoli con legnetti o foglie reperibili in loco.

2) LAVARE LE MANI/IL CORPO --> non portate saponette o salviettine umidificate. L'acqua non è garantita. In questi giorni non ci si lava. Se si puzza si puzza, se le mani sono sporche, restano sporche.

3) CIBO --> non portate niente da casa. Si mangia ciò che si trova nel bosco e solo se lo si trova. Sarà sporco di terra, forse, nel caso se troviamo acqua lo laviamo, in caso contrario si strofina sulla manica e si mangia. Se c'è da digiunare, si digiuna. Se c'è da mangiare erba, si mangia erba.

4) DORMIRE --> non portate né teli, né sacchi a pelo, né tarp, né tende, né zanzariere. Si fa un giaciglio con legna, foglie e fronde oppure ci si ripara sotto a rocce o in grotte. Si dorme così, senza coperte o altro.

5) INSETTI --> niete protezioni e niente repellenti. Di giorno si sopportano e la notte se camminanno addosso mentre si dorme sdraiati sul terreno, pazienza.

6) PIOGGIA/FREDDO --> fa parte della natura. Prendiamo quello che viene e non ci si lamenta.

7) VESTITI --> indossate indumenti semplici e sappiate che potrete sporcarvi. Il vostro corpo e i vostri vestiti.

... e via dicendo.

Più chiaro e immediato di questo credo non possa esserci altro. Prova a compilare un elenco simile, vedrai che le incomprensioni finiranno :)
 
CIAO, grazie mille dei consigli.

Mi sono spiegato male, il senso é proprio il contrario, é molto facile comprendere il tipo di uscita, se lo si vuole.

Quando si scrive "primitivo" dovrebbe essere chiarissimo l'approccio, in realtà penso sia praticamente non interpretabile tirando in ballo modernità, non penso nemmeno che siano tutti "sprovveduti, fanfaroni o incapaci di comprendere", ma semplicemente "falsi" e abituati a predicare certe passioni a certe attività, ma adattandole alle loro abitudini moderne, abituandosi a quello a tal punto da dare per scontato che sia così, sempre e comunque.

Se uno và a vedere una partita di Hockey non dovrebbe essere indispensabile comunicare di cosa si tratta in ogni dettaglio. Perché dire Hockey é chiaro, non é con una pallina e non é sull'erba ;) Perché ovviamente di base se uno si interessa a qualcosa, dovrebbe almeno essersi interessato un pochino di suo e conoscendo almeno un pelino l'argomento.

Ho provato a fare anche come descrivi te, ma poco cambia... in quanto il problema é sempre lo stesso "teoricamente" e "per iscritto" sono tutti interessati, appassionati, con esperienza, ecc... ma poi sul campo si nota tutt'altro... anzi, la tendenza é che si affidano ancor di più a determinate liste... per poi stupirsi degli imprevisti, ecc...

Anzi... anche quì sai quante volte ho scritto quei dettagli per arrivare a ricevere richieste "... ma quale sacco a pelo consigli?...", "...c'é spazio per l'amaca?...", "...ecc....".
Quindi una parte é anche menfreghismo.

Insomma, é vero che ho scritto che faccio spesso uscite e che quasi sempre sono confrontato con certe problematiche, di cui preferisco fare riferimento per sensibilizzare all'onestà, trasparenza delle persone, soprattutto verso se stesse.... ma preferisco sperare di trovare persone "adulte", "mature", "consapevoli di se stesse" che rinunciare... prima o poi, forse, salta fuori la pecora nera ;)

Perché di fatto con tutte le indicazioni non posso essermi spiegato male, sia quì che altrove, per questo genere d'uscita. Premetto che sono consapevole di non essere intelligente per quanto concerne la comunicazione, ma ci sono certe definizioni e spiegazioni che sono quelle... di sicuro non possono esserci fraintese a tal punto da pensare al sacco a pelo, spazzolino, ecc....

Se chì si interessa presta attenzione allo scritto "Primitivo" e si fà qualche ricerca vede da solo e benissimo che non c'era in nessun periodo il Tarp della DD, il sacco a pelo della Ferrino, il Supermercato, ecc... AHAHAH

Il problema é di chì da per scontato qualcosa e di chì é abituato a scrivere "ho fatto survival, bushcraft, ecc, ecc... Sono un appassionato di quello" ma evitano di dire che lo fanno secondo i vizi e le comodità della vita moderna in città... in pratica "falsificando" il tutto in base ai propri comodi.
Che ci può anche stare... ma non dovrebbe passare come il messaggio di base, originale. Anzi di base sarebbe chì pratica queste attività con "virgole" moderne che dovrebbero specificarlo, perché appunto non é la realtà di quell'approccio storico. Non il contrario,...

Quindi non é questione di incomprensioni o di spiegarsi male, ma disonestà e disinteresse nel rispettare una determinata proposta.

In ogni caso anche questo genere di chiacchierata dovrebbe aiutare a far comprendere meglio alle "teste dure" di cosa si tratta... ma ti garantiscono che non sarebbe comunque abbastanza.
Ma essendo miliardi di persone al mondo... provare, provare, provare e sperare non é mai tempo perso.
 
Chissà se la "libertà moderna" resterà in vigore... dalle mie parti l'andazzo non é dei migliori visto i comportamenti della massa che deve socializzare per questioni vitali, nei bar, ristoranti, piscine, spiaggia, ahahah Non mi stupirei di altri "lockdown" o simili.... Peccato se non si riuscirà a ritrovarsi nel "piccolo e semplice" di queste uscite per via di "confini gestiti e controllati".

Per fortuna l'andar per natura selvatica non ha nulla a che fare con gli equilibri, gli schemi, ecc... della società urbanizzata... infatti personalmente non ha mai creato alcun problema, mancanza o altro....
però é un peccato ;)

Chissà,...

L'altro giorno ho avuto la pessima idea di farmi un'uscita in pieno giorno, nella natura nei dintorni di alcuni nuclei...
Sono scappato subito a casa, ahah mi sono beccato un campo "scout" (che non sopporto), un sacco di "merenderos" sul fiume, con metà casa (che non sopporto), una sorta di raduno non definito, se non per gazebo, tavolini, merce esposta (che non sopporto), un sacco di auto, moto, camper, tutine, ecc... (che non sopporto), ahahah Ovviamente li sopporto tutti in città, nelle strutture, ecc....

S'é capito qual'é il punto?? AHAHAH Lockdown, quarantene, covid, isolamento... IL TOP per chì "non sopporta" nulla al di fuori della natura selvatica, reale, concreta, genuina, ahahahah
 
Ultima modifica:
Ti capisco Luca!
Anche io stavo decisamente meglio durante il lockdown!
Lavoravo molto meglio senza traffico, l'unica cosa negativa è che non si potevano fare uscite in natura e di quello ho sofferto tanto.....
Cmq non me le immagino proprio le tue zone lungo il fiume piene di gente e merenderos! :rofl:
 
....immaginatele, ahah nel peggiore dei modi, ahah
In estate quì é un delirio, per semplificarla... noi della regione facciamo molta fatica a goderci i luoghi sul fiume, ma anche parecchi in montagna... per via dei turisti. Soprattutto "Zucchini", cioé Svizzero Tedeschi che purtroppo sono dei grandissimi amanti e frequentatori delle montagne...

Così quando il periodo delle ferie, ecc... arriva per i "nostrani"... non se le possono godere a pieno ;-(

Per fortuna preferisco andare in giro la notte, il caldo non lo amo più di quel tanto ed é la stagione più corta, ahahah Quindi mi posso godere tutte le altre meno calde, ahahah e con meno gente.

Per il resto... in natura "lockdown" oppure no,... ci andrò, ahah Le leggi moderne, se sensate, le rispetto in contesti "moderni"... al di fuori... quel che succede, succede ;)

AHAH

Si vedrà... per quanto mi riguarda l'unica giustificazione che da un senso a vivere, visto che comunque lo si fà per arrivare alla morte, é poter vivere la natura... avere ancora la possibilità, se lo si desidera, di vivere la genuinità del creato, quel che siamo di base... Finché c'é quello, c'é senso, ahahah

Il Virus é solo un altro tassello... visto che é una cosa normalissima, nel senso che si sapeva che poteva esserci una cosa del genere, come potrà ancora esserci altro e di peggio....
 

Alto Basso