Paliera interna Vs Paliera esterna

Sto valutando l'acquisto di una nuova tenda e attualmente sono indeciso tra due:

- Vaude Hogan Ultralight 2 p

- Vaude Taurus Ultralight 2p

Sembra che abbiano più o meno le stesse caratteristiche: stesse misure, stesso peso, stesso ingombro e stesso prezzo.
L'unica differenza sostanziale è la paliera: nella Hogan è interna e nella Taurus è esterna.

Pregi e difetti dell'uno e dell'altro sistema?
Qual'è meglio scegliere secondo voi?

Grazie a chi vorrà rispondere
:D
 
Ultima modifica:
Non riesco a vedere la Taurus!Comunque io sono per paleria esterna...Rapido montaggio e comodo anche in caso di vento...Ma anche la Hogan ha i 2 teli pregollegati?!Se no, il confronto non esiste!
Ciao Ciao!
 
Straquoto, la paleria esterna è decisamente più comoda soprattutto in caso di vento ed acquazzoni improvvisi, poi vuoi mettere la scomodità di mettere zanzariera, tira telo molla telo.
 
Non avevo visto il peso!!Stupendo 1.800grammi!!!!
La mia 3.4!!!!Guarda se alla fine non te ne faccio prendere una in più eh?!^^
Hogan bocciata in pieno...Col vento forte sognati di montarla!!!
L'altra è favolosa Sandro!!!Mannaggia a te!!!!
Il video mette paura!
 
Forte dei vostri preziosi pareri alla fine ho preso la Taurus.
Quando arriverà metterò su una bella relazione.
Graçias
:D
 
Ciao a tutti.
Hai fatto bene, i vantaggi (tanti) superano gli svantaggi (nessuno)!!!
Assolutamente (e possibilmente) paleria esterna.
Ciao
Nino
 
cmq per il discorso interna esterna, non dimentichiamoci che l'interna ci consente di montare solo la parte interna volendo, magari se fa molto molto caldo, e per me è un bel vantaggio :)
 
cmq per il discorso interna esterna, non dimentichiamoci che l'interna ci consente di montare solo la parte interna volendo, magari se fa molto molto caldo, e per me è un bel vantaggio :)
Giusto, come anche utilizzare solo il telo esterno (aperto) per creare una piacevole zona d'ombra in luoghi spogli di vegetazione e caldi
 
Mi chiedevo: in una tenda con paleria esterna, per smaltire la condensa accumulata durante la notte tra i due teli, devo smontarla separando, appunto, i teli?
Ovviamente si prende il caso ipotetico in cui sia necessario farlo sul campo, come in un trekking di più giorni, e non quello in cui "ficco tutto dentro che tanto a casa sistemo"
 
Mi chiedevo: in una tenda con paleria esterna, per smaltire la condensa accumulata durante la notte tra i due teli, devo smontarla separando, appunto, i teli?
Ovviamente si prende il caso ipotetico in cui sia necessario farlo sul campo, come in un trekking di più giorni, e non quello in cui "ficco tutto dentro che tanto a casa sistemo"
si... devi separarle!!... un pochino + rognoso.....rispetto alla paleria interna..
xò.. alla fine.. conviene sempre separare i due pezzi al mattino... ci van 30 secondi!!!... innanzitutto xkè ci si divide i pesi negli zaini e in ogni caso è meglio due rotoli piccoli.. che un rotolone grosso!!...

e poi è utile tenere i due teli separati...
in modo da creare velocemente un guscio di emergenza per tutta la comitiva in caso di acquazzone

..si sta accovacciati dentro il guscio esterno (senza telo interno.. così non lo sporchi..e soprattutto hai + spazio) e si aspetta che passi... io ho una vango tempest 300 vecchio modello... di quando le facevano sensate... ora hanno praticamente eliminato l'avantenda... vabbè... non capisco!?!?.. cmq... rimane un grosso spazio...
;)

paleria esterna... senza pensieri.. la pioggia.. viene prima di tutto...
 
Mi autoaccsuso, questo è necroposting :biggrin:

Finita la premessa, volevo chiedere agli esperti di tende del forum se le considerazioni espresse sopra sono ancora valide, cioé se è meglio la paleria esterna ripsetto a quella interna.
 
Ciao,
io ne ho di entrambi i tipi e le uso per alpinismo, quindi ti parlo per esperienza personale.
In linea di massima le considerazioni fatte sono valide e lo saranno sempre. Poi dipende molto dall'uso che ne fai tu della tenda.
Se usi la tenda in trekking ed alpinismo e prevedi di essere in giro in situazioni ogni-tempo, quindi anche quando le previsioni meteo non sono ottimali e sono possibili temporali/nevicate, allora la paleria esterna è sicuramente un gran vantaggio. Se ti trovi a montare la tenda in condizioni di forte vento, la paleria esterna è nuovamente un vantaggio, ma non così importante come in caso di pioggia, perchè con un minimo di accortezza la monti senza problemi.
Se invece prevedi di usare la tenda solo in condizioni di meteo stabile e soleggiato, allora può andare bene anche una tenda a paleria interna e su questo tipo di tende hai sicuramente una maggior varietà sia di modelli, sia di prezzi.
Quindi, tutto sta nel mettere in equilibrio il tipo di utilizzo, le dimensioni/peso che si cercano e...il portafogli.
 
.. cioé se è meglio la paleria esterna ripsetto a quella interna.
no, non è meglio, è differente,

con la paleria esterna hai un montaggio rapido, ma maggior ingombro da chiusa e una notevole scomodità di smontaggio in caso di formazione di condensa, mi riferisco a coloro che usano la tenda solo per dormire e al mattino presto fanno i bagagli e ripartono,

certo che se ti prendi una tenda a tunnel, tipologia che amo, è sicuramente un classico la paleria esterna, montarla col vento è uno spasso, ma la scomodità al mattino rimane, sempre che uno abbia fretta, altrimenti il problema non sussiste.

la paleria interna, ti permette il montaggio parziale della sola camera, sia chiaro anche alcune con paleria esterna hanno la possibilità di montare solo la cabina, ma sono prodotti d'elite,..se il tempo è buono, si ha più possibilità di curare la tensione dei teli, è più semplice da ripiegare e da trasportare,

è però, più problematica in caso di cattivo tempo sia al montaggio che allo smontaggio,

a me piacciono entrambe, ma per risolvere la competizione, è diverso tempo che utilizzo le mono-telo, ferrino maverick in primis, così non mi pongo il problema.. :cool:
 
ma maggior ingombro da chiusa e una notevole scomodità di smontaggio in caso di formazione di condensa, mi riferisco a coloro che usano la tenda solo per dormire e al mattino presto fanno i bagagli e ripartono
e perchè scusa? Che tu pieghi telo e camera in un colpo solo o che tu li pieghi separatamente non fa differenza sostanziale: è sempre lo stesso materiale che devi piegare e stivare.

Inoltre, perchè "notevole scomodità"? Anche qui non sono d'accordo. La camera interna, volendo, la scolleghi dal telo esterno in un lampo e così, anzi, puoi pulire il telo dall'umidità lasciandolo montato con il vantaggio che si asciuga rapidissimamente. Una tenda a paleria interna, invece, ti obbliga a rimuovere il telo e, per asciugarlo all'interno, devi stenderlo sul prato, con l'evidente inconveniente che la rugiada della notte - che la mattina presto in montagna trovi sempre abbondante - ti bagna il telo sul lato che stendi a terra... quindi lo asciughi all'interno e lo bagni all'esterno. Idem in caso di neve a terra.

per risolvere la competizione, è diverso tempo che utilizzo le mono-telo, ferrino maverick in primis, così non mi pongo il problema
Quanto alle tende monotelo, bisogna anche qui spiegare bene pro e contra. L'unico vero vantaggio, infatti, è rappresentato dal peso contenuto. Per contro, se usate in climi freschi o freddi - per quanto possa essere buono il materiale - tendono sempre a fare un minimo di condensa che, se fa freddo, diventa brina o, peggio, ghiaccia. Inoltre, la gran parte ha dimensioni limitate al minimo indispensabile, essendo destinate ad un uso molto particolare (ricovero di fortuna in salite veloci e tecniche). Io ci ho dormito un paio di volte in quota in ghiacciaio (sotto la Gnifetti e nei pressi del Cosmiques) e non ho trovato vantaggi, anzi, rispetto ad una doppio telo leggera. In ogni caso, fuori da questi casi, una single wall non ha alcun senso
 
Ultima modifica:
L'Unica monotelo che ha un senso provata ed amata è la Twin Sister MSR con mezzo raggio di sole si asciuga e si scalda la neve e il vento e pioggia li regge da dio provate per credere pesa meno di 1kg non so se la fanno ancora costo esorbitante
 
Si, ma la Twin Sister è sostanzialmente un telo (cd. tarp) chiudibile con due cerniere, non una vera tenda.
A quel punto, se uno ha la tenda a paleria esterna, può portare via solo paleria, picchetti e telo esterno, lasciando a casa la camera, ma avendo comunque una struttura molto più robusta di un tarp
 
Dammi retta non la hai provata con venti da 60/80 km sotto pioggia o neve, chiamala tarp e classificata così ma nessuna tenda monotelo ha la sua resistenza ma per un motivo è flessibile,praticamente si adegua, plasmata con silicone se ogni anno la tratti è immortale la ho da 6 anni, in Italia penso la abbiano pochi non è un tipo di rifugio, tenda, nella nostra cultura ,come Hammock o Nigor e Nemo ,sono soluzioni che i nordici o francesi adottano noi no o perlomeno in pochi ,ovvio hanno i pro e i contro se uno adotta questo sistema deve ovviare al problema della condensa con un buon materassino e sacco a pelo, ma in un paio di situazioni se non avevo questa avrei dormito senza ripari.Il bello di queste soluzioni è la duttilità piove hai un riparo,te la porti comunque pesa e ingombra poco all'ultimo decidi di bivaccare con 2 pali o i bastoni da trek la tiri sù certo spartana, meglio come comfort non alzare in climi particolarmente freddi ma si pùo fare. Per una notte max 2 non è male anche io ero scettico ma usata due volte dopo e stata una scelta voluta 2/3 volte anno la uso ho anche una 2 posti piccola a 2 teli ma la uso quando andiamo in due non tutti sono spartani e lo capisco.

 
Ultima modifica:
Secondo me per esperienza personale, ci vuole di più a montare e smontare una tenda con paleria esterna! Solitamente le tende a paleria esterna devi fare passare i pali nelle canalette di tessuto operazione abbastanza problematica nel montaggio, ancora più problematica nello smontaggio!

In una a paleria interna, attacchi la camera ai pali tramite i gancini e butti sopra il telo ci vuole la metà del tempo!
 
Beh, Rudi, è francamente sorprendente quello che scrivi, perchè è esattamente il contrario di quello che accade nella realtà, soprattutto in condizioni di cattivo tempo.
Innanzitutto dimentichi che con una a paleria esterna non devi montare la camera (che trovi già attaccata al telo) e, quindi, già così risparmi tempo. Può essere vero, però, che se hai i due teli separati, perdi un po' di tempo a collegare la camera al telo, ma alla fine del montaggio non hai impiegato comunque più tempo rispetto a chi deve montare una tenda a paleria interna.
Inoltre, le tende a paleria esterna possono avere una struttura di tensionamento di diverso tipo, ciascuna con pro e contra:
A) con guaine: classiche, ottime in caso di bel tempo e molto rapide sia nel montaggio che nello smontaggio. Montaggio rapidissimo. Non capisco proprio come tu possa dire che sono "problematiche": infili i pali in un lampo e li sfili con rapidità simile.
B) con corda elastica o con ganci: meno diffuse, ma comode e funzionali soprattutto in condizioni di tempo particolarmente ostile e ghiaccio. Montaggio e smontaggio rapido.
C) un ibrido delle due: poco diffuse, con le guaine nelle parte più vicino all'ancoraggio del telo e, da metà struttura in su, con ganci. (montaggio più rapido delle B, ma meno delle A).
 

Discussioni simili


Alto Basso