Bike Parco di Veio, scarponi e pedali

Parchi del Lazio
Parco di Veio
Veio Bagni della Regina
Quota
132 m
Data 11 maggio 2019
Sentiero parzialmente segnato
Dislivello 258+80 m
Distanza 51,53+4,73 km
Tempo totale 3+1 h
Cartografia Carta escursionistica Parco di Veio
Descrizione In bicicletta dalla stazione Appiano della linea ferroviaria FL3 (68 m) lungo la ciclabile sopra detta linea per la stazione Monte Mario (126 m), la Via Trionfale, la Via Cassia, Isola Farnese, Via Prato della Corte e il ponte sul Torrente Cremera o Valchetta (18,21 km, 44 m, +1 h). Poi a piedi per i Bagni della Regina (53 m, 15 min.), la Cittadella o Piazza d’Armi (107 m) e di nuovo il ponte (+45 min.). Ritorno in bicicletta per Prima Porta e la ciclabile nord del Tevere (33,32 km, +2 h).
https://www.montinvisibili.it/veio-bagni-della-regina

Grazie a @mezcal per avermi riportato alla mente Laborit.
 

Allegati

Sempre un piacere leggerti e felice di averti ricordato Laborit. Ho letto il suo libro 'elogio della fuga' diversi anni fa, dopo aver trovato la sua citazione nell film 'Mediterraneo': è tempo di rileggerlo.
Penso che abbiamo lo stesso modo di vedere alcune cose. Hai usato il termine 'microavventura' che a me piace molto. L'avventura e la fuga si può fare anche appena usciti da casa, come in questo caso, non c'è bisogno di prendere un aereo. In poco tempo ci si ritrova in un'altra dimensione: saggio è colui che ne percepisce il valore.
 
La terza foto denota una padronanza non indifferente,dare colore ad una foto in bianco e nero!!Tutte molto belle, che ancora una volta ricordano che l'avventura può essere dietro la porta e anche la fuga...solo che poi c'è il ritorno!!:D
 
Nonostante la metropoli e la sua routine non ti abbiano lasciato scampo, hai organizzato una fuga di tutto rispetto.
Complimenti, sempre ottime le tue idee per esplorare ed interpretare itinerari originali e mai banali.
 
Sempre un piacere leggerti e felice di averti ricordato Laborit. Ho letto il suo libro 'elogio della fuga' diversi anni fa, dopo aver trovato la sua citazione nell film 'Mediterraneo': è tempo di rileggerlo.
Penso che abbiamo lo stesso modo di vedere alcune cose. Hai usato il termine 'microavventura' che a me piace molto. L'avventura e la fuga si può fare anche appena usciti da casa, come in questo caso, non c'è bisogno di prendere un aereo. In poco tempo ci si ritrova in un'altra dimensione: saggio è colui che ne percepisce il valore.
A tal proposito - e sempre a proposito di citazioni - ci sta bene anche quanto scriveva @Henry Thoreau "Due o tre ore di cammino mi possono condurre nel luogo più straordinario che mi sia mai accaduto di ammirare. Una fattoria isolata, mai vista prima, può avere lo stesso fascino dei domini del Re del Dahomey".
Ma l'altro Thoreau... non Henry il Sintetico.
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto