Io resto avventurosamente a casa! Consigli per sopravvivere a casa in tempo di pandemia

Pareri da chi usa/ha usato pentole in titanio

ATTENZIONE! NON VOGLIO SCATENARE DIBATTITI SU CHI PREFERISCE TITANIO, CHI PREFERISCE ALLUMINIO, CHI PREFERISCE ACCIAIO ECCETERA!

Vorrei semplicemente un opinione da chi usa o ha avuto modo di usare pentole in titanio.
Che pentola usate? Come vi trovate? Siete soddisfatti dei risultati?

Lo chiedo perché io possiedo pentole della Toaks, e dopo averle usate un po' se da un lato mi ritengo soddisfatto dall'altro non posso far altro che lamentarmi di quanto facilmente il cibo rimanga attaccato sul fondo, nonostante in rete abbia letto che TEORICAMENTE le pentole in titanio dovrebbero offrire un minimo di antiaderenza naturale.

Voi che esperienza avete? Sono io che sbaglio a usarle? Magari cucino con fuoco diretto o troppo alto, mentre magari dovrei cucinare a fuoco medio-basso, e solo su fornelli a gas o alcool...

Insomma: mi raccontate come vi siete trovati, o mi date qualche dritta su come usarle in modo efficace?
 
anche a me si attacca sempre il cibo al centro dei pentolini in titanio, perchè la fiamma è diretta li e i pentolini essendo ipersottili non sono in grado di dissipare il calore omogeneamente a tutta la parte inferiore del pentolino.
Per poter cuocere uniformemente continuo a girare il pentolino attorno al fuoco, ma è un lavoraccio.
Ultimamente faccio solo bollire l' acqua e la pasta nel pentolino principale e metto il padellino sopra di esso per cuocere il sugo a bagnomaria.
 
Se per "pentolino" intendiamo la gavetta in titanio, ad esempio della TOAKS, io l'altro giorno sono uscito sull'argine di Torre con un padovano di Avventurosamente.it e mi sono *scaldato* il minestrone di legumi della Knorr nella gavetta da 1 litro sul fornello a cartuccia.

Ho visto che la zuppa si è messa a fumare quasi subito, per cui ho spento la fiamma dopo un minuto scarso, tanto per non avere cibo freddo e immangiabile.

Il fornello della Coleman che uso io ha una potenza di 3800 W e fa bollire l'acqua in 3 minuti senza vento, secondo le specifiche


https://www.coleman.eu/UK/p-26719-fyrepower-alpine-backpacking-stove.aspx


Quindi è facile "bruciare" il cibo con la potenza elevata del fornello a cartuccia unito al recipiente sottile. A me rimase la gavetta unta, risciacquata con un po' d'acqua per metterla in busta non troppo sporca.

Nella precedente esperienza, misi a scaldare l'acqua solo per idratare la busta liofilizzata del Decathlon (e sfruttare l'acqua meno calda per pulire le mani o le stoviglie).

Comunque sono contento della roba in titanio, che è anche l'unico metallo a non dare retrogusto metallico a cibi e bevande (dicono però che non lo faccia nemmeno l'acciaio inox né l'alluminio, *trattato* quest'ultimo per non ingerire particelle metalliche)
 
Ciao, in titanio per lo più uso prodotti della Vargo e ne sono nel complesso soddisfatto. L'antiaderenza naturale di questo materiale è secondo me un mito da sfatare. Se cucino a fuoco basso e mescolo allora non ci sono problemi ma appena una delle due cose viene meno il cibo si attacca inevitabilmente.
Questo accade con il Trangia ad alcol, con il Campignaz a gas e con il Bushbox.
Il Titanio ha moltissime qualità ma in fatto di cottura in senso stretto del termine (non riscaldare) bisogna rimanere guardinghi per tutto il tempo e ancora qualche volta mi frega!
 
Grazie per le utili esperienze che condividete. Proprio l'altro giorno guardavo un video il cui tema principale era cuocere dei noodles in busta. Veniva usato un pentolino in titanio e il tipo fa: "ok l'acqua bolle... SPEGNIAMO il gas e buttiamo i noodles se no si attacca". Quindi sì, a sto punto meglio fare molta attenzione al fattore attaccamento cibo!
 
Son passato da un po' di mesi ad una gavetta in titanio, dopo aver usato per anni l'alluminio:
https://www.avventurosamente.it/xf/threads/il-mio-attuale-set-da-cottura-ad-alcool-semplice-pratico-super-leggero-d.53180/

Il motivo del passaggio è stato principalmente perché aveva forma, dimensioni e manici che mi piacevano e che non trovavo tra le gavette d'alluminio (col titanio nel range 400-1000 ml c'è infinitamente più scelta), sicuramente non per la (anche troppo) decantata leggerezza e solidità del titanio (che con l'alluminio su questi due fronti mi son sempre trovato benissimo)

Avevo qualche pensiero sul discorso "attacca" dato che il titanio ha una conduttività termica inferiore all'alluminio, ma alla fine con zuppe knorr, cous-cous e quelle poche altre cose che cucino nelle uscite il livello di "attaccatura" è sempre stato del tutto analogo a quello che avevo con le gavette precedenti in alluminio.

Premessa: Uso sempre fornellini ad alcool, che forse fanno una fiamma più diffusa di altri fornellini e che quindi potrebbero essere meno soggetti al problema dell' "attaccatura" sul fondo
 
ATTENZIONE! NON VOGLIO SCATENARE DIBATTITI SU CHI PREFERISCE TITANIO, CHI PREFERISCE ALLUMINIO, CHI PREFERISCE ACCIAIO ECCETERA!

Vorrei semplicemente un opinione da chi usa o ha avuto modo di usare pentole in titanio.
Che pentola usate? Come vi trovate? Siete soddisfatti dei risultati?

Lo chiedo perché io possiedo pentole della Toaks, e dopo averle usate un po' se da un lato mi ritengo soddisfatto dall'altro non posso far altro che lamentarmi di quanto facilmente il cibo rimanga attaccato sul fondo, nonostante in rete abbia letto che TEORICAMENTE le pentole in titanio dovrebbero offrire un minimo di antiaderenza naturale.

Voi che esperienza avete? Sono io che sbaglio a usarle? Magari cucino con fuoco diretto o troppo alto, mentre magari dovrei cucinare a fuoco medio-basso, e solo su fornelli a gas o alcool...

Insomma: mi raccontate come vi siete trovati, o mi date qualche dritta su come usarle in modo efficace?
Ciao... anche io uso pentolini in titanio da qualche mese...devo dire che mi trovo bene e che sicuramente la roba da mangiare si attacca meno rispetto al kit di alluminio che avevo prima. Molto robusti per la leggerezza che hanno.... ed oltretutto si raffreddano veramente in fretta rispetto all alluminio una volta tolta la roba calda da dentro... poi vabeh il discorso dell atossico ecc...

Comunque se si cuoce a fiamma troppo alta e non si mescola spesso, il cibo sul fondo si brucia e si attacca, ci son passato anche io le prime volte......credo che il motivo principale sia Lo spessore irrisorio del fondo dei pentolini....
Una prova da poter fare sarebbe quella di mettere sulla fiamma prima la padellina del kit e poi sopra il pentolino, per avere 2 strati di metallo, così che il calore della fiamma possa magari spandersi un pó di più....Ipotesi mia eh... :rofl:
 
Seguo con interesse, anche se ho alcune riserve su alcune cose che ho letto.

Io non ho mai sentito sapore metalico cucinando con l'alluminio e per quello che riguarda la salubrità o meno della cosa se ne è già ampiamente parlato. La condizione per cui l'alluminio non "interferisca" con i cibi è che dentro non ci si conservino cibi, a maggior ragione poi se acidi.

Non sapevo esistesse il titanio rivestito in teflon e sono contento che qualcuno lo abbia realizzato.
 
Seguo con interesse, anche se ho alcune riserve su alcune cose che ho letto.

Io non ho mai sentito sapore metalico cucinando con l'alluminio e per quello che riguarda la salubrità o meno della cosa se ne è già ampiamente parlato. La condizione per cui l'alluminio non "interferisca" con i cibi è che dentro non ci si conservino cibi, a maggior ragione poi se acidi.

Non sapevo esistesse il titanio rivestito in teflon e sono contento che qualcuno lo abbia realizzato.
Sono credo un pioniere del titanio, ho comprato nel 2015 set pentolino padella/coperchio da 1300 cc in titanio marca SnowPeak Giapponese al tempo lo producevano in pochi, confermo inodore e insapore abbastanza facile da pulire leggero e robusto conduzione calore meno di alluminio + di acciaio,la pentola per pasta x 2/3 persone e ottima,il padellino con gas o spirito inservibile, bruci tutto e si attacca riesco a fare qualche sugo liquido con fornellino Vargo (nella foto),oppure con il gel Firedragon visto che puoi dosare la quantità essendo un gel e quindi la forza della fiamma, e anche sempre nella foto con Coghlan's Camp Heat , che ha una fiamma medio bassa a seconda di quanto stoppino tiri fuori, con questi ultimi 2 riesco a far cuocere bene carne uova e altro nel padellino.Non ho riscontro tattile con altri marchi di prodotti in titanio ma da alcune foto e video dal web sembra che quello di Snow Peak sia uno dei migliori unico difetto i manici sono troppo piccoli si infuocano e devi usare un guanto o straccio per il resto non mi lamento lo trovo buono ,poi ora i prezzi sono simili a quelli in acciaio
P9050484.JPG
P9050484.JPG
 
Lo hai mai provato con il freddo o con la neve? L'unto si atacca al titanio (come per l'alliminio non smaltato o anodizzato per intenderci) oppure si pulisce bene?
 
unico difetto i manici sono troppo piccoli si infuocano e devi usare un guanto o straccio
Confermo l'assoluta importanza della forma dei manici nella scelta di una gavetta: la mia gavetta da 900 ml in titanio di cui parli qui era infatti disponibile in due versioni:
  • con manici corti e alti stile "tazzone", come la tua
  • con manici lunghi (con cui non ci si scotta mai)
Con la gavetta precedente mi ero già ustionato le dita che basta, sono stato quindi attentissimo a prendere la SECONDA tipologia: la forma del manico è un dettaglio fondamentale a cui prestare attenzione quando si acquista una gavetta in titanio.

Purtroppo lo si capisce solo dopo essersi (letteralmente) scottati una volta...
 
Io l ho provato con il freddo varie volte... qualche mese fà (circa -5º), ci ho fatto un paio di uova all occhio di bue, usando un filo d olio prima di buttarle dentro... non si è attaccato nulla di che... è anche vero che cucino a fiamma bassa nel padellino... perchè comunque è sottilissimo e si scalda in fretta...
l unico accorgimento che uso (se cucino con fornellino a gas) è quello di spostare spesso il padellino dal centro della fiamma...

Io ho un set della keith con i manici lunghi quindi nessun problema di bruciature... oltretutto intorno ai manici ci sono delle protezioni in silicone...
 
@quintocorse scusami, ma non mi sono spiegato bene. Dopo aver cucinato il tuoo uovo, sei riuscito a pulirlo bene in uscita oppure lo hai lavato a casa? Perchè l'alluminio della gavetta (per intenderci) in una situazione simile rimarrebbe molto unto aggrappandosi al metallo, e l'unico modo per rimuoverlo è quello di usare sapone ed acqua calda.
 
@quintocorse scusami, ma non mi sono spiegato bene. Dopo aver cucinato il tuoo uovo, sei riuscito a pulirlo bene in uscita oppure lo hai lavato a casa? Perchè l'alluminio della gavetta (per intenderci) in una situazione simile rimarrebbe molto unto aggrappandosi al metallo, e l'unico modo per rimuoverlo è quello di usare sapone ed acqua calda.
Sisi sono riuscito a pulirlo bene, usando prima erba e foglie secche per togliere il grosso, poi con un tappino di acqua dentro ed il mio fidato straccetto ripulito il resto e asciugato....
poi ovviamente una volta tornato a casa lavo e pulisco tutto prima di rimettere via lo zaino....
 
anche a me si attacca sempre il cibo al centro dei pentolini in titanio, perchè la fiamma è diretta li e i pentolini essendo ipersottili non sono in grado di dissipare il calore omogeneamente a tutta la parte inferiore del pentolino.
Per poter cuocere uniformemente continuo a girare il pentolino attorno al fuoco, ma è un lavoraccio.
Ultimamente faccio solo bollire l' acqua e la pasta nel pentolino principale e metto il padellino sopra di esso per cuocere il sugo a bagnomaria.
un piccolo e leggero spargifiamma forse risolve il problema
 

Discussioni simili



Alto Basso