Recensione Patagonira R1 Air - Pile invernale molto traspirante

Volevo riportarvi qualche considerazione sul pile Patagonia R1 Air.
L’ho utilizzato per 12 mesi in contesti molto diversi, portandolo da i -10°C fino ai +15°C, e devo dire che mi ha stupito positivamente per la sua traspirabilità e per il calore che garantisce a fronte di un peso e un volume molto ridotti.

Sul mio blog ho realizzato una recensione molto lunga (con tanto di immagini, tabelle e prove di utilizzi a varie temperature) e presto spero di portare anche un contenuto video: Patagonia R1 Air Recensione - Pile tecnico invernale (stefanopoma.it)
Qui cercherò di essere un po’ più sintetico per non annoiare.

icWu9uj - Imgur.jpg


Struttura​

Il pile ha una struttura molto minimale:
  • 5 tasche (di cui due laterali molto ampie),
  • un cappuccio molto avvolgente anche se sprovvisto di elastico,
  • polsini non elasticizzati, ma comunque in grado di riparare bene dal vento,
  • una zip completa (esiste anche il modello con la versione a 1/4).

È costituito totalmente di poliestere riciclato con una struttura a filati a nucleo cavo. Il tessuto inoltre ha una particolare trama a zig zag pensata proprio per eliminare l’umidità. Il materiale al tatto è molto morbido ed è veramente piacevole da indossare. L’intera struttura, proprio perché leggermente elasticizzata, ha una vestibilità abbastanza attillata e atletica.
Io sono alto 1,80 e peso 70 kg e la taglia M si adatta alla perfezione al mio fisico.

Comfort​

Il volume è veramente minimo e il materiale aderisce bene al corpo senza creare nessun tipo di impedimento. Con i miei vecchi pile mi sentivo abbastanza goffo nei movimenti, con questo R1 Air invece la sensazione è quella di non avere addosso nulla.
Io lo utilizzo per semplici escursioni, ma in negozio mi hanno detto che viene spesso acquistato per arrampicare o per sciare.

Cuciture che non creano nessun volume, assenza di imbottiture e tasche non esageratamente grandi lo rendono anche perfetto per essere indossato come secondo strato, sotto una giacca o un piumino.

Calore​

Il calore che garantisce è in linea con quello di altri pile di fascia alta da 200 g/m². Non è quindi assolutamente il pile più caldo sul mercato. Lo ritengo però un buonissimo compromesso tra calore e traspirabilità. Altri pile che possiedo da 300 g/m² tengono molto caldo (forse anche più di questo) ma mi fanno sudare non appena l’attività diventa un minimo intensa. Il vantaggio di questo R1 Air è proprio la possibilità di poterlo usare anche in attività ad alta intensità senza rischiare di bagnarsi la schiena. Ovviamente è un pile pensato per l’inverno, usarlo in estate è comunque fattibile, ma dovrete un po’ giocare con la zip o rimboccare le maniche.

Resistenza ad acqua e vento​

Il pile non tiene assolutamente l’acqua ed è per questo che è assolutamente consigliato abbinarlo ad una giacca antipioggia in caso ci siano precipitazioni. La struttura minimal e la completa assenza di imbottiture voluminose non lo rendono affatto scomodo se indossato sotto altri capi. Mi è capitato di fare diverse escursioni con questo pile abbinato ad una giacca antipioggia senza essere minimamente limitato nei movimenti (cosa che non riuscivo a fare con il mio vecchio pile).

La trama del tessuto non riesce a tenere efficacemente le forti raffiche di vento. L’ho sempre usato quando il vento non era particolarmente forte senza troppi problemi, ma se ci si ferma in vetta ed inizia a soffiare molto vento gelido è assolutamente necessario abbinarlo con una strato esterno. Insomma è un ottimo secondo strato, da abbinare all’occorrenza con una giacca o un piumino.

Prezzo​

A seconda del modello il prezzo varia da 100€ a 150€. Con offerte si può però risparmiare molto (l’ho trovato venduto anche a 80€).
Il prodotto non è sicuramente accessibile e personalmente non lo consiglio a chi sa già che non farà molte escursioni in periodo invernale. Nel corso di questi anni ho sempre usato pile Decathlon decisamente più economici (la versione da 200 g/m² a 20€ con zip intera funziona bene).
L’unico difetto dei pile che possedevo è che mi facevano sudare sempre e molto spesso finivo per toglierli e camminare solo con la maglia termica
Il salto in avanti in termini di traspirabilità quindi è più che palese. Inoltre, anche semplicemente tenendo in mano i due prodotti, si percepisce l’ottima fattura del Patagonia R1 Air e l’indubbia superiorità dei materiali.

Insomma, pile che costano molto meno di questo funzionano, ma le differenze si notano e anche molto.


iU9JELA - Imgur.jpg
undefined - Imgur.jpg
jEIPcGm - Imgur.jpg
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso