Pernottamento con figli (esperienze)

ciao a tutti,

Leggendo qua e là nel forum e documentandomi vien voglia di caricarsi lo zaino e partire senza avere meta..

.. ho avuto una brutta esperienza qualche anno fa, dettata più che altro da piccole accortezze che non abbiamo usato... detto questo, vorrei riprovare, prima con un amico, e in futuro (L'anno prossimo) con mi figlia che per ora ha 4 anni...

Vi chiedo: voi andreste in giro con una bimba di 4 anni, tu e lei, a spasso nel bosco e a dormirci?
Se avete figli potete dirmi per cortesia, quando hanno avuto la loro prima esperienza da bivacco?
La mamma non può venire, in quanto, abbiamo un'altra figlia più piccola, e logisticamente, per ora è improponibile..

Raccontatemi un po', o dite la vostra... grazie

La cosa che mi fa piú paura, è che se io mi dovessi fare male, cosa facciamo?
 
ciao...
beh, secondo me 4 anni è piccina.
io lavoro sia con gli adulti che con i bambini in campo outdoor ma....partiamo dai 6 anni.
....ciò non vuol dire che sia impossibile, direi che risulterebbe difficile da gestire così piccina.
 
ciao...
beh, secondo me 4 anni è piccina.
io lavoro sia con gli adulti che con i bambini in campo outdoor ma....partiamo dai 6 anni.
....ciò non vuol dire che sia impossibile, direi che risulterebbe difficile da gestire così piccina.
Lucio per la gestione a cosa fai riferimento??!.. non mi preoccupa la gestione della piccola, mi preoccupa il fatto che ci sia una piccola ed un adulto, il che non è una buona base di partenza, però volevo sapere se qualcuno l'ha fatto e come é andata...
 
Io esco spesso con mia figlia, che ora ha tre anni e mezzo: facciamo bivacchi, pernottamenti (in tenda), escursioni... mai avuto nessun problema. Ovviamente scelgo sempre mete facili, comode, vicino alla città o in campeggi se pernottiamo, insomma pensando alla sicurezza prima di tutto.

mi preoccupa il fatto che ci sia una piccola ed un adulto
E perché mai?
 
Io esco spesso con mia figlia, che ora ha tre anni e mezzo: facciamo bivacchi, pernottamenti (in tenda), escursioni... mai avuto nessun problema. Ovviamente scelgo sempre mete facili, comode, vicino alla città o in campeggi se pernottiamo, insomma pensando alla sicurezza prima di tutto.


E perché mai?
Perchè metti che mi faccia male ad una gamba e/o altro, non sarei con un adulto che mi può dare una mano, sarei con una bimba, e per di più una bimba con un papà non abile in quel momento al 100%..

Confortante che fai bivacco con tua figlia, anche io per ora ho scelto mete facili, e cammina tranquillamente, l'idea di dormire in tenda le piacerebbe. Proveremo la prossima estate di sicuro.

A che altezza bivacchi con lei?
Grazie
 
scusa ma non conta la quota, conta la reperibilità. Solo che vai in un posto che NON è scoperto dalla rete cellulare, puoi romperti tutto quello che vuoi :biggrin:
 
I bambini hanno comportamenti diversi dai nostri... ancorché improbabile rischi come la vipera, le zecche e lo chock anafilattico da puntura d'insetto (calabrone) sono amplificati dalla loro tendenza a mettere le mani un po' dappertutto...

...per non parlare dei ringraziamenti da parte di zanzare e mosche cavalline per la fornitura a domicilio di una carne così tenera...

...la cosa secondo me ha senso se vista come esperienza educativa per il bimbo piuttosto che come vacanza per mamma e papà, con la scelta di contesti poco "avventurosi", a distanza contenuta (1 ora?) dal parcheggio tenuto anche conto della posizione delle strutture sanitarie nella provincia.
 
scusa ma non conta la quota, conta la reperibilità. Solo che vai in un posto che NON è scoperto dalla rete cellulare, puoi romperti tutto quello che vuoi :biggrin:
:).. azz... Sempre frainteso..

Mi riferivo a come quota per dormire..
era curiosità sapere fino a che quota si era spinto e a che temperatura con la figlia, per avere un paragone...
 
Cerchero di rispondere un po a tutti dando maggiori dettagli sulle mie uscite con la bimba.

La porto con me nei boschi ed in montagna fin da quando era piccolissima, con il portabimbo sulle spalle. Sempre escursioni non rischiose in quel caso, e sempre anche con la mamma.
Quando e' stata piu grande, sui 3 anni, abbiamo iniziato ad uscire anche da soli e lei con le sue gambine (ovviamente fin dove poteva, poi in braccio). Anche in questo caso sempre escursioni poco impegnative e non rischiose, piccoli dislivelli (2-300 metri).
Per i pernottamenti, sempre su luoghi non rischiosi (qui da noi di orsi ce ne sono parecchi) e sempre in tenda per dare un senso di protezione e tranquillita'.

I bambini sono bambini, sono curiosi e toccano ovunque, ma con piccoli accorgimenti si puo procedere in tutta sicurezza. Prima cosa abbigliamento tecnico, spray anti insetti, scegliere zone sicure e con copertura cellulare, vicine a centri abitati. Poi si deve dare molta attenzione alla formazione: la mia bambina sa che si deve battere con il bastoncino sulle rocce e non metterci le mani nel caso di serpenti, sa che non ci si deve avvicinare a strapiombi o fiumi senza il papa vicino, sa che deve stare sempre dove puo vedermi e dove posso vederla, ecc.
 
Ciao @Disagiato , io ho appena raccontato in questo post la mia (bella) esperienza...

Sempre bimba di 4 anni, nel mio caso sono andato via assolutamente sereno perché:
- sono andato in posti che conoscevo già
- ho dormito in bivacco (soluzione molto più easy di tenda o altro... anche se arrivi lavato da un acquazzone sai che hai un tetto e un focolare...spero ce ne siano anche dalle tue parti!)
- oltre a me, mia figlia e un'amichetta in tutte le occasioni c'era sempre un altro adulto: magari senza esperienza di montagna, ma se mi rompevo una gamba a tornare all'auto e chiamare soccorso era di sicuro capace

Quindi come vedi massima sicurezza e tranquillità per tutto...Con queste condizioni, non ho problemi a portare a dormire fuori mia figlia anche una volta al mese!

Ma sicuramente prima o poi arriverà anche il momento di provare la tenda (penso più che altro quando lei sarà in grado di portarsi un po' del suo materiale...)
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso