Escursione Più di 1000Km per i 659m di M. Cofano

Dati

Data: 09/06/2013
Regione e provincia: Sicilia - Trapani
Località di partenza: Custonaci - Baglio Cofano
Località di arrivo: Custonaci - Baglio Cofano
Tempo di percorrenza: 2h complesssive
Descrizione delle difficoltà: Non proponibile a chi soffre di vertigini
Quota massima: M. Cofano, 659 m s.l.m.
Accesso stradale: Da Custonaci, seguire le indicazioni per la località Cofano e proseguire sulla strada fino ad arrivare al Baglio.

Descrizione

Avevamo appena terminato un pranzetto eccezionale, veramente squisito. Io ero ultra sazio anche perchè anche stavolta mi è toccato fare come gli spazzini del deserto. Non mi andava neanche di alzarmi dalla sedia. Ma non appena mia moglie mi ha detto che con nostro figlio sarebbero andati a riposare in camera, ho pensato subito che quella era la mia occasione per andare a far visita al M. Cofano, quella montagna che continuamente mi ammiccava già da quando siamo arrivati all'Hotel, che con i suoi soli 659 m si erge imponente sulla zona circostante.

Ho raggiunto la cima partendo dal Baglio Cofano, un antico "cortile" con case semiabbandonate. Inizialmente c'è un sentiero, una stradina battuta nel mezzo di cardi e erba pungente, poi c'è un breve tratto di roccia da arrampicare e infine l'attacco alla vetta segnato da omini di pietra. Il monte è sempre in vista, quindi è impossibile perdersi. Il punto più difficile è il breve tratto da cui si può raggiungere il crinale. E' formato da una scarpata di rocce che termina con una paretina di tre o quattro metri in verticale. Qui una corda abbastanza robusta rende molto facile il passaggio. Forse gli omini segna via sono più importanti al ritorno, per ricondurre con maggior sicurezza a questo punto di passaggio che da questo lato è l'unico proponibile se non si vuole avere a che fare con ampi salti di roccia. Raggiunto il crinale rimane l'attacco alla vetta che, se così si può dire, è il tratto più faticoso. Dalla cima si può godere il fascino del panorama: di fronte c'è il mare, a sinistra e a destra rispettivamente le viste verso Erice che si erge sul monte omonimo e verso le coste di San Vito Lo Capo, infine dietro si gode lo sguardo sul paesaggio dell'entroterra. Senz'altro è stata una bella passeggiatina poco impegnativa che darà il suo forte contributo positivo alla buona riuscita di questa nostra settimana di vacanze.

Di seguito qualche foto e un po' di più le ho messe qui:
Più di 1000 Km per i 659 m di M. Cofano


SDC17611.jpg

SDC17619.jpg

SDC17627.jpg

SDC17630.jpg

SDC17637.jpg

SDC17647.jpg

SDC17648.jpg

SDC17649.jpg

SDC17650.jpg

SDC17653.jpg

SDC17655.jpg

SDC17656.jpg

SDC17658.jpg

SDC17661.jpg

SDC17668.jpg

SDC17670.jpg

SDC17671.jpg

SDC17673.jpg

SDC17682.jpg

SDC17685.jpg
 
bella montagnola...contando che avevi appena finito di pranzare...che coraggio!, io sarei stato all'ombra a favorire la digestione, con un bel limoncello...

bel giretto, bei posti!
 
Mett,
quanto mi sarebbe piaciuto, una volta arrivato su, rimanere lì in contemplazione sul panorama che è molto affascinate, entrando nel pieno relax (che ci sta tutto dopo una mangiata come quella) e magari facendomici anche una dormitina....purtroppo era più forte la voglia di non lasciare troppo tempo soli i miei e ho sostato per poco tempo...
 
Corso di Orientamento
Alto Basso