Portare corda nel trekking

salve a tutti vorrei sapere se è consigliabile portare un imbrago, un atc guide, un moschettone è una corda da 35 metri per fare trekking.
 
Penso che sia una cosa molto soggettiva.
Rispondo per quello che è la mia idea:
Non sono in cerca del minor peso possibile... Faccio passeggiate nei boschi non estremamente impegnative. Non vado spesso in alta montagna.
Io mi porto sempre un sacco di attrezzatura perché.... non si sa mai. La vivo così. Parto pronto a tutto, poi magari faccio un sentierino semplice e non mi serve niente se non acqua e panino.
Porto sempre anche una corda; sono circa 18 metri. Mi bastano. Porto anche accessori necessari. L'imbragatura no, ma un altro spezzone di corda per farne una improvvisata.
Non mi serve certo per scalare, ma mi è tornata comoda in alcune occasioni. Quando per esempio, vagabondando verso un punto prestabilito, trovi un punto particolarmente ripido, per non dire un salto di 3 o 4 metri.
In questi casi, per non dover aggirare il tutto e per fare prima, passo la corda intorno ad un albero, mi sistemo e faccio 3 secondi di discesa in corda doppia. Recupero il tutto e proseguo.
Mi è capitato di usarla anche, per sicurezza, in discese nel bosco abbastanza ripide ma soprattutto con fondo molto scivoloso. Dato che l'avevo con me, l'ho usata.
Diciamo la verità, a volte mi ci diverto anche.... Magari non sarebbe necessaria, ma fa parte del mio giocare...
Ieri, a casa, con mia figlia ci arrampicavamo su un albero; corda, imbragatura, grigri e robe varie. Ci siamo divertiti....

Occhio che ci vuole esperienza; non ti improvvisare. Un volo di 3 metri è più che sufficiente per farsi molto male.
L'arrampicata è un'attività delicata; errori banali si pagano cari. Non si può sbagliare.
 
W

Woodvivor

Guest
salve a tutti vorrei sapere se è consigliabile portare un imbrago, un atc guide, un moschettone è una corda da 35 metri per fare trekking.
Secondo la mia esperienza e le mie convinzioni, potrebbe essere consigliabile, utile, importante.
Ma partendo da alcune premesse.... l'aver appreso anticipatamente le varie tecniche basilari per poter usare l'attrezzatura con cognizione di causa, sicurezza e consapevolezza.
Nodi, predisposizioni.... ma anche semplici ragionamenti "...se scendo da lì e capita qualcosa, posso e riesco a ritornare...?".

Quindi si, ma facendo prima un percorso d'apprendimento (che sia da autodidatta con testa e impegno o un corso ufficiale poco importa, basta che sia fatto seguendo i tempi necessari e la costanza richiesta)... che oltre ad essere utile, istruttivo.... può risultare anche piacevole e divertente.

Inoltre parlando di trekking una corda può tornare utile per molte altre cose, chiaramente a dipendenza del tipo di trekking e dal genere di situazioni.


Se poi calcoli che il materiale che hai con te potrebbe servire anche ad altre persone in difficoltà e non solo concernente a te e al tuo gruppo.
Sia il materiale, sia le proprie competenze ampliate più che puoi... possono tornare sicuramente utili ;)
 
Ultima modifica di un moderatore:
salve a tutti vorrei sapere se è consigliabile portare un imbrago, un atc guide, un moschettone è una corda da 35 metri per fare trekking.
Dipende da come interpreti il termine "Trekking"...

Se sai per certo di fare un determinato percorso dove non c'è da arrampicare, mi sembra inutile portare imbrago, moschettoni e corda da 35 metri. Sono più di 30 anni che faccio trekking e non mi sono mai serviti.

Una volta siamo andati a fare una ferrata allora ho portato imbrago, moschettoni e caschetto.
 
È un quesito che mi sto ponendo anche io ultimamente.
Due cose, che hanno detto anche altri:
  1. Se fai percorsi escursionistici (difficoltà T, E o EE) non penso serva; ne ho fatti parecchi e non mi ricordo mai di aver avuto bisogno di una corda
  2. Se fai ferrate o percorsi alpinistici (dove non sia già espressamente consigliata), allora uno spezzone di corda dinamica non sarebbe male avercelo dietro, ti potrebbe togliere d'impaccio in situazioni impreviste (sbagli strada, trovi bagnato, ghiaccio, sei stremato, etc.).
    Ma devi essere ben pratico di manovre di corda, nodi, assicurazione, calate, etc. e avere il necessario per farle.
    Se non hai le competenze ti stai solo portando peso extra a spasso.
Poi si entra nel discordo del tipo (intera, mezza, statica) e della lunghezza (5, 10, 15, 20, etc.), del numero di moschettoni (minimo 3, qualcuno dice anche 5), imbrago si/no, etc.
Tra l'altro ci sono anche imbraghi ultraleggeri, tipo il Camp Alp Racing, che pesano meno di 100 grammi e sono ideali per queste situazioni.

Diciamo per uscite alpinistiche non è una cattiva idea avere: uno spezzone di corda, qualche moschettone (con uno solo fai poco o niente), uno-due cordini/fettucce (con una fettuccia sufficientemente lunga ti puoi fare una specie di imbrago di emergenza).

Ad esempio quando sono salito alla Venezia, avevo i miei 15 metri di mezza dietro, a me non è servita, ma l'ho usata per aiutare due ragazzi a superare il castello finale e poi a calarsi, altrimenti non avrebbero raggiunto la cima.
 
Ultima modifica:
@Matt03

personalmente NO, semplicemente perchè odio portare roba inutile se vado a camminare

se vado a fare un'alta via invece posso portare 20m di cordino dell'8, un moschettone, un discensore e un anello di fettuccia se non sono previste ferrate o arrampicate

imbrago corde ed altro sono per queste, ma ormai non mi lego più, so vecc ;):):biggrin:
 
La mia pillola di "saggezza"....
portare o no la corda: Dipende... dipende se sono solo, dipende dalla descrizione dell'itinerario, dipende dalle persone che vengono con me, dipende dalla stagione. In linea di massima se un percorso è E, non c'è bisogno di nulla. Se è EE o EEA e sono in compagnia di persone poco esperte posso decidere di portare con me 30 metri di mezza corda da 7.5 mm (tipica corda dinamica da sci-alpinismo o da ghiacciaio, peso circa 1 kg), 4 moschettoni a ghiera, una piastrina GiGi e due kevlar da 3 metri per restare entro 1,5 kg di peso aggiuntivo. Naturalmente la mezza corda serve per assicurare chi mi segue e se devo calarmi mi permette di fare una doppia da 15 metri che per un prcorso EE sono tanti.
Se è un EEA con ferrata: imbrago, autoassicurazione con dissipatore e casco.

PS: naturalmente, come detto da altri, queste cose bisogna saperle usare bene, altrimenti diventano una trappola
 
Ultima modifica:
Se so di dover fare tratti alpinistici dove ci sono calate corte , porto un imbrago da scialpinismo ( chiuso è come un pugno ) e 20 mt di cordino del 5.5 e la piastrina
 
Conosco guide che per calare rapidamente i clienti portano 150-160 metri di Kevlar da 6 mm e li usano con le piastrine apposite perchè quelle standard sono insicure con cordini così sottili. Ovviamente il costo è notevole ma dato che sono per uso professionale ci sta
 
Conosco guide che per calare rapidamente i clienti portano 150-160 metri di Kevlar da 6 mm e li usano con le piastrine apposite perchè quelle standard sono insicure con cordini così sottili. Ovviamente il costo è notevole ma dato che sono per uso professionale ci sta
160 mt ? Minchia e da dove li calano ? Sarà 60 mt
 
Dipende da come interpreti il termine "Trekking"...

Se sai per certo di fare un determinato percorso dove non c'è da arrampicare, mi sembra inutile portare imbrago, moschettoni e corda da 35 metri. Sono più di 30 anni che faccio trekking e non mi sono mai serviti.

Una volta siamo andati a fare una ferrata allora ho portato imbrago, moschettoni e caschetto.
Sono d'accordo con @Wombat: se il tuo percorso (che avrai ben studiato in precedenza) non prevede arrampicata o ferrata mi sembra un inutile ingombro portare imbrago, moschettoni e corda.
Potrebbe invece essere utile avere il caschetto, specie se vai in posti rocciosi e franosi.
 
160 mt ? Minchia e da dove li calano ? Sarà 60 mt
No no, calate da 80 metri. Se è una calata sulla verticale, magari su terreno non particolarmente difficile tipo le vie classiche le soste sono a circa 40 metri, con 80 metri ne fai una ogni due e sei molto più veloce. In soccorso se necessario si possono fare calate molto lunghe per lo stesso motivo, anche 100 metri su corda statica. Personalmente in arrampicata io ne ho fatte da circa 50 metri quasi tutti nel vuoto (per esempio in discesa dalla Torre di Falzarego dalla cima ti calavi con una sola doppia di circa 50 metri a un forcellino da cui per sfasciumi tornavi all'attacco)
 
Mah...c' é di tutto un po'.
A parere mio....per diletto e gioco ognuno ha gusti e modi diversi, per lavoro è altra cosa.
Quando esco con amici a fare escursioni o giornate nei boschi mi porto del paracord o 15mt di statica da 6mm in kevlar giusto per...

Se invece devo fare uscite come assistenza (soccorritore) allora è diverso.

Dipende da dove vai,che fai, quali competenze hai ( mi é capitato di vedere cose indicibili... ) .
Difficile dare un parere. Di certo per uscite ludiche non mi porto troppo ingombro e peso tra corda e moschettoni.
Anche la scelta stessa della corda varia a seconda di quello che devi fare...
Comunque se vuoi portarti qualcosa ,a parere mio, basta una fettuccia da alpinismo da usare come imbrago ,
un po' di corda statica e leggera, due moschettoni e se proprio...uno in più e piastra GiGi.

Ma sono solo pareri eh ;) anch'io sono sempre pronto ad imparare e ascoltare i consigli di chi ha già fatto le cose e non ha messo a rischio nulla .
 

Discussioni simili



Alto Basso