Posizionamento tenda

Al e a tutti, ho da poco acquistato una Force 2 della Ferrino, utilizzo in ambiente appenninico Toscoemiliano per bivacco tenda to. Sino adesso ho avuto tende con una sola entrata ed era intuitivo il posizionamento rispetto al vento. La geometria della Force 2 mi spiazza. Come la posizionereste rispetto al vento? Un grazie per i vostri consigli.
 
Ultima modifica di un moderatore:
di solito si mette le entrate parallele al vento con direzione del vento verso il lato piu' basso ( sempre se c'è ) .
io nell'Appennino tosco emiliano tento di mettere la tenda verso il libeccio che è il vento piu' comune ...
devo dire che spesso il vento gira e sei da capo.

morale : trovare l'equazione tra terreno piatto , asciutto , senza sassi , con direzione verso il vento , è sempre un terno al lotto .
l'importante è tendere sempre al massimo e al limite aumentare i tiranti e picchetti.
 
Pianto tende dal 1975...Devo dire la verità: mai pensato al vento..... :help:
Non vorrei demoralizzare qualcuno, ma a meno che non siate a 7500 mslm e i venti prevalenti sono costanti da qualche eone, mi sa un pò di s**a mentale...
Se la tenda è piantata bene, deve tenere a tutti i venti, dovunque.
Preferisco mille volte controllare il terreno, l'assetto, il piano, che decidere in base al vento...
Il mo cent, ovviamente...
 
di solito si mette le entrate parallele al vento con direzione del vento verso il lato piu' basso ( sempre se c'è ) .
io nell'Appennino tosco emiliano tento di mettere la tenda verso il libeccio che è il vento piu' comune ...
devo dire che spesso il vento gira e sei da capo.

morale : trovare l'equazione tra terreno piatto , asciutto , senza sassi , con direzione verso il vento , è sempre un terno al lotto .
l'importante è tendere sempre al massimo e al limite aumentare i tiranti e picchetti.
Grazie per la conferma.
 
Pianto tende dal 1975...Devo dire la verità: mai pensato al vento..... :help:
Concordo, la cosa principale è il terreno e l'ambiente strettamente circostante.

Poi, come è stato già detto, il vento gira... :biggrin:

Una volta, ma eravamo su di un crinale, il vento era talmente forte che piegava i pali in vetroresina della tenda ed il telo mi finiva (anzi ci finiva, eravamo in due) costantemente sulla faccia :wall:, abbiamo dormito poco e male
:poke:


Non credo che quella notte ci fosse orientamento della tenda che potesse fare differenza.
 
A questo punto vorrei fare una precisazione : quando monto la tenda, dopo aver scelto il posto, aver rispettato tutti i crismi relativi a tiranti, picchetti etc mi piacerebbe anche tenere conto della direzione del vento.Può cambiare è vero ma non lo posso sapere. Intanto la monto in maniera giusta. La mia domanda era solo quella. La risposta che cercavo è come quella di Lastprince .
Ringrazio comunque tutti.
 
Fai benissimo a posizionare la tenda considerando il vento, a maggior ragione se sei in una regione dove conosci i venti più frequenti. Posizionare una tenda mono ingresso con questo a favore di vento vuol dire rischiare di vedersela sradicare dal terreno. Considera che a volte il vento ti può aiutare nel montaggio, bene lo sanno i tecnici della hilleberg, che montano le loro lunghe tende a tunnel in linea col vento facendosi aiutare da questo, trovi i video sul tubo.
Inoltre non è necessario andare a 7000 metri per trovare vento forte, qui in Liguria a 1000 metri il vento può arrivare a 140Km orari.
 
In Piemonte l'anno scorso abbiamo registrato vento a 200 Km/h e in Valsusa venti a 50 Km/h sono abbastanza frequenti, in media valle ci sono anche le pale eoliche... Poi mi entrano in soggiorno :ka:
 
La geometria della Force 2 mi spiazza. Come la posizionereste rispetto al vento? Un grazie per i vostri consigli.
A livello di principio, io la posizionerei con la parte più larga contro il vento, così che la parte fissa dell'ingresso resti a fare da scudo all'apertura di entrambi gli ingressi. In questo modo avrai una protezione discreta e potrai entrare e uscire da entrambi i lati con un po' di attenzione. L'alternativa è mettere un ingresso contro vento ed usare l'altro opposto sottovento per entrare e uscire: soluzione più scomoda perchè ti lascia solo un ingresso, ma molto meglio protetto.
Però, come ti han detto, i venti non sono stabili e, salvo che tu non sia dentro una valle stretta, è probabile che girino nel corso della notte.
Io in montagna pianto sempre le controventature: ci metti pochissimo tempo in più rispetto al non farlo ma, se poi si alza un bel vento, ti risparmi l'immane seccatura di doverti alzare di notte o, quantomeno, di dover sopportare i rumori degli scuotimenti dei teli.
 
Potrebbe sembrare banale ma senza avere nozioni specifiche (non le ho) mi sembra che, al contrario, questa tenda sia abbastanza “parlante” su come debba essere posizionata: testa controvento. Me lo suggeriscono le aperture simmetriche e non specchiate che quindi sarebbero entrambe protette come detto da @Herr, ma anche la camera interna con meno zanzariera proprio nella zona testa ad offrire maggior protezione dagli spifferi sul lato più esposto.
 
anche attenzione al terreno.....molti (molti!) anni fa un amico andò in campeggio per essere nella stessa cittadina di una fanciulla. Arrivato, il camping era affollato, salvo una zona completamente libera. Piantò la tenda e corse dalla Signorina. Ovviamente temporale; al ritorno, a tarda ora, scoprì che si vedevano solo le sommità dei pali della canadese....il resto sott'acqua
 
Io comunque tendo sempre a mettere il retro della tenda (se la geometria della tenda lo favorisce) sopravento. In generale diminuisce di molto la rumorosità.
Altro fattore importante, con l'apertura sopravento il rischio di fare effetto paracadute quando si entra e si esce è abbondante.
 
Lll
A livello di principio, io la posizionerei con la parte più larga contro il vento, così che la parte fissa dell'ingresso resti a fare da scudo all'apertura di entrambi gli ingressi. In questo modo avrai una protezione discreta e potrai entrare e uscire da entrambi i lati con un po' di attenzione. L'alternativa è mettere un ingresso contro vento ed usare l'altro opposto sottovento per entrare e uscire: soluzione più scomoda perchè ti lascia solo un ingresso, ma molto meglio protetto.
Però, come ti han detto, i venti non sono stabili e, salvo che tu non sia dentro una valle stretta, è probabile che girino nel corso della notte.
Io in montagna pianto sempre le controventature: ci metti pochissimo tempo in più rispetto al non farlo ma, se poi si alza un bel vento, ti risparmi l'immane seccatura di doverti alzare di notte o, quantomeno, di dover sopportare i rumori degli scuotimenti dei teli.
--- Aggiornamento ---

Ciao @Herr sono appena tornato da un paio di giorni in Appennino Pratese (prima volta in uscita dopo tantissimi anni e con la nuona Force2) , la tenda è ben fatta e sono rimasto soddisfatto dell'acquisto. Volevo chiederti ma solo per pura curiosità :se mi dovessi trovare nel bisogno di avere una buona controventatura oltre quella di serie, riterresti velido acquistare quelle clips che servono per agganciare la tenda alla paleria esterna e collegarvi un tenditori? O stravolgerei l'architettura originale?
 
Ultima modifica:
se mi dovessi trovare nel bisogno di avere una buona controventatura oltre quella di serie, riterresti velido acquistare quelle clips che servono per agganciare la tenda alla paleria esterna e collegarvi un tenditori? O stravolgerei l'architettura originale?
Ciao! Aggiungere controventature in linea di principio va sempre bene, però bisogna vedere la concreta fattibilità: infatti, le clip sicuramente si aggancerebbero al palo, ma scorrerebbero lungo questo (verosimilmente verso il basso), fermandosi solo a ridosso della prima clip che trovano di quelle che agganciano il sovratelo alla paleria. Non che la cosa mi faccia pensare a problemi, però bisognerebbe vedere come si comportano il telo ed il palo.
 
Ciao! Aggiungere controventature in linea di principio va sempre bene, però bisogna vedere la concreta fattibilità: infatti, le clip sicuramente si aggancerebbero al palo, ma scorrerebbero lungo questo (verosimilmente verso il basso), fermandosi solo a ridosso della prima clip che trovano di quelle che agganciano il sovratelo alla paleria. Non che la cosa mi faccia pensare a problemi, però bisognerebbe vedere come si comportano il telo ed il palo.
Grazie, preciso come sempre. Un saluto.
 
anche attenzione al terreno.....molti (molti!) anni fa un amico andò in campeggio per essere nella stessa cittadina di una fanciulla. Arrivato, il camping era affollato, salvo una zona completamente libera. Piantò la tenda e corse dalla Signorina. Ovviamente temporale; al ritorno, a tarda ora, scoprì che si vedevano solo le sommità dei pali della canadese....il resto sott'acqua
..... "un amico"...... :poke:
 
Anche secondo me la prima preoccupazione è su come posizionare al meglio la tenda rispetto al terreno e subito dopo rispetto al vento.
Ho fatto una nottata in un boschetto abbastanza vergine di proprietà di un amico in zona Este la notte scorsa, lui in tenda e io con il Tarp. Purtroppo non ho fatto bene attenzione alle formiche e credo proprio di essermi messo sopra casa loro tant'è che dopo un'oretta mi sono ritrovato in mezzo a tante di quelle formiche che non avrei mai potuto contare. Dopo essermi tolto dai vestiti e dal corpo le formiche, ho attuato il piano B .... l'amaca, che mi ha cullato fino al mattino.
 

Discussioni simili


Alto Basso