Posti per vivere serenamente

Secondo voi quali sono i paesi di montagna in italia dover si può ancora vivere tranquilli e sereni. voi dove andreste ad esempio in Piemonte, Abruzzo, Toscana o dove???
 
io faccio il tifo per il piemonte :) , è ricco di vallate dove la tranquillità è addirittura fin troppa, val grande, val d'ala (giusto per citarne due a caso).
oppure rinunci a "troppa" tranquillità e ti avvicini alla città, io ad esempio abito ad avigliana, lì ho tutto, dai laghi in un parco naturale ai 3500metri del rocciamelone che mi fanno ombra, ho la stazione e l'autostrada abbastanza vicine che mi permettono da recarmi in città al lavoro in maniera facile, biblioteca, scuole, supermercati e discoteche, insomma, col vivere in tranquillità ci metto anche quella serie di servizi che in qualche maniera ti facilitano la vita soprattutto se hai figli.
a tre ore di macchina ho i ghiacciai della valle d'aosta, e sempre a tre ore di macchina ho la liguria col suo mare.
ho il bosco dietro casa (e pure i lupi), l'ambiente è ancora predominante grazie anche ad una buona gestione comunale, qui trovi la mattina il riccone col cayenne che deve fare zig zag in mezzo alla strada invasa dalle mucche, se becchi la casa con la stalla del vicino affianco la mattina senti puzza di cacca, a volte non è il massimo.
le case in vendita (care) a volte hanno l'orto e il frutteto.
non è assolutamente caotica, se sei abituato a milano qui è completamente diversa la vita, conta circa 13000 abitanti e alle 10 di sera le strade sono deserte. in compenso non ci sono al momento evidenti segni di criminalità o cose simili, le mie figlie a 10 anni escono di pomeriggio con le amichette, e a scuola ci vanno sempre da sole a piedi (in città sinceramente avrei qualche patema in più).
ci si conosce tutti anche se da un pò di tempo sono tanti coloro che hanno rinunciato al mito del "centro città" per venire da queste parti.
insomma, la pace e la tranquillità non la trovi solo a fare l'eremita sui monti, basta secondo me allontanarsi una trentina di km dalle città per ritrovare una vita migliore sicuramente più a misura d'uomo.
 
Io son Toscano e sto In piemonte; a prescindere dal posto credo che sia la testa il primo luogo dove ricercare tranquillità, altrimenti non c'è luogo che tenga...detto ciò come dicevo io abito in Piemonte, alta valle di Susa, e ci sto bene. Sempre in Piemonte mi piace molto la Val di Viù. Riguardo la Toscana...prima o poi mi trasferirò sulle Apuane...
 
Secondo voi quali sono i paesi di montagna in italia dover si può ancora vivere tranquilli e sereni. voi dove andreste ad esempio in Piemonte, Abruzzo, Toscana o dove???
Io , da 3 anni, vivo sull'Apennino tosco-emiliano. Qui ci sono ancora piccole scuole di montagna (per chi ha bambini), casolari abbandonati(in vendita per veramente pochi soldi) e case abitabili con terreno( come quella in cui vivo io), a soli 200 euro al mese:sleep:. Conosco persone che non pagano neppure niente di affitto perché offrono qualche ora di lavoro per il mantenimento della casa e del terreno circostante: sono tutte seconde case (costruite negli anni '70) di bolognesi che ormai sono anziani.....:gover:E' incredibile di quante ce ne siano...!!! Piccole vallate stupende ma anche cime di crinali con vista mozzafiato! Il tutto solo ad un'ora di treno da Bologna(per chi ha figli grandi che vanno all'Università. Comunque anche i licei sono ben collegati dai mezzi pubblici con paesoni distanti una decina di km) ! Dai, venite a farmi compagnia:) ! Io , da ex cittadina , ora semi-eremita, confesso che mi manca un po' la presenza di "simili" che non siano solo ex montanari col sogno della villa e della macchina bella:puah:! Ho tanta compagnia di animali selvatici : arrivano proprio fin sotto casa ! Con loro ci parlo volentieri, il problema è che non rispondono ma se ne vanno subito:lol:, a parte il lupo che è rimasto un paio di minuti a fissarmi:mumble: !
I posti di cui vi parlo, si trovano nei comuni di Camugnano, Castel di Casio e Gaggio Montano.
Vi apetto !

P.S. Sono disponibile a progetti di condivisione (acquisto grande casa/terreno divisibile; costruzioni alternative al cemento; orto bio; impianti energia alternativa) NO VITA COMUNITARIA:wall: ma rapporti di buon vicinato!:si:
 
in genere molti paesi di provincia fanno la loro parte,diciamo qualunque cosa situato sopra 300 m slm e con 3000/5000 abitanti ben distribuiti su territori ragionevolmente grandi.
Ho visto portare via a 18 mila euro appartamenti e a 30 mila E case complete ,il grosso problema della città è che troppa,troppa gente in poco spazio
 
Ciao
Io , da 3 anni, vivo sull'Apennino tosco-emiliano. Qui ci sono ancora piccole scuole di montagna (per chi ha bambini), casolari abbandonati(in vendita per veramente pochi soldi) e case abitabili con terreno( come quella in cui vivo io), a soli 200 euro al mese:sleep:. Conosco persone che non pagano neppure niente di affitto perché offrono qualche ora di lavoro per il mantenimento della casa e del terreno circostante: sono tutte seconde case (costruite negli anni '70) di bolognesi che ormai sono anziani.....:gover:E' incredibile di quante ce ne siano...!!! Piccole vallate stupende ma anche cime di crinali con vista mozzafiato! Il tutto solo ad un'ora di treno da Bologna(per chi ha figli grandi che vanno all'Università. Comunque anche i licei sono ben collegati dai mezzi pubblici con paesoni distanti una decina di km) ! Dai, venite a farmi compagnia:) ! Io , da ex cittadina , ora semi-eremita, confesso che mi manca un po' la presenza di "simili" che non siano solo ex montanari col sogno della villa e della macchina bella:puah:! Ho tanta compagnia di animali selvatici : arrivano proprio fin sotto casa ! Con loro ci parlo volentieri, il problema è che non rispondono ma se ne vanno subito:lol:, a parte il lupo che è rimasto un paio di minuti a fissarmi:mumble: !
I posti di cui vi parlo, si trovano nei comuni di Camugnano, Castel di Casio e Gaggio Montano.
Vi apetto !

P.S. Sono disponibile a progetti di condivisione (acquisto grande casa/terreno divisibile; costruzioni alternative al cemento; orto bio; impianti energia alternativa) NO VITA COMUNITARIA:wall: ma rapporti di buon vicinato!:si:

Ciao Selva, una curiosità ma come campi che lavoro fai?
 
alto vicentino, alto veronese e trevisano, bellunese escluso la zona dell'alpago. anche alcune zone interne dei berici. oppure isole minori della laguna, centri piccoli del polesine, centri minori vicino alle coste venete evitando le localita' turistiche
 
Ciao



Ciao Selva, una curiosità ma come campi che lavoro fai?
Io sono dipendente statale ( sono fortunatissima, lo so), faccio l'insegnante. Altrimenti, lo so, qui è dura/impossibile trovar lavoro , a meno che uno non sia infermiere, medico o abbia una piccola rendita che gli possa permettere di vivere in quasi autosufficienza (orto etc). So che ci sono dei fondi europei per "Rivivere l'Appennino" per giovani entro 40 anni di età, per avviare un'attività oltre i 600 metri s.l.m. Ho conosciuto qualcuno che ne ha usufruito. Il problema, a loro dire, è che il governo sembra faccia di tutto per rovinare l'agricoltura italiana. C'è chi ha usufruito dei fondi per attività diverse da quelle agricole, ma non li conosco, non so come vadano . Ciao.Auguri !
 
Simpatiche storie su una concezione di vita - e soprattutto del piacere di vivere - austera, quasi penitenziale.

Se per ogni dieci anziani che se ne vanno a vivere in Portogallo (o chissà dove) per non pagare le tasse ed usufruire di piacevolezze consumistiche come ristoranti a prezzi (per un pensionato italico) stracciati ce ne fosse uno che riscopre questi borghi non ci sarebbero più in Italia paradisi spopolati.

Purtroppo che ci governa rifiuta ideologicamente una visione basata sugli interessi della comunità: basterebbe in fondo trattenere le tasse nel luogo dove il reddito è prodotto (quindi, per le pensioni, in Italia) ed impegnare una frazione di quelle risorse per incoraggiare uno stile di vita più dignitoso nell'ambito delle nostre bellissime lande spopolate.
 
giusto!
basterebbe applicare la stessa tassazione agevolata che usufruiscono i nostri pensionati all'estero, a quelli che vanno a risiedere in borghi spopolati, e si avrebbe la rivitalizzazione di tali borghi nonchè l'IVA che continuerebbero a pagare qui anzichè all'estero!
 
Ma un anziano non può andare a vivere in un borgo spopolato.Certo bisogna capire che cosa si intende per anziano. Perchè di solito l'anziano ha bisogno di farmacie,negozi a portata di mano, quindi una certa assistenza o almeno di una certa accessibilità e presenza di servizi. Poi ci vuole un anziano ricco,perchè le case dei borghi spopolati sono spesso fatiscenti e quindi ci vogliono soldi per le ristrutturazioni,riscaldamento,scale sicure ecc.Debbono essere anziani in gradi di guidare ecc.Non parlo certo di persone proprio decrepite,ma comunque sempre di anziani si parla e ben pochi poi amano la solitudine e la contemplazione della natura,ma amano il contatto umano e pure una certa vitale confusione, chi a sempre vissuto in città non credo che in età possa cambiare cosi radicalmente..Il pensionato che va all'estero è perchè appunto trova tutto bello che fatto ed efficiente a portata della sua pensione e parliamo sempre di pensioni che non sono gli 800 0 i 1000 euro quindi penso che pochi avrebbero la vocazione pionieristica.E poi quanti amerebbero andare a vivere gli ultimi anni in una specie di centro anziani per di più isolato cosicchè i parenti giovani renderebbero ancora più rare le visite.
 
Io , da 3 anni, vivo sull'Apennino tosco-emiliano. Qui ci sono ancora piccole scuole di montagna (per chi ha bambini), casolari abbandonati(in vendita per veramente pochi soldi) e case abitabili con terreno( come quella in cui vivo io), a soli 200 euro al mese:sleep:. Conosco persone che non pagano neppure niente di affitto perché offrono qualche ora di lavoro per il mantenimento della casa e del terreno circostante: sono tutte seconde case (costruite negli anni '70) di bolognesi che ormai sono anziani.....:gover:E' incredibile di quante ce ne siano...!!! Piccole vallate stupende ma anche cime di crinali con vista mozzafiato! Il tutto solo ad un'ora di treno da Bologna(per chi ha figli grandi che vanno all'Università. Comunque anche i licei sono ben collegati dai mezzi pubblici con paesoni distanti una decina di km) ! Dai, venite a farmi compagnia:) ! Io , da ex cittadina , ora semi-eremita, confesso che mi manca un po' la presenza di "simili" che non siano solo ex montanari col sogno della villa e della macchina bella:puah:! Ho tanta compagnia di animali selvatici : arrivano proprio fin sotto casa ! Con loro ci parlo volentieri, il problema è che non rispondono ma se ne vanno subito:lol:, a parte il lupo che è rimasto un paio di minuti a fissarmi:mumble: !
I posti di cui vi parlo, si trovano nei comuni di Camugnano, Castel di Casio e Gaggio Montano.
Vi apetto !

P.S. Sono disponibile a progetti di condivisione (acquisto grande casa/terreno divisibile; costruzioni alternative al cemento; orto bio; impianti energia alternativa) NO VITA COMUNITARIA:wall: ma rapporti di buon vicinato!:si:
Buon giorno Selva, molto interessante!!!
E' un pò il mio sogno vivere in montagna e leggendo il suo post mi è davvero venuta voglia di intraprendere questo percorso. Mi piacerebbe rimanere in contatto con lei e magari avere suggerimenti utili
 
Non vorrei smontare nessuno, ma io ho sempre pensato: "belle le montagne, peccato che siano abitate da montanari"!

Mi spiego meglio. Le piccole comunità sono claustrofobiche e dopo un po' non ci si sopporta più. Quindi: questioni banali che sfociano in decenni di dispetti quotidiani.

E poi, diciamolo: scomodo, vivere in un paesino di montagna. Per ogni sciocchezza ci vuole la macchina e mezz'ora od un'ora di strada. Essendo in buona salute, naturalmente. Perché se si ha un qualche malanno che richiede di frequentare spesso ambiti sanitari, sono problemi.

Le montagne? Ci vado quando sto bene e ne ho voglia. Per tutto il resto, viva la città. Dove sono libero di vivere la mia vita senza ficcanaso o conflitti particolari.
 
Noi abbiamo un tabia' nella zona dell'agordino sopra Belluno in Veneto in un piccolissimo sobborgo con una cinquantina di abitanti. Figurati che c'è soltanto un piccolo spaccio dove fare provviste alimentari e tutto il resto altrimenti devi fare vari km in macchina per raggiungere cittadine più grandi come Agordo o Falcade. La tranquillita' e' assicurata. Fuori di casa la notte siamo pieni di cervi che girano per i prati e saccheggiano gli orti non protetti, e tassi e volpi che rovesciano i bidoni dell'umido.
Adesso ci passo solo poco tempo in estate o le vacanze di Natale ma quando saro' abbastanza vecchio da non dovere più lavorare mi piacerebbe passarci dalla primavera fino all'autunno
 

Discussioni simili



Alto Basso