Recensione POWERFILM LightSaver Max Portable Solar Charger

#1
R E C E N S I O N E
POWERFILM LightSaver Max

Portable Solar Charger

P1040026.JPG

Giovaniiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!! rullo di tamburi e cori di trombe! oggi vi parlo di un giocattolino per noi bestie da avventure che spara in gola un'acquolina insaziabile!

è un powerbank bello capiente con un pannello solare enorme… che si arrotola e diventa piccolissimo…. non patisce le intemperie… e spara energia per tutti i vostri tecnoaccrocchi!....

partiamo dalle info tecniche di base

PESO: 752 g (da bilancia)
DIMENSIONI CHIUSO: 35 x 6 x 4 cm
LUNGHEZZA SROTOLATO: 89 cm
BATTERIA INTERNA: 18000 mAh IONI DI LITIO
ENTRATE: USB-C / 12V
USCITE: 2 USB da 2.5A - 5 V
1 jack da 5.0A - 12 V
PANNELLO: 4 moduli powerfilm rollabili


la BATTERIA:
cosa ci facciamo con 18.000 mah? un telefono come il mio ha una batteria da 5000 mah considerando che lo si ricarica quando arriva sul 15 % significa poterlo ricaricare completamente 4 volte..
una torcia frontale che garantisce molte molte ore di luce intensa ha in genere una batteria litio da 3400 mah di quelle 18650 e quindi potrete ricaricarla ben 6 volte
Ultimamente ho partecipato a una spedizione selvaggia di 8 persone e 4 tende per un totale di 9 giorni, abbiamo beccato solo 2 giornate di pioggia.. per il resto il pannello ha lavorato dando energia sufficiente a tutto il gruppo… alla sera e durante il giorno si caricava tutto il possibile in modo da sfruttare le ore di sole a pieno! tenere a bada 8 torce, due macchine fotografiche, un telefono sempre in funzione mentre un altro adibito a gps non è poco!!

IL TEST del PANNELLO:
Dire che fa il suo dovere è dire poco, carica al sole con una velocità di circa 2200 mAh.. non è il suo valore di picco (che è circa 3000 mAh).. ma se considerate l'esposizione poco ottimale durante l'arco della giornata tra zaino e soste… è un valore medio concreto su cui fare affidamento nelle stime dei tempi di ricarica… con cielo nuvolosetto invece secondo i miei test il rendimento cala e si parla di 3-400 mAh circa… a seconda della copertura grigia che ci troviamo!

Al sole queste celle assumono una colorazione sfumata che dal blu al violaceo, molto particolare da vedere, sembra un oggetto del futuro.. un telo flessibile come la stoffa che produce energia.. in una parola...WOW..!


DSC06653.JPG
(naturalmente è water resistant!!!! ;) )

i miei test sono stati condotti con cronometro alla mano e partendo da batteria piena ho ciucciato una quantità nota dal pannello e poi ho visto in quanto si ricaricava.. deducendo quindi di conseguenza i mAh forniti dal pannello nelle varie situazioni mentre i tempi di ricarica completa sono test realmente condotti portando la batteria a 1 tacca=10%!

numeri per una carica completa:
N.B. i testi cominciano la mattina con il sole delle 7..8 .. angolo e potenza del sole cambiano durante la giornata, quindi non vi parlo di ore di sole pieno.. che avremo solo a mezzogiorno… ma ore reali.. di utilizzo pratico da mattino a sera

- giornata sole pieno, pannello a terra, orientato durante la giornata: 7 ore e 20 minuti (test condotto sul balcone in casa)

- condizione tipica: giornata di sole pieno in montagna, con 5 ore di cammino e pannello sullo zaino e restanti fasi di sosta con pannello piatto a terra, ambiente in quota senza alberi: 10-11 ore ossia per una carica completa in una giornata estiva.. si riesce ad avere la batteria full a fine serata

- giornata di sole, pannello sul balcone, appeso in verticale a muro perennemente in OMBRA : 3... 3,5 giorni di luce estiva

- giornata nuvolosa, pannello esposto e orientato: 5-6 giornate estive


DSC06604.JPG

il pannello è estremamente flessibile e pratico, si attacca facilmente allo zaino attraverso gli attacchi occhiellati e i gancetti sul corpo solido, consiglio di procurarvi dei moschettoncini che non sono inclusi semplificano la vita rispetto ai nodi!!
una volta arrotolato entra nello zaino e al contrario dei pannelli rigidi o semiflessibili non correrete assolutamente il rischio di romperlo o piegarlo!! occupa pochissimo spazio e la forma è ideale per essere riposto in verticale.



PORTE E PULSANTI

su una delle due testate insieme agli ingressi per la ricarica usb-C e 12 volt è presente un indicatore diviso in 10 led… ognuno rappresenta un 10% di carica, in questo modo è facile e preciso capire di quanta autonomia ancora disponiamo … sempre sullo stesso lato è presente un pulsantino per la gestione del powerbank

DSC06668.JPG


Sul lato opposto, il lato delle uscite, oltre alle due porte usb e all'uscita 12 volt troviamo una torcia.
La gestione di torcia e uscite avviene attraverso il piccolo pulsantino lato input

la carica si attiva automaticamente con il sole, non dobbiamo fare nulla.. invece per la gestione delle porte è molto semplice:

con 1 clic attiviamo la corrente sulle porte usb e 12 V (un led verde si accende vicino alle porte usb per segnalarci che sono attive) e contemporaneamente per un breve periodo si attiva l'indicatore di livello batteria
con 1 clic lungo disattiviamo le porte
2 clic rapidi attivano la torcia in potenza max (non ho valori ma credo siamo sui 100 lumen)
altri 2 clic rapidi passano la torcia in modalità basso consumo credo intorno a 10 20 lumen
altri 2 clic la spengono

DSC06669.JPG


ingressi e uscite sono ben protetti da acqua e polvere attraverso due tappi di solida plastica trasparente assicurati con un laccetto contro la perdita accidentale!!!

P1030996.JPG

N.B la carica funziona anche mentre il pannello solare è attivo, quindi potete sfruttare il sole in diretta!!



DSC06494.JPG




sito produttore:
https://www.powerfilmsolar.com/products/lightsaver/lightsaver-max-portable-solar-charger

io dopo varie ricerche l'ho acquistato qui:
http://www.solarbag-shop.de/lightsaver-max-rollbares-solarmodul-mit-akku-usb-12v.html
che è un sito tedesco, quindi si saltano i rischi dogana dall'america ;)

Un'ottima soluzione green anche per la vita di tutti i giorni… per dimenticarsi della spina di casa e provare il piacere dell'indipendenza!
inoltre le batterie di telefonini e torce sono più contente e durano di più se vengono caricate da una vera corrente continua.. che non è certo quella che esce dal trasformatorino di casa che raddrizza la corrente alternata ma non produce una vera e propria corrente continua!!



4.JPG

1.JPG
 

Ultima modifica:
#9
Grazie per la recensione, è un prodotto bello esteticamente e anche scenografico visto che il pannello si srotola. Il suo lato positivo è senza dubbio la compattezza, il peso per forza di cose non poteva essere inferiore. Io però non me lo comprerei mai.
Metti caso che si danneggia il pannello o un cavo che alimenta la batteria hai buttato 350 euro visto che poi diventerebbe soltanto un grosso ed ingombrante powerbank da 18.000 mAh. Quelli normali son più compatti.
La vita media di un powerbank inoltre è di circa 2 anni (tempo in cui le prestazioni sono ancora accettabili), poi cominciano a dare problemi o a durare meno. Questo è un "difetto" delle celle agli ioni di litio che si deteriorano con il passare del tempo anche se non vengono usate e, con il calore, il loro deterioramento aumenta.
Secondo me la cosa migliore è acquistare un pannello solare (da 20W minimo e che abbia 2 o 3 uscite) e affiancarlo ad un powerbank da 20.000 mAh (di buona qualità e che abbia 2 ingressi) collegandoli poi usando dei cavi da 2 3 metri (sempre di buona qualità) in modo tale da poter caricare il powerbank all'ombra lontano dal calore del sole, cos' facendo diminuisce lo stress sulle batterie. Alla fine si avrà una resa molto simile al powerfilm con una spesa totale approssimativa di 100 euro. In più hai la comodità che se si rompe uno degli oggetti puoi sostituirlo senza tanti problemi e puoi continuare ad usare il resto. Il tutto ovviamente IMHO :si:
 
#11
Grazie per la risposta molto completa. Al di là delle questioni di prezzo, con la tua soluzione come la mettiamo col fattore peso?
un pannello solare da 20w in media pesa 550g, quello che ho io pesa 510g e ha 3 pannelli. Il powerbank dipende da quello che scegli, quello mio da 20.000 mAh (2 ingressi e 3 uscite) pesa 380g.
Prima ho dimenticato di dire che si deve considerare l'effetto Joule che in pratica fà disperdere parte (circa il 30%) della corrente immagazzinata. Ti faccio un esempio pratico, il mio powerbank da 10.000 mAh dovrebbe ricaricare 3 volte il mio telefono da 3000 mAh ma invece no. Partendo dal 5/7% di carica residua ho ricaricato il telefono 2 volte e mezzo. ;)
 
#12
costosetto, ma avrebbe le sue implicazioni interessanti. probabilmente tra un paio di anni i prezzi caleranno molto e, nel giro di un decennio, tutti ne avremo uno preso in un china shop a pochi euro :D
 
#13
un pannello solare da 20w in media pesa 550g, quello che ho io pesa 510g e ha 3 pannelli. Il powerbank dipende da quello che scegli, quello mio da 20.000 mAh (2 ingressi e 3 uscite) pesa 380g.
Prima ho dimenticato di dire che si deve considerare l'effetto Joule che in pratica fà disperdere parte (circa il 30%) della corrente immagazzinata. Ti faccio un esempio pratico, il mio powerbank da 10.000 mAh dovrebbe ricaricare 3 volte il mio telefono da 3000 mAh ma invece no. Partendo dal 5/7% di carica residua ho ricaricato il telefono 2 volte e mezzo. ;)
è un prodotto molto particolare! il pannello è molto grande e al tempo stesso compatto e "leggero"... è vero che costa un po… ma di contro c'è un altissima qualità
una cosa importante che non ho detto nella recensione.. la metto in grassetto per darle un po di risalto:
il pannello nel suo totale è composto da tante celle, se una delle celle si danneggia il pannello produrrà un pochino meno.. ma non produrrà zero!.. in funzione del livello di danneggiamento ci sarà una riduzione percentuale… e in ogni caso vi assicuro che danneggiarlo è davvero difficile.. il pannello può essere calpestato senza che subisca danni…

sul discorso durata powerbank.. è una batteria e in quanto tale deperisce… è una giusta osservazione.. invece il pannello no… però il deperimento delle celle litio cinesi.. non è il deperimento delle celle di qualità che monta questa azienda che è il top come qualità… vi farò sapere magari a distanza di un anno… come va… ma in linea generale si può parlare di una perdita di capacità dell'ordine del 5% anno
 
#14
prodotto sicuramente interessante, ma imho dal prezzo troppo elevato.
per ora preferisco i classici richiubili con powerbank a parte (ove inserisco le 18650 che piu mi par e piace)

grazie della recensione e delle belle foto
 
#15
è un prodotto molto particolare! il pannello è molto grande e al tempo stesso compatto e "leggero"... è vero che costa un po… ma di contro c'è un altissima qualità
una cosa importante che non ho detto nella recensione.. la metto in grassetto per darle un po di risalto:
il pannello nel suo totale è composto da tante celle, se una delle celle si danneggia il pannello produrrà un pochino meno.. ma non produrrà zero!.. in funzione del livello di danneggiamento ci sarà una riduzione percentuale… e in ogni caso vi assicuro che danneggiarlo è davvero difficile.. il pannello può essere calpestato senza che subisca danni…

sul discorso durata powerbank.. è una batteria e in quanto tale deperisce… è una giusta osservazione.. invece il pannello no… però il deperimento delle celle litio cinesi.. non è il deperimento delle celle di qualità che monta questa azienda che è il top come qualità… vi farò sapere magari a distanza di un anno… come va… ma in linea generale si può parlare di una perdita di capacità dell'ordine del 5% anno
Ti rispondo con ordine.
Se sono molti mini pannelli non puoi dare per scontato che l'intera fila rimanga a funzionare,magari con un collegamento danneggiato perdi l'utilizzo di parte del panello. Ovviamente caricherà lo stesso, quello si, ma se si danneggerà la connessione tra pannello e batteria non ricaricherai più il powerbank con l'energia solare.

A parte le batterie prodotte nella gigafactory (per tesla) tutte le celle vengono dalla Cina e ti assicuro che tutte deterioreranno con il tempo, chi prima e chi dopo, fà parte dell'essere Li-Ion, le Li-Po dovrebbero anche essere leggermente peggiori.

Ovviamente ribadisco che non ci vorranno 2 anni esatti per renderle non operative ma in questo lasso di tempo si comincia a percepire un diverso funzionamento dei powerbank, ne ho cambiati almeno 7/8 perchè a me servono sempre operativi e già di norma hai il 30% in meno di energia disponibile (effetto Joule) perchè viene dispersa in calore, se invecchiano cominci ad avere meno corrente disponibile (non grandissima ma c'è) e, a volte, potrebbero non reggerti neanche la ricarica di un dispositivo energivoro (e li hai anche la 12V).

Tenendo bene a mente che il calore aumenta il loro invecchiamento non puoi aspettarti che delle ottime celle (18650 tanto per citarne un tipo) affiancate e ricaricate tutte insieme ad alta velocità in un involucro di plastica o di metallo (perchè il powerbank questo è) abbiano la stessa vita di una sempre ottima 18650 utilizzata magari in una torcia e ricaricata normalmente in un charger esterno dove sono libere di disperdere parte del calore. Nei powerbank non ci saranno molte probabilità di "respirare", figurati se le lasci anche al sole d'estate, internamente minimo minimo si raggiungeranno i 70/80°, bene non ci fà.

Tutto questo per dire che un prodotto può essere bello o valido quanto vuoi (e su questo non ho mai detto il contrario), ma se ha delle batterie sarà destinato a non funzionare correttamente prima o poi. Se si hanno le occasioni di usarlo e sfruttarlo frequentemente può avere senso acquistarlo ma se, al contrario, non ci sono molte occasioni per usarlo a dovere sono soldi che, secondo me, potevano essere investiti diversamente perchè alla fine non stiamo parlando di uno zaino o una tenda che, se tenute bene, durano una vita.
 
#16
Tutto questo per dire che un prodotto può essere bello o valido quanto vuoi (e su questo non ho mai detto il contrario), ma se ha delle batterie sarà destinato a non funzionare correttamente prima o poi. Se si hanno le occasioni di usarlo e sfruttarlo frequentemente può avere senso acquistarlo ma se, al contrario, non ci sono molte occasioni per usarlo a dovere sono soldi che, secondo me, potevano essere investiti diversamente perchè alla fine non stiamo parlando di uno zaino o una tenda che, se tenute bene, durano una vita.
senza dubbio concordo… se non se ne ha necessità frequente è una spesa importante… oppure viceversa se si fa una spedizione.. anche solo una.... in cui ogni grammo conta ..allora diventerebbe una scelta vincente…
quello che è certo è che da un punto di vista puramente tecnico non ha concorrenti… e parlo di rapporto peso potenza… pannello + batteria.. con quella resa.. quel peso e soprattutto quella possibilità di archiviazione… un rotolino! non ci sono equali

riguardo alle celle ti posso dire (ahimè non per miei test.. sarebbero test un po' tanto costosi.. hehe… sono cose che dichiara l'azienda) che il pannello continua a funzionare anche se si danneggia un qualsiasi collegamento in quanto evidentemente i collegamenti non risentono della singola cella… ora non so dirti di più.. magari gli manderò una mail per chiedere maggiori informazioni riguardo questa caratteristica e come mai se le celle si danneggiano non inficiano l'intero pannello! se mi rispondono ve lo giro ;)
 
#17
riguardo alle celle ti posso dire (ahimè non per miei test.. sarebbero test un po' tanto costosi.. hehe… sono cose che dichiara l'azienda) che il pannello continua a funzionare anche se si danneggia un qualsiasi collegamento in quanto evidentemente i collegamenti non risentono della singola cella… ora non so dirti di più.. magari gli manderò una mail per chiedere maggiori informazioni riguardo questa caratteristica e come mai se le celle si danneggiano non inficiano l'intero pannello! se mi rispondono ve lo giro ;)
Si sarebbe interessante scoprire come hanno collegato i pannelli per ottenere questo risultato "teorico" ( nel senso che bisogna credere a quello che dicono ). Una prova in realtà puoi farla per scrupolo, carichi al 100% il power bank con la rete domestica e poi lo usi per ricaricare SOLO il telefono partendo da un residuo del 5/8% fino, ovviamente, al 100%. In questo modo ti fai un'idea delle ricariche reali disponibili e, se ripeterai il test tra 1/2 anni, potrai vedere se se qualcosa è cambiato. Le uniche accortezze sono quelle di evitare di far partire la ricarica con il pannello durante tutto il tempo che impiegherai per l'intero test (fino a quando scarichi il power bank) e di usare un telefono NUOVO perchè, così facendo, è molto probabile che i mAh che hai a disposizione sono quanto più vicini a quelli dichiarati nelle specifiche. :si:
 

Contenuti correlati

Alto