Preghiera allo spirito della montagna

Dopo una giornata passata con gli amici del Cai e le classi delle scuole medie per fargli delle lezioni teoriche e pratiche sull' escursionismo e alpinismo nel progetto "A scuola con il Cai", abbiamo concluso la bella giornata con questo video che a me sinceramente ha commosso.

Qualcuno di voi sicuramente lo conosce già, io onestamente non lo avevo mai visto e voglio compartirlo con tutti voi che ancora non ne siete venuti a conoscenza.

[ame]http://youtu.be/VlEmxchUdcU[/ame]


...dammi la sicurezza dei camosci, così che, anche nei sentieri più impervi, il mio passo sia deciso;
dammi il coraggio del lupo, per affrontare le ombre delle mie paure
fa che possa camminare ogni giorno a testa alta, come sua maestà il cervo;
dammi la forza dell’orso,
così che possa superare ogni ostacolo sul mio cammino;
fa che possa essere sempre libero, come il volo dell’aquila...


P.s: chiedo scusa in anticipo se ho sbagliato sezione, ma non sapevo proprio dove inserirla, quindi prego i moderatori di spostarla se lo ritengono necessario.
 
Ultima modifica:
Ma il video lo avete visto?? (perchè non so se l'ho inserito bene nel post)

Mi fa piacere che sia piaciuto ad alcuni anche se pensavo che sarebbe piaciuto a più persone perchè credo che più che una "preghiera" (parola che credo dia fastidio a molti) credo che rappresenti un po' il pensiero o i pensieri di molti di noi quando andiamo in montagna.

Sembra banale ma a volte una semplice frase può racchiudere ciò che sentiamo in alcuni momenti specifici e speciali.

:):D:):D:):D:)
 
O vecchio e saggio,
ti prego.

Tu che dalla cima giudichi e decidi.
Tu che parli attraverso il tuono,
fa che la mia anima sia sempre pura,
come la pioggia che bagna i tuoi fianchi.
Fa che invecchi felice,
senza rimpianti per non aver fatto o non aver vissuto.
Tu che dispensi il sole,
fa che il mio sentiero sia sempre illuminato dalla virtù.
Dammi il coraggio del lupo,
per affrontare le ombre delle mie paure.
Fa che possa ogni giorno camminare a testa alta,
come sua maestà il cervo.
Quando cadrò gli eventi mi travolgeranno,
ti prego, dammi la forza dell'orso,
così che possa superare ogni ostacolo sul mio cammino.
Fa che possa essere sempre libero,
come il volo dell aquila.
Dio della montagna,
quando giungerò sulla tua cima,
al tuo cospetto,
fa che possa guardare giù con gratitudine,
per aver affrontato la salita nel modo migliore,
con il cuore puro di chi è giusto.
Per tutto questo grazie mio Signore.

ps : il video su Pc è visibile e l'ho visto, mentre sul tablet mi inibisce la vista per questione di diritti d'autore .... mah?!
 
Ma il video lo avete visto?? (perchè non so se l'ho inserito bene nel post)

Mi fa piacere che sia piaciuto ad alcuni anche se pensavo che sarebbe piaciuto a più persone perchè credo che più che una "preghiera" (parola che credo dia fastidio a molti) credo che rappresenti un po' il pensiero o i pensieri di molti di noi quando andiamo in montagna.

Sembra banale ma a volte una semplice frase può racchiudere ciò che sentiamo in alcuni momenti specifici e speciali.

:):D:):D:):D:)

Ciao
A me è piaciuto, purtroppo l'ho letta solo ora.
In effetti non conoscevo questa preghiera (è forse degli indiani d'america?).

A volte, quando arrancavo sulla ripida china di un costone, anche io avrei voluto avere l'agilità di uno stambecco, la vista di un'aquila, il passo di un cervo, la forza di un orso ...
E anche il desiderio di elevazione che si prova nello scalare la vetta, che va oltre la semplice conquista della cima, rappresenta qui il modo migliore per raggiungere se stessi e Dio.
Grazie per questa nobile riflessione.
 
Corso di Orientamento
Alto Basso