Escursione Prima escursione - info

Parchi d'Abruzzo
  1. Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Salve ragazzi, intanto spero sia la sezione adatta... mi sono appena iscritto al forum, e avri bisogno del vostro aiuto. Vorei avventurarmi in una escursione in solitaria con bivacco notturno. Abbiamo casa a Mascioni (Campotosto) a due passi dal parco, dove passeremo le vacanze estive, e pensavo di iniziare proprio da li. Ho racimolato info qua e la sul forum, e sto preparando l'equipaggiamento, l'idea era di partire da uno dei paesi vicino, per arrivare poi al nostro. La mia esperienza e pari a zero, quindi vorrei sapere da voi eventuali info su percorsi, burocrazia, consigli in generale, insomma un po' di tutto.
 
Credi sia eccessivo? Comunque si, esperienza zero in tutto... Pero non prendermi per sprovveduto, so che non è cosa facile, ma mi
piacerebbe provare questa esperienza
 
Se la tua esperienza è zero in tutto, io, poi ovviamente tu fai come vuoi, ti sconsiglio vivamente una escursione in solitaria e tanto meno un bivacco notturno.

Ciao :), Gianluca
 
Bhè è un pò in relazione all'età ma comunque, che tu sia di primo pelo o con la barba bianca un consiglio è quello di vedere se in zona c'è chi organizza escursioni guidate. Sicuramente a Campotosto ci dovrebbe essere qualcosa per il lago omonimo o, al limite, vedere una sezione CAI vicino a te se organizza qualcosa.

Intendiamoci non è che andare in solitaria sia una cosa da uomini ultra mega navigati ma se sei a digiuno in tutto farsi male è facile e rovinarsi le vacanze non è il massimo.

Ciao :), Gianluca
 
Ho 32 anni, non sono un ragazzino, e neanche un incosciente, tuttavia mi piace mettermi alla prova, magari hai ragione tu, c'è il rischio di farsi male, ma fare un'escursione guidata secondo me, toglie il gusto dell'avventura. Potrei optare per una location meno isolata, magari nei dintorni di Roma, e magari in compagnia, per fare esperienza...
 
Non era mia intenzione mettere in dubbio le tue capacità nè fisiche nè di altra natura ma ovviamente l'età ha la sua importanza. Indubbiamente una persona di 32 anni è sicuramente più matura e responsabile che una di 12 e visto che per scrivere in un forum non c'è bisogno di presentare la carta d'identità mi sono permesso di sottolineare questo aspetto.

Una visita guidata, di una sezione CAI per esempio, non la devi considerare come una visita guidata di turisti giapponesi ai fori romani :D ..... però è una esperienza che ti permette di fare una gita in sicurezza e capire quali sono i rischi che puoi incontrare in montagna poichè c'è una guida alpina (in linea di massima poi ogni gita è a sè) che conosce la montagna ed i suoi pericoli perchè poi alla fine il problema è solo quello.

Io, personalmente, non inizierei da una solitaria in mezzo ai boschi ma, tralasciando le cose organizzate (che però non escluderei a priori), vedrei di affiancarmi ad un amico che magari qualche esperienza in più di me c'è l'ha diversamente andrei, nel momento in cui fossi in montagna, all'ufficio del turismo del posto per chiedere se vi sono sentieri o comunque tragitti fatti a prova di inesperto per cui con segnaletica e quant'altro e non proprio ..... concedimi il francesismo ..... in culo ai lupi :D

Ciao :), Gianluca
 
Ciao, , quoto sia mett che znnglc per quanto riguarda dei passi graduali, se vuoi comunque puoi cominciare dai monti lucretili, o il monte Gennaro o il pellecchia, offrono dei bei paesaggi e non sono molto impegnativi, si parte da marcellina o da monteflavio e da roma con 40 minuti ci arrivi, sul gennaro alla sorgente di campitello puoi anche provare il pernotto in tenda in quanto è molto bello, non vicinissimo alla strada (circa 1 ora dalla macchina) ed ha appunto una sorgente vicino..io coso ho cominciato :)
 
Ciao Daylen, grazie per il consiglio. Questa di monte Gennaro mi sembra interessante, soprattuto per il pernottò. Sto valutando anche il parco della Treja, e sempre nelle vicinanze ed ho visto che altri utenti hanno già fatto escursioni la, e dicono che non è molto impegnativo. Valuterò ;) in ultimo vorrei sapere se ci sono regole particolari da rispettare (come accendere fuochi ecc) o permessi da richiedere, e se si, a chi rivolgersi. Grazie
 
Ciao.

Tutti gli amici ti hanno dato ottimi consigli. Ti dirò due parole anch'io.

Circa 25 anni fa, quando internet ancora non esisteva e non potevo chiedere niente a nessuno, la mia grande passione per la montagna mi spinse ad acquistare un gran numero di libri di montagna e cartine escursionistiche.
Studiai bene ogni cosa e scelsi per le mie prime solitarie, percorsi molto frequentati in maniera tale da non rimanere mai completamente solo.
La vista di un escursionista anche a grande distanza mi infondeva sicurezza.

Scelsi come mia prima avventura in montagna il monte Vettore, a 24 anni di età. D'estate lassù c'è una vera processione di gente. Poi passai al Gran Sasso e via dicendo, scegliendo tutti quei percorsi che non prevedevano l'attraversamento di boschi, proprio per non rischiare di perdermi ed imparare ad avere senso dell'orientamento.
Per questo i monti Sibillini e il Gran Sasso sono un'ottima palestra di addestramento. Non c'è un albero per km. e puoi orientarti facilmente ad occhio, anche se comunque è sempre meglio seguire i sentieri.

Non meno importante poi è la scelta delle ore da dedicare alle escursioni, soprattutto per un principiante, cioè sciegliere assolutamente le ore diurne, con ritorno nelle prime ore del pomeriggio.
Per uno che non è mai stato in montagna, iniziare con un pernottamento in tenda e in solitaria mi lascia un po' interdetto!!!

Infine eviterei il monte Gennaro, dove si perdono facilmente persino i gruppi di escursionisti con anni di esperienza!! Non è per spaventarti ma per prevenire il rischio di girare per ore in mezzo ad un bosco senza uscirne fuori.
 
Infine eviterei il monte Gennaro, dove si perdono facilmente persino i gruppi di escursionisti con anni di esperienza!! Non è per spaventarti ma per prevenire il rischio di girare per ore in mezzo ad un bosco senza uscirne fuori.

grazie Fabri64, per il momento ho deciso di iniziare con il parco della Treja, seguirò il percorso che ho visto qui sul forum, che sembra essere poco impegnativo. Mi accompagnerà un amico con il quale stiamo valutando l'eventualità del bivacco notturno. Puoi darmi qualche consiglio sull'equipaggiamento?
 
Fabri comunque il sentiero da favale a gennaro è stato rifatto quindi nel bosco comunque se non si vs cuori sentiero si va tranquilli, l'unica difficoltà c'è tra il pratone e il secondo bosco perché è totalmente aperto e senza segnali quindi può essere un problema...
Sull' equipaggiamento se fai un'uscita di una giornata la cosa principale è l'acqua...io bevo molto e ad esempio porto 3 litri con questo caldo, poi piu o meno è soggettivo però sudi molto quindi comunque meglio stare sicuri, un bel paio di scarponi cibo e qualche snak veloce cartina del posto eventuale torcetta coltello occhiali da sole e se il sentiero è esposto un cappello, maglia di ricambio e macchinetta fotografica, io porto con me anche un softshell che metto in vetta..
Buona escursione :)
 
Corso di Orientamento
Alto Basso