Proposta Progetto week end bushcraft in Romania

Come ho avuto già modo di accennare, vivo da qualche tempo in Romania, che è una terra particolarmente adatta al bushcraft e survival, avendo le ultime zone realmente selvagge rimaste in europa.

Questo fatto unito ai bassi prezzi per viaggi, vitto e alloggio mi ha fatto pensare all'organizzazione di qualche raduno o incontro per assaporare del vero bushcraft e magari anche qualche esperienza di survival in zone realmente selvagge a basso costo e senza lunghi viaggi.

Cosa ne pensate?
 

NOTA AMMINISTRATORE: gli eventi proposti sono regolati dall'articolo 7 del regolamento, prendine visione. Richiedi la compilazione del modulo informativo per chiarire: le difficoltà dell'evento, l'equipaggiamento, le capacità e l'esperienza necessaria.
Organizza e partecipa agli eventi in sicurezza, con criterio, umiltà e competenza, qualità fondamentali per praticare le attività outdoor.
S

Speleoalp

Guest
La Romania mi bazzicava spesso in testa per fare qualche uscita del genere, Carpazi e compagnia....
Parlando di prezzi + attività di quel genere in natura, direi che i prezzi non dovrebbero essere bassi.... ma nulli.
Al di fuori del viaggio, cibo.... in quanto alloggi e simili non dovrebbero esserci.

Sarebbe bello conoscere in maniera attendibile e certa le varie leggi che potrebbero riguarda i diversi aspetti che si potrebbero toccare in quelle esperienze.
Prima di tutto per non infrangere delle leggi, ma soprattutto per evitare di non fare qualcosa con la convinzione che non sia permessa.... mentre in quel luogo forse lo sarebbe ;)

Bel progetto,....


PS: però non apprezzo la battura "fare vero bushcraft", AHAHAHAHAH
 
Sembrano davvero bei posti e molto selvaggi , attento solo se andrai in zona valacchia , a non sconfinare nei boschi di Vlad Tepes , o rischi di essere impalato ! :)

La puntata di Ed Stafford che ha fatto in Romania è una delle mie preferite , se non l'hai vista , guardala sul sito di
D-max :si:
 
Parlando di prezzi + attività di quel genere in natura, direi che i prezzi non dovrebbero essere bassi.... ma nulli.
Al di fuori del viaggio, cibo.... in quanto alloggi e simili non dovrebbero esserci.
Qualche pernottamento in ostello può capitare: ad esempio la notte che arrivi in aereo, o quella prima di ripartire. Le distanze in Romania sono grandi, e ti tempi per percorrerle lunghi rispetto a come siamo abituati. Ad ogni modo i costi rimarrebbero quasi nulli.


Sarebbe bello conoscere in maniera attendibile e certa le varie leggi che potrebbero riguarda i diversi aspetti che si potrebbero toccare in quelle esperienze.
Prima di tutto per non infrangere delle leggi, ma soprattutto per evitare di non fare qualcosa con la convinzione che non sia permessa.... mentre in quel luogo forse lo sarebbe ;)
Su questo fronte mi sto informando per bene, quel che ho potuto capire finora è che qui non è vietato campeggiare ne accendere fuochi, l'unico divieto è nel tagliare piante vive in certe aree particolari.

La battuta sul "vero bushcraft" si riferiva al fatto che in italia ci sono poche aree realmente selvagge e incontaminate, e che purtroppo da noi quasi tutto è vietato
 
S

Speleoalp

Guest
ahah, stavo scherzando... o almeno, non ero troppo seria, AHAHAH Grazie ;)

Ah, ok... ottimo. Giusto per non finire in qualche "galera" per aver fatto qualcosa di proibito, ahahah

Non sò com'é regolata la questione.... ma penso che comunque l'ideale é starsene per prima cosa lontani dai "parchi naturali", definiti tali e solitamente con "papiri" scritti solo per loro, ahahah
Una volta scelta la o le regione, potrebbe essere utile contattate le autorità locali.... per avere informazioni sicure proprio su quel pezzo di terra e le loro regole ;)
Stò sparando così.... io sono completamente ignorante riguardo alle leggi, regole, sistemi in Romania.... mai guardato, ahah

La tua idea sarebbe quindi fare una sorta "trekking-survival/bushcraft" ?
 
L'aereo no però. Si parte in macchina verso le 3.00 di notte e si arriva a Oradea verso le 19.00. Si va verso Cluj e ne hai dei posti per il bushcraft a non finire. Per Arad idem. Faccio queste strade ogni anno per andare a casa.
 
Cluj e Hunedoara hanno posti adattissimi a queste cose, ma anche intorno ad Arad c'è ne sono ed é molto più comodo arrivarci.

La mia idea sarebbe poco trekking e molto bushcraft: fare campo, passare la notte, imparare/insegnare qualche skill ecc
 
L'unica cosa da tenere presente e che sempre sulle strade principali vedo un sacco di zingari che vendono frutti di bosco o funghi. Quando ti fermi ti circondano in un attimo. A me non e mai successo niente, poi io parlo rumeno e gli mando a quel paese se vedo che sono insistenti. Nulla di razziale, solo un avvertimento. Quando mi fermo cerco sempre dei posti dove ce tanta gente, vicino a qualche locale di solito.
 
L'unica cosa da tenere presente e che sempre sulle strade principali vedo un sacco di zingari che vendono frutti di bosco o funghi. Quando ti fermi ti circondano in un attimo. A me non e mai successo niente, poi io parlo rumeno e gli mando a quel paese se vedo che sono insistenti. Nulla di razziale, solo un avvertimento. Quando mi fermo cerco sempre dei posti dove ce tanta gente, vicino a qualche locale di solito.
Io sono qui da quasi un anno, ho girato in lungo e in largo, mai avuto un singolo problema.
 
Aggiornamento sul progetto: la meta dell'escursione sara' il Parcul Natural Apuseni
E' un parco nazionale a 60km da Cluj e 250 da Timisoara, situato piu' o meno nella parte centrale del ferro di cavallo formato dai Carpazi, creato per preservare la biodiversita' e la particolare conformazione dei monti Apuseni.
Questa catena non fa parte dei Carpazi, ed e' di natura carsica, quindi ricca di grotte, valli e cascate. All'interno del parco c'e' una nutrita fauna: si incontrano facilmente volpi, caprioli e cervi, inoltre sono presenti circa 20 orsi e 30 lupi.
Nel parco e' accettato di buon grado il campeggio in tenda ed anche il campeggio essenziale, a patto di dimostrasri rispettosi e preparati.
 
S

Speleoalp

Guest
In zona ci si arriva facilmente, aerei, treno, ecc...?
Ho cercato qualcosa quà e là.... ma non essendo esperto della zona, ecc.... magari mi sono perso qualcosa di meglio ;)
 
Piccolo aggiornamento: il progetto va avanti e prende corpo, la destinazione è stata scelta in Padiș, una zona turistica con campeggio dalla quale partono numerosi sentieri e vie escursionistiche dalle quali ci si può addentrare nel parco nazionale Apuseni.
L'idea è di partire da Timisoara, percorrere il viaggio di circa 4-5 ore attraverso alcuni paesaggi e paesini tipici della Romania, una notte in campeggio a Padis (non aspettatevi il campeggio in stile europeo: è solo un posto dove si possono piantare tende). Il giorno dopo partenza per l'esplorazione del parco attività e pernottamento in stile bshcraft, chi vuole con tenda, chi vuole con tarp. Infine rientro il giorno successivo.

Tutto questo ovviamente è solo una bozza modificabile in base alle esigenze e desideri dei partecipanti, da decidere insieme.

Allego alcune foto delle zone di cui parliamo.

 
S

Speleoalp

Guest
Bellissimi luoghi e bellissima bozza ;)

Da Timisoara a Padis (le 4-5 ore) si percorrono già in escursione a piedi o con mezzi privati, pubblici, ecc?

L'approccio con cui eventualmente si potrebbe partecipare, é libero o hai messo dei paletti... che forse mi sono perso ?

Per esempio...ci sono degli obblighi sul materiale da portare ?

Saluti Luca
 
Bellissimi luoghi e bellissima bozza ;)
Da Timisoara a Padis (le 4-5 ore) si percorrono già in escursione a piedi o con mezzi privati, pubblici, ecc?
L'approccio con cui eventualmente si potrebbe partecipare, é libero o hai messo dei paletti... che forse mi sono perso ?
Per esempio...ci sono degli obblighi sul materiale da portare ?
Saluti Luca
Allora come detto e' ancora una bozza, quindi l'organizzazione e' per ora elastica. Il trasferimento si fa in auto o minibus (sono 250km), mentre l'approccio e' aperto, con la massima liberta' per tutti di fare e portare quello che si ritiene piu opportuno. Ad esempio io probabilmente dormiro' in tarp e amaca, ma nessuno vieta di portare delle tende. Tutto viene comunque organizzato per tempo in modo da dividersi "i carichi".
Ci sara' una lista di cose "obbligatorie" ma molto semplice per un discorso di sicurezza, come la classica coperta termica di emergenza e un piccolo survival kit: i boschi rumeni sono molto piu' selvaggi di quelli a cui siamo abituati in italia. Ad ogni modo un'idea e' anche quella di realizzare un kit per ognui partecipante, come una sorta di ricordo... poi vedremo

interessato anche io...si sa già il periodo ?(per programmare le ferie);)
Il periodo e' elastico, orientativamente marzo ma si deve vedere anche le previsioni del tempo
 

Discussioni simili



Alto Basso