Può interessare?

Recensioni di puukko artigianali ce ne sono già state, negli anni passati, ad opera di un ex utente. Erano tutte però incentrate su un solo modello, non tradizionale, e suoi derivati e realizzati tutti dallo stesso coltellinaio.

Potrebbe interessare una recensione di tre puukko con stile, dimensioni e geometrie molto simili fra loro, ma realizzati da tre artigiani diversi e almeno in due acciai diversi, forse tre? I coltelli in questione hanno tutti lama attorno agli 85 mm, uno è già in mio possesso, uno è in arrivo a giorni e il terzo sarà realizzato a breve.
Costano tutti fra gli 85 e 115 €.
 

Recensioni di puukko artigianali ce ne sono già state, negli anni passati, ad opera di un ex utente. Erano tutte però incentrate su un solo modello, non tradizionale, e suoi derivati e realizzati tutti dallo stesso coltellinaio.

Potrebbe interessare una recensione di tre puukko con stile, dimensioni e geometrie molto simili fra loro, ma realizzati da tre artigiani diversi e almeno in due acciai diversi, forse tre? I coltelli in questione hanno tutti lama attorno agli 85 mm, uno è già in mio possesso, uno è in arrivo a giorni e il terzo sarà realizzato a breve.
Costano tutti fra gli 85 e 115 €.
È una domanda o una provocazione?
Avanti, con tante foto! :si::biggrin:
 
Opinione personale, qualsiasi recensione ha un suo valore, anche per un Rolex in platino con diamanti, l'importante è che sia fatta obbiettivamente. Poi uno può anche non condividere non tanto la recensione in sè ma quanto le proprie osservazioni soprattutto se queste comportano degli "assolutismi", del tipo, se non hai un Rolex sei una cacca o dopo il Rolex il nulla ...... non tanto perché sbagliate, o giuste, ma perché generalmente gli "assolutismi" sono difficilmente da digerire.

Detto questo, ben vengano le recensioni :)

Ciao :si:, Gianluca
 
Bene, allora userò questa discussione per aggiornare sui coltelli a mano a mano che li riceverò e farò poi una nuova discussione con la recensione.

Il primo è realizzato da Henri Tikkanen. 1085, riciclato da una lama di aratro. Lama da 86x20,5x6 mm; manico da 100x25x19 mm; biselli a 23°; 59 HRC; 80 g, 120 g con fodero.
DSC06097.jpg
 
Bene, allora userò questa discussione per aggiornare sui coltelli a mano a mano che li riceverò e farò poi una nuova discussione con la recensione.

Il primo è realizzato da Henri Tikkanen. 1085, riciclato da una lama di aratro. Lama da 86x20,5x6 mm; manico da 100x25x19 mm; biselli a 23°; 59 HRC; 80 g, 120 g con fodero.
Vedi l'allegato 176983
Personalmente ne aprirei, di thread, uno per coltello se la recensione, test, prove o quant'altro sono legate ad un modello specifico, questo perché, per ipotesi, se cerco qualcosa sul coltello X mi è più facile da individuare (banalmente con il titolo).

Ciao :si:, Gianluca
 
Avevo pensato di fare una recensione a tre, così da confrontarli direttamente. Vedrò quando li avrò tutti e tre qui e, per questo, ci vorrà ancora un po' di tempo. Se dovessi accorgermi in uso che, effettivamente, sono troppo diversi farò tre discussioni separate, senza dubbio.
 
Sì, all'attacatura dei biselli, il dorso è 3,5 mm. Tipico dei puukko artigianali avere la lama con una sezione rombica.
Non possiedo nessun puukko, ma questa geometria con la sezione a rombo si trova anche in un coltello derivato da puukko, la finka, finka dalla parola Finlandia. Un coltello usato dalle truppe NKVD (KGB) e dai vari criminali. Era praticamente un puukko con delle scanalature sulla linea dei biselli. Una geometria piuttosto complessa direi per quei tempi che necessitava tante ore di lavoro manuale. Dunque penso giustificata dal utilizzo a quale era destinato.
 
Forza coi pukko che altro senno? per evitare vespai futuri diciamo come diceva una vecchia pubblicità" e chi non beve con me peste lo colga" sono tutto orecchie.
 
Non possiedo nessun puukko, ma questa geometria con la sezione a rombo si trova anche in un coltello derivato da puukko, la finka, finka dalla parola Finlandia. Un coltello usato dalle truppe NKVD (KGB) e dai vari criminali. Era praticamente un puukko con delle scanalature sulla linea dei biselli. Una geometria piuttosto complessa direi per quei tempi che necessitava tante ore di lavoro manuale. Dunque penso giustificata dal utilizzo a quale era destinato.
I Finka mi paiono anche influenzati dai coltelli careliani e dai puukko di Kauhava che avevano spesso lo scolasangue, soprattutto dalla fine dell'800, ma non sono rombici come questi. Spero che dalla foto si capisca un po' meglio la geometria.
DSC06101.jpg
 
I Finka mi paiono anche influenzati dai coltelli careliani e dai puukko di Kauhava che avevano spesso lo scolasangue, soprattutto dalla fine dell'800, ma non sono rombici come questi. Spero che dalla foto si capisca un po' meglio la geometria.
Vedi l'allegato 176984
Si. Mi era venuta in mente la finka per la geometria a rombo. Però sarebbe da parlare in un altro 3d dedicato.
Andiamo avanti con i tuoi "giocatoli"
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto