Può interessare?

Ma che be-llo! .... lo sillabo! aspettando di vedere come lavora il fodero è già semplice ma elegante quell'incrocio di cuoio cercherò di riprodurlo
 

Mentre attendo che gli YP-Taonta tornino disponibili sto lavorando alla recensione del vichingo e ho anche preso contatto per un altro artigianale, ma come per il coltello di Liukko, se ne parlerà in gennaio, dopo l'esposizione di Helsinki.
 
Qualcosa di specifico? Quando pubblicherò la recensione ci saranno le foto con i particolari come ho già fatto per gli altri.
 
Ultima modifica:
Qualcosa di specifico? Quando pubblicherò la recensione ci saranno le foto con i particolari come ho già fatto per gli altri.
Basterebbero le viste come per il coltello originale. Ho mezza idea di costruire un coltello simile anche perché assomiglia molto al coltello di un mio amico russo. Lo spessore 5 mm. per un coltello piccolo lo trovo molto comodo per appoggiare il dito in fase di intaglio e controllo della lama. Anche i coltelli piccoli yakut che costruisco hanno circa 5 mm di spessore.
 
Non l'ho, ma in generale i Roselli non mi hanno mai impressionato. Ho recensito le due versioni del Carpenter (Nikkarinpuukko) e se le vai a leggere nessuno dei due acciai mi ha dato risultati particolari.
 
Sì ed è anche all'interno dello spettro di prezzo che mi sono prefissato di rispettare per queste recensioni, 120 €, altrimenti non l'avrei presentato.
A un certo punto volevo chiederti di postare anche la foto del'altro lato della lama per vedere la scanalatura, erroneamente pensando che è un yakut.:biggrin::biggrin::biggrin:
 
Ha sezione rombica come quelli di Tikkanen e Hurttila di cui ho parlato. Probabilmente saranno rombici anche gli artigianali che mi arriveranno con l'anno nuovo.
 
Arrivato anche il maasepan di Kotavuopio. Come il vichingo ha un filo decisamente più acuto rispetto i puukko che uso di solito. Sarà interessante vedere come reagiranno dato che uno è temprato morbido e uno duro.
06.jpg
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto