Pulire la vecchia lama di un Opinel 8?

Questo Opinel 8 ha circa 30 anni. In questi anni è stato usato in casa per le cose più disparate; l'altro giorno l'ho usato per staccare la cornice del vetro ad una porta di legno e per scortecciare un trochetto per accendere il camino. La sera c'ho aperto la busta della mozzarella.

Non so cosa sia capitato a questa lama, ma è molto scurita, quasi nera direi... taglia ancora abbastanza bene, però visto che qui ci sono molti esperti di lame, mi chiedevo se qualcuno poteva darmi un consiglio su come sbiancarla un pò.

Grazie.
 

Allegati

domani vado in ferramenta a cercare il sidol.

e poi riaffilalo povera bestia!!! :D
eheh... già. Ho notato solo guardando la seconda foto che fra l'altro è "sdentato" sulla curva ahahha

per riaffilarlo ho uno di quei cosi cinesi per affilare i coltelli da cucina; dici che va bene o devo usare qualche sistema migliore?
 
il sidol è il nome commerciale di una pasta lucidante per metalli.....comuque lascia perdere le cineserie e armati di una pietra per affilare.
 
Io uso carta vetrata del 1000 e pasta abrasiva per la macchina (3 euro il barattolo).
Per affilare ti conviene, come già detto, prendere la mano con la pietra.
 
O sul tappetino del mouse per fare il filo convesso. Tra l'altro la pasta abrasiva la uso su una cinta di cuoio per stroppare. Il filo viene a specchio, le lame sono bisturi e ho risparmiato un botto di soldi sulle paste diamantate apposite.
 
La pietra non saprei dove reperirla. Anche se a pensarci bene, proprio accanto alla ferramenta, c'è un negozio per caccia e pesca, quindi magari...

Comunque proverò con la carta abrasiva, più che altro perchè ne ho un bel pò in casa, visto che sto scartavetrando le porte e le ringhiere arrugginite.

Mi piace questa cosa di riaffilare "a mano"; a me piace costruire un pò di tutto e l'idea di costruire un coltello m'ha sempre girato per la testa. Questo sarà un ottimo banco di prova per fare pratica (in altre parole mi sa che finirò per devastare questo coltello già abbastanza provato...) ho letto su un forum che molti iniziano con delle lime vecchie: ne ho un pò da provare. Ma posso sperare di modellare una lima vecchia con la carta vetrata, oppure devo trovare questa pietra? E poi, che pietra è?

Domani provo e vi faccio sapere.
 
c6cde5ce_sharpen102.jpg


il filo convesso è quello a dx.

Stroppare è quel movimento di passata che fa anche il barbiere col rasoio sulla coramella....mai visto nei film?:D

Se vuoi costruirti un coltello invece un minimo di attrezzatura serve....
 
Di pietre per affilare ce ne sono un'infinità.
Per le tue esigenze potrebbe essere ideale una pietra a doppia grana grossa/media-fine. La grana grossa leva i "denti" dal filo, quella media-fine lo rende abbastanza tagliente. Potrai poi rifinire il tutto con facilità sulla carta vetrata fine (grana 1000 o superiore).
Le pietre esistono ad acqua, a olio e a secco; ma un consiglio che mi sento di darti per quanto riguarda l'affilatura con la carta è quello di usarla con due gocce (contate) di acqua.
Per affilare bisogna tenere l'angolo tra lama e pietra (o carta) costante, è una cosa che si acquisisce con la pratica.

Circa la creazione di lame dalle lime, non sperare di riuscirci con la carta o con la pietra. Devi prima stemprare la lima per poi lavorarla con... un'altra lima! Ma senti i professionisti, ce ne stanno tanti qui sul forum.


Per fare il filo convesso si poggia la carta sul tappetino del mouse girato (al contrario rispetto a come si usa normalmente), vi si poggia sopra la carta (ovviamente con il lato abrasivo verso l'alto) e con due gocce d'acqua si passa la lama sulla carta, come se se ne volessero tagliare delle "fette" longitudinali, cercando di tenere l'angolo tra lama e piano il più possibile costante.
 
c6cde5ce_sharpen102.jpg


il filo convesso è quello a dx.
Grazie! Efficentissimo!!


Per le tue esigenze potrebbe essere ideale una pietra a doppia grana grossa/media-fine.
Chiederò al negozio di cui sopra.

Per affilare bisogna tenere l'angolo tra lama e pietra (o carta) costante, è una cosa che si acquisisce con la pratica.
Questa è la cosa che più mi preoccupa, cioè fare una lama "ondulata". C'è da fare pratica, per questo temo di dare la botta finale a questo coltello. Vi faccio sapere cosa ne esce.

Circa la creazione di lame dalle lime
Ok, quando vorrò iniziare mi informerò bene.

Una guida fotografica passo-passo, magari già testata, sarebbe ottima, ma non ne ho trovate finora.
 
Questo Opinel 8 ha circa 30 anni. In questi anni è stato usato in casa per le cose più disparate; l'altro giorno l'ho usato per staccare la cornice del vetro ad una porta di legno e per scortecciare un trochetto per accendere il camino. La sera c'ho aperto la busta della mozzarella.

Non so cosa sia capitato a questa lama, ma è molto scurita, quasi nera direi... taglia ancora abbastanza bene, però visto che qui ci sono molti esperti di lame, mi chiedevo se qualcuno poteva darmi un consiglio su come sbiancarla un pò.

Grazie.
Premesso che io lo lascerei così a indicare i suoi vissuti anni di servizio, così è molto vintage.
Per pulire la lama e riportarla alla luce originale: carta vetrata 1000 con un po di acqua e altrettanto olio di gomito.
Però ricorda che la lama al carbonio tende sempre ad ossidarsi quindi basta che tagli un limone e non asciughi subito la lama che dopo 5 min sei nella stessa situazione.:)

Ps: per affilare trattandosi di acciaio dolce i consiglio l'uso di un acciarino "buono" (vedi marca "iridium" per es.), ci vuole un po di olio di gomito in più però eviti di consumare la lama e inoltre lo porti anche a rasoio.
 
Ringrazio pure io per i consigli, una volta giocando col mio cane, ho tirato un legno, e mi ha riportato un..... opinel.....!
Conciato abbastanza, però un segno "divino" :)
Adesso metterò a frutto i vostri consigli per sistemarlo al meglio...
 
ok, m'arrendo.

Ho girato diverse "caccia e pesca" e ferramenta della zona ma nessuno ha sta pietra.

Non è che mi mettete un comodissimo link di un ecommerce con la pietra da acquistare?

Tenete conto che in questi giorni sto usando un bel pò anche zappa, vanga, piccone e vorrei una pietra che sia buona anche per fare il filo a questi strumenti quando ce ne sarà bisogno.

Ah, grazie ovviamente.
 
piccola info.. opinel al carbonio usato per disparate cose (davvero di tutto).. ho ripulito la lama con carta 1000 e poi affilato (taglia da Dio)..in più pulito la lama con alcool e per finire con aceto per disinfettare...cosa devo fare sia alla lama che al manico per poterlo usare anche con il cibo?? ripeto ha fatto davvero di tutto e vorrei essere un pelo sicuro prima di mangiarci :D
 
Ma non lo devi pulire completamente!

Dove si è scurito si è passivato e non arrugginirà più! Puoi pulirlo dove ha fatto ruggine con Sidol, carta vetrata fine, o col sistema che preferisci!

Per dado: le lame al carbonio per poterci mangiare senza che gli lascino quel retrogusto amaro vanno passivare. Il metodo migliore che ho trovato per farlo è riempire un bicchiere di coca cola e immergere il coltello a testa in giù, per farsi si che non si immerga completamente puoi usare dello spago o degli elastici.
 
grazie per la risposta, a me del sapore che lascia la lama non importa, a me interessa sapere come disinfettare completamente il coltello sia lama che manico per poterci anche mangiare, xk ha toccato le cose più disparate e non vorrei che non fosse igienico mangiarci..voglio solo sapere il metodo migliore per poter disinfettare il tutto ;)
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso