Io resto avventurosamente a casa! Consigli per sopravvivere a casa in tempo di pandemia

punta Giordani & Vincent, info

Per raggiungere la piramide vincent dalla punta giordani si effettua solo la cresta del soldato o ci sono alternative? Quanta tecnica serve per la cresta? Qualcuno l'ha fatta?
mi scuso per eventuali post doppi
 
Per raggiungere la piramide vincent dalla punta giordani si effettua solo la cresta del soldato o ci sono alternative? Quanta tecnica serve per la cresta? Qualcuno l'ha fatta?
mi scuso per eventuali post doppi
Prima di tutto che esperienza hai di ghiacciai e 4.000?
Ormai è tardi, i ghiacciai sono messi male e gli impianti chiudono il prossimo weekend

Comunque la Cresta del Soldato è prima della Giordani e non dopo, ha passaggi di arrampicata fino al IV e a quelle altitudini non sono uno scherzo (mi sembra ci sia morto qualcuno a luglio).
Poi dalla Giordani c'è la cresta ESE che porta alla Vincent in parte su neve in parte su roccia, con passaggi fino al III e tratti ad elevata esposizione.

Che io sappia dalla Giordani alla Vincent non ci sono altre vie.
 
Quoto Phantom, inoltre nel weekend è venuta giù molta neve, noi dovevamo andare sul Bianco e abbiamo annullato, ormai si rimanda alla possima stagione, non fate scherzi e tenetevi stretta la pellaccia!
 
Nono!
Non è per quest'anno, ma stiamo/sto (ho fame di curiosità) mettendo le mani avanti per un giro l'anno prossimo che tocca molteplici 4.000 con uscita di più giorni, l'unico che deve adeguarsi sono io che devo fare un corso di alpinismo il nuovo anno stesso, avendo poca esperienza su ghiaccio.
Però mi piacerebbe sentire i pareri di chi ha fatto queste cime/vie per capire se ci sono varianti o meno.

Senza essere sicuro di quel che faccio non salgo io, che sia 3k o 4k
 
se vai su questo sito:
https://www.gulliver.it/home/
trovi un sacco di relazioni.
La Vincent la puoi salire dalla normale, decisamente più semplice, ma a quel punto il concatenamento con la Giordani puoi fare la cresta in discesa, qualcuno ho visto farla, non so come sia in discesa.

Il problema, oltre le difficoltà tecniche oggettive, sono l'adattamento all'altitudine e soprattutto il fatto che a quelle quote si fa il doppi della fatica rispetto ai 1500-2000 metri d'altitudine, per questo si consiglia di essere allenati e con esperienza a quelle quote, senza contare che il peso che ci si porta dietro è decisamente superiore.
Poi ci sono le condizioni se trovi neve o ghiaccio sulle rocce devi tenere i ramponi e questo complica non poco le cose, etc.

Ma al corso avrai modo di provare il tutto in prima persona.

Buoni 4.000, occhio che diventa una droga ;), c'è qualche utente che ne ha fatti più di 20 ed almeno uno più di trenta.
 
Hai fatto una domanda estremamente specifica per un percorso che ci ha tratti in inganno.

Vorresti chiedere dei percorsi da consigliarti?

Gli impianti in zona Monte Rosa / Cervino rendono possibile diversi 4mila in giornata, senza allenamento estremo, certo che partire dalla pianura è un bello stress fisico ma sui 2 giorni il mal di montagna può farsi sentire di più.
Possibilmente sarebbe meglio fare una settimana di acclimatamento a 2-3mila metri... poi c'è chi soffre di più e chi meno...

Ci sono dei 4mila facili, ma ti muovi sempre su ghiacciaio coi suoi pericoli e nell'ambiente estremo dell'alta montagna, quindi temperature potenzialmente più basse, venti più forti, sole più forte, rifugi e bivacchi con meno risorse disponibili e TANTA gente. Ormai ci sono le code sui 4mila, anche quelli senza impianti tipo il Gran Paradiso.

Casco, imbrago, corda e moschettoni, ramponi, piccozza e piumino (e guanti e cappello ecc..) e occhiali almeno cat3 e crema solare 50 sono l'attrezzatura comune... Poi se si fanno vie alpinistiche sono da integrare con ferraglia varia.
Saccoletto per fermarti a dormire nel rifugio.
Racchette da neve o sci potrebbero servire, se non vai in piena estate.
 
Ultima modifica:
@andreapaiola si effettivamente può trarre in inganno, una nota introduttiva:
da quando ho iniziato a salire le montagne ho sempre voluto fare la via "completa", ovvero vivere la montagna dal basso all'alto, fin dove posso evitare gli impianti di risalita li evito, ultimamente passo più tempo in quota, a fare su e giù anche anche per 6.000m di dislivello, che in città, quindi ci sto facendo il callo e mi piace :biggrin:!

Ora però mi sono reso conto di essere arrivato ad un limite "tecnico" passatemi il termine, ecco il perchè del corso, anche per affrontare "psicologicamente un esposizione" (che io credo sia la parte più difficile, soggettivamente parlando) come la cresta del soldato, sono abbastanza motivato perchè so che le mie condizioni fisiche, dovuta a varie discipline fatte, mi permettono di adattarmi all'alpinismo in maniera fluida
 
Allora se sei proprio a zero di alpinismo, ti consiglio prima di farti una solida base a quote inferiori.

Fai il corso e vai in montagna più che puoi, magari sparati tanti 3mila escursionistici EE/F.

L'alpinismo su ghiaccio/neve poi ha tecniche e strumenti appositi.
Ci sono anche corsi di scialpinismo da fare dopo quelli di alpinismo "estivo".

In alta quota poi è tutto più difficile, l'ambiente è più estremo e pericoloso e tu sei più stanco.

Personalmente punterei per alpinismo in alta quota non il prossimo anno, ma quello successivo e già così mi pare accellerato... Ma dipende da molti fattori, da quanto tempo puoi dedicarci e ovviamente da te.
Magari già arrampichi alla grande e non soffri l'esposizione più di tanto, non ne ho idea.

Fai quello che ti senti, con calma e in sicurezza, magari comincia con gente preparata... Non è che devono essere tutti istruttori, anzi secondo me meglio frequentare anche gente che sta in montagna senza essere guida alpina.
 
se vai su questo sito:
https://www.gulliver.it/home/
trovi un sacco di relazioni.
La Vincent la puoi salire dalla normale, decisamente più semplice, ma a quel punto il concatenamento con la Giordani puoi fare la cresta in discesa, qualcuno ho visto farla, non so come sia in discesa.

Il problema, oltre le difficoltà tecniche oggettive, sono l'adattamento all'altitudine e soprattutto il fatto che a quelle quote si fa il doppi della fatica rispetto ai 1500-2000 metri d'altitudine, per questo si consiglia di essere allenati e con esperienza a quelle quote, senza contare che il peso che ci si porta dietro è decisamente superiore.
Poi ci sono le condizioni se trovi neve o ghiaccio sulle rocce devi tenere i ramponi e questo complica non poco le cose, etc.

Ma al corso avrai modo di provare il tutto in prima persona.

Buoni 4.000, occhio che diventa una droga ;), c'è qualche utente che ne ha fatti più di 20 ed almeno uno più di trenta.
ciao, io sono relativamente nuovo del forum, ne ho saliti 37 nella mia carriera alpinistica, qualcuno anche più volte perchè continuiamo a portarci i corsi CAI.
 
Il modo più facile per unire Giordani e Vincent è salire alla Giordani dalla normale, poi traversare la parete SE della Vincent fino alla sua cresta SSW e da lì in vetta, cerca le relazioni su Gulliver, non dovresti andare oltre al II grado, se azzecchi il percorso migliore. Per le creste Soldato e ESE è richiesta un po' più di esperienza. Se ti fai portare non ci sono problemi, se vai in autonomia meglio forse che tu faccia prima un test a quote più basse, ad esempio Cresta dei Carisey al Mont Mars. L'idea del corso è sicuramente valida, ma per andare in autonomia può non bastare. Dipende da tante cose. Livello medio del corso, tipo di uscite proposte, tua predisposizione, ecc. Il fatto che tu abbia l'abitudine a fare grandi dislivelli comunque è un'ottima base di partenza.
 
@rocco di recente ho stretto un ottimo rapporto con due alpinisti (uno è pure guida), sono due 'mostri' (passatemi il termine), e mi stanno dando parecchie dritte! Entrambe mi hanno detto che mi faranno "passeggiare" sui 4.000 con la nuova stagione
 
Ultima modifica:
@rocco di recente ho stretto un ottimo rapporto con due alpinisti (uno è pure guida), sono due 'mostri' (passatemi il termine), e mi stanno dando parecchie dritte! Entrambe mi hanno detto che mi faranno "passeggiare" sui 4.000 con la nuova stagione
dai, non si sa mai che in giugno o luglio si riesca a fare un'uscita alpinistica del Forum, con @Phantom o con chi si vuole aggregare. Consideriamo solo che ogni capo cordata può "portare" legato con sè al massimo due alpinisti.
 
andata! A breve mi trasferisco sotto la est del rosa, ne sono fortemente attratto, sarà un ottima palestra
 
Ultima modifica:

Alto Basso