Trekking Punta Sommeiller da Grange della Valle per il Bivacco Sigot e il Passo Settentrionale dei Fourneaux

Dati

Data: 11 e 12 giugno 2022
Regione e provincia: Piemonte / TO / Exilles
Località di partenza: Grange della Valle
Località di arrivo: idem
Tempo di percorrenza: 2 giorni
Chilometri:
Grado di difficoltà: EE
Descrizione delle difficoltà: pietraie, sfasciumi, sentiero parzialmente crollato, nevaietti da attraversare o da evitare, qualche guado facile
Periodo consigliato: ora c'è più acqua, in questo periodo di siccità fa comodo
Segnaletica: molti ometti, ma in generale ci sono comunque molte tacche bianco/rosse

Dislivelli senza contare i su e giù che non mancano:

Dislivello in salita:
giorno 1 - dai 1800m si sale ai 3000m del bivacco - 1200m d+
giorno 2
- si sale alla Punta Sommeiller 3333m - 333m d+

Dislivello in discesa:
giorno 2 - si scende dai 3333m ai 1800m quindi circa 1500m d-

Quota massima: 3333m
Accesso stradale: a Grange della Valle stradina asfaltata stretta e comodi parcheggi

FOTO ORIGINALI
photos.app.goo.gl/6hKSKgWKDZA7cUAz9

poi se vuole @runner mette le sue

Descrizione

All'avventura con @runner :biggrin: con lo zaino pesante dei grandi eventi: tenda, sacco a pelo, materassino, pranzo cena e colazione...

Si parte ieri con calma verso le 11 da Grange della Valle. Non c'è una nuvola, c'è poco vento e le temperature non sono altissime.
Dopo poco che saliamo subito il fattaccio: gli si scollano le suole degli scarponi :help:

Ho con me del nastro da idraulico/elettricista e proviamo a metterci una pezza: uno scarpone accetta l'aiuto molto più dell'altro... fortunatamente abbiamo moltissimo tempo per salire e le frequenti soste per aggiustare l'aggiustabile non sono un problema.
IMG_20220611_142545.jpg


Finito il nastro da elettricista usiamo anche dei nastri elastici per cercare di tenere assieme sto scarpone che non ne vuole sapere... poi mi ricordo che potrei avere anche nastro elastico nel kit medico.

La bellezza della valle comunque non lascia spazio a rimuginare sulle sfighe universali
IMG_20220611_142601.jpg


Ravano un po' e scopro di avere nello zaino un bel nastro telato che da decathlon vendono per aggiustare i teli delle tende. Questo pare tenere molto meglio e riusciamo ad arrivare al bivacco!

IMG_20220611_170554.jpg


Il nastro argentato dona un look spaziale.

Al bivacco non c'è nessuno, dopo un'ora arriverà un gruppetto di ragazzi con cui passerò la serata e la notte nel bivacco... tra risate e partitone a scala quaranta. Personalmente userò comunque il sacco a pelo nel bivacco, senza peraltro avere poi sempre caldissimo. Comunque ci sono coperte e comodi materassi e cuscini e pantofole e tutto quello che uno può volere.

@runner ha la tenda da provare e quindi la monta
IMG_20220612_073010-PANO.jpg


nel frattempo girano i soliti cornuti, che torneranno anche la mattina
IMG_20220611_172807.jpg


IMG_20220611_170554-PANO.jpg


Una Luna particolarmente luminosa non permetterà di vedere molte stelle... si poteva tranquillamente fare una gita notturna senza frontali!

La mattina si fanno su gli zaini, colazione gambe in spalla. Si sale prima al Passo Settentrionale dei Fourneaux, da cui finalmente si potranno ammirare i panorami francesi.
IMG_20220612_083933.jpg

IMG_20220612_084603.jpg


Qui ormai è tutta pietraia, ma in generale è buona e poco mobile.

IMG_20220612_085925.jpg


IMG_20220612_092019.jpg


Finalmente si intravede la punta, qualche nevaio è meglio evitarlo
IMG_20220612_101005.jpg


Qualche foto dalla punta, arrivati su diamo un giro di nastro agli scarponi e prendiamo il sole sui materassini
IMG_20220612_103653.jpg

IMG_20220612_103658.jpg


IMG_20220612_103711.jpg

IMG_20220612_103721.jpg

IMG_20220612_103759.jpg

I ragazzi nel bivacco si sono attardati a ronfare (dopo che si erano alzati per fotografare l'alba), ma in punta ci hanno raggiunto poco dopo.

IMG_20220612_103903.jpg

IMG_20220612_103925.jpg

IMG_20220612_103933.jpg


Torniamo con calma al Bivacco che si è riempito di gente e facciamo pranzo (grazie per il panino!).
E poi tocca il resto della lunga discesa. Qualche nuvola ci da sollievo dal solleone.
IMG_20220612_131756.jpg

IMG_20220612_134451.jpg

IMG_20220612_134501.jpg

IMG_20220612_162309.jpg


Una bella birra al rifugio e si torna a Torino.
 
Ultima modifica:
Eh, ad averle quasi dietro l'angolo...:(:)
Comunque la prima cosa sarebbe indicare a caratteri cubitali la marca di quegli scarponi.
Gogna subito! (e boicottaggio) :D
 
Comunque tra nastri da idraulico/elettricista, nastri elastici e nastri telati, ti mancava solo quello di Moebius ...(non ti dico cos'è) :)
Avevo anche dei pezzi di cordino da 3mm, ma essendo relativamente rigido si accoppiavano poco e male allo scarpone morbido da escursionismo... Abbiamo provato ad usare anche quello: cercare di rinsaldare la suola pur mantenendo un minimo di funzionalità è stato difficile.
Avevo inoltre anche delle stringhe di ricambio, la funzione è simile al cordino alla fine.

Le fasce elastiche piuttosto utili erano quelle del materassino del deca, che fortunatamente lui aveva dietro. Io ce l'avevo ma senza fasce.
 
Ultima modifica:
Bella gita e bella zona, ma non faceva freddo a dormire in tenda lassù? E' quasi una conca a imbuto in alcuni punti e in teoria la temperatura di notte dovrebbe calare a picco ben sotto lo zero!

Anche se dipende dal punto esatto in cui si sta, io parlo non degli immediati dintorni del bivacco in effetti ma della conca proprio sotto la Sommeiller e a ovest del bivacco
1655128541597.png
 
Bella gita e bella zona, ma non faceva freddo a dormire in tenda lassù? E' quasi una conca a imbuto in alcuni punti e in teoria la temperatura di notte dovrebbe calare a picco ben sotto lo zero!

Anche se dipende dal punto esatto in cui si sta, io parlo non degli immediati dintorni del bivacco in effetti ma della conca proprio sotto la Sommeiller e a ovest del bivacco
Vedi l'allegato 236656
era una "prova tenda" come scriveva @andreapaiola, nel complesso è andata benone. Le condizioni erano molto buone, poco vento e temperatura intorno allo 0°, umidità molto bassa. Ho usato un sacco a pelo decathlon 5° e limite 0° , per isolarmi dal terreno ben due materassi decathlon ( uno gentilmente prestato da Andrea che in bivacco non lo ha usato) e si è dormito bene.
essendo secco non ho avuto problemi di condensa
--- ---

Avevo anche dei pezzi di cordino da 3mm, ma essendo relativamente rigido si accoppiavano poco e male allo scarpone morbido da escursionismo... Abbiamo provato ad usare anche quello: cercare di rinsaldare la suola pur mantenendo un minimo di funzionalità è stato difficile.
Avevo inoltre anche delle stringhe di ricambio, la funzione è simile al cordino alla fine.

Le fasce elastiche piuttosto utili erano quelle del materassino del deca, che fortunatamente lui aveva dietro. Io ce l'avevo ma senza fasce.
scarpe nuove ordinate, oltre al nastro del decathlon, che mi ha salvato la gita, nello zaino non mancherò di inserire anche delle fascette da elettricista che pesano niente e possono servire...
 
io parlo non degli immediati dintorni del bivacco
la tenda l'abbiamo messa ben vicina al bivacco: nel punto in piano più vicino...

in questa foto penso che l'ombra in basso a destra fosse proprio quella del bivacco
IMG_20220612_073029.jpg


saranno 20m dal bivacco...

penso fosse sotto zero come minima solo sopra i 3200m comunque, ghiaccio ne abbiamo visto solo al lago che è subito sotto la punta dove mi sono fermato a fare su un po' di acqua
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso