Qual'è l'area più selvaggia d'Italia?

ammetto che gli appennini mi incuriosiscono, specie verso umbria e toscana... secondo te quali sono i pregi degli appennini? :)

Ne hanno diversi, il primo a mio parere è certamente l'essere rimasti il cuore selvaggio d'Italia in un momento catastrofico per la fauna europea (anni '70).
La ripresa del lupo è ripartita da qui, dai nuclei superstiti sul Pollino e in Abruzzo, l'unica specie endemica di orso italiana è rimasta in vita qui con pochi esemplari ma sopravvive ancora oggi, il camoscio appenninico si è salvato nelle asperità della Marsica. Diciamo che gran parte della grande fauna italiana è stata custodita da queste montagne e da qui è riuscita a ripartire, sono luoghi pieni di endemismi. Ti basta camminare nel Parco Nazionale d'Abruzzo per respirare un'atmosfera speciale che non c'è da nessuna altra parte d'Italia, provare per credere.
Il secondo elemento distintivo è che, come conseguenza di quanto detto sopra, in Appennino c'è una continuità di aree protette che per integrità, estensione e varietà ambientale le Alpi italiane si possono solo sognare. In pratica dalle Foreste Casentinesi in giù c'è una fascia continua di Parchi Nazionali che in Europa non ha eguali: Sibillini - Gran Sasso/Laga - Majella - Parco Nazionale d'Abruzzo sono di fatto in continuità tra loro e poi Pollino - Sila - Aspromonte ad avvolgere la parte più meridionale e misteriosa del massiccio. Gli Appennini sono una dorsale che è un inno alla conservazione, in Appennino si sono consumate le battaglie ambientaliste più efficaci e di successo nella storia italiana.
Il terzo elemento è che sono luoghi lontani dal turismo di massa dove gran parte del territorio è puramente autentico e, nonostante alcune tristi eccezioni, il concetto di montagna luna park è lontano anni luce. In Appennino trovi ancora borghi intatti e pieni di mistero, si trova una pastorizia vera, a volte anche "brutale", che nulla ha a che vedere con quella leccata e da immaginario à la "Heidi" che si trova altrove.
Ultimo, ma non ultimo, una varietà paesaggistica riscontrabile in pochissime altre catene.
Esistono degli Appennini rocciosi ed appuntiti (Gran Sasso, Sibillini), degli Appennini dai rilievi arrotondati (quello Tosco-Emiliano o la Laga), degli Appennini ricoperti da foreste immense ed antiche, altri fatti di canyon impenetrabili (Majella). Esiste un Appennino marittimo/mediterraneo (quello meridionale) e ne esiste un altro desertico (vette della Majella) e potrei continuare...

Non so consigliarti un luogo in particolare ma tanto dove caschi caschi bene, dipende da quello che cerchi.
 
Ultima modifica:
grazie :)

non so perche' ma il sud non mi ha mai interessato... ok, so che non e' molto sud, ma se la metti cosi' quasi quasi in abruzzo un giro ce lo potrei fare :)
 
grazie :)

non so perche' ma il sud non mi ha mai interessato... ok, so che non e' molto sud, ma se la metti cosi' quasi quasi in abruzzo un giro ce lo potrei fare :)

Io una settimana in Abruzzo me la sparerei senza pensarci due volte e non necessariamente per fare escursionismo. Robe come Campo Imperatore, il PNALM, Santo Stefano di Sessanio/Rocca Calascio, il Lago di Barrea, gli Eremi della Majella ecc. vanno visti almeno una volta nella vita.
Inoltre il centro Italia è culturalmente il cuore d'Italia (e d'Europa).:si:
 
Fermi tutti, ma a Barrea i cervi sono come i colombi a Venezia, abituati alla presenza umana e ai selfie dei turisti col cervo.
Resta il fatto che il parco nazionale di Abruzzo Lazio e Molise è decisamente più selvaggio dei parchi alpini
 
Premettendo che non è in corso una gara dell area più wild, ma nell area protetta della Valgrande non ci sono centro abitatI così grandi. Neanche laghi così grandi. Siamo in ambiente Alpino, anzi Prealpino quote max 2300, orografia complessa, sentieri stretti e scomodi rubati alla montagna. L unico luogo abitato conta credo 10/20 anime e ci si arriva con strada larga quanto una macchina media, asfaltata alla bell'e' meglio. Credo importante che X queste poche zone girino poche tracce gps, poche relazioni, che siano il luogo di chi ama veramente la natura vera con i suoi pro e Contro. Purtroppo la valdossola, al di fuori della zona protetta è, come molti fondovalle, imbruttito dallo sviluppo demografico e ambientale. Sarà possibile in futuro uno sviluppo rispettoso dell ambiente? Ci sarà interesse x questo?
 
Proprio questa settimana sono partito da Campagna per arrivare al Laceno passando sotto il monte Polveraccio.
E per quanto sia per estensione un piccolo territorio, specialmente in questo periodo non offre occasioni di incontro con altre persone, sono stati tre giorni molto particolari che ripeterò.
Ovviamente suggerisco di fare questo piccolo Trek!
Una curiosità. Per te che hai fatto immagino già un invernale in quella zona dei Picentini, sto organizzando anche io 1 settiamana circa di campeggio e trekking in una sorta di traversata dei Picentini.
Il clima com'è lissu in questo periodo? Niente di estremo?
 
Una curiosità. Per te che hai fatto immagino già un invernale in quella zona dei Picentini, sto organizzando anche io 1 settiamana circa di campeggio e trekking in una sorta di traversata dei Picentini.
Il clima com'è lissu in questo periodo? Niente di estremo?
Sono più di 20 le mie invernali lungo tutti i Picentini, nell'ultima settimana le piogge sono state insistenti, e per finire ieri si è aggiunta la neve, la temperatura minima ad una quota di circa 1300 mt è data a -2°C e sono previste ancora tante piogge.
Tu sai già dove andare?
 
Sono più di 20 le mie invernali lungo tutti i Picentini, nell'ultima settimana le piogge sono state insistenti, e per finire ieri si è aggiunta la neve, la temperatura minima ad una quota di circa 1300 mt è data a -2°C e sono previste ancora tante piogge.
Tu sai già dove andare?
Volevo fare il polveracchio ma mi è stato sconsigliato. Quindi credo andrò sul Terminio o Raimagra. Mi avevano detto che la temperatura lissù andava anche oltre i - 10. Quindi non è cosi estrema la cosa.
--- Aggiornamento ---

C'è anche l'acellica ma è bella tosta li. Montagna impervia. Con attrezzature e tutto.
 
Sono tutti monti già con neve, per cui o si conoscono oppure ci si deve saper muovere per esperienza.
Il M. Polveracchio come il M. Accellica inoltre sono particolarmente insidiosi per la difficoltà ad orientarsi per chi non è pratico, e molti sono i cercatori di funghi che si perdono durante la stagione dei porcini.
Se ritieni che ti possa fornire altre informazioni non hai che da chiedere.
 
Alto Basso