qual' è il miglior film secondo voi che tratta di sopravvivenza /natura (anche parzialmente)

Tornando ai film di sopravvivenza, durante le feste una sera mi sono rivisto un film che avevo visto da ragazzino oltre 20 anni fa... Alive del 1993.
Il tema è l'incidente aereo sulle Ande accaduto nel 1972 e che ha visto il recupero dei sopravvissuti dopo quasi due mesi e mezzo trascorsi sulla neve a più di 3000 metri

Vero, destò molto scalpore quell'avvenimento e benchè a quel tempo avessi solo 10 anni, ricordo benissimo tutti i dibattiti che ne seguirono.
 
è da quell'avvenimento che è stato creato il termine "mangiare i morti" per identficare ina cosa che peggio di più peggio non si può (e per alcune etnie è anche offensiva)
ah beh, il cannibalismo come deliberata fonte di alimentazione è una pratica rifiutata da sempre dalla totalità della specie umana; tuttavia, una minoranza di popolazioni molto arretrate ed arcaiche hanno praticato il cannibalismo ma solo per scopi rituali.
Diversi sono i casi di cannibalismo per necessità di sopravvivenza; pur se affrontati con orrore e grandi difficoltà etiche da chi li doveva compiere, i casi sono sono stati numerosi e così al volo me ne vengono in mente alcuni famosi fra '800 e prima metà del '900:
- naufragio della nave "Meduse";
- naufragio della baleniera Essex;
- durante il regime sovietico il problema si è presentato più volte, ad es. durante la carestia del 1921-1922, durante la carestia indotta in Ucraina nel '31-'32 (c.d. Holodomor) e nell'assedio di Leningrado durante la IIGM; oltre che in alcuni gulag... fatti da cui è originata la leggenda che "i comunisti mangiano i bambini".
 
non ricordo se ne ho già parlato... Robert Redford è protagonista di un bel film di sopravvivenza in mare, " all is lost " . mi è piaciuto molto anche perchè lo si puo' guardare in lingua originale essendo praticamente muto. Direi che da come si svolge la storia, sembrerebbe che Redford abbia preso lezioni di navigazione, prima di fare il film
 
Altro film un po' strano: "vita di Pi".
La situazione surreale in cui si trova il ragazzo, a fine film si comprende essere una allegoria del reale, in cui le persone sono state descritte come animali.
 
Altro film un po' strano: "vita di Pi".
La situazione surreale in cui si trova il ragazzo, a fine film si comprende essere una allegoria del reale, in cui le persone sono state descritte come animali.

MOLTO strano "Vita di Pi" per i miei gusti: non sono riuscito avederlo fino in fondo...

Anzi, diciamo che appena è cominciato a diventare un po' visionario non sono più riuscito ad andare avanti a guardarlo.
 
sto guardando rai replay, hanno una fracca di documentari interessanti!!! sia spezzoni di geo&geo, che documentari interi. poi cartoni, serie tv, altre cose... e in tv danno le solite 4 porcate??? ma..... :-x
:argh::ignore:
 
non ricordo se ne ho già parlato... Robert Redford è protagonista di un bel film di sopravvivenza in mare, " all is lost " . mi è piaciuto molto anche perchè lo si puo' guardare in lingua originale essendo praticamente muto. Direi che da come si svolge la storia, sembrerebbe che Redford abbia preso lezioni di navigazione, prima di fare il film
Sì, credo di averlo citato, in Italia è arrivato con il titolo LOST.
 
Ho notato che è stato citato diverse volte "Revenant", io lo ho visto giusto ieri in TV,
ma devo dire che dal punti di vista surviving mi pare piuttosto deludente.

A parte quando per salvarsi dal gelo svuota la carcassa del cavallo appena morto e ci si infila dentro,
tecnica che avevo già visto, per il resto mi pare tutto un sussegguirsi di errori.

dagli accampamenti notturni in posizione non protetta, non protetto nemmeno il fuoco che quindi
sarà visibile da lontano, cosa di certo non saggia in presenza di indiani ostili,

Al viaggiare in traiettoria completamente esposta in mezzo alla valle invece di costeggiare le pareti boscose...
 
Ho notato che è stato citato diverse volte "Revenant", io lo ho visto giusto ieri in TV,
ma devo dire che dal punti di vista surviving mi pare piuttosto deludente.

A parte quando per salvarsi dal gelo svuota la carcassa del cavallo appena morto e ci si infila dentro,
tecnica che avevo già visto, per il resto mi pare tutto un sussegguirsi di errori.

dagli accampamenti notturni in posizione non protetta, non protetto nemmeno il fuoco che quindi
sarà visibile da lontano, cosa di certo non saggia in presenza di indiani ostili,

Al viaggiare in traiettoria completamente esposta in mezzo alla valle invece di costeggiare le pareti boscose...

Non dimenticare che è un film, dove la spettacolarizzazione è la cosa principale, e non un tutorial "tecnico" ;)

In alcune scene, ad esempio, non capisco come possa essere riuscito ad accendere il fuoco... :-?
 
Sì, davvero.
Ma credo che il thread sia per un filone di film "avventurosi/naturalistici" ad ampio spettro, dove magari, anche in una sola scena, si vede qualcosa che ha a che fare con il nostro hobby/passione ma che aiuta il protagonista o qualche altro soggetto, a cavarsela d'impaccio.
Oppure si vede che "outdoor" vengono messe in atto tecniche specifiche per l'adattamento e quindi, in senso lato, la sopravvivenza.
Altri film citati hanno poco o niente a che fare con il bushcraft, ma magari hanno qualcosa per il prepping o per il survivalismo estremo.
Sta a noi cogliere lo spunto.
 
Sì, davvero.
Ma credo che il thread sia per un filone di film "avventurosi/naturalistici" ad ampio spettro, dove magari, anche in una sola scena, si vede qualcosa che ha a che fare con il nostro hobby/passione ma che aiuta il protagonista o qualche altro soggetto, a cavarsela d'impaccio.
Oppure si vede che "outdoor" vengono messe in atto tecniche specifiche per l'adattamento e quindi, in senso lato, la sopravvivenza.
Altri film citati hanno poco o niente a che fare con il bushcraft, ma magari hanno qualcosa per il prepping o per il survivalismo estremo.
Sta a noi cogliere lo spunto.

Concordo.

Ad esempio io ho citato, in questo 3d, "Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto":poke:
 
In alcune scene, ad esempio, non capisco come possa essere riuscito ad accendere il fuoco... :-?
vero vero ... ma non avendo visto la tecnica poteva avere un superzippo legato al collo ... :D

Solo l'indiano si vede in un punto che recupera erba secca che poi usa come esca ma non si sa accesa come.

A proposito di FILM ... parlando di questo mi è tornato alla mente un film che avevo visto tantissimi anni fa, da ragazzino, e che mi aveva fatto innamorare dell'idea di vita all'aria aperta:
In questo film nel grande nord gelato, il protagonista deve accendere un fuoco per emergenza,
e dice una frase che mi è rimasta impressa ... "accenderemo il fuoco col ghiaccio"
per farlo si mette a sagomare un pezzo di ghiaccio trasparente ottenendo una lente con cui concentra i raggi solari e ... ecco il fuoco.

Ricordo che era gennaio o febbraio quando lo vidi e io mi procurai una lente con cui ho cercato di accendere il fuoco almeno 100 volte senza riuscirci .
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso