Informazione Qualcuno ha mai fatto "il cammino di san Fancesco" nel Lazio?

#1
Salve,non saprei se questa e' la sezione giusta per questa domanda e nel caso non lo sia mi scuso in anticipo.
Mi domandavo se qualcuno nel forum ha mai fatto il cammino di San Francesco (la parte nel Lazio) cioe' da Roma per arrivare nella valle reatina (i quattro monasteri,Piediluco,Terminillo,ecc..).Mi piacerebbe sapere la vosra opinione sull'esperienza.Io l'ho fatto l'anno scorso partendo senza molte pretese preso dalla nostalgia di Santiago (e per una questione di budget ridotto,anche se mi rendo conto che per un pellegrinaggio non e' proprio l'incipit giusto :().Devo dire che nonostante ne conservi un ricordo postivo molte cose mi hanno lasciato veramente sconcertato e non ho mai avuto modo di confrontarmi con nessuno che abbia intrapreso questo cammino.C'e' nessuno che vuole raccontarmi la sua esperienza?
 

#3
Presumo che parli del cammino di Francesco, quello chè è stato creato diversi anni fa nel reatino e che tocca I vari monasteri come fonte Colombo, La foresta, Poggio Bustone e Greccio.
Io l'ho fatto circa 4 anni fa con mia moglie, e ne ho un bel ricordo ma forse falsato per altri motivi personali. Ovvio che se parti con l'idea di un confronto con quello di Santiago il giudizio è fuorviato. Io l'aspetto negativo che ricordo era scoprire che I monasteri in realtà non erano più monasteri visto che eccetto Fonte Colombo e Greccio, gli altri fungevano come strutture dove risiedevano comunità di recupero. Come per Santiago anche quì è stato creato il passaporto del Pellegrino da far vidimare nei vari santuari, ma poi scopri che fartelo vidimare in alcuni santuari era complicato. Come anche sulle strutture in questo devi appoggiarti a strutture di B&B e paghi non poco, a Santiago invece è altra storia.
Però se lo prendi come una tre giorni in cui cammini ti godi il paesaggio, una preghiera quando ti Fermi nei vari monasteri, direi che comunque è un esperienza da fare e consigliare.
 

Discussioni simili

Alto