Quale orologio ABC

ammetto la mia pigrizia nell'approfittare di voi! ho visto anche sul sito Garmin tutti i formati impostabili.

per quanto riguarda il consumo batteria, in registrazione traccia consuma come nel seguire una traccia precaricata? o posso aspettarmi una autonomia maggiore nel secondo caso?
 
Altra domanda. Vedo che l’instinct ha una funzione LiveTrack. Come funziona? Significa che posso mandare ad un destinatario un link che gli segnala dove sono in ogni momento? Sono io a decidere fino a che dura? Mangia ulteriore batteria?
 
ammetto la mia pigrizia nell'approfittare di voi! ho visto anche sul sito Garmin tutti i formati impostabili.

per quanto riguarda il consumo batteria, in registrazione traccia consuma come nel seguire una traccia precaricata? o posso aspettarmi una autonomia maggiore nel secondo caso?
Non vorrei sbagliare perché vado ad esperienza d'uso e non "da manuale" ma è la stessa cosa: la Navigazione (funzione Naviga > Percorso) è a sé stante, ma può essere richiesta anche nell'ambito della registrazione di un'attività (es. Escursionismo), non credo però ci siano differenze sul consumo perché affinché tu possa seguire la traccia, l'Instinct ti da indicazioni sulla svolta successiva, ETA, alert di fuori percorso, quindi di fatto ti sta verificando costantemente la tua posizione, non è una semplice visualizzazione del percorso a schermo. Tanto che, credo, al termine della navigazione sia possibile comunque salvare come attività.
--- ---

Altra domanda. Vedo che l’instinct ha una funzione LiveTrack. Come funziona? Significa che posso mandare ad un destinatario un link che gli segnala dove sono in ogni momento? Sono io a decidere fino a che dura? Mangia ulteriore batteria?
Si esatto, è una funzione però più che altro legata all'app Garmin Connect (è lo smartphone infatti ad inviare i dati online, che gli vengono forniti via bluetooth dall'Instinct), puoi decidere poi di condividere il link con un contatto che potrà seguire online la tua posizione.

Se abilitato dovrebbe essere possibile attivare la condivisione in automatiuci contestualmente alla registrazione di un'attività sull'Instinct, quindi live track inizia e finisce con essa, ma anche lanciare la condivisione da smartphone e tenerla attiva a tempo indeterminato. Ovviamente la continua comunicazione bluetooth per quanto ottimizzata penso abbia un impatto sulla batteria.

Come vedete l'Instinct, con i suoi pregi e difetti, è molto più di un ABC con il vezzo del GPS.
 
Ultima modifica:
sì, in realtà immagino anche io un comportamento simile in termini di utilizzo di risorse e quindi di batteria.

Come vedete l'Instinct, con i suoi pregi e difetti, è molto più di un ABC con il vezzo del GPS.
è veramente un oggetto che non prendevo in considerazione. certo, sulla fascia di prezzo ci sono già dei GPS "puri", ma direi che abbinato alla carta (che resta comunque obbligatoria) e eventualmente a qualche app cartografica possa coprire una bella fetta di attività outdoor.
 
...mi sa che sta diventando un topic sull'Instinct :) ma ho un'altra domanda sulla memoria dell'instinct. Immagino che l'instinct abbia solo la propria memoria interna per le mappe. Se è cos, la memoria, una volta ospitate le mappe native del garmin, ha sufficiente spazio per una altra mappa (una classica omtb dell'italia) e per le tracce che volta per volta voglio caricare?
 
Se abilitato dovrebbe essere possibile attivare la condivisione in automatiuci contestualmente alla registrazione di un'attività sull'Instinct, quindi live track inizia e finisce con essa, ma anche lanciare la condivisione da smartphone e tenerla attiva a tempo indeterminato. Ovviamente la continua comunicazione bluetooth per quanto ottimizzata penso abbia un impatto sulla batteria.

Come vedete l'Instinct, con i suoi pregi e difetti, è molto più di un ABC con il vezzo del GPS.

@Cmps é già stato molto esaustivo.
Aggiungo solo un altro paio di considerazioni:

- Riguardo al Livetrack:

1. La batteria dello smartwatch ne risente parecchio essendo costante la comunicazione tra i dispositivi. In una invernale di 15km ho dovuto allacciare l’Instinct allo spallaccio dello zaino e collegarlo ad un powerbank per non far morire la batteria durante il Livetrack.
2. La comunicazione verso terzi é una applicazione eseguita dallo smartphone e, in quanto tale, funziona solo se c’è campo. In zone non coperte da rete telefonica lo smartphone, ovviamente, non riesce a comunicare i dati. Quindi la funzione Livetrack non sostituisce ciò che, ad esempio, può fare l’InReach ma, visto che ho introdotto l’argomento, l’Instinct si collega via BT anche all’InReach ed è possibile inviare segnali e posizioni satellitari direttamente dallo smartwach.


...mi sa che sta diventando un topic sull'Instinct :) ma ho un'altra domanda sulla memoria dell'instinct. Immagino che l'instinct abbia solo la propria memoria interna per le mappe. Se è cos, la memoria, una volta ospitate le mappe native del garmin, ha sufficiente spazio per una altra mappa (una classica omtb dell'italia) e per le tracce che volta per volta voglio caricare?

Sull’Instinct non puoi caricare mappe, ne vi sono delle mappe precaricate da Garmin. Puoi solo caricare o rilevare tracciati GPS e salvare waypoint lungo questi itinerari. Lo smartwatch in modalità “Navigazione” ti mostrerà una linea tratteggiata da seguire con puntatore direzionale, ti avviserà se ti allontanerai dalla traccia, ti permetterà di consultare il profilo altimetrico della traccia caricata ma non gestisce delle vere e proprie mappe come un GPS cartografico.
 
Attenzione, l’Instinct non è in nessun modo un “cartografico”, il massimo che si può ottenere quando parliamo di Navigazione è questo:
222357

La memoria interna penso sia molto limitata deve quindi contenere solo pochi in Kb per ogni attività/traccia e in questo senso non ci sono problemi.
 
mi è chiaro che l'instinct non è un cartografico e quindi non mi mostra una mappa. Quello che non mi è chairo è dove prenda il “biscio” che @Cmps mistra nella foto. Lo prende dalla traccia che ho caricato prima di partire? E allora cosa mi mostra quando non ho caricato alcuna traccia e se sto solo camminando e registrando per sfruttare la funzione trackback nel caso di bisogno? Grazie
--- ---

Aggiungo una ulteriore domanda. Se arrivo ad un bivio o ad un trivio, lui mi mostra solo la mia direzione o mi mostra anche quelle alternative che devo scansare?
 
Lo prende dalla traccia che ho caricato prima di partire?

Si

E allora cosa mi mostra quando non ho caricato alcuna traccia e se sto solo camminando e registrando per sfruttare la funzione trackback nel caso di bisogno?

Ti mostrerà solo il percorso che hai tracciato fino a quel momento

Aggiungo una ulteriore domanda. Se arrivo ad un bivio o ad un trivio, lui mi mostra solo la mia direzione o mi mostra anche quelle alternative che devo scansare?

Con il puntatore nel quadrante rotondo indicherà solamente la direzione che tu devi seguire e, nel caso tu prenda una direzione diversa da quella della traccia caricata, ti avviserà che hai sbagliato direzione e che sei fuori percorso
 
Il biscio lo costruisce grazie i singoli punti che compongono la traccia caricata prima di partire o registrata durante l’escursione. Se si attiva il trackback mostrerà il biscio a ritroso. Presso un bivio, svolta o altro ti mostrerà solo che il tuo biscio va a dx piuttosto che a sx e un’iconcina che di indica da quale parte svoltare, senza ovviamente mostrare le vie alternative di cui lui nulla sa e che vedresti su un cartografico.
 
Ok ora è chiaro. Grazie
--- ---

Ulteriore domanda. Ho visto sunqualche video che posso impostargli la richiesta di portarmi ad un certo punto, per esempio definito da semplici coordinate. Devo dedurne che, non avendo una mappa incorporata, questo significa che imposta una rotta lineare, non un percorso realistico, corretto?
 
Ultima modifica:
Ok ora è chiaro. Grazie
--- ---

Ulteriore domanda. Ho visto sunqualche video che posso impostargli la richiesta di portarmi ad un certo punto, per esempio definito da semplici coordinate. Devo dedurne che, non avendo una mappa incorporata, questo significa che imposta una rotta lineare, non un percorso realistico, corretto?

Confermo...traccia una retta dalla tua posizione alle coordinate da raggiungere e ti guida attraverso un puntatore direzionale indicandoti, anche, la distanza progressiva dal punto A al punto B
 
Se ti può essere utile, possiedo un Instinct da circa un anno e mezzo e devo dire che mi sono trovato molto bene.
Personalmente lo uso per la navigazione e per la registrazione del percorso mentre come supporto cartografico uso un'app su smartphone che attivo solo quando mi serve fare il punto di stazione.
Come app uso Oruxmaps GP (quasi gratuita) e le mappe offline OpenStreetMaps (gratuite). In ogni caso porto sempre dietro, come backup d'emergenza, carta a 25.000, spago colorato e bussola magnetica Suunto.
I vantaggi che più ho apprezzato dell'Instinct sono:
- robustezza e impermeabilità (è a norma MIL-STD)
- leggibilità del display anche in pieno sole
- possibilità di caricare le tracce gpx dei sentieri (al momento ne ho una trentina caricate contemporaneamente in memoria) complete di altimetria
- ottima precisione nel seguire le tracce e segnalare quando vai fuori sentiero (fa una vibrazione)
- avere i pulsanti e non il touchscreen (che è inutilizzabile con i guanti)
Purtroppo non ho la versione Solar e per questo motivo uso due accortezze:
- durante le escursioni tengo l'Instinct disconnesso dallo smartphone (odio ricevere le notifiche sull'orologio e comunque quando al ritorno lo ricollego scarica automaticamente tutti i dati dell'escursione tramite Garmin Connect);
- una volta avviata la navigazione o il TrackMe con il GPS, evito di tenere fisse sul display schermate con mappe, cursori e disegnini del percorso seguito o da seguire. La registrazione/navigazione GPS prosegue comunque in background ma almeno evito il consumo dovuto alla bussola elettronica a tre assi e ai suoi voraci solenoidi.
Con queste accortezze finisco la giornata con ancora una buona riserva di carica.
Spero di esserti stato utile.
 
Nel Garmin instinct la bussola è ele
Se ti può essere utile, possiedo un Instinct da circa un anno e mezzo e devo dire che mi sono trovato molto bene.
Personalmente lo uso per la navigazione e per la registrazione del percorso mentre come supporto cartografico uso un'app su smartphone che attivo solo quando mi serve fare il punto di stazione.
Come app uso Oruxmaps GP (quasi gratuita) e le mappe offline OpenStreetMaps (gratuite). In ogni caso porto sempre dietro, come backup d'emergenza, carta a 25.000, spago colorato e bussola magnetica Suunto.
I vantaggi che più ho apprezzato dell'Instinct sono:
- robustezza e impermeabilità (è a norma MIL-STD)
- leggibilità del display anche in pieno sole
- possibilità di caricare le tracce gpx dei sentieri (al momento ne ho una trentina caricate contemporaneamente in memoria) complete di altimetria
- ottima precisione nel seguire le tracce e segnalare quando vai fuori sentiero (fa una vibrazione)
- avere i pulsanti e non il touchscreen (che è inutilizzabile con i guanti)
Purtroppo non ho la versione Solar e per questo motivo uso due accortezze:
- durante le escursioni tengo l'Instinct disconnesso dallo smartphone (odio ricevere le notifiche sull'orologio e comunque quando al ritorno lo ricollego scarica automaticamente tutti i dati dell'escursione tramite Garmin Connect);
- una volta avviata la navigazione o il TrackMe con il GPS, evito di tenere fisse sul display schermate con mappe, cursori e disegnini del percorso seguito o da seguire. La registrazione/navigazione GPS prosegue comunque in background ma almeno evito il consumo dovuto alla bussola elettronica a tre assi e ai suoi voraci solenoidi.
Con queste accortezze finisco la giornata con ancora una buona riserva di carica.
Spero di esserti stato utile.
grazie chiarissimo. Immagino che quando volessi attivare bussola o altro durante il percorso lo fai brevemente e poi le disattivi di nuovo, giusto?
 
Nel Garmin instinct la bussola è ele

grazie chiarissimo. Immagino che quando volessi attivare bussola o altro durante il percorso lo fai brevemente e poi le disattivi di nuovo, giusto?
Esattamente.
Aggiungo che nella memoria dell'Instinct - il quale, lo ribadisco, NON è uno smartwatch cartografico - ho comunque caricato una serie di waypoint (centri abitati, rifugi, punti acqua ecc.) i quali sono sempre mostrati sullo schermo quando visualizzo una traccia gpx. Lo trovo comodo per avere un quadro di massima e/o avere al volo la distanza di questi punti dalla mia posizione mentre sono in movimento.
Naturalmente per avere un quadro d'insieme più dettagliato (posizione di altri sentieri, curve di livello, morfologia del territorio ecc.) mi fermo a consultare OruxMaps sullo smartphone in offline. Da questo punto di vista, le mappe offline e, soprattutto, i map styles specifici per l'escursionismo (tipo Elevate) disponibili gratuitamente su OpenAndroMaps sono a mio giudizio imbattibili.
In conclusione, non so se uno smartwatch cartografico, con il suo mini display abbia molto senso e sia poi così pratico da usare.
Posso sbagliare ma secondo me la vera scelta è tra un'accoppiata smartwatch GPS+app su smartphone e un GPS portatile puro (tipo Garmin eTrex e similari per intenderci).
 
Esattamente.
Aggiungo che nella memoria dell'Instinct - il quale, lo ribadisco, NON è uno smartwatch cartografico - ho comunque caricato una serie di waypoint (centri abitati, rifugi, punti acqua ecc.) i quali sono sempre mostrati sullo schermo quando visualizzo una traccia gpx. Lo trovo comodo per avere un quadro di massima e/o avere al volo la distanza di questi punti dalla mia posizione mentre sono in movimento.
Naturalmente per avere un quadro d'insieme più dettagliato (posizione di altri sentieri, curve di livello, morfologia del territorio ecc.) mi fermo a consultare OruxMaps sullo smartphone in offline. Da questo punto di vista, le mappe offline e, soprattutto, i map styles specifici per l'escursionismo (tipo Elevate) disponibili gratuitamente su OpenAndroMaps sono a mio giudizio imbattibili.
In conclusione, non so se uno smartwatch cartografico, con il suo mini display abbia molto senso e sia poi così pratico da usare.
Posso sbagliare ma secondo me la vera scelta è tra un'accoppiata smartwatch GPS+app su smartphone e un GPS portatile puro (tipo Garmin eTrex e similari per intenderci).
È l’idea che mi sono fatto io. Sempre parte di dall’ avere con se cartina e bussola! Grazie
--- ---

@Papinus: Domanda, come li carichi i waypoint?
 
Ultima modifica:
Ci sono due modi.
Il primo è salvare la posizione corrente direttamente nell'Instinct per poi modificarne manualmente le coordinate, il nome e l'icona con quelli del waypoint che vuoi inserire. Il secondo, decisamente più comodo, è usare l'app Garmin Explore sullo smartphone dove puoi caricare tracce gpx e waypoint in una o più raccolte che poi vengono sincronizzate con il tuo dispositivo.
 
buongiorno, sono anche io alla ricerca di un orologio per le escursioni. Il GPS lo utilizzerei solo saltuariamente, quindi le funzioni piu importanti sarebbero bussola e soprattutto altimetro. Sono orientato sul garmin instinct visto anche che sta a 180 euro con il prime day, ma sono preoccupato per i problemi che ho letto ha l'altimetro, anche se sono risolvibili in qualche modo. Volevo chiedervi, nella stssa fascia ci sono prodotti con altimetri migliori?

Grazie!
 
Lente di Fresnel
Alto Basso