Quanti giorni di trekking avete fatto al massimo IN AUTONOMIA?

Ciao a tutti!
Sto preparando le "razioni" di viveri per fare entro fine mese 5 giorni di altavia tra le Dolomiti, in totale autonomia di viveri.
Non è la prima volta che programmo uscite in autonomia di questa durata, ma la volta scorsa ad esempio avevo un 60+10 litri, questa volta devo farci stare tutto nel 40 litri (che già trema...), quindi questa volta:
  • le razioni sono misurate con molta più attenzione (6-7 etti di cibo al giorno, con alimenti tutti da 400 cal/hg in su)
  • ...e oltre al peso sto lavorando per ottimizzare bene bene anche i volumi
    (ad esempio ho forato con uno spillo le varie buste di liofilizzati per far uscire tutta l'aria e poi richiudo il forellino con dello scotch... grazie @Grizzly per la dritta!)
  • Edit: qui i dettagli del mio menù giornaliero
Mi è quindi nata questa curiosità:
  • Quanti giorni siete stati fuori al massimo nelle vostre uscite, in completa autonomia? (senza approvvigionamenti esterni, e senza consumare pasti nei rifugi)
  • Che volume di zaino avevate?
  • Avete qualche trucco da condividere che vi ha aiutato a limitare peso e volume dei viveri trasportati?
 
Ultima modifica:
Eh per ora massimo un paio di giorni, però contando che vado spesso a temperature vicino allo zero (Alpi in quota) e discreti dislivelli... Non ho manco un pesa-zaino, ma oggi coi ramponi ho visto che siamo sui 9Kg di zaino (escludendo acqua) e lo zaino è da 30L.
Con le sacche impermeabili ho visto che riesco a comprimere molto sia la tenda che i vestiti.
Da mangiare uso barrette, banane essiccate, noci e altra frutta secca che danno molti minerali utili.
Per la sera liofilizzato, con aggiunta di proteine (carne in scatola, carne secca), frutta secca. Non ho ancora provato ad aggiungere olio per aumentare le calorie.
Colazione e cena pasto caldo, pranzo pasto "freddo".

Oggi sono a 2700m con un vento gelido
 
Ultima modifica:
Ciao @paiolo, io sono tornato da poco da un trekking di 7 giorni in autonomia, ho comprato quattro pomodori in un paese credo rimanga autonomia :biggrin:
Lo zaino è un vecchio dolomite di cui non conosco il litraggio, riporta una scritta 36... ad occhio penso che al massimo della capacità sia tra i 40 e 50 litri.
Per limitare peso e volumi non ho grandi segreti, io ho portato da mangiare risotti knor, pasta (piccolini), noodles, purè, pane a cassetta come companatico avevo prosciutto, salame e parmigiano.
Dopo avevo anche extra come barrette e gel sportivi e mix di frutta secca.
Sono andato molto ad occhio nella preparazione ma alla fine sono riuscito a star molto bene e non perdere praticamente peso.
Per diminuire peso e volume l'unica cosa che faccio è rinunciare, a tutto quello che di cui posso fare a meno senza alterare la mia serenità, e utilizzare il tuo set per cucinare.
 
Per i viveri non conosco trucchi particolari ma posso darti qualche dritta sul contenuto dello zaino in generale se vuoi.

Un (banale) consiglio che posso darti è di usare le sacche di compressione, non importa se sono impermeabili o meno. Per vestiario e sacco a pelo sono il top, ti fanno risparmiare un sacco di spazio a costo di portare qualche grammo in più.

Poi evita cose effettivamente inutili che porteresti solo per sfizio (tipo coltellone se sei patito dei coltelli, come nel mio caso).

Se hai un kit di primo soccorso cerca di rimpicciolirlo il più possibile, ovvero, porta solo le cose che sai effettivamente usare e lascia a casa quelle che non sai usare e che si rivelerebbero un peso inutile (quando hai cerotti, una garza, qualche tampone disinfettante, dei cerottini per punti sutura e una coperta isotermica sei a posto per il 90% dei problemi. Se succede qualcosa di più grave un kit di primo soccorso può servire a ben poco..)

Informati sul percorso, se ci sono ruscelli o altre fonti d'acqua potresti fermarti a lavare la roba così puoi portare solo un cambio di vestiti e alternarli spesso con quelli che indossi, risparmieresti un peso notevole

Altro trucco per risparmiare un pochettino di spazio è di usare un sacco della spazzatura all interno dello zaino per proteggere il contenuto dalla pioggia ed evitare così di portarsi dietro il copri-zaino. Non è elegante e io stesso non amo utilizzare questo trucchetto, ma so che molti maniaci del peso lo sfruttano ed effettivamente ha senso.

Come fornelletto cerca la soluzione più leggera in base al percorso e alla durata dell escursione. Se non hai tempi ferrei da rispettare e se vai in una zona boscosa potrebbe aver senso portare un fornelletto pieghevole a legna (tipo Bushbox o quelli della Lixada), certo perderesti più tempo per raccogliere legna e accendere il fuoco ma risparmieresti un bel po di peso e soprattutto spazio nello zaino (visto che quei fornelletti una volta piegati si infilano nello schienale e occupano pochissimo spazio). Se invece hai tappe da rispettare e/o non hai disponibilità di legna lungo il percorso allora vai di fornelletto a gas/alcool. Nel caso di fornello a gas calcola i consumi, potrebbe bastarti una bomboletta piccola per una settimana di utilizzo. Il fornelletto cerca di acquistarlo il più compatto possibile, se sei da solo basta e avanza uno di quelli microscopici (io ne ho uno della Primus). Se ami il caffè evita la moka e vai di caffè solubile.. Una soluzione blasfema per me, ma necessaria se vuoi risparmiare peso e spazio.

Se pensi di risparmiare peso e spazio con un tarp riflettici bene, a livello di ingombro non sono tanto meglio di una tenda e anche come peso, se includi cordini vari, arrivi vicino al peso di una tenda,comunque valuta tu in base ai gusti, al percorso e alla praticità d'uso.
Per alcuni prodotti comunque l unico modo per risparmiare spazio e peso è spendere spendere spendere... Se vuoi una tenda leggera e compatta devi per forza puntare su marchi costosi, tipo le MSR. Idem per i tarp, un tarp non troppo pesante ma fatto bene e abbastanza resistente costa parecchio.

Non portare troppa roba per l igiene... Quando hai un piccolo asciugamano per il viso (di quelli sintetici che occupano poco spazio, da Decathlon costano un paio di euro), spazzolino, dentifricio e un sapone neutro biologico sei a posto.

Se mi viene in mente altro ti faccio sapere
 
Ciao a tutti!
Sto preparando le "razioni" di viveri per fare entro fine mese 5 giorni di altavia tra le Dolomiti, in totale autonomia di viveri.
Non è la prima volta che programmo uscite in autonomia di questa durata, ma la volta scorsa ad esempio avevo un 60+10 litri, questa volta devo farci stare tutto nel 40 litri (che già trema...), quindi questa volta:
  • le razioni sono misurate con molta più attenzione (6-7 etti di cibo al giorno, con alimenti tutti da 400 cal/hg in su)
  • ...e oltre al peso sto lavorando per ottimizzare bene bene anche i volumi
    (ad esempio ho forato con uno spillo le varie buste di liofilizzati per far uscire tutta l'aria e poi richiudo il forellino con dello scotch... grazie @Grizzly per la dritta!)
MI è quindi nata questa curiosità:
  • Quanti giorni siete stati fuori al massimo nelle vostre uscite, in completa autonomia? (senza approvvigionamenti esterni, e senza consumare pasti nei rifugi)
  • Che volume di zaino avevate?
  • Avete qualche trucco da condividere che vi ha aiutato a limitare peso e volume dei viveri trasportati?
Da come scrivi capisco che non hai necessità di portarti acqua perchè la troverai sul percorso, giusto?

Perchè tra bere e cucinare i liofilizzati te ne servirà parecchia...

E poi perchè questa "sfida"?
la volta scorsa ad esempio avevo un 60+10 litri, questa volta devo farci stare tutto nel 40 litri
Personalmente, per 5 gg in autonomia, rimerrei sul 60+10...
 
Ultima modifica:
Ciao @paiolo, io sono tornato da poco da un trekking di 7 giorni in autonomia, ho comprato quattro pomodori in un paese credo rimanga autonomia :biggrin:
Lo zaino è un vecchio dolomite di cui non conosco il litraggio, riporta una scritta 36... ad occhio penso che al massimo della capacità sia tra i 40 e 50 litri.
Per limitare peso e volumi non ho grandi segreti, io ho portato da mangiare risotti knor, pasta (piccolini), noodles, purè, pane a cassetta come companatico avevo prosciutto, salame e parmigiano.
Dopo avevo anche extra come barrette e gel sportivi e mix di frutta secca.
Sono andato molto ad occhio nella preparazione ma alla fine sono riuscito a star molto bene e non perdere praticamente peso.
Per diminuire peso e volume l'unica cosa che faccio è rinunciare, a tutto quello che di cui posso fare a meno senza alterare la mia serenità, e utilizzare il tuo set per cucinare.
Complimenti! ;)
Curiosità, quanto alcol ti sei portato via per cucinare 7 giorni e quanto ne hai poi effettivamente utilizzato? Sto facendo qualche "statistica"! :D

Per i viveri non conosco trucchi particolari ma posso darti qualche dritta sul contenuto dello zaino in generale se vuoi.
Sull'alleggerimento dello zaino in generale, ho già molta esperienza...al netto di acqua e viveri il mio zaino (compreso tarp, sacco e tutto il resto dell'equipaggiamento) è sui 5Kg. Quest'anno mi sto concentrando sull'alleggerimento dei viveri perché ho visto che torno sempre a casa con parecchio cibo avanzato

Da come scrivi capisco che non hai necessità di portarti acqua perchè la troverai sul percorso, giusto?
Ovviamente sì... inconcepibile fare 5 giorni senza trovare acqua!
Le Dolomiti sono piuttosto asciutte ma conto cmq lungo il giro di trovare almeno una volta al giorno torrenti/laghetti (ho filtro Sawyer) ...e se butta male cmq la posso almeno comprare nei rifugi che vi sono lungo il percorso.

[Zaino da 40 litri] E poi perchè questa "sfida"?
Personalmente, per 5 gg in autonomia, rimerrei sul 60+10...
A Luglio ho fatto 3 giorni di trekking in tarp nel Jura svizzero col 40 litri senza problemi (come scritto sopra sono MOLTO minimalista)...anzi, avanzando pure un po' di spazio....ed ho visto che vi sono alcune cose che posso ancora affinare. Ho fatto i conti che non dovrei avere problemi ad aggiungere altri due giorni di viveri.

Ovviamente non posso permettermi di portare scatolette di fagioli o altro cibo pesante/ingombrante. Ad esempio al posto del pane porto gallette perché oltre che leggere e durature sono anche molto compatte
 
Ultima modifica:
Non avendo problemi di acqua il massimo è stato una decina di giorni ....... tanti anni fa quando girare con uno zaino da 110 lt era quasi la normalità e certi concetti legati al peso non si ponevano, anzi, alcune volte si faceva a gara a chi aveva lo zaino più pesante. Ormoni giovanili :biggrin::lol:

Ciao :si:, Gianluca

PS.: certi alimenti vengono confezionati in atmosfera controllata ovvero all'interno del sacchetto non viene immessa "normale" aria ambiente ma aria "trattata" (magari priva di ossigeno), se si buca la confezione e si svuota l'aria contenuta si perde la protezione che ne deriva, quanto questa protezione incida sulla velocità di degradazione dell'alimento non ne ho idea.
 
Ultima modifica:
Quoto.
--- Aggiornamento ---

--- Aggiornamento ---

.: certi alimenti vengono confezionati in atmosfera controllata ovvero all'interno del sacchetto non viene immessa "normale" aria ambiente ma aria "trattata" (magari priva di ossigeno), se si buca la confezione e si svuota l'aria contenuta si perde la protezione che ne deriva, quanto questa protezione incida sulla velocità di degradazione dell'alimento non ne ho idea.

Quoto
 
PS.: certi alimenti vengono confezionati in atmosfera controllata ovvero all'interno del sacchetto non viene immessa "normale" aria ambiente ma aria "trattata" (magari priva di ossigeno), se si buca la confezione e si svuota l'aria contenuta si perde la protezione che ne deriva, quanto questa protezione incida sulla velocità di degradazione dell'alimento non ne ho idea.
Anche nei casi di alimenti confezionati in "atmosfera protettiva" il far uscire l'atmosfera protettiva non è di per sé un problema, il problema è se ENTRA aria "normale", col suo carico dannoso di ossigeno e umidità.
Infatti come detto sopra faccio un foro con un AGO, comprimo e quando è uscita tutta l'aria che riesco a far uscire metto immediatamente un pezzo di scotch per "tappare" il foro.
Faccio questa operazione non più di 1-2 settimane prima dell'uso effettivo, e lo faccio su alimenti che non hanno grossi problemi di conservazione (al momento ho già testato la tecnica su: buste di riso Knorr, noodles, sacchetti di patatine, sacchetti di mela essiccata, sacchetti di frutta secca tostata e salata).

Edit: Trovata la "citazione" originale di @Grizzly in un thread dell'anno scorso da cui ho appreso questo trucchetto:
PS: rileggo che mangi liofilizzati. Perfetto. Se vuoi ridurre il volume delle buste fai un buchino con uno spillo, fai uscire l’aria, e tappi il buco col nastro adesivo. In questo modo guadagni spazio.
 
Ultima modifica:
Complimenti! ;)
Curiosità, quanto alcol ti sei portato via per cucinare 7 giorni e quanto ne hai poi effettivamente utilizzato? Sto facendo qualche "statistica"! :D
Circa 400ml e ne ho riportato meno di una boccettina di quelle dei frutti rossi della coop. Ne ho consumato parecchio perché per due giorni non avevo fonti ma solo torrenti, quindi ho bollito l'acqua ( prima di stufarmi e berla così di gusto). Comunque io di solito se sto fuori per più di due notti con l'alcol mi regolo così: calcolo i consumi in base al pasto e poi mi porto una boccettina, di quelle sopra, di scorta.
Questo per la tua statistica, penso che in fatto di alcol ci sia poco da insegnarti :biggrin:
Quest'anno mi sto concentrando sull'alleggerimento dei viveri perché ho visto che torno sempre a casa con parecchio cibo avanzato
Io anche in passato avevo il problema di riportarmi molta roba, sta volta ho diviso tutto giorno per giorno, in modo da avere il menù già prestabilito e via,così entro sera finivo tutto. Alla fine mi sono riportato qualche extra e un pezzo di salame.
 
Altro trucco per risparmiare un pochettino di spazio è di usare un sacco della spazzatura all interno dello zaino per proteggere il contenuto dalla pioggia ed evitare così di portarsi dietro il copri-zaino. Non è elegante e io stesso non amo utilizzare questo trucchetto, ma so che molti maniaci del peso lo sfruttano ed effettivamente ha senso.
Ciao Marco,
un appunto, si il sacco della spazzatura è una cosa nota, ma ci sono da considerare alcuni fattori:
1) valutare la temperatura... non penso sia comodo portare uno zaino bagnato per tante ore di cammino sulla schiena..
2) con il sacco ripari la parte grande dello zaino... ricordarsi di usare vari sacchettini per le tasche dello zaino superiori o altrove.

Come fornelletto cerca la soluzione più leggera in base al percorso e alla durata dell escursione. Se non hai tempi ferrei da rispettare e se vai in una zona boscosa potrebbe aver senso portare un fornelletto pieghevole a legna (tipo Bushbox o quelli della Lixada), certo perderesti più tempo per raccogliere legna e accendere il fuoco ma risparmieresti un bel po di peso e soprattutto spazio nello zaino (visto che quei fornelletti una volta piegati si infilano nello schienale e occupano pochissimo spazio). Se invece hai tappe da rispettare e/o non hai disponibilità di legna lungo il percorso allora vai di fornelletto a gas/alcool. Nel caso di fornello a gas calcola i consumi, potrebbe bastarti una bomboletta piccola per una settimana di utilizzo. Il fornelletto cerca di acquistarlo il più compatto possibile, se sei da solo basta e avanza uno di quelli microscopici (io ne ho uno della Primus). Se ami il caffè evita la moka e vai di caffè solubile.. Una soluzione blasfema per me, ma necessaria se vuoi risparmiare peso e spazio.
Ho la bushbox anche io, ma preferisco usarla con fornelletto ad alcol. Più comoda, più veloce ed anche minor sporco da pulire e meno puzza.
Cuocere sulla legna fa si che bisogna avere del tempo a disposizione, in più il fumo sporca le stoviglie, e di conseguenza, se uno non può lavare bene la gavetta rischia di sporcare tutto.. per non parlare della puzza che ristagna nello zaino..

Piuttosto se voglio optare per il fuoco, e ho la possibilità di scegliere il cibo, mi organizzo con degli spiedi creati sul posto. Meno rotture.
 
Circa 400ml e ne ho riportato meno di una boccettina di quelle dei frutti rossi della coop
Beh, se sei partito con 400ml e ne hai portato indietro circa 100ml non mi sembra poi male: per stare fuori 6 notti hai consumato 300ml, cioè 50ml per cena + colazione ....più che ragionevole

Io anche in passato avevo il problema di riportarmi molta roba, sta volta ho diviso tutto giorno per giorno, in modo da avere il menù già prestabilito e via,così entro sera finivo tutto. Alla fine mi sono riportato qualche extra e un pezzo di salame.
Anch'io facevo così... però nell'ultima uscita ho misurato esattamente quanto cibo ho mangiato, ed alla fine ho visto che mangio circa 600 grammi al giorno, meno di quel che pensavo (avevo stimato sui 750gr), e che quando cammino mi fanno voglia le cose salate, e tendo ad avanzare quelle dolci, questa volta ho corretto il "menù" di conseguenza
 
No no infatti è andato molto bene come consumo e gestione, un po' di scorta dovevo portarmela sta volta dato che non passavo per rifugi o paesi se non un giorno a metà.
Il tuo fornello comunque top, l'ho stra sfruttato ahahahahah.
Cosa prevedi di mangiare? Sono curioso e sempre alla ricerca di idee
Comunque io penso che per 5 giorni non dovresti aver nessun problema con uno zaino da 40 litri, "conoscendo" un po' la tua attrezzatura
 
Il tuo fornello comunque top, l'ho stra sfruttato ahahahahah.
Beh, direi....ottimo! Quando le cose finiscono nelle mani giuste! :woot:

Cosa prevedi di mangiare? Sono curioso e sempre alla ricerca di idee
Allora...il menù "base" di ogni giornata è il seguente:
  • colazione: confezione monoporzione con 6 biscotti Ringo (55 grammi) + infuso (zucchero 5 grammi)
  • snack vari mentre cammino: 4 barrette ai cereali gusti vari, circa 100 grammi + sacchettino mele secche (20 grammi)
  • spuntino "serio" + pranzo: 75 grammi crackers/gallette (buone e compatte queste al mais) + 75-100 grammi di salame & formaggio
  • antipasto/aperitivo: 50 grammi di granaglie (anacardi, arachidi, mais tostato, semi di zucca...) + 50-60 grammi di patatine poco ingombranti (Fonzies, Rodeo...)
  • cena: busta liofilizzato 120-175 grammi (noodles yakisoba, risotto Knorr, cous-cous...) + infuso (zucchero 5 grammi)
...per un totale di circa 600 grammi al giorno di viveri, ed un volume attorno a 1.5 litri (usando, come spiegato prima, la nota tecnica del forare con uno spillo le varie buste di liofilizzati/patatine/frutta secca per far uscire tutta l'aria e poi richiudendo il forellino con lo scotch), a cui aggiungo circa 40 grammi / 50 ml di alcol per il mio fornellino per scaldare i tè e cucinare i liofilizzati.

Dovrei poi portarmi un po' di un mio "intruglio" (Campari, Gin e concentrato di acqua tonica) da allungare con 3-4 parti di acqua fresca di sorgente per farmi l'aperitivo ogni sera :biggrin:

Comunque io penso che per 5 giorni non dovresti aver nessun problema con uno zaino da 40 litri, "conoscendo" un po' la tua attrezzatura
Diciamo che dovrei farcela ma prevedo di non avere grandi margini di manovra! :D
 
Ultima modifica:

Discussioni simili


Alto Basso