Proposta Raduno Invernale 2020 Ti-Woodivor

QUALE ANNO MIGLIORE PER VIVERE UN'ESPERIENZA ARRICCHENTE E DIVERSA DAL SOLITO SE NON IL 2020???
CON LARGHISSIMO ANTICIPO, PER POTER DARE LA POSSIBILITÀ A CHIUNQUE FOSSE INTERESSATO,
DI ORGANIZZARSI, ALLENARSI, RISERVARE IL TEMPO, ECC...


Come sempre questo tipo di "topic" riguarda l'organizzazione di un'uscita e non per polemizzare su preferenze, dissensi & Co.
Quindi rivolto a coloro che sono realmente interessati e appassionati a questo genere d'uscita, proposta.


1 (38) - Copia.JPG


Luogo raggiungibile in auto o con il Postale (corse molto limitate)
Veicoli privati provvisti di tutto l'occorrente in caso di nevicate, la strada non é soggetta a pulizia immediata, non é prioritaria, in quanto l'ultimo paese in inverno é disabitato. Quindi gomme invernali, catene e competenza nella guida in quei contesti sono auspicabili.
Come per il resto, un carattere capace di adattarsi e risolvere i problemi é ben accetto.

Quota del raduno, circa 1400 m.s.m, nulla di ché.
Ambiente aperto, ma pur sempre in una valle, generalmente priva di sole diretto.

Escursione senza difficoltà tecniche specifiche, qualche ora su stradine innevate (a scelta se usare le ciaspole o camminare senza, ev. sprofondando, ecc...), con un dislivello poco impegnativo.
Qualche centinaio di metri in discesa e il ritorno in salita.

NB:
SE DOVESSERO ESSERCI INTERESSATI, SENZA ESPERIENZA SPECIFICA IN QUESTO GENERE D'USCITA,
È POSSIBILE DEVIARE UN PÒ E ANDARE AL SOLITO LUOGO IN CUI VADO IN QUEI CASI.
L'IMPORTANTE È FARSI AVANTI.

Quindi zona in pianura (ca. 400 m.s.m)
Zona spesso non innevata, ma se lo é... é di poche decine di cm a dir tanto.
Temperature ovviamente invernali, un pò sopra e un pò sotto.

 

NOTA AMMINISTRATORE: gli eventi proposti sono regolati dall'articolo 7 del regolamento, prendine visione. Richiedi la compilazione del modulo informativo per chiarire: le difficoltà dell'evento, l'equipaggiamento, le capacità e l'esperienza necessaria.
Organizza e partecipa agli eventi in sicurezza, con criterio, umiltà e competenza, qualità fondamentali per praticare le attività outdoor.
Ultima modifica:
Ciao Wildlife, la cosa mi interessa, anche se però avrei bisogno di qualche info in più e soprattutto sarebbe per me la prima volta anche se in montagna vado parecchio.
 
ahah vero!
sì che sono maggiorenne e da un bel pezzo ormai; certo che mi piace il contatto con la natura se no non sarei su questo sito
ahah, ti assicuro che non sono cose scontate, ahahah nemmeno sù stò sito, ahahah

Bene, bene... allora fammi sapere se ci sono cose particolari che ti interessa sapere e che ti vengono in mente pensando ad una proposta di questo genere ;)
 
@WildLife ti auguro un'ottima riuscita per questo raduno:),hai postato delle belle foto di paesaggi alpini innevati;che temperature prevedi?E poi intenderesti cacciare per condividere il cibo,oppure si provvederebbe autonomamente e preventivamente alle scorte alimentari?
Giusto per concretizzare ;) .
 
@WildLife ti auguro un'ottima riuscita per questo raduno:),hai postato delle belle foto di paesaggi alpini innevati;che temperature prevedi?E poi intenderesti cacciare per condividere il cibo,oppure si provvederebbe autonomamente e preventivamente alle scorte alimentari?
Giusto per concretizzare ;) .
GRAZIE ;)

Per questo la mia idea era quella di organizzarsi preventivamente, ma coerentemente con questo genere di passione, interesse, ecc... quindi portando solo risorse alimentari che uno ha raccolto/reperito in natura e preparato/conservato personalmente nelle stagioni, periodi precedenti.
 
Ultima modifica:
Per questo la mia idea era quella di organizzarsi preventivamente, ma coerentemente con questo genere di passione, interesse, ecc... quindi portando solo risorse alimentari che uno ha raccolto/reperito in natura e preparato/conservato personalmente nelle stagioni, periodi precedenti.
:)) :)) :)) non è chiaro!Proprio per il significato di "coerentemente";te concretamente cosa porti per nutrirti in quei giorni?
 
:)) :)) :)) non è chiaro!Proprio per il significato di "coerentemente";te concretamente cosa porti per nutrirti in quei giorni?
Coerentemente con l'interesse delle "conoscenze/abilità" del vivere in natura e in maniera autonoma, di conseguenza facendo affidamento su quello che uno é in grado di reperire in natura. Senza negozi o altri fornitori. Ovviamente non avendo la possibilità di fare un lungo periodo in natura ci si perde gran parte delle situazioni realistiche che uno vivrebbe in quei casi, stagioni differenti con risorse differenti. Da quì l'idea di usare quello che uno reperisce comunque in natura in altri momenti della sua vita, quindi restando sempre in tema e coerenti con quello che "sarebbe".

- Farina di Castagne
- Erbe essiccate tipo (Ortica, Aglio Orsino, Acetosella, ecc...)
- Pesce e Carne affumicata o essiccata
- Fragoline/Mirtilli essiccati
- Funghi essiccati
- Faggiole essiccate
Diverse di queste risorse possono essere abbinate semplicemente con dell'acqua... e sarebbero tutte reperibili normalmente in natura.

Inoltre in natura si possono trovare fresche, in quei periodi, per esempio:
Ortica, Rosa Canina, Borragine.
Aghi di Pino, corteccia, ecc...

Roba così ;)
Non mi faccio alcun problema... ho vissuto continuativamente per quasi un anno nei boschi e altre esperienze della durata di mesi, settimane e ovviamente anche solo di pochi giorni ;)

Di conseguenza presumo che persone interessate, appassionate, siano sulla stessa linea.
Addirittura con altri "prodotti" da loro conosciuti, trovati, presi, preparati e conservati ;)

Chiaramente, come dicevo, se qualcuno invece non ha esperienze... basta dirlo e saperlo ;)
ci si organizza di conseguenza,..
 
Ultima modifica:
Il mio approccio alla tua proposta è unicamente positivo:),per tanto mi intriga assai:si:,e coerentemente al mio standard,non ho difficoltà nel dire di non avere mai vissuto esperienze simili a quanto proponi.Se rimane l'autonomia,di cui hai scritto all'inizio,della scelta di provvedere al proprio sostentamento,cosa che farei con sobrietà nei confronti del "campo",valuterò di partecipare;bene inteso tutto il mio interesse attivo alle esperienze che si presenteranno;).
 
Ah, ok.
Allora treno da Lugano a Bellinzona (ev. Giubiasco) dove avviene il cambio.
Poi direzione Locarno.
Da Locarno il bus 315 per la Vallemaggia, alla fermata di Cevio si scende e si prende il Postale per Cerentino, a Cerentino si cambia l'ultima volta in direzione di Cimalmotto.

Ci sono un pò di cambi e se le corse del bus fino a Cevio ci sono ad ogni ora, i postali invece sono molto meno.
 
Ultima modifica:
Beh,come si dice,l'importante è arrivare,personalmente aggiungo in orario.Quindi ti domando se puoi calcolarmi le coincidenze considerando che io sia a Lugano dal primo mattinopronto a partire
 
Non mi riesce di leggere,è sufficiente che mi confermi sia possibile per me partire da Lugano col treno delle otto per arrivare all'appuntamento in orario per raggiungere il campo e prepararlo.Poi rimane fissare la data,dopo i primi giorni di febbraio.
 
Avevo semplicemente sorvolato, cliccando si apre ma non rimane leggibile.Mi sta bene ciò che dici te,e ti confermo la disponibilità dal mercoledì 5 febbraio prossimo. :)) ciao buona serata.
 
ti confermo la disponibilità dal mercoledì 5 febbraio
Ricapitolando:
- inizio il 5 febbraio 2020
- per quante notti??
Io posso al massimo fino al 9 febbraio 2020


Ognuno si può organizzare liberamente per quanto concerne il proprio materiale, approccio, filosofia. Non essendo un'uscita minimale/primitiva, penso di portarmi sicuramente l'amaca.

Il punto di ritrovo sarà per il giorno di inizio alla fermata del Postale di Cimalmotto... perché non sò se andrò già in zona nei giorni precedenti, se salirò a piedi o altro. Dipende da alcuni fattori.


- in quella zona solitamente c'é un buon innevamento, quindi mi porterò le ciaspole/bastoni/ghette-gamasce.

- sono andato a farmi un giro e ho preso qualche dato, attuale, ovviamente cambieranno. Al momento, alle 11 di mattina, ho registrato una temperatura di circa -6°C.
Calcolando che la zona non riceverà più sole fino alla prossima primavera, ci si può aspettare un'ulteriore abbassamento, ora dell'inverno e del mese in questione.


Al momento non mi viene in mente altro...

Per vedere gli orari/collegamenti puoi usare questo:
https://www.sbb.ch/it/orario.html
(partenza: Lugano arrivo: Cimalmotto)

In ogni caso un mesetto prima riguarderò anche io il programma dei mezzi pubblici.
 
Ricapitolando:
- inizio il 5 febbraio 2020
- per quante notti??
Io posso al massimo fino al 9 febbraio 2020


Ognuno si può organizzare liberamente per quanto concerne il proprio materiale, approccio, filosofia. Non essendo un'uscita minimale/primitiva, penso di portarmi sicuramente l'amaca.

Il punto di ritrovo sarà per il giorno di inizio alla fermata del Postale di Cimalmotto... perché non sò se andrò già in zona nei giorni precedenti, se salirò a piedi o altro. Dipende da alcuni fattori.


- in quella zona solitamente c'é un buon innevamento, quindi mi porterò le ciaspole/bastoni/ghette-gamasce.

- sono andato a farmi un giro e ho preso qualche dato, attuale, ovviamente cambieranno. Al momento, alle 11 di mattina, ho registrato una temperatura di circa -6°C.
Calcolando che la zona non riceverà più sole fino alla prossima primavera, ci si può aspettare un'ulteriore abbassamento, ora dell'inverno e del mese in questione.


Al momento non mi viene in mente altro...

Per vedere gli orari/collegamenti puoi usare questo:
https://www.sbb.ch/it/orario.html
(partenza: Lugano arrivo: Cimalmotto)

In ogni caso un mesetto prima riguarderò anche io il programma dei mezzi pubblici.
Perfetto così organizzo il viaggio di ritorno.
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso