Raduno raduno tosco romagnolo Pietrapazza

Impressioni post-raduno dal punto di vista femminile-astemio-semivegetariano (tanto per fare un po' la voce fuori dal coro..) :
Mi sono aggregata senza conoscere nessuno, con poca esperienza e zero coltelli ma non mi sono sentita fuori posto mai neanche per un istante! Merito della compagnia e della natura, in quella zona ancora (per fortuna) poco infestata dai noi esseri umani, se ho passato un bellissimo week-end!
Cosa mi è rimasto di questi 2 giorni? Il senso di libertà, il contatto con la natura e il poter condividere questa esperienza con chi sa amarla e apprezzarla come me. Gli alberi e i colori dei loro frutti, il sapore delle more e di quella specie di pinolo che non mi ricordo come cavolo si chiama (Herni..?) ma era buono. Il profumo di menta che si sprigionava dal fuoco, il cibo condiviso e la meravigliosa stellata sopra di noi; la luna nel cielo alle prime luci del mattino (grazie alle mucche per avermi tenuta sveglia tutta la notte altrimenti me la sarei persa!!:ka:) e il bramito del cervo nel cuore della notte. Le coccole di Wally, l'esuberanza di Giotto e le perle di saggezza filosofica di Aleks! E poi sì, lo ammetto: sulle disquisizioni sul bisello davanti al fuoco mi sono un tantino persa (giusto un attimo eh! :biggrin:) ma mannaggia a voi mi avete fatto venire una voglia matta di prendermi un bel coltello anch'io!
Unico rimpianto: non essere rimasta l'ultimo giorno (avevi ragione Jack!!!)
Grazie Aleks per le foto e grazie Henry e Jack per averci guidati ed a volte anche un pò badati: ovviamente tutti sapevamo che la svolta per scendere era quella, volevamo solo allungare un po' il percorso per goderci la compagnia:rofl:!!!
 
Lieto che ti sia piaciuto il raduno itinerante, il tuo punto di vista, proprio perché un po' atipico, rispetto a quello della massa è per me una gradevole conferma della universalità dello stare in natura.
Comunque dal mio punto di vista di non vegetariano, le mucche durante la notte le avrei trasformate tutte in proteine nobili...
P.s. lo pseudo pinolo è il frutto del faggio ( Faggiola).
 
Comunque dal mio punto di vista di non vegetariano, le mucche durante la notte le avrei trasformate tutte in proteine nobili...
P.s. lo pseudo pinolo è il frutto del faggio ( Faggiola).
Anche io che abitualmente non mangio carne, non avrei disdegnato di accoppare e fare alla griglia quelle con il campanaccio...
Si chiama legittima difesa, no?

Tornando alle impressioni del giro, anche io non conoscevo nessuno di voi di persona e mi è piaciuto molto l'approccio differente da quello dei giri che faccio con i miei soliti compagni.

Come dice Nina, ci siamo rapidamente amalgamati perchè evidentemente erano molte di più le cose che ci univano rispeto alle, normali, differenze individuali.
 
Salve a tutti, una domanda: Siepe dell'Orso è un rifugio gestito/non gestito? E' possibile accedervi per pernottare al riparo? Se si, di quanti posti dispone? E' presente un camino?

Grazie!
 
Salve a tutti, una domanda: Siepe dell'Orso è un rifugio gestito/non gestito? E' possibile accedervi per pernottare al riparo? Se si, di quanti posti dispone? E' presente un camino?

Grazie!
"Siepe dell'Orso" non è un rifugio ma una località. C'è anche un edificio ma è privato e non vi si accede liberamente.
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso