Proposta Raduno Trekking Trentino

Luogo: Giustino(TN)
Data: 2-7gg Da decidere coi partecipanti
Ulteriori dettagli: Organizzazzione libera, tutti gli approci consentiti
Lista dei partecipanti: Joker
Invitati: Tutti. Tra le persone che conosco: Speleoalp, Corey, Latues.

Parco Naturale Adamello Brenta
http://www.pnab.it/vivere-il-parco/10-regole-per-rispettare-il-parco.html
Rispetta i fiori e le piante: i loro colori ed i loro profumi sono lì anche per chi passerà dopo di te.

Quando avvisti degli animali, tieniti a distanza: rischi di spaventarli. Hanno paura anche dei cani che, per questo, è necessario tenere sempre sotto controllo.

Anche gli anfibi, i rettili e gli invertebrati (insetti, molluschi ecc.) sono fondamentali nell'equilibrio della natura e meritano il tuo rispetto.

Il peggior nemico dei boschi è il fuoco. Se vuoi accenderne uno, usa i punti fuoco predisposti dal Parco o un apposito focolare ad almeno 50 metri dal limite del bosco.

Nel rispetto dei fiori, degli animali e degli escursionisti a piedi, usa la bicicletta solo sulle strade. Sui sentieri, spingila.

Minerali e fossili vanno lasciati dove sono. Sono lì da milioni di anni (anche grazie al rispetto di chi ti ha preceduto).

Smorza i toni e accendi i tuoi sensi. Il Parco è tutt’altra musica.

Per non turbare il magico equilibrio del Parco, non è possibile campeggiare.

Quasi ovunque si possono raccogliere i funghi, ma serve un permesso, che viene rilasciato dai Comuni.

Se ti capita di trovare qualche residuato bellico, non raccoglierlo; è vietato e potrebbe essere anche pericoloso. Piuttosto segnala il ritrovamento al Parco.

Queste semplici regole di buona educazione e buon senso vengono fatte rispettare dai guardaparco e dai forestali, anche applicando le sanzioni previste dalla L.P. 18/88

TRENTINO ALTO ADIGE

Anche in Trentino è vietato sostare con tende, camper o roulotte, vicino ad agriturismi, alberghi e strutture ricettive che ospitano i turisti. In questa regione dell’arco alpino orientale il campeggio libero è ammesso solo in due casi: il bivacco che non supera le 24 ore (solo in zone dove non esistono espliciti divieti da parte delle competenti autorità), o nel caso di insediamenti destinati ad ospitalità occasionale e gratuita concessa dal proprietario o dal possessore dell’area posta in stretta vicinanza alla sua casa.

In questa regione vige il divieto di campeggio in tende o in mezzi mobili di soggiorno al di fuori delle strutture ricettive all’aperto e degli spazi aperti destinati a ospitare i turisti. Vi sono, tuttavia, delle deroghe ed in particolare, è ammesso il campeggio libero nei seguenti casi:
1) laddove si tratti di insediamenti singoli occasionali, per un periodo non eccedente le ventiquattro ore, in zone dove non esistono espliciti divieti da parte delle competenti autorità;

Regole per il bivacco alpino (valido in qualsiasi condizione):
Il pernottamento è tollerato sopra i 2500 m di quota sotto si rischia la multa di 50 euro.

Regola generale per il bivacco normale:
In generale la regola è di montare il riparo solo dal tardo pomeriggio fino alla mattina, per il fuoco tenersi a 50 metri dal bosco. poi valuta te. :)
 

NOTA AMMINISTRATORE: gli eventi proposti sono regolati dall'articolo 7 del regolamento, prendine visione. Richiedi la compilazione del modulo informativo per chiarire: le difficoltà dell'evento, l'equipaggiamento, le capacità e l'esperienza necessaria.
Organizza e partecipa agli eventi in sicurezza, con criterio, umiltà e competenza, qualità fondamentali per praticare le attività outdoor.

Ultima modifica:
S

Speleoalp

Guest
Domande senza impegno... giusto per pensarci sù e poter valutare :)

Zona indicativa dell'eventuale campo/i ? (personalmente non dormo in rifugi, capanne, etc Ne troppo vicino ad essi)
Indicativamente quale "trekking", giro ? (luoghi, percorsi,km, dislivelli, etc...)

Quindi é permesso (da legge) senza alcun genere di problema e "variabile", montare un telo alla sera, "buttarsi" giù a dormire e al mattino smontarlo, accendere un fuoco per cucinare e riscaldarsi, se a 50 mt. dal bosco ?
 
Interessante, è una zona che pesto spesso, peccato che in trentino sia pressoché impossibile vivere la natura con fuoco e altro... quest'anno sarò in zona a inizio agosto, se siete lì in questo periodo passo a salutarvi. Partecipare non riesco visto che sono su con moglie e bimbo piccolo.
 
S

Speleoalp

Guest
In che senso é pressoché impossibile ??
Lui scrive che é fattibile a 50 mt dal bosco ??

Intendi per la mancanza di alberi o questioni legali ? ;)
Non mi piacciono le camere con le finestra sbarrate, AHAHAH
 
Quindi é permesso (da legge) senza alcun genere di problema e "variabile", montare un telo alla sera, "buttarsi" giù a dormire e al mattino smontarlo, accendere un fuoco per cucinare e riscaldarsi, se a 50 mt. dal bosco ?

Si :)
 
Zona indicativa dell'eventuale campo/i ? (personalmente non dormo in rifugi, capanne, etc Ne troppo vicino ad essi).

Staremo a distanza da rifugi e luoghi troppo frequentati ;)

Indicativamente quale "trekking", giro ? (luoghi, percorsi,km, dislivelli, etc...)

Ecco il link coi sentieri/percorsi della zona:
http://www.pnab.it/vivere-il-parco/come-muoversi/a-piedi/sentieri-cai-sat.html
Idealmente una settimana, alterneremo escursioni con momenti di riposo, campo, relax, poi tutto in base al percorso scelto, che ti farò sapere al più presto :)
 
S

Speleoalp

Guest
Ok.... mi sà che il movimento sarà obbligatorio ;)
Se non é permesso fermarsi di giorno perché ritenuto "campeggio" - "proibito" ;)
In ogni caso, seguo ;)
 
Fermarsi di giorno e' possibile smontando il telo e magari sdraiarsi e fare un riposino ad esempio ;)
Messaggio iniziale aggiornato stando ai regolamenti il bivacco e' concesso nello stesso posto per massimo 24 ore, quindi in trentino massimo una giornata nello stesso posto e' concessa.
Si al bivacco massimo 24 ore no al campeggio oltre le 24 ore :si:
In ogni caso meglio stare in luoghi distanti dal via vai di gente, e montare il campo di pomeriggio e smontare la mattina cosi da non dare nell'occhio. In questo modo non ho mai avuto problemi :)
 
Ultima modifica:
Io sarò sincero, in questo periodo non ho proprio voglia di camminare .. preferisco di più dedicarmi ad affinare le tecniche ed impararne di nuove.. ho un posto a 10km da casa mia .. raggiungibile in macchina solo con permesso forestale.. arrivo su, faccio 500 metri e mi rilasso.. recupero energia dal bosco.. sono diventato pigro.. :unsure::lol:
passerà ! Resterò aggiornato:si:
 
@Speleoalp sicuramente la parola di Joker è più attendibile, data la sua vicinanza con le "fonti ufficiali", ma ti confermo quella che è la mia esperienza di forestiero, che conosce benissimo quelle zone.
intanto il fatto che tu non sia un trentino, ma un turista, ti preclude una serie di favori e riguardi che derivano dall'appartenere a una comunità territoriale. l'ho visto coi miei occhi: se sei del posto hai un trattamento di favore, da parte di forestale, ecc. (probabilmente per questo Joker è più ottimista). anche le stesse regole sulla fruizione del bosco, quando sono uguali per tutti (e non lo sono) vengono applicate con rigore solo per chi viene da fuori.

sono inoltre molto perplesso sulla fattibilità di un raduno con campo/fuoco/ecc. in una zona dove è difficile non incontrare qualcuno. anche le vallette più sperdute sono a poche decine di minuti da un itinerario super frequentato, quindi sarei sinceramente curioso di sapere dove Joker vorrebbe fare il campo (magari può dirmelo in privato), visto che io non sono mai riuscito a trovare zone così (salvo sopra il bosco, ma allora non ci sono più alberi e si pernotta nei bivacchi, cosa che ho fatto più volte).

quanto ai fuochi, oltre a valere quanto detto sopra, anche in zona bosco, posizionarsi a 50 metri da ogni albero la vedo una cosa difficile, a meno di non andare in zone prative sopra i boschi, ma allora anche lì è meglio affidarsi ai tanti bivacchi in muratura liberamente accessibili.

in ogni caso resto informato, data la curiosità.
 
S

Speleoalp

Guest
...capisco, quelle cose che personalmente mi farebbero salire i nervi alle stelle, che reputo "squallide" ahah Ma vabbé,...
Certo, a me interessa appunto sapere se il tutto rientra in ciò che la legge permette e quindi non sono perseguibili... non "forse", "in teoria", "solitamente".... ma "la legge dice che lì si può o non si può, seguendo questi e quegli accorgimenti".

Poi, personalmente, che sia sotto il limite del bosco, sopra... a destra, a sinistra, sul ghiacciaio, sul nevaio o altro.... non mi fà differenza ;) Per quanto mi riguarda non utilizzo bivacchi, capanne, strutture ;)
Basta sapere indicativamente cosa si fà e dove, giusto perché a me piace sapere, bene o male, cosa vado a fare ;)

Poi mi basta mandare una e-mail agli uffici delle autorità locali, in base a determinati dettagli-info sull'uscita.... per avere un qualcosa di "attendibile - stampabile".
 
Le regole che ho postato valgono per tutti.
I luoghi sono molto frequentati nei periodi turistici, fuori stagione non c'e molta gente.
In ogni caso se si transitasse da luoghi frequentati si puo' fare campo a distanza da essi quindi non vedo problemi.

I regolamenti sono quelli espressi nel sito ufficiale del parco naturale adamello brenta
http://www.pnab.it/vivere-il-parco/10-regole-per-rispettare-il-parco.html

X maggior sicurezza contatto le autorita e vi faccio sapere.
 
Ognuno è libero di pensarla come vuole, le regole son valide per tutti e sono scritte nel regolamento del parco :)
Le rispetto e non ho mai cercato favoritismi da parte di nessuno ;)
 
Comunque .... non vorrei sembrare un istigatore all'illegalità ma nella mia ormai (purtroppo) luuunga esperienza di montagna, non ho mai avuto problemi a dormire nel modo e sottolineo "modo" paventato da @Joker nei parchi che frequento.
L'unica volta che i guardiaparco ci hanno controllato ero a Pian della Casa del Re (Valdieri-Valle Gesso, posti fantastici da visitare almeno una volta :) ) ma, arrivati la sera tardi, abbiamo montato la tenda vicino all'auto. Comunque, constatato che eravamo alpinisti e che la mattina dopo ci saremmo messi in viaggio, ci hanno lasciato dormire tranquillamente.
Certo che anche quella volta non avessimo avuto contrattempi, ci saremmo accampati nel pianoro soprastante un'ora di cammino, non avremmo incontrato nessuno.
La legge sul campeggio libero vietato è giusto che ci sia per ovvi motivi facilmente intuibili
 
Ciao A tutti...
vivo a Sopramonte, in Trentino e ormai da anni faccio campi in solitaria e con gruppi di persone. Da 1 o più giorni, sia itineranti che fissi, con fuoco ecc...
Avviso sempre le autorità, che ormai mi conoscono, certo è che non siamo in un Parco protetto...però sfruttiamo zone dove veramente è difficile ci passino persone.
Per il fuoco...la legge non ti permette, qui vige il buon senso e le buone tecniche di sicurezza, come in tutto del resto ;)
Se vi capita di passare da queste parti....fate un cenno
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto