Ramponi d'epoca

Buonasera avventurosi,

vi presento una mini recensione di questi ramponi che mi sono capitati in regalo (piu per liberarsene, non li ha mai usati :)), da un parente che li ha avuti da un amico (non ne conosco provenienza precisa).

Si tratta come vedete di ramponi di qualche anno fa:

218477



Dettagli sul meccanismo di bloccaggio e di regolazione:


218478


218479



Dettagli su punzonature:

218482


218483







Peso di un singolo pezzo e di due pezzi piu sacca:

218480


218481


Infine come sono montati su uno scarpone:

218484



Oltre che a mostrarveli come curiosita', volevo farvi un paio di domande.

- Qualcuno ha idea della provenienza/anno? Sembrano Grivel dalla punzonatura ma sarebbe interessante saperne di piu'.
-Secondo voi, nel 2021, ha senso usarli in ambiente per risparmiare 100 euro di ramponi nuovi, o sono piu' adatti ad essere appesi al muro e conservati come cimelio?

Grazie a tutti in anticipo :)
 
Belli, l attrezzatura d epoca ha un gran fascino.
Sono anche piuttosto leggeri, se ci cambi le fettucce (vedi le petzl) e soprattutto ci applichi degli antizoccoli artigianali, li puoi usare tranquillamente.
 
Beh, che c'è di strano? Sono i classici ramponi che usavo fino a qualche "decennio" fa! Funzionano benissimo. :si: Tutti noi ne abbiamo almeno un paio nel baule in solaio :p e ho amici che li usano tranquillamente anche oggi.
Quotando @_Manuel_ , puoi acquistare online le fettucce al metro e sostituirle, usando i rivetti al posto delle cuciture, e ti consiglio anche una interessante modifica per velocizzare il passaggio dei lacci (che in certe situazioni ambientali risulta piuttosto faticoso e laborioso).
Stasera ti posto la foto ma in sostanza funziona così: realizzi un passante con un anello senza saldatura (diametro circa 20-25mm) da fissare ai due anelli sul davanti, in modo da approntare una sorta di "gabbietta", antesignana di quelle che si trovano oggi in plastica.
Questi invece, della mia collezione, sono ancora più vecchi: facevano parte della dotazione dei soldati USA appartenenti alla X Div. da Montagna in Italia, e come vedete, sono a 10 punte, configurazione tipica fino agli anni 50.
218499
 
che li usassero 60 anni fa ok , ma con quelli cosi come sono rischi la viti , vedi tu se spendere 100 euro ( anche meno ) per un paio di ramponi o giocare alla roulette russa ogni uscita ... a partire che dovresti creare un antizoccolo ...
 
che li usassero 60 anni fa ok , ma con quelli cosi come sono rischi la viti , vedi tu se spendere 100 euro ( anche meno ) per un paio di ramponi o giocare alla roulette russa ogni uscita ... a partire che dovresti creare un antizoccolo ...
Ti chiedo scusa ma su questo non sono daccordo con te; non ritengo sicuramente i suddetti ramponi adatti ad alpinismo a quote 8000, ma li ritengo comunque validi ed efficaci (a condizione che le cinghie siano in perfetto stato di efficienza) per le normali uscite a cui tutti noi partecipiamo.
 
Ti chiedo scusa ma su questo non sono daccordo con te; non ritengo sicuramente i suddetti ramponi adatti ad alpinismo a quote 8000, ma li ritengo comunque validi ed efficaci (a condizione che le cinghie siano in perfetto stato di efficienza) per le normali uscite a cui tutti noi partecipiamo.
Libero di usarli , informati prima come si forma e cosa potrebbe succederti con lo zoccolo di neve sotto il rampone ... hai presente le crock ? Ecco è come indossare quelle al posto degli scarponi ... cmq liberi di fare cio che si vuole con la propria vita ..
 
che li usassero 60 anni fa ok , ma con quelli cosi come sono rischi la viti , vedi tu se spendere 100 euro ( anche meno ) per un paio di ramponi o giocare alla roulette russa ogni uscita ... a partire che dovresti creare un antizoccolo ...
Se dovessi datarli direi fine anni 80, primi 90. Detto queso creargli un antizoccolo non è una cosa difficile e comunque la diffusione degli antiziccolo è arrivata nella seconda metà degli anni 90, prima si utilizzava un sistema meno pratico per evitare appunto lo zoccolo.
Con ramponi sicuramente peggiori di questi conquistarono la nord dell'Eiger....
 
Se dovessi datarli direi fine anni 80, primi 90. Detto queso creargli un antizoccolo non è una cosa difficile e comunque la diffusione degli antiziccolo è arrivata nella seconda metà degli anni 90, prima si utilizzava un sistema meno pratico per evitare appunto lo zoccolo.
Con ramponi sicuramente peggiori di questi conquistarono la nord dell'Eiger....
Si ho capito, ma anche in macchina fino all'80 non esistevano le cinture di sicurezza e si andava in moto senza casco ;) ...

Ho ramponi simili , penso a cavallo tra la prima e seconda guerra , ma stanno bene in salotto appesi ..
 
Ho fatto diversi antizoccolo nel tempo: il migliore, che uso ancora sui miei Grivel Rambo 2, l'ho realizzato con un foglio di gomma rigida da 2mm, preso da un calzolaio, e fascette da elettricista.
 
Anche io ne ho un paio di mio nonno, magari ve li faccio vedere, mi interessa vedere come si allacciavano. Libero di andare come vuoi ma io i ramponi li ho comprati nuovi.
Detto da uno che ha girato per anni con una piccozza in legno :rofl: :rofl:
 
teoricamente dovrebbe polmonare , e non esser rigida ;)
Ma, guarda, per la mia esperienza l'importante è che la neve non si attacchi alla suola e faccia strato, quindi qualsiasi cosa la fa "rimbalzare" va bene. La neve non deve passare ed attaccarsi, quindi l'antizoccolo non deve sostanzialmente muoversi ma porsi come un diaframma tra la neve e la suola e, anzi, se è rigido, è più facile che la superficie di contato con il terreno sia scivolosa e quindi impedisca l'attaccarsi della neve.
Ci sono in commercio tanti anti-zoccolo in plastica rigida, infatti, tipo questi
218507

.
 
Anche io ne ho un paio di mio nonno, magari ve li faccio vedere, mi interessa vedere come si allacciavano. Libero di andare come vuoi ma io i ramponi li ho comprati nuovi.
Detto da uno che ha girato per anni con una piccozza in legno :rofl: :rofl:
Ecco i miei Eckenstein , pioniere che ha inventato i ramponi , sono del 1920 circa , e una picozza un po' più giovane
 

Allegati

Si ho capito, ma anche in macchina fino all'80 non esistevano le cinture di sicurezza e si andava in moto senza casco ;) ...
Difatti si chiamava libertà...ogni tanto qualcuno ci lasciava le penne ovvio...

Pensa che io tornerei volentieri a quel periodo potessi farlo rispetto al periodo attuale pieno di museruole,malati della sicurezza,telecamere impiccione e gente che non si fa i razzi suoi.
Non ci fosse il troppo perbenismo tornerei pure agli anni 60
 
Grazie a tutti per le risposte!

Sicuramente se decidero' di usarli faro' controllare le cinghie e aggiungero' un antizoccolo. Molto interessante comunque avere un idea della datazione e vedere la vostra attrezzatura vintage :)
 

Discussioni simili



Alto Basso