Resource icon

Realizzazione di un pezzo di spago partendo da un rametto di Canapa

interessante l'aggiornamento che hai descritto... Quindi non stressano più i coltivatori che si sono rimessi a provare a piantarla ma si limitano alla autorizzazione in ufficio. Per lo meno questo è cambiato e ne sono molto felice, prima o poi spero avrò una casetta, con orto e pollaio, vicina ad un bosco e volevo mettere anche un po' di lino e di canapa per provare a fare piccoli lavoretti di filatura e tessitura casalinga come si faceva un tempo ^_^ (aaaah i sogni che bella cosa :p)
Ho anche trovato diverso materiale sui telai andini e appena ci riesco vorrei già iniziare a provare a vedere se mi riesce di fare qualcosa con filati acquistati :p

Non ho capito bene però se le analisi obbligatorie che hai detto sono solo ed esclusivamente sui semi e all'origine prima che ti vengano forniti o se devi farle fare anche sulle piante...
 
Allora, i semi son certificati ed ok, se poi vuoi vendere i tuoi prodotti devi analizzarli, sia che si tratti di semi, olio, farina ecc..., sulle bacchette (i fusti da fibra tipo quello che ho utilizzato) non so ma non credo, mentre se ti tieni tutto non dovrebbero essere ovviamente d'obbligo. Riguardo ai controlli, l'anno scorso non ne hanno fatti, solo ai primi due produttori hanno fatto un sacco di domande e sono andati a vedere il campo. Nel caso si presentassero per un controllo dovrebbero prendere vari compioni da più piante secondo uno schema preciso (che non so) e poi fare la media sui contenuti di thc risultanti. Diciamo che i controlli sono finalizzati al prodotto da vendita, in più i semi prodotti per esclusivo consumo alimentare devono poi essere irradiati con raggi particolari per renderli sterili
 
beh considerando che sarebbero coltivazioni al solo fine di produrre per uso casalingo personale fibre per tessitura e la polpa (tolta per fare le fibre) per tentare di fare della carta artigianale (sai che sembra sia il materiale migliore per fare la carta? altro che polpa di legno) direi che non venderei proprio nulla a nessuno! ^_^
 
Carta, qui c'è un socio che sta sperimentando...per ora da quel che dicevano ieri provando appunto a realizzare carta all'inizio ha tirato fuori solo una pastella, poi...pannelli isolanti! Gli è venuta un po spessa quindi, però appunto sembra che come pannelli funzionino bene! Intanto continua a sperimentare. Tessitura a parte tutte le altre pratiche sono una riscoperta continua ed una sperimentazione
 
si avevo letto che è speciale anche come pannelli isolanti... una pianta simile, da cui si ricava olio, fibre tessili e cordami, carta e pannelli isolanti, di cui eravamo i massimi produttori e trasformatori mondiali, una catena produttiva (dal seme ai vari prodotti finiti) e una professionalità che tutto il mondo ci invidiava è stata mandata a p****** perché negli USA qualcuno aveva deciso che la carta era da farsi con la pasta di legno perché aveva tante foreste da vendere (e aveva un aggancio in senato quello USA) e quindi la produzione italiana lo infastidiva =.=

Che tristezza...
 
Corso di Orientamento
Alto Basso