Recensione: Trekking Ultralight Lungo tra Francia e Italia, qualche ragionamento

Ciao a tutti!

Nella settimana precedente ferragosto ho trascorso una bellissima vacanza nelle Alpi Marittime e, invitato da un paio di noi/voi a scrivere qualcosa di più, ho deciso di condividere alcune riflessioni sull'equipaggiamento che mi sono portato.
L'analisi sarà rapida, per una disamina più approfondita vi invito a seguirmi su facebook e su TUMBLR (mentre su youtube terrò solo qualche piccola videopillola fatta al volo sul sentiero e forse in futuro qualche recensione approfondita).

Parto subito.
1) tutti i materiali che ho portato, soprattutto quelli cinesi, si sono comportati in maniera fantastica.
Brutte sorprese invece dalle New Balance, nelle quali riponevo alcune speranze.
  • La quilt della Enlightened Equipment è qualcosa di incredibile, non ho mai patito il freddo ed ho sempre dormito come un agnellino, anche con soltanto 6 pezzi di Thermarest Z Lite sotto le spalle.
  • Lo zaino autocostruito ha subito qualche danno, si stavano scucendo le spalle dopo i primi due giorni, a causa del carico da 14kg sicuramente oltre il necessario. Nulla che un piccolo kit da cucito non possa sistemare.
  • La tenda della 3F è uno spettacolo, (QUI IL LINK) le modifiche che ho fatto per renderla più leggera non sono qualcosa di cui mi pento, e anzi ribadisco che si è trattato di cose così minime che per me sono l'equivalente di togliere l'etichetta dalle tshirt.
  • Il Thermarest Z Lite si è compresso parecchio dopo diversi giorni di utilizzo, non credo che ricomprerei un oggetto del genere di marca, cercherei un sostituto su altri siti.
    ECCO UN ESEMPIO DI MATERASSINO CHE PRENDEREI PER SOSTITUIRLO (13.50€ spedito)
  • Il fornello ad alcool autocostruito è il tipico esempio di come concepisco l'equipaggiamento.
    Il suo costo irrisorio non compete con la rapidità e l'affidabilità di un fornello a propano, ma la sua semplicità di utilizzo, leggerezza e versatilità lo rendono perfetto per i miei usi.
  • I vestiti della Decathlon sono eccezionali e non farei mai a cambio, forse giusto le calze sono una ciofeca. I pantaloncini con la retina dentro, da circa 7 euro, sono eccezionali e si asciugano subito.
  • PESSIME invece le New Balance. Non so se sia il modello che utilizzo o cosa, ma la loro durata è irrisoria, la suola ha perso tantissimo e non comprerò mai più un paio di New Balance.

    In conclusione, sono dell'idea che se posso portare meno cose, più leggere, più economiche, più adatte alle mie reali esigenze, ed in cambio le devo cercare con cura cosa comprare, autocostruire o modificare, e devo essere più paziente ed attento al loro utilizzo, il risultato è estremamente vantaggioso.
2) Di alcune cose ho sentito la mancanza, ma niente di trascendentale.
  • Un berretto di pile, lasciato a casa all'ultimo secondo, sarebbe stato comodo la sera perchè la mia tenda ha due piccole finestre e da una col favore del vento entra un'aria fresca che avrei potuto godere di più con un cappellino.
  • Un poncho serio, come quello della 3F che in tanti abbiamo comprato, ma solo perchè purtroppo sono stato fregato mezza giornata dal meteo.
    Dopo aver vissuto una esperienza abbastanza intensa posso dire che il poncho serve, ma in realtà forse avrei solo dovuto portare un poncho usa e getta incastrandolo meglio sul mio corpo, indossandolo PRIMA della pioggia.
    Una rainskirt avrebbe funzionato altrettanto bene, sia chiaro.
    Resto dell'idea che fondamentali siano il meteo e la conoscenza del tragitto e delle proprie capacità.
    Sarei stato più comodo con un poncho più grande? Sì.
    Ce l'ho fatta? Sì.
    E' stato impegnativo? Parecchio.
    Decidete voi: farvi fregare per un paio d'ore o portare per una decina di giorni 3 etti inutili di poncho.
    Personalmente ne comprerò un'altro usa e getta, userò quello della 3F solo per trekking di due o tre giorni, dove l'Ultralight Estremo non conta davvero, oppure d'estate quando voglio dormire senza tenda.
  • Un piumino smanicato e privo di cappuccio al posto della felpa.
    Il piumino tiene più caldo e si combina meglio col resto dell'equipaggiamento.
    Sto parlando di un prodotto al massimo di 100 grammi, economico, e che non ho paura di lavare alla fine del viaggio.
  • Un marsupio, forse, ma solo perchè ho uno zaino particolare e non uso pantaloni con la tasche.
    Avere tutto a portata di mano è una cosa importante, ed il marsupio è estremamente sottovalutato.
    Mi piacerebbe implementarne uno dentro alla mia cintura dello zaino.
  • Un orologio ABC (Altimetro Barometro Bussola) io prenderei questo, lo trovo stupendo, ma sfortunatamente non lo trovo ad un prezzo accettabile da qualche venditore serio.
  • Una traccia GPS decente, semplice, il nostro compagno di forum HEV ne ha uno molto bello ma ce ne sono di diversi tipi
  • Una spugna per lavare i piatti e per asciugare la condensa dentro la tenda monotelo.
    Non è niente di drammatico, la condensa è come quella di un vetro di un'auto, ma preferirei così.
  • Un sapone solido invece di quello liquido.
    Siccome mi lavo per bene ad ogni occasione, e faccio tutti i giorni il bucato, ho fatto fuori un casino di sapone finendo per rubarne nei rifugi due volte.
3) cibo:
Utilizzando la mia tabella nutrizionale ho composto una dieta equilibrata, ma in realtà mi sono trovato spesse volte privo di appetito.
Per me va bene anche dimagrire al ritorno, nei limiti del sensato, e tendenzialmente quando parto i due giorni prima mangio come un bufalo, idem al ritorno.
Per questo ho portato veramente troppo cibo, specie considerando quanta frutta secca ho con me.
La colazione è andata benissimo per me, 4 grancereale, che sono davvero ipercalorici, e due marmellatine di quelle monouso.
A pranzo un pacchetto da 100g di minipiadine dell'esselunga, buone il primo giorno come l'ultimo, poi sgombo al naturale e maio oppure salame, formaggio, e salsa barbecue.
A cena, gran bustone (cit) tipo pasta e fagioli o i tortellini secchi, o cous cous, pasta (i piccolini barilla!), ramen bomb, insomma lo sapete quali cose si possono fare.
Durante la giornata M&ms a nastro, pochissime barrette (max 1 al giorno, e non l'ho nemmeno mangiata tutti i giorni) e albicocche disidratate.
Penso che cambierà tutto ora che ho il disidratatore, sono lieto di aver portato anche 60ml di olio anche se un giorno mi si è ribaltato nella gavetta ungendomi tutto il suo contenuto.
Insomma per me il discorso è che non ha senso impazzire per portare troppa roba, vale la pena ragionare così: "Conosco bene il mio percorso e so che se a metà del viaggio avrò fame potrò prendere una fetta di torta in quel rifugio, se avrò fame al ritorno terrò duro un'oretta per arrivare a casa o al primo Autogrill".

4) la prossima volta non penso che cambierò più di quello che ho scritto, molto probabilmente siccome è arrivato l'autunno userò i pantaloni combo con la lampo per trasformarsi in pantaloni corti, inoltre porterò lo zaino da dei sarti per farlo sistemare.

Inoltre c'è una nuova tenda che sto puntando e mi sembra bella, è QUESTA
Secondo voi com'è rispetto a quella che ho ora?
 
Grazie per il sintetico riepilogo!

Qualche rapida domandina (....o mia semplice opinione):
- Lo spallaccio dello zaino che ha ceduto è perché avevi rifatto la cucitura per spostarlo? O è proprio la cucitura del Deca che è pessima? (la cosa mi interessa visto che uso lo stesso zaino... ;) )
- Se avessi portato il poncho, avresti potuto usarlo anche come sotto-tenda? (magari così avresti ammortizzato meglio l'extra-peso...) Tra parentesi, il mio poncho 3F pesa 210gr e non 300gr come il tuo; forse non hai la versione silnylon?
- Personalmente non amo avere un marsupio quando ho lo zaino (mi ritroverei con due fasce ventrali...). Concordo invece che sarei contentissimo di avere due ampie tasche anteriori sulla fascia ventrale dello zaino per tenere le cosucce di uso più frequente; ma purtroppo negli zaini moderni la tendenza sembra essere quella di avere se va bene una singola tasca ed anche di dimensioni tirchie....
- altimetro/GPS tenterei di arrangiarmi con lo smartphone (odio avere troppi ammennicoli elettronici con me...). Avrei anche un "bellissimo" orologio con altimetro e bussola del Lidl (da ben 29€...) ma poi nella pratica non l'ho mai usato!
- per la tenda, la tua attuale è una monotelo, quella che hai indicato è una doppio telo... entrambe belle tende. Valuterei il passaggio solo se hai "sofferto" parecchio la condensa della monotelo

Per ora è tutto!
 
  • Mi piace
Reactions: RNL
ciao e grazie del resoconto @RNL . Mi farebbe piacere saperne di più su quella tenda, in particolare:

  1. la tenda doppiotelo che indichi pesa il doppio di quell'altra, e forse non ha nemmeno il vestibolo in cui cucinare?
  2. quella monotelo è alta 1.20 metri e ha due sfiatatoi ("transom"), e nonostante questo ha fatto condensa al punto da doverla asciugare? Perché considerando la differenza di peso e forse l'assenza di vestibolo, pure io direi la stessa cosa di @paiolo
  3. in ogni caso, la monotelo regge bene la pioggia o no?
  4. che modifiche gli hai fatto, esattamente?
  5. ma il "free footprint" è incluso o no nel pacco della monotelo, a quel prezzo? E nel peso dichiarato, cioè 650 grammi?
  6. se uno NON volesse usare bastoncini da trekking, c'è una soluzione già pronta da acquistare, o bisogna farsi un palo da soli?
Grazie in anticipo per le risposte!
 
  • Mi piace
Reactions: RNL
Un piumino smanicato e privo di cappuccio al posto della felpa.
Il piumino tiene più caldo e si combina meglio col resto dell'equipaggiamento.
Sto parlando di un prodotto al massimo di 100 grammi, economico, e che non ho paura di lavare alla fine del viaggio.
Piumino-100g-economico non credo siano parole che stanno bene insieme. Avevi già visto qualcosa?
(un pail leggero imo serve lo stesso però)

Complimenti per il resoconto :si:
 
  • Mi piace
Reactions: RNL
Ehilà intanto grazie a tutti per la gentilezza, cerco più che l'obiettività un punto di vista strettamente personale, perchè è normale che tutti abbiano interessi ed esigenze diverse.
Ma credo anche che da un piccolo report si possano trarre alcuni accorgimenti utili (è per questo che tra poco vorrò fare dei mini video su alcuni trucchi che ho visto funzionare alla grande)
- Lo spallaccio dello zaino che ha ceduto è perché avevi rifatto la cucitura per spostarlo? O è proprio la cucitura del Deca che è pessima?
- Se avessi portato il poncho, avresti potuto usarlo anche come sotto-tenda? (magari così avresti ammortizzato meglio l'extra-peso...) Tra parentesi, il mio poncho 3F pesa 210gr e non 300gr come il tuo; forse non hai la versione silnylon?
- Personalmente non amo avere un marsupio quando ho lo zaino (mi ritroverei con due fasce ventrali...). Concordo invece che sarei contentissimo di avere due ampie tasche anteriori sulla fascia ventrale dello zaino per tenere le cosucce di uso più frequente; ma purtroppo negli zaini moderni la tendenza sembra essere quella di avere se va bene una singola tasca ed anche di dimensioni tirchie....
- altimetro/GPS tenterei di arrangiarmi con lo smartphone (odio avere troppi ammennicoli elettronici con me...). Avrei anche un "bellissimo" orologio con altimetro e bussola del Lidl (da ben 29€...) ma poi nella pratica non l'ho mai usato!
- per la tenda, la tua attuale è una monotelo, quella che hai indicato è una doppio telo... entrambe belle tende. Valuterei il passaggio solo se hai "sofferto" parecchio la condensa della monotelo
1- Ho tagliato e riposizionato io lo spallaccio, vai tranquillo perchè per il resto è veramente solido. Idem lo schienale: sono stato io a voler togliere tutto il più possibile e probabilmente a una certa qualche cucitura perde un filo fondamentale. Niente di drammatico, sia chiaro!

2- Sì io ho la versione forse leggemente più pesante? Oppure boh il fatto è che gli ho montato 4 cordini che forse lo appesantiscono? Devo controllare.
No, non credo che lo avrei utilizzato come ground per il timore di slerciarlo con il fango e le scarpe. Il ground che uso, in polycro, può essere appallottolato e messo in una tasca laterale, e serve solo a quello.
Con il poncho voglio una cosa pronta all'uso se arriva la pioggia, non mi piacerebbe sporcarmi di fango, anche se, sì, certo, meglio una protezione sporca di un poncho leggero se arriva una tempesta violentissima. Magari son fighetto io eh.
3- esatto, il sogno è una taschina da aggiungere allo zaino in zona lombare, ma sul mio zaino Frankenstein non so come agire. Potrei modificare un vecchio marsupio ma non ne possiedo uno

EDIT: Guarda cosa ho trovato!!
4- guarda io cerco un orologio anche da utilizzo quotidiano, e il Casio 3000Ti-7 con il cinturino in titanio ed i nuovi sensori (più piccoli del 95%!) è bello e pratico. Ho visto indossare a HEV il modello un pelo più vecchio, credo, ma il problema fondamentale è che certi oggetti proprio non si trovano sul mercato.
Bello che tu sia riuscito a trovare un prodotto così economico ma temo che la sua affidabilità sia relazionata al suo prezzo.
Sulla tenda dico dopo.

ciao e grazie del resoconto @RNL . Mi farebbe piacere saperne di più su quella tenda, in particolare:

  1. la tenda doppiotelo che indichi pesa il doppio di quell'altra, e forse non ha nemmeno il vestibolo in cui cucinare?
  2. quella monotelo è alta 1.20 metri e ha due sfiatatoi ("transom"), e nonostante questo ha fatto condensa al punto da doverla asciugare? Perché considerando la differenza di peso e forse l'assenza di vestibolo, pure io direi la stessa cosa di @paiolo
  3. in ogni caso, la monotelo regge bene la pioggia o no?
  4. che modifiche gli hai fatto, esattamente?
  5. ma il "free footprint" è incluso o no nel pacco della monotelo, a quel prezzo? E nel peso dichiarato, cioè 650 grammi?
  6. se uno NON volesse usare bastoncini da trekking, c'è una soluzione già pronta da acquistare, o bisogna farsi un palo da soli?
Grazie in anticipo per le risposte!
La doppiotelo che indico sembra proprio avere il vestibolo, ma magari mi sbaglio.
Certamente quella che ho ora ha un vestibolo ENORME e intendo dire che ci si può restare seduti a gambe incrociate fuori dallo spazio principale della tenda
(uè, certo, non è il divano di casa, ma il fatto che ci si sta serve a dare l'idea di quanto sia grande, e io sono alto più di 1.80 m eh)
Quella che ho adesso è una reggia, ma ha alcuni dettagli che non mi piacciono, son curioso di provare l'altra.
Non ho davvero sofferto l'umidità, molte notti avrei potuto tenerla ben più aperta, magari godendomi l'aria fresca che passava la zanzariera.
Le due finestre, specie quella sulla testa, sono estremamente comode.
L'unico mio dilemma non riguarda la tenda in senso stretto, e si può riassumere così:
Ho un sacco a pelo costoso, in piuma, che voglio che mi duri, e che è LA cosa che mi rende la notte una meraviglia.
Vale la pena fargli prendere umido perchè tocca la parete della tenda?
Posso ovviare a questo dettaglio mettendomi i piedi dentro un sacchetto di plastica => No perchè accumulerei solo più condensa derivante dalla perspiratio del sottoscritto
Posso ovviare tramite posizionamento della tenda ossia scegliendo orientamento, luogo di pernottamento, vento, apertura del vestibolo etc? => Sì, ma non sempre è possibile scegliere queste cose! Spesse volte si trova il posto adatto e dopo un paio di analisi si butta tutto a terra, oppure il terreno è pieno di sassi tranne in un punto un po' in fondo ad una conca. Insomma c'è sempre da adattarsi alle condizioni.
La risposta è che non posso proprio sapere quale sia la migliore tenda tra le due, perchè ne ho provata solo una e l'altra mi sembra molto bella e ad un buon prezzo.
La monotelo comunque non è che regge la pioggia: regge la grandine grossa come dei piccoli ceci. Regge il vento che ti fa stare molto attento a dove pisci.
Il ground, per quella che ho preso, è incluso nel prezzo. La tenda pesa solo 600 grammi, forse 620 originariamente, e del ground io ho fatto a meno, avendone costruito uno col Polycro sagomato il giusto.
Considera che la 3F dichiara SEMPRE più del peso reale dei prodotti. Insomma una sorpresa gradita!
Soluzioni alternative non ne conosco, ma ti rigiro la frittata: Ma perchè non spendi 5 euro al Decathlon per un palo ultralight da 2 etti che ti fa anche da bastone per camminare? ;)

Piumino-100g-economico non credo siano parole che stanno bene insieme. Avevi già visto qualcosa?
(un pail leggero imo serve lo stesso però)

Complimenti per il resoconto :si:
Grazie!
Guarda pensavo di comprare QUESTO e di togliergli cappuccio e maniche.
Alternativamente, per ben altri prezzi, c'è questa meraviglia della natura che solo a pensarci devo tenere chiuso il portafogli o i soldi volano via da soli.
Comunque è vero, una felpina di pile tiene mostruosamente caldo, uno smanicato di pile è la soluzione più economica, pratica, e calda. Ma il piumino è un'altro livello, è più leggero e diventa niente, nello zaino.
 
Ultima modifica:
Mi piace questo thread, ne sta venendo fuori un bel confronto! ;)

Poncho: Se ha le scritte argentate e non nere si, è quella in poliestere e non in silnylon

Paura di bagnare il fondo del sacco: io, se vedo che il sacco tocca il fondo della tenda, andrei sereno di sacchetto (relativamente corto, giusto quel che basta): penso che la nostra traspirazione sia inferiore alla condensa che si accumula sulla tenda, e che basti semplicemente far asciugare bene il sacco al rientro dall'uscita per risolvere il tutto.

Piumino: Ho quel piuminio e non gli toglierei mai maniche e capuccio... quando fa freddo e vento tiene molto, e per dormire è di un comodo...suprattutto col sacco senza capuccio! (ho ordinato da poco un sacco senza capuccio proprio perché so di poterlo accoppiare ad un piumino che lo ha...)
Preferirei l'accoppiata piumino "integrale" + gillet in pile piuttosto di pile integro + gillet in piumino.
E forse con bandana + capuccio del piumino potresti lasciare a casa il berretto in pile senza ripensamenti... (giusto per ammmortizzare il peso di lasciare il capuccio...)

Per la tasca ventrale ricavata da un marsupio, fammi sapere se ne ricavi qlc di funzionale e stabile, che la cosa interessa anche a me!
 
Ho tagliato e riposizionato io lo spallaccio, vai tranquillo perchè per il resto è veramente solido. Idem lo schienale: sono stato io a voler togliere tutto il più possibile e probabilmente a una certa qualche cucitura perde un filo fondamentale. Niente di drammatico, sia chiaro!
.
Non ho capito: si sono sfilacciati i bordi del tessuto che avevi cucito o si è proprio aperta la cucitura perché non l'hai ribattuta? Mi riferisco agli spallacci
 
Piumino: Ho quel piuminio e non gli toglierei mai maniche e capuccio... quando fa freddo e vento tiene molto, e per dormire è di un comodo...suprattutto col sacco senza capuccio! (ho ordinato da poco un sacco senza capuccio proprio perché so di poterlo accoppiare ad un piumino che lo ha...)
Preferirei l'accoppiata piumino "integrale" + gillet in pile piuttosto di pile integro + gillet in piumino.
E forse con bandana + capuccio del piumino potresti lasciare a casa il berretto in pile senza ripensamenti... (giusto per ammmortizzare il peso di lasciare il capuccio...)
+ o - la penso uguale, ma quel piumino per l'estate imo è troppo, e alla fine lo lascio sempre a casa perchè so che non lo userò. Quindi magari un gilet potrebbe avere un senso sopratutto 1 stagione.
(o meglio piumino + sacco in piumino è troppo, o alleggerisco l'uno o l'altro)

Comunque è vero, una felpina di pile tiene mostruosamente caldo, uno smanicato di pile è la soluzione più economica, pratica, e calda. Ma il piumino è un'altro livello, è più leggero e diventa niente, nello zaino.
Si, il midlayer (cioè pail leggero) gestisce meglio l'umidità (sudore, pioggia), il piumino è un isolamento termico più efficente, soprattutto a riposo. Il grosso del lavoro di isolamento ovviamente va delegato al piumino non al pail.
 
  • Mi piace
Reactions: RNL
Guarda pensavo di comprare QUESTO e di togliergli cappuccio e maniche.
Ciao, io ho acquistato questo (ne ho presi due), cifra irrisoria (16 € circa), vero piumino, ultraleggero, buona fattura (se vuoi lo peso e ti dico anche i volumi) :

2017 Inverno Ultralight Uomo 90% Piume D'anatra Bianca Giacca Anatra Giù Impermeabile Giù Parka Tuta Sportiva MA175
http://s.aliexpress.com/EFzyEJzE
(from AliExpress Android)

C'è anche il modello smanicato (dai 12 ai 14 € circa) e senza cappuccio, lo ordino adesso:

2017 New Winter White Duck Down Jacket Uomo Senza Maniche Gilet Cappotti Capispalla per uomo Mens Leggero Caldo Molle Ultralight Giacche
http://s.aliexpress.com/iAnamEza
(from AliExpress Android)

DAVYDAISY di Alta Qualità Panciotto Uomini Inverno Precoce Ultralight Stand Collare Anatra Giù Imbottito Caldo Uomini Gilet Senza Maniche Cappotto DCT-177
http://s.aliexpress.com/Qv6nmMNZ
(from AliExpress Android)

Per me vale l'attesa della spedizione dalla Cina, siamo ancora (per poco) fuori stagione.

Ps: ho visto il link della tenda monotelo/monoposto 3f ul gear, spero tu non l'abbia pagata 100 $ come dice l'annuncio... io l'ho presa a meno di 70 €.....
 
Ultima modifica:
Alcune domande per @RNL e @Freestiano :

La monotelo comunque non è che regge la pioggia: regge la grandine grossa come dei piccoli ceci. Regge il vento che ti fa stare molto attento a dove pisci.
penso di aver capito quel che intendi ma, tanto per essere sicuro al 200% provo a riscriverlo a parole mie: volevi dire, in sostanza, "vai tranquillo, che pure se è monotelo ho constatato personalmente che 'sta tenda regge benissimo SIA piogge forti, e pure la grandine, SIA vento forte", giusto? O no?

ho visto il link della tenda monotelo/monoposto 3f ul gear, spero tu non l'abbia pagata 100 $ come dice l'annuncio... io l'ho presa a meno di 70 €...
Al cambio di oggi 100$ fanno circa 80 Euro, la differenza non sembra tanta. Tu dove l'hai presa?

quanto a questo:

"perchè non spendi 5 euro al Decathlon per un palo ultralight da 2 etti che ti fa anche da bastone per camminare?"

La risposta è "a) perché i bastoncini da trekking economici di decathlon li ho provati, e non mi fido granchè della loro robustezza se usati in quel modo. Ma soprattutto b) perché se esiste, o si può ricavare in qualche modo, un paletto da tenda vero e proprio, potrebbe pesare meno". Poi magari se la compro finisco pure io a usare un bastone da trekking come palo, ma mi piacerebbe valutare alternative.

Grazie!
 
Ultima modifica:
@MarcoF , l'ho acquistata su Aliexpress.
Comunque il cambio di oggi dice che ci sarebbero 14 € di differenza, con i quali uscirebbe tranquillamente un poncho/tarp 3f ul gear, o meglio, tanto per rimanere in tema, un piumino ul dei miei link...ti dirò, a me diverte molto spulciare le varie offerte su Aliexpress, contattare il venditore e contrattare sul prezzo.
14 € su 70 sono il 20%...
 
Ultima modifica:
@paiolo grazie per le dritte proverò il sacchetto!
Per il marsupio sto pensando di usare quello della decathlon che avevo linkato, è leggero, piccolo il giusto, economico.
Invece riguardo la bandana faccio presente che ora ne ho una nuova fatta da mia nonna.
64 cm di lato, 90 di diagonale quindi, un quadrato sul quale metterò un bottone e diverse asole secondo alcune configurazioni prestabilite, è un oggetto così comodo e versatile che posso persino tollerare il fatto che sia fatta in cotone.
A tal proposito però offro una domanda, secondo voi ha senso una bandana in microfibra?
Non ho capito: si sono sfilacciati i bordi del tessuto che avevi cucito o si è proprio aperta la cucitura perché non l'hai ribattuta? Mi riferisco agli spallacci
ciao, si è scucita parte della cucitura. Gli spallacci li avevo comunque passati con l'accendino per non rischiare che si sfilacciassero, il problema è che quel punto specifico l'ho fatto cucire a mia madre pensando che avrebbe fatto un lavoro certosino con la macchina da cucire, invece deve esserci stata qualche complicazione, ma pazienza, uno di questi giorni porto tutto dal sarto :)
interessa una foto eventualmente?


La risposta è "a) perché i bastoncini da trekking economici di decathlon li ho provati, e non mi fido granchè della loro robustezza se usati in quel modo. Ma soprattutto b) perché se esiste, o si può ricavare in qualche modo, un paletto da tenda vero e proprio, potrebbe pesare meno". Poi magari se la compro finisco pure io a usare un bastone da trekking come palo, ma mi piacerebbe valutare alternative.
Ciao!
la tenda resiste sia alla pioggia che al vento che alla grandine.
Posso capire i tuoi dubbi ma voglio dirti che personalmente non sono d'accordo.
Riguardo la costruzione di un palo da tenda tutto è fattibile, tutto è possibile, la cosa più leggera in assoluto è un tubo di fibra di carbonio di 120/125cm
Un palo di legno della stessa altezza va benissimo, ma considera bene il rapporto tra il peso dell'oggetto e quanto può resistere.
Io facendo due conti sono giunto alla conclusione che un bastone da trekking in alluminio (o è acciaio??), cavo, e capace di ridurre al minimo l'ingombro perchè telescopico è l'ideale.
Vedi tu, ma poi fammi sapere così se funziona meglio ti seguo a ruota

sul discorso Aliexpress dipende, perchè quando io compro un oggetto su BangGood mi arriva molto prima, la spedizione è più veloce!
 
Per fare un lavoro fatto bene il sarto dovrà scucire e ricucire un terzo dello zaino, probabile che ti chieda una cifra non proprio bassa però mamma dovrebbe essere in grado di riparartelo: dille di utilizzare del filo di Nylon (sia la spola che la spagnoletta) e di passarci sopra con la macchina da cucire 2 o 3 volte, così rinforzi la cucitura. Poi vedi come va
 
  • Mi piace
Reactions: RNL
Va bene qualsiasi cosa purché sintetico e non esageratamente sottile. Se ti tagli le dita nel tentativo di spezzare il filo con le mani vuol dire che è sufficientemente resistente. Poi, cosa fondamentalmente, fermare il filo sia all'inizio che alla fine della cucitura e cucire più volte la stessa zona, deve passarci sopra due o 3 volte. I manici dei borsoni che devono trasportare del peso a volte vengono uniti così:
IMG_20170911_171426.jpg

Se guardi con attenzione vedi che nei lati orizzontali del rettangolo la cucitura è doppia
 

Discussioni simili



Alto Basso